If you continue, you agree to the use of cookies, ok?OkRead more
Primo piano
Estate Musicale Frentana, Ascom contro Regione e Comune: "Maltrattata la cultura"
L'organizzazione dei commercianti attacca contro la mancata erogazione dei fondi promessi
Guarda tutti i servizi

I pazienti provenienti dalle zone terremotate, complessivamente presi in cura (degenti o in attesa di operazione) dalle strutture ospedaliere della Regione si attestano attualmente a quota 82. Lo comunica, in una nota, il Dipartimento regionale Salute e Welfare. Nelle strutture della Asl Avezzano-Sulmona-L'Aquila sono ricoverati 46 pazienti, in quelle della Asl Lanciano-Vasto-Chieti 3, in quelle della Asl di Pescara 10, in quelle della Asl di Teramo 23. Nel frattempo risulta esaurito il bisogno sanitario in emergenza nelle aree del sisma. I mezzi messi a disposizione dalle Centrali operative 118 regionali (compresi i due elicotteri dell'Aquila e Pescara), essendo conclusa l'emergenza collegata ai soccorsi di feriti e dispersi, sono rientrati, fatta eccezione per il Posto Medico Avanzato della Croce Rossa Italiana inviato ad Amatrice d'intesa con la Centrale operativa 118 di Teramo, che continua a garantire la presenza di un'ambulanza di base a supporto delle attività della Centrale…

La giunta regionale, su proposta dell'assessore al sociale Marinella Sclocco, ha innalzato i limiti Isee per l'esenzione totale dal pagamento delle quote di compartecipazione, da parte degli utenti, alle prestazioni sociali e socio-sanitarie. Per le prestazioni sociali la soglia per l'esenzione totale passa da 5mila a 8mila euro, per quelle socio-sanitarie da 5mila a 15mila. "I limiti precedenti - spiega la Sclocco - erano stati introdotti con una delibera di giunta dello scorso maggio, sulla base di quanto previsto dal vecchio piano sociale regionale del 2011. Subito dopo l'approvazione, però, i sindacati avevano sollevato una serie di perplessità, in ordine alla possibilità di ripercussioni negative sulle fasce di popolazione a più basso reddito, che già si trovano a vivere situazioni di difficoltà. Di qui la scelta di aumentare le soglia di esenzione, che consentirà di dare una risposta concreta ed efficace alle esigenze di molti nostri concittadini". Contestualmente sono state…

Complessivamente sono 45 i politraumatizzati, in codice rosso, assistiti negli ospedali abruzzesi: 29 nei presidi della Asl Avezzano-Sulmona-L'Aquila, 3 in quelli della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 10 in quelli della Asl di Pescara e 3 in quelli della Asl di Teramo, con l'impiego di 18 ambulanze impegnate nei trasporti d'emergenza dalle zone del sisma.  Le due postazioni di elisoccorso dell'Aquila e Pescara sono al servizio dell'emergenza sisma sin dalle prime ore della giornata, con 9 trasferimenti effettuati sino alle ore 16. È partita, inoltre, la macchina organizzativa e operativa per la donazione del sangue, attraverso il coordinamento da parte dei centri trasfusionali e delle associazioni di volontariato con una risposta eccellente. Il centro regionale sangue segue costantemente le operazioni e, domani mattina, fornirà report di raccolta sangue entro le ore 10. "Il sisma che ha scosso il Centro Italia alle ore 3.36 della scorsa notte, ha visto una tempestiva risposta della…

E' in continuo aggiornamento il tragico bilancio del violento terremoto che la scorsa notte ha devastato Amatrice e diversi altri centri al confine tra Lazio, Marche e Umbria. Al momento le vittime accertate sarebbero 38, mentre i dispersi almeno un centinaio, in gran parte concentrati a Pescara del Tronto.
Il sisma è stato avvertito distintamente in tutto l'Abruzzo e non solo nell'Aquilano, che dista pochi chilometri dall'epicentro, ma anche in tutti i Comuni della fascia costiera, dove molti cittadini sono scesi in strada terrorizzati. Numerose le telefonate ai vigili del fuoco, i cui centralini sono stati tempestati di chiamate da parte di persone preoccupate.
Nella nostra regione, in ogni caso, al momento non si segnalano grossi danni: sono state controllate le dighe, le infrastrutture viarie e ferroviarie. Sull'autostrada dei Parchi, all'altezza di Popoli, è stato rilevato lo spostamento di un giunto su un viadotto, ma la circolazione non è stata interrotta. Tutte le…

Il Capo del Dipartimento nazionale della Protezione civile, ha emanato un'ordinanza contente le disposizioni operative per l'erogazione dei contributi per i danni causati in Abruzzo dalle ondate di maltempo di novembre-dicembre 2013 e febbraio-marzo 2015. Il provvedimento riguarda solo i contributi a favore dei privati, mentre per quelli destinati alle attività produttive bisognerà attendere il prossimo gennaio. L'importo totale del fondo è di 36 milioni e mezzo di euro, riservati ai 156 Comuni abruzzesi in cui potranno essere richiesti gli indennizzi. Saranno gli stessi Comuni, attraverso specifici avvisi pubblici, a stabilire modalità e scadenze per la presentazione delle istanze da parte degli aventi diritto, che dovranno comunque essere depositate entro la fine di settembre. I contributi potranno essere richiesti per danni alle abitazioni e ai beni mobili all'interno delle stesse. L'ordinanza della Protezione civile detta un cronoprogramma preciso delle procedure, che si…