Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

LANCIANO. L’istituto comprensivo Umberto primo di Lanciano è l’unica scuola abruzzese ad essere finalista al concorso nazionale ‘Dal passato remoto al futuro presente’. Il concorso è promosso dall’Unesco nell’ambito dell’anno europeo del patrimonio culturale.

Gli studenti delle classi terza, sezioni A e B, assieme ai docenti Vincenzo Folchi, Donatello Gammaraccio, Sara Iachini ed Angela Stampone, avranno la soddisfazione di vedere il risultato del proprio lavoro all’interno di una mostra nazionale, allestita all’interno del museo archeologico di Napoli, che sarà inaugurata il prossimo 28 settembre. Gli studenti dell’istituto diretto da Anna Maria Sirolli, presenteranno un’applicazione per smartphone, tablet e computer pensata appositamente per aiutare il turista a orientarsi facilmente all’interno delle nostre feste, tradizioni, cibi, arte e cultura. L’app, progettata e realizzata a scuola, è accattivante, colorata, con testi brevi ma chiari e curati nei contenuti. L’idea e la successiva realizzazione ha rappresentato un nuovo modo di fruire un bene pubblico appartenente ad una comunità che si identifica, ancora e nonostante tutto, nella propria tradizione storica e culturale. La partecipazione al concorso ha spinto i ragazzi a riscoprire l’appartenenza al territorio e li ha resi orgogliosi della loro storia tanto da “riscriverla” utilizzando quelle competenze digitali che, unite ad un’idea affascinante, hanno regalato all’Umberto primo di Lanciano la grandissima soddisfazione di rientrare tra le scuole italiane i cui lavori sono stati giudicati “vincenti”. (P.D.R.)