Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto
Primo piano
"Illuminazione inesistente e sporcizia, via San Giovanni da Capestrano è in totale abbandono".
16933622_10210219332252075_1967308275_n.png
Per i residenti la situazione è insostenibile e chiedono interventi...
Guarda tutti i servizi

Si accendono a inizio Settembre, ma hanno il loro clou quando nella nottata del 13, Corso Trento e Trieste, i Viali delle Rose, Piazza D'Amico si riempiono di tanta gente, soprattutto di giovani, molti dei quali aspettano proprio questa notte speciale per poter fare tardi, anzi mattina, con il consenso dei genitori. L'atmosfera è movimentata, quasi carnevalesca, in attesa dell'apertura delle Feste alle 4 del mattino con i fuochi d’artificio che colorano il cielo e la banda che sfila lungo il corso. Probabilmente, però, pochi tra noi giovani sanno che la “nottata” risale al 1833, quando dei sacerdoti lancianesi si recarono a piedi in Vaticano per prendere e riportare a casa le corone d’oro destinate alla statua della Madonna del Ponte e al Bambino, presente nella nostra Cattedrale. La domanda che spesso ricorre è: ma le Feste in onore della Patrona della città sono sinonimo di una Lanciano protagonista della propria tradizione e delle festività liturgiche o è solo un’occasione ludica e…

La Scuola diventa un luogo dove è possibile incontrare l'arte in tutte le sue molteplici e suggestive espressioni, conoscere anche le tradizioni, i riti e la storia. Insomma tutto quello che costituisce l'identità di una comunità. Si tratta di un progetto significativo e di sicuro interesse che sta particolarmente a cuore alla Dirigente dell'Istituto Comprensivo 1, Mirella Spinelli che crede molto in una scuola capace di stimolare e favorire le relazioni, che si apre alla realtà ed è convinta dell'efficacia del “Caffè Letterario..e non solo” che oggi, alla Scuola Mazzini, alle 18.30, alza il sipario sul primo di una serie di eventi. Si inaugura con uno davvero speciale “Lu Langianes addavere” con la partecipazione dello storico Domenico Maria Del Bello e del Maestro Roberto Mancinone che con il noto gruppo “Lu Cantastorie” interpreterà in musica costumi e tradizioni. Un progetto decisamente innovativo e originale che ha già avuto l'adesione di molti artisti e studiosi che si sono…

L'obiettivo è quello di promuovere con azioni strategiche e partecipate lo sviluppo turistico sostenibile di uno dei tratti più suggestivi del litorale Adriatico, la Costa dei Trabocchi che da un po' di mesi è al centro di progetti significativi che guardano proprio a una formula nuova, più efficace e moderna di intendere la promozione e la valorizzazione di un territorio. E in questa ottica si inserisce il progetto avviato dal Comune di Torino di Sangro denominato “Turismo di Comunità e Ospitalità diffusa” promosso dal Flag Costa dei Trabocchi e dalla Camera di Commercio di Chieti, rappresentati rispettivamente dai Presidenti Franco Ricci e Roberto Di Vincenzo. “Il progetto ha l’obiettivo generale di coinvolgere la collettività in tutte le sue forme, organizzate, pubbliche e private, per promuovere in modo sinergico – spiega in un comunicato la Sndaca di Torino Di Sangro Silvana Priori - e partecipato lo sviluppo sostenibile turistico del territorio. L'originalità di questa forma di…

Le polemiche, i malumori, le critiche sono un bagaglio inevitabile quando si parla delle Feste di Settembre. Un corollario immancabile che non sorprende ma che stavolta è ancora più pesante e sembra destinato a non esaurirsi tanto in fretta. La nomina del neo presidente del Settembre Lancianese Maurizio Trevisan sta provocando più di una reazione non solo da parte dei candidati esclusi. Sotto accusa l'iter con il quale si è proceduto alla selezione delle proposte e dei programmi. “Non solo il Comune non ha rispettato i termini contenuti nel bando, ma non c'è stata trasparenza alcuna in merito ai criteri di valutazione e di verifica dei progetti presentati, ho chiesto per due volte un incontro al Sindaco ma le mie richieste sono cadute nel vuoto, totalmente ignorate. La scelta non è stata fatta in base ai curriculum, alle competenze e ai progetti ma secondo metodi che dovrebbero essere superati e che ricordano i sistemi utilizzati dalla vecchia Dc”. E' un fiume in piena Maurizio Di…

“Il nulla osta della Regione Abruzzo per la procedura concorsuale che si attiverà per 4 nuovi Direttori di unità operative complesse da destinare all'Ospedale Renzetti di Lanciano è un'ottima notizia che dà ampie garanzie sul futuro del nostro ospedale di primo livello. Ma non solo: rappresenta l'ennesima testimonianza dell'attenzione della Regione Abruzzo e dell'Assessore alla Programmazione Sanitaria, Silvio Paolucci, per Lanciano e il comprensorio Frentano.

I 4 nuovi direttori delle unità operative complesse di Ortopedia, Anestesia e Rianimazione, Medicina Interna e Neurologia andranno ad aggiungersi al direttore UOC di Pediatria, il cui nulla osta ad attivare il concorso era già arrivato a dicembre 2016: un segnale chiaro ed inequivocabile su come la Regione Abruzzo abbia puntato con decisione sul Renzetti per assicurare ad un hinterland che va dal Sangro Aventino all'Ortonese una sanità di primo livello e di assoluta qualità”.