Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto
Primo piano
Orsogna: si ribalta il pulmino, morto l'autista
incidente_polizia.jpg
L'uomo di 44 anni di Ortona viaggiava solo sul mezzo che si è rovesciato nei pressi del campo sportivo
Guarda tutti i servizi

Sono entrati intorno alle 20 e 15 di ieri sera , non era la prima volta, e per Domenico Iezzi, il proprietario del piccolo minimarket in località Pontoni di San Vito si è ripetuto un incubo che aveva già vissuto.

Faccia a faccia con i rapinatori che gli intimano di dargli tutto l’incasso. L’uomo, 70 anni gestisce la piccola attività proprio sotto casa, uno di quei piccoli e generi alimentari che si trovano ancora nelle contrade e che ricordano i vecchi tempi. Questa volta però i malviventi, probabilmente quattro, lo hanno selvaggiamente picchiato fino ad amputargli un dito della manoprobabilmente con un coltello. L’anziano è ora ricoverato al Renzetti di Lanciano.

Due anni fa la modalità fu diversa, si introdussero di notte e quando vennero scoperti legarono il proprietario mani e piedi. Indagano i Carbinieri di Ortona

“Il Presidente della  SASI  deve capire che i tempi sono cambiati e certi metodi di assunzione sono un’offesa al rispetto delle norme, alle regole della trasparenza e, cosa più importante, alla stessa meritocrazia soprattutto in un momento così difficile che vede i nostri ragazzi sempre più spesso costretti a lasciare l’Abruzzo. Per queste ragioni, stamattina, ho presentato un esposto - diffida alla Procura della Repubblica (e via pec anche alla Procura della Corte dei Conti de L’Aquila,  Autorità Anticorruzione e Collegio Sindacale SASI) che non vuole essere in nessun modo un atto ostile o ledere i diritti e i posti di lavoro di coloro che negli anni hanno maturato esperienze e professionalità”. E’ quanto dichiara il Consigliere regionale e Presidente della Commissione vigilanza Mauro Febbo che sottolinea: “Voglio chiarire che il mio esposto nasce, non per colpire i lavoratori precari che dovevano e devono essere stabilizzati, ma contro chi agisce arrogantemente senza rispettare…

E’ avvenuto tutto in pochi minuti ed in un orario dove il centro commerciale Pianeta di Lanciano era pieno di clienti. Quattro malviventi, uno aspettava in auto, una x5 bianca, altri con i volti coperti da passamontagna e fucili i pugno. Passo deciso – li ho visti entrare- racconta la commessa del negozio per bambini all’ingresso principale del centro- portavano dei grossi sacchi bianchi lucidi.

Uno di loro si è diretto verso il negozio di ottica “Gran Vision”, ha urlato alle due commesse di allungarsi a terra, non vi succederà nulla- ha intimato. Altri due hanno poi fatto uscire le altre due commesse del Sarni Oro, anche loro sono state rassicurate, e li in pochi istanti hanno ripulito almeno 20 bacheche, le più preziose, quelle dove per intenderci si espongono diamanti e costosi gioielli, anelli, collane ed orecchini. Sapevano quello che volevano, molto probabilmete avevano già visitato il punto vendita.

Le donne nel fuggire verso un rivenditore di gratta e vinci hanno…

Assalto con il botto alle prime luci dell’alba a san Vito Paese.  Il bottino ammonterebbe intorno ai 40 e i 50 mila euro per il furto al bancomat della filiale Bper di S.Vito Chietino aperto con una carica esplosiva di notevole volume. L’esplosione  è avvenuta intorno alle 2.15 della scorsa notte. I ladri  dopo avere piazzato e fatto esplodere un ordigno nei pressi del bancomat si sono impossessati dei soldi sono fuggiti a bordo di una grossa auto (guarda il video) . La deflagrazione ha buttato giù dal letto gli abitanti ed ha anche causato seri danni strutturali ai locali della  filiale. Secondo le prime ipotesi dei Carabinieri ad operare sarebbero state almeno tre persone. I testimoni, che  ci hanno fornito il breve filmato, hanno  visto fuggire alcune persone incappucciate a bordo di un'auto scura subito dopo il colpo. L'indagine è affidata alla  compagnia dei Carabinieri di Ortona

Si è tenuta ieri, giovedì 22 marzo, alle ore 18, nei locali dell’Eurocolor nella zona industriale di Lanciano, la premiazionedei primi tre premi del concorso del consorzio “Le Vie del Commercio” di Lanciano.

Una ricarica per la fidelity card da 300 euro, una da 500 e l’ambito viaggio per due a Formentera hanno chiuso il concorso, che ha visto vincere circa 250 premi instant win, vera novità dell’anno, che ha dato la possibilità ai clienti “Le Vie del Commercio” di aggiudicarsi un premio al giorno al momento dell’acquisto.

“Con la premiazione si è chiuso il nostro concorso per l’anno appena passato, - dice Monica Bono, componente del CdA de “Le Vie del Commercio” - e ora siamo pronti per l’edizione 2018 in cui ci saranno tante, interessanti novità che, speriamo, possano invogliarvi ad utilizzare la nostra card ed a frequentare i nostri negozi”.

Ma ecco i vincitori dei primi tremi premi del concorso: Vincenzo Palmerio si è aggiudicato la ricarica della fidelity card da 300 euro…