Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto
Primo piano
Orsogna: si ribalta il pulmino, morto l'autista
incidente_polizia.jpg
L'uomo di 44 anni di Ortona viaggiava solo sul mezzo che si è rovesciato nei pressi del campo sportivo
Guarda tutti i servizi

“Bibbia e arte. Grandi eventi visti da grandi pittori” è il tema conduttore per l’edizione 2018 della festa dei Talami, i quadri biblici viventi che sfileranno per le strade di Orsogna (Chieti) la mattina di martedì di Pasqua, 3 aprile, dalle ore 10 in poi, rinnovando una tradizione contadina risalente al tardo Medioevo, ispirata ai drammi liturgici e ai riti propiziatori per il futuro raccolto. Info: www.talamiorsogna.it. Su Facebook: www.facebook.com/talami.orsogna/.

Insieme al coinvolgimento di studenti e docenti dell’Istituto alberghiero “Giovanni Marchitelli” di Villa Santa Maria, i quali cureranno la parte gastronomica della manifestazione e hanno “adottato” uno dei sette carri, la novità di quest’anno è che i Talami interpreteranno alcuni capolavori dell’arte italiana dedicati a scene bibliche, opere di Guido Reni, Piero della Francesca, Antonello da Messina, Giorgione, Andrea Mantegna, Beato Angelico e della Bottega di Raffaello. Il Comitato tecnico-scientifico Talami,…

“Sono onorato e contento per aver superato questa selezione. Per me è un'ulteriore sfida che accetto con entusiasmo e con la determinazione di chi vuole fare bene. La professionalità, la competenza, la lungimiranza insieme alla sensibilità e all'umanità sono stati i punti fondamentali nel mio lavoro e spero di portare alla Sasi questo bagaglio di esperienza e di conoscenza. Ho sempre cercato di fare squadra, ritengo importante e costruttivo lavorare in sinergia, con obiettivi chiari e condivisi. Piena collaborazione con il Presidente e con il Cda, tenendo sempre ben presente le priorità e l'interesse dell'azienda”. A parlare è il neo Direttore Generale della Sasi Giorgio Marone, 57 anni, nato a Termoli, ingegnere, con un curriculum lungo e fitto di incarichi di prestigio, ne ricordiamo solo alcuni, direttore generale dell'azienda speciale regionale “Molise Acque”, dirigente di settore Provincia di Campobasso, dirigente apicale al Comune di Isernia.

La commissione esaminatrice nei…

C'è un componente di Lanciano nell'unico gruppo di studiosi italiani premiato a Londra nel corso dell'evento JWC Award: è Francesco De Vita, responsabile del Servizio di Farmacia dell'ospedale "Renzetti", il quale ha partecipato all'evento dedicato alle migliori pubblicazioni dedicate alla cura delle lesioni cutanee. Al concorso è stato presentato un lavoro che analizzava le metodiche di valutazione della qualità delle medicazioni avanzate già validate a livello internazionale, proponendo per esse alcune variazioni accanto a proposte innovative, ideate e realizzate in laboratorio dai ricercatori italiani.

Lo studio, intitolato "Quality of wound dressings: a first step in establishing shared criteria and objective procedures to evaluate their performance" era stato pubblicato sul Journal of Wound Care dell'agosto 2016. Il lavoro del gruppo italiano, composto da due medici (uno di Napoli e uno di Frosinone, un infermiere di Pavia (non presente alla premiazione bloccato dalla neve a…

La Ambi-Q, la società di Castelfrentano, ottiene il prestigioso riconoscimento Uni En 16636 2015,  una certificazione di processo  standard europeo di riferimento per le aziende di disinfestazione.

Abbiamo fortemente creduto in questa certificazione, dichiara Giordano nella foto insieme al responsabile tecnico Paolo D’Angelo,  in quanto da anni portiamo in aziende certificate BRC ed IFS e quindi, lo step successivo alle certificazioni di qualità e ambientali non poteva che essere il raggiungimento della certificazione 16636.

La Ambi-Q opera da più di 15 anni nel settore del Pest Control e devo dire che, continua l’imprenditore, che  specie negli ultimi anni, gli standard degli enti pubblici e delle industrie alimentari sono aumentati tantissimo e questo non lascia spazio all’ improvvisazione o alla sufficienza, ma bisogna puntare all’eccellenza, e per questo da sempre  investiamo in qualità e formazione dandoci sempre nuovi obbiettivi per continuare a crescere insieme ad i…

Chi deve rispettare la volontà del proprio  caro defunto di riposare nella nuda terra sa perfettamente che dopo 10 anni arriverà la chiamata della riesumazione del congiunto. La decisione di riposare dopo morto, nel terreno, è negli ultimi anni diventata sempre più una consuetudine, soprattutto a Lanciano.

Prima erano le persone più semplice a ritrovarsi nei campi del cimitero, una semplice croce, che metteva anni ad assestarsi sul terreno mosso di fresco e poi, l’ossario comune. Ora invece, un pò vuoi per il labirinto di loculi, spesso sotto il livello della strada, un pò perché nella terra si riscopre tutto il senso della vita i campi sono sempre pieni. Una decina di anni fa si pagavano 300 euro, ora la “tariffa” è salita a 600, in linea con tutti gli altri aumenti legati alla sepoltura. Una volta la chiamata arrivava a 15 anni, ora invece si è scesi a 10, 12 anni. Una telefonata ti annuncia che da li a pochi giorni tuo marito verrà riesumato, il costo dell’operazione 423 euro, a…