Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto
Primo piano
Rapina: individuati i volti dei rapinatori, si pensa ad una banda che ha già colpito 6 volte
397606_312169485568899_386042171_n%281%29.jpg
Dopo il ritrovamento dell'auto ora i volti dei banditi. Il pestaggio per 2000 euro prelevati alla UBI banca di Lanciano (Video)
Guarda tutti i servizi

Antonio Colasante, noto imprenditore abruzzese operante nell’ambito della sanità pubblica,  e l’amministratore della Società Hospital Service Srl, oggi, 18 settembre 2018, sono stati prosciolti con formula piena all’esito dell’udienza preliminare dal reato di abuso di ufficio insieme con i dirigenti e funzionari della Azienda Sanitaria della Regione Molise in ordine all’affidamento dei servizi di lavanolo e di sterilizzazione, servizi che le società del gruppo Colasante prestano da anni in favore di numerose strutture ospedaliere in varie Regioni d’Italia. Il giudice del Tribunale di Campobasso ha ritenuto l’accusa insussistente ed il Colasante e l’amministratore della Hospital Service Srl non responsabili di alcun reato

Intorno alle ore 13 di oggi una donna, Gentilina Camiscia 52 anni, è deceduta in località Serre, direzione Val di Sangro  dopo avere perso il controllo della sua auto finendo per schiantarsi contro un albero. Non si conoscono al momento altri dettagli e non si esclude che a signora possa aver accusato un malore.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri di Lanciano

LANCIANO. Non è un lavoro semplice, quello dell’assistente sociale. La prova, purtroppo, viene dall’episodio accaduto a Lanciano lo scorso 13 settembre quando un’operatrice è stata picchiata da un uomo che si trovava nei locali dell’assessorato per incontrare le due figlie che nel mentre stavano facendo merenda e che hanno assistito alla scena. Il fatto è solo l’ultimo di una serie tristemente lunga.

L’assessore alle politiche sociali, Dora Bendotti e Marinella Sclocco, assessore regionale al sociale hanno di comune accordo organizzato un incontro che si è svolto alla Casa di Conversazione a Lanciano per fare il punto della situazione. All’incontro hanno partecipato anche assessori di altri comuni ed assistenti sociali. “Questa è una riunione di ascolto – spiega Marinella Sclocco – fatta per capire se, insieme, possiamo coinvolgere le forze dell’ordine ed i sindaci per vedere cosa fare”. La Sclocco ha inoltre elencato i dati nazionali sulla situazione. Secondo l’indagine fatta…

L'assessore regionale alle Politiche Sociali, Marinella Sclocco, ha indetto un incontro straordinario per domani, martedì 18 settembre 2018, alle ore 10:30, nei locali della ex Casa di conversazione – Comune di Lanciano, Piazza Plebiscito n. 59 dedicato al tema della protezione e della sicurezza dell’utenza, degli assistenti sociali e degli operatori del settore dei servizi sociali. 

Alla luce dei gravi fatti avvenuti giovedì scorso a Lanciano ed in particolare dell’aggressione subita da un’assistente sociale e un’impiegata del Comune di Lanciano; affinché siano affinate le misure di protezione e eliminato il rischio che episodi del genere possano accadere in futuro, all'incontro sono stati invitati tutti gli assessori al sociale del territorio abruzzese, il presidente dell'ANCI, il presidente dell'Ordine degli psicologi e il presidente dell'Ordine degli assistenti sociali. 

"Credo sia ormai urgente incontrarsi e confrontarsi sulla questione della tutela degli addetti ai lavori…

Nuovo anno scolastico vecchie, cattive abitudini. Sono ormai tre anni che il comune di Lancinao ha contrassegnato di giallo, posti riservati ai diversamnete abili, 8 parcheggi dinnazi alla scuola primaria Principe Di Piemonte ma, lo spettacolo indecoroso di tutti i giorni rimane invariato.

Macchine, tante, occupano il posto dei disabili come se nulla fosse. A volte hanno il talloncino è vero, anche se poi non è il disabile a guidare nè tanto meno deve accompagnarne uno. Si fa subito quindi a pensare che si approfitta del contrassegno di altri. Questa mattina il "record" di inciviltà è stato superato: nessuna della auto in foto aveva il diritto di posteggiare li, nessuna aveva il tagliando e soprattutto tutte hanno da riprendere bambini perfettamente abili negando per questo l'accesso a chi invece quel posto lo deve avere di diritto.

In questi giorni di festa sono state centinai le auto che il comune ha "caricato" perchè ostruivano i passaggi di sicurezza, sarebbe auspicabile se…

  • Pagina 4