Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Dopo la pausa delle festività natalizie, alla riapertura del Centro Di Aggregazione Psico – Sociale “S. Onofrio”, facente a Percorsi Associazione Regionale Familiari per la Tutela della Salute Mentale Onlus Abruzzo, della Cooperativa Sociale “La Rondine ”e del Referente Centro Diurno e Centro di aggregazione Dott. Danilo Montinaro dei Servizi Psico Riabilitativi Asl 2 Lanciano-Chieti-Vasto, la scena si presentava chiaramente essere stata oggetto della visita di ignoti malfattori, che si erano intrufolati all’interno rovistando pressoché tutti gli ambienti mettendo tutto a soqquadro, asportando beni necessari come stufa elettrica, vari utensili elettrici, attrezzi e prodotti di ferramenta per il  laboratorio di arte-terapia, stereo compatto per il laboratorio di musica-terapia e per ultima, ma non meno importante, una stufa a pellet di peso e dimensioni notevoli indispensabile in quanto unica fonte di riscaldamento. La somma della refurtiva si aggira intorno alle quattromila euro compresi i danni causati dagli scassi.

“E’ un episodio squallido. E’ assurdo che si vada a rubare in una struttura per disabili psichici togliendo cio’ che è necessario per poterla utilizzare, come la stufa, il computer" , dichiara il Dott. Montinaro “Addirittura hanno portato via dei chiodi, non ci sono parole. Hanno creato un danno ai ragazzi che devono restare a casa per un periodo, ed alle famiglie che vedono interrotte le attività aggregative psicoriabilitative.”

“Ti dai tanto da fare, ti impegni, affronti tutti i problemi che comporta il coordinamento e gestione di un centro sociale al fine di offrire un adeguato servizio d’assistenza e accoglienza agli utenti ospiti della struttura da poco ristrutturata, e poi quando accadono questi episodi resti indignata e sopraffatta da un senso di stupore e d’impotenza, Il nostro Centro Sociale è una realtà presente sul territorio dal 1999 e mai sino ad oggi è stata oggetto di situazioni analoghe intollerabili”. Queste sono le parole della Referente e coordinatrice Territoriale Centri di Aggregazione psico/sociale   Antonella Colantonio.