Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Il servizio di mensa scolastica riprenderà regolarmente lunedì 18 settembre. Il ritardo di 4 giorni effettivi sull'inizio della scuola – venerdì 15 è festa patronale e le scuole rimarranno chiuse, come tutti gli uffici pubblici – è dovuto a ragioni tecnico burocratiche legate alla presentazione della documentazione da parte della ditta che si è aggiudicata la gara d'appalto europea per il triennio 2017-2020, la Labor-Camst.

Il termine per la presentazione delle offerte della gara era fissato il 16 agosto 2017; il giorno dopo la Centrale Unica di Committenza si è riunita nella prima seduta di gara, il 29 agosto è stata comunicata la ditta aggiudicataria. Si tratta di una gara europea complessa, dal valore complessivo di circa 6,6 milioni di euro per tre anni più tre rinnovabili che si è svolta contemporaneamente con la gara del trasporto scolastico e la predisposizione della documentazione  della prossima gara per l'assistenza scolastica. Inoltre, segnaliamo che il 20 maggio scorso sono stati apportati nuovi correttivi della normativa relativa al codice degli appalti che hanno riguardato anche questa gara, pubblicata sulla Gazzetta Europea l'11 luglio scorso.

Sono queste le ragioni che hanno causato il lieve ritardo di 4 giorni sull'avvio del servizio di mensa scolastica, che ha recato un disagio alle famiglie e ai nostri piccoli concittadini di cui ci scusiamo.  L'Ufficio Istruzione del Comune di Lanciano ha comunicato alle scuole la ripresa del servizio da lunedì 18 settembre, come da puntuale e inderogabile direttiva di questa Amministrazione.

Cogliamo l'occasione, si legge nella nota stampa del comune,  per rinnovare gli auguri di buon anno scolastico, iniziato ieri senza particolari problemi degli oltre 20 plessi scolastici di competenza del Comune di Lanciano: l'unico imprevisto, generato da un disguido non riconducibile agli uffici comunali, si è registrato lungo la scalinata di ingresso dell'Istituto superiore “De Giorgio” che ospita provvisoriamente i 200 alunni della primaria “Rocco Carabba”, interessata da lavori di miglioramento sismico in via di conclusione. Ci siamo comunque fatti carico nell'immediato della pulizia delle scale esterne di accesso al piano riservato esclusivamente agli alunni della Carabba, grazie all'intervento tempestivo di EcoLan ultimato prima dell'uscita da scuola degli alunni.

 

Primo giorno di scuola ma, a Castelfrentano, gli alunni della prima media non entrano in classe. Un vicenda simile a quella che abbiamo riportato nei giorni scorsi e che riguardava la primaria di Fossacesia, dove il sindaco Di Giuseppantonio protestava per le classi con troppi bambini(Leggi qui). Ma quello che sta accadendo a Castelfrentano appare ancora più paradossale. Il sindaco Gabriele D’Angelo che sta portando avanti la protesta, raggiunto telefonicamente, ci ha spiegato una vicenda che ha del paradossale.

Si parte dal mese di marzo scorso, quando cioè il primo cittadino fece formale richiesta all’ufficio scolastico di Chieti per avere una seconda classe prima della secondaria Liberato per la presenza di un bambino diversamente abile, così come previsto dalla legge, che abbassa il numero degli studenti in casi come questi . Nel frattempo i bambini disabili sono aumentati a due e in più, nella futura classe prima, si sarebbe avuta anche la presenza di 4 bambini affetti da DSA, un disturbo dell’apprendimento che necessità una maggiore attenzione da parte degli insegnati nei confronti di questi studenti. Siamo arrivati così  al 19 luglio con una seconda richiesta formale alla quale nessuno risponde così come alle successive del 25 agosto e della settimana scorsa.

A luglio, sottolinea Gabriele D’Angelo, ho anche presentato una relazione che indicava come gli spazi strutturali dell’aula non fossero a norma ma nulla, nessuna risposta.

Questa mattina la protesta dinnanzi ai cancelli della scuola media, i genitori compatti e il sindaco che, con la propria auto si reca a Chieti per essere ricevuto, assieme alla dirigente scolastica Paola Cianciosi, dal dirigente dell’ufficio scolastico e li, racconta sempre il primo cittadino, la sorpresa di un cartello che comunicava che gli uffici erano chiusi “addirittura” dal 2 di settembre. “Non mi sono di certo arreso ed ho ripetutamente bussato. Finalmente mi hanno aperto ma mi hanno detto che il dirigente non poteva ricevermi. Solo dopo quasi due ore  di attesa mi hanno comunicato che l’incontro si sarebbe svolto oggi pomeriggio alle 18,30 a Pescara”.

Una situazione che sta mettendo in difficoltà numerose famiglie del paese, conclude D'Angelo, costrette a non mandare i loro figli a scuola, scuola dell’obbligo ricordiamo, e soprattutto i genitori dei bambini che hanno già delle problematiche serie a non poter vedere garantiti i propri diritti. (C.Lab)

+++aggiornamento ore 20

Si è concluso poco fa l'incontro fra il sindaco di Castelfrentano Gabriele D'Angelo e il dirigente dell'ufficio scolastico di Chieti che si è detto pronto ad affrontare il problema entro la fine della settimana. Domani mattina alle 8 sarò davanti a scuola, dichiara il sindaco, per parlare con i genitori che valuteranno se far tornare i loro figli in classe, comunque continuerò a seguire in prima persona l'evolversi della questione perchè il benessere della mia comunità e, soprattutto quello dei più deboli, è il mio scopo principale.

 

Dal tardo pomeriggio di ieri due incendi sono in atto in Val di Sangro fra Palieta ed Atessa. La situazione che desta maggiore preoccupazione è senza dubbio quella di tutta la zona circostante il comune di Atessa definito dai testimoni "devastante" con le fiamme spinte dal forte vento verso il Monte Pallano. 
Il sindaco Borrelli ha allertato la protezione civile e in questo momento sono in arrivo sulla zona, la circonvallazione di San Pasquale, un elicoterro e un canadair per cercare di bloccare le fiamme che sembrano non dare tregua. Il primo cittadino ha trascorso la notte sui luoghi della sciagura mentre il comune è aperto da questa mattina alle 7 . Alcuni consiglieri comunali si sono detti disposti ad accogliere chiunque ne avesse bisogno nelle loro case.

Al momento nessuna ipotesi sull'origine del rogo, ma sono molti quelli che, dopo l'inferno del Morrone e del Gran Sasso, pensano ad un disegno criminale ben preciso.

+++aggiornamento
Si comunica che per causa incendio in corso in territorio di Atessa, la Strada Provinciale Tornareccio-Atessa allo stato attuale è chiusa al transito. Appena si avranno notizie in merito alla riapertura sarà comunicato, per il momento chi deve scendere da Tornareccio puó prendere la provinciale per Archi.

 

 

LANCIANO (8 settembre 2017). Circa 20.000 le persone che questa mattina hanno assistito alla sfilata del Dono alla Madonna del Ponte lungo corso Trento e Trieste, uno dei più importanti e rappresentativi eventi del cartellone delle Feste di settembre a Lanciano. Tantissimi i cittadini che hanno voluto assistere alla sfilata, ma tantissimi anche i componenti dei carri in rappresentanza delle principali contrade e rioni cittadini e di qualche Comune limitrofo.

Una ventina i partecipanti, molti con più carri e - più degli altri anni - tantissimi ragazzi e bambini a testimoniare che la tradizione del Dono non muore, e anzi si rinforza con le nuove generazioni. Moltissimi gli animali presenti, dai cavalli alle galline, passando per caprette, vitelli e tutti gli animali associati alla tradizione della pastorizia e dell'agricoltura. Così come i prodotti della terra di ogni tipo, a rappresentare i doni che le contrade ogni anno fanno alla Madonna del Ponte e generosamente offerti ai presenti e, tra questi, al vescovo, monsignor Emidio Cipolline, al presidente del Comitato Feste Maurizio Trevisan, al coordinatore e speaker del Dono, Nico Di Corinto, al sindaco Mario Pupillo, al presidente del Consiglio comunale Leo Marongiu, ad assessori e consiglieri comunali.

E, ancora, le signore con le conche, le massaie, le donne che raccontano gli antichi mestieri, tutti rigorosamente riprodotti e riproposti sopra i carri preparati con grande cura da settimane, i canti, i balli e un’atmosfera che non perde mai il suo fascino. L'omaggio alla Madonna del Ponte si conclude questa sera con la vendita dei donativi (mai così abbondanti e vari) sul palcoscenico allestito in piazza Plebiscito.

Quello del Dono alla Madonna del Ponte è uno degli appuntamenti clou del cartellone delle Feste di Settembre, che però si compone di tanti altri eventi che continueranno fino alle 3 serate clou con i concerti di UT New Trolls e Nico Di Palo (14 settembre), Dodi Battaglia (15 settembre) e Alex Britti (16 settembre).

 

 

 

Nel ricco cartellone del Settembre Lancianese si terrà il 10 settembre la seconda edizione del Festival della Serenata organizzato dall’associazione culturale DALILA di Torre Sansone, con la collaborazione dell’ass. La Luna di Seb. Riportare in auge l’antica usanza della serenata, mettendo insieme la tradizione con l’innovazione che i gruppi sapranno offrire, questo lo scopo del Festival che subito ha conquistato le simpatie dei lancianesi.

La manifestazione come è avvenuto lo scorso anno, sarà preceduta da una sfilata lungo corso Trento e Trieste di tutti i gruppi partecipanti con circa 170 persone, una sfilata gioiosa con musica e balli. In caso di maltempo il Festival si terrà al Teatro Fenaroli. A vincere l’edizione 2016 è stato il coro Sirente di Castelvecchio Subequo.

L’ Associazione Culturale DALILA di Torre Sansone  si occupa principalmente di recuperare le tradizioni folcloristiche della zona frentana.  La scelta del nome "DALILA" è legata al nome della  contrada "Torre Sansone". “Dal 2007 organizziamo i raduni di gruppi di Sand’Andunjere ed abbiamo riportato in vita tradizioni che stavano per scomparire come La Mascherata di Carnevale de na’ vote, oppure i Canti della Passione di Gesù” ha dichiarato nella conferenza stampa di presentazione il presidente dell’Ass. Dalila, Alessandro Cerrone “Da diversi anni ci dilettiamo anche nella partecipazione a serenate per neo-sposini ed anniversari di matrimonio, con canti e balli tradizionali abruzzesi. Proprio da qui è nata l’idea di organizzare un Festival dedicato alla Serenata. Lo scorso hanno abbiamo avuto subito riscontri positivi tant’è che per questa seconda edizione siamo stati costretti a rinunciare, per motivi di tempo, a diversi gruppi che avevano fatto richiesta di partecipazione.” All’incontro con la stampa erano presenti anche l’assessore alla cultura e turismo, Marusca Miscia, ed il presidente del Comitato Feste Maurizio Trevisan.

“Il festival della serenata che dallo scorso anno si svolge a Lanciano a Piazza Pace, con la sfilata anche nelle vie della città, è un vero momento di festa che si inserisce a pieno titolo tra gli eventi importanti del cartellone del settembre lancianese. Esso rappresenta una occasione nuova per riscoprire e far tornare a vivere una tradizione popolare che fa parte del patrimonio culturale della nostra terra e che richiama in città gruppi folkloristici dall' Abruzzo e anche dal Molise. Un plauso  alle ass.ni  Dalila e la Luna di Seb per l' entusiasmo e lo spirito positivo con il quale puntualmente animano la città attraverso gli eventi proposti.” Ha detto l’ass. Marusca Miscia.

“Abbiamo accolto con grande entusiasmo questa manifestazione – ha sottolineato il presidente Maurizio Trevisan – perché sposa in pieno lo spirito delle Feste: la riscoperta delle tradizioni del passato raccontate, però, in chiave moderna e per certi versi innovativa, L’impegno e la passione dell’associazione Dalila e dell’associazione La Luna di Seb testimoniano come le Feste di Settembre continuano ad essere un appuntamento molto sentito dai lancianesi e questo ci rende particolarmente felici.”

A contendersi il Trofeo della Serenata saranno otto gruppi:

I giovani del Folk , Penne (Pescara)

Coro Francesco D’Urbano, Fara Filiorum Petri (Chieti)

I Vivo Folk, Castellalto (Teramo)

Gruppo Folk Canosa Sannita (Chieti)

Polifonica Monforte, Campobasso

Giovane Corale Cupellese – Cupello (Chieti)

Coro Folk Cesare de Titta - Perano (Chieti)

Quelli del Bufù – Guglionesi (Campobasso)

 

La giuria sarà composta da:

Giacinto Verna, Assessore e Vice-Sindaco Comune di Lanciano

Leda D’Alonzo, Direttore responsabile Telemax

Dino Potenza, Autore e regista teatrale

Nobile Scutti, del direttivo Ass. Fotoamatori Sangro-Aventino e attore di teatro

Deborah Pasquini, stilista

Mimmo Spadano, autore e musicista

Presenterà la serata Gioia Salvatore, giornalista e presidente associazione La Luna di Seb. Gli stand gastronomici  resteranno in piazza Pace anche nelle serate dell’11 e 12 settembre con “GUSTO INFESTA” .

"Chiedo a tutti di girare il messaggio. Sabato 19 agosto un devastante incendio è stato acceso sul monte Morrone, nei pressi di Sulmona (AQ), facente parte del Parco Nazionale della Majella, uno splendido parco in cui sono presenti numerose zone di riserva naturale integrale, con numerose specie protette sia animali che vegetali, frutto di decine e decine di anni di protezione e di ripopolamento".

E' questo l'appello disperato di una ragazza abruzzese che abita nella zona del devastate incendio che sta letteralmente distruggendo uno dei luoghi simboli dell'abruzzo, il monte Morrone. Un rogo che nove otto giorni sta flagellando 1000 ettari di bosco. In azione da metà mattina di ieri il tanto atteso elicottero Erickson (in Italia ce ne sono solo quattro) che riesce a scaricare 10 mila litri per ogni viaggio, ma, nonostante il "super" mezzo brucia ancora, incessantemente e senza sosta mentre divampano le polemiche per i ritardi nell'arrivo dei mezzi e per la mancata prevenzione.

Intanto, le prese di posizione della senatrice del Partito democratico Stefania Pezzopane, che ha annunciato una interrogazione "per verificare anche se ci sono stati errori e mancanze nei primi giorni da parte dei dos locali e se ci sono responsabilità nella gestione di questi incendi", e dell'assessore regionale alle Aree interne, Andrea Gerosolimo, che ha parlato di "un attacco senza precedenti ed è chiaramente un medesimo disegno criminoso".

"Un rogo che purtroppo è sfuggito dal controllo dei Vigili del fuoco, continua la ragazza,  nonostante l'ingente impegno nello spegnerlo. Né l'utilizzo di canadair, né di elicotteri ad oggi, sabato 26 agosto, sono riusciti a fermare le fiamme e, al momento, sono circa 900 gli ettari andati letteralmente in fumo. Migliaia gli animali arsi vivi, selvatici e non, come le mucche nei pascoli. Centinaia gli animali riversati nel centro abitato, come i lupi. Molti uomini e donne civili e umili cittadini, hanno agito come volontari, per cercare di limitare i danni; da ieri, tuttavia, vi è il divieto assoluto per i civili, di avvicinarsi alle zone interessate dall'incendio. Tutto questo disastro sta avvenendo nella totale indifferenza da parte dei maggiori tg e delle istituzioni nazionali, nonostante le richieste avanzate alle varie redazioni e nonostante gli appelli di aiuto delle nostre istituzioni locali. Vorrei, con questo messaggio, sensibilizzare l'Italia intera circa questo inferno che ci sta portando via quanto di più bello avevamo in questa zona. Vi chiedo di far girare in tutta Italia il mio messaggio e vi mostro qualche immagine amatoriale di questo inferno in cui ci troviamo. Grazie da una semplice ragazza con il cuore a pezzi".

Ci fermiamo solo per qualche giorno, per riposarci e per apportare delle modifiche tecniche al nostro sito. Videocittà tornerà ad aggiornarvi in tempo reale da lunedì 21 agosto. Nel frattempo vi auguriamo di trascorrere delle meravigliose vacanze e di ritemprarvi nel fisico e nella mente.

 

Conferenza stampa questa mattina a Lanciano della XXXVI edizione della rievocazione storica del Mastrogiurato che quest’anno sarà interpretato dal professor Gianni Orecchioni attuale preside dell’istituto tecnico Da Vinci De Giorgio di Lanciano e presidente del Consorzio universitario di Lanciano, studioso, storico e personaggio dal grande spessore culturale che saprà al meglio rivestire i panni del magistrato medievale. Un grande onore e privilegio per me, ha dichiarato il professor Orecchioni, il quale ha poi voluto ricordare e salutare il Mastrogiurato 2016, il giornalista Mario Giancristofaro anche lui alla casa di conversazione questa mattina.

Presenti inoltre il sindaco di Lanciano Mario Pupillo e l’assessore alla cultura Marusca Miscia entrambi orgogliosi di un evento che così tanto prestigio porta alla città tutta.

Il programma illustrato dal presidente Danilo Marfisi, che ha anche spiegato come si è arrivati alla risoluzione dei problemi legati alle Torri Montanare con la commissione pubblico spettacoli che  ha dato l'ok solo ieri ma con alcune prescrizioni, si aprirà come di consueto domenica 27 agosto alle 17,30 in piazza Plebiscito con “La Tenzone dei Quartieri” i giochi medievali per l’assegnazione del Mastrogiurato d’oro realizzato dall’artista Vito Pancella.

Lunedì 28 agosto alle 18,30 all’ auditorium Diocleziano “Romolo Augustolo, il grande imperatore” spettacolo teatrale a cura de Le Catalpie teatro possibile.

Martedì 29 alle 18, 30 in piazza “Falcong”, dimostrazioni di falconeria e alle 19,30 teatro per bambini con “Il Vecchio e la fanciulla” delle Pinturaccole di Castelfrentano.

Da mercoledì 30 agosto a domenica  3 settembre “La Rocca de lo Mastrogiurato” alle Torri Montanare percorsi di storia, spettacoli ed enogastronomia e spettacoli per grandi e piccini. Gli espositori provenienti da : Francia, Germania, Italia, Kazakhstan, Lituania, Portogallo, Spagna e Ungheria.

L’ottimo cibo preparato per l’occasione sarà possibile degustarlo nella Locanda del Mercante (Info e prenotazioni al numero 3392375747 oppure 3332823456).

 

 

La quinta settimana di LancianoEstate 2017 si apre domani martedì 8 agosto con due appuntamenti in serata: ore 21 al Polo Museale Santo Spirito il Flic Festival Lanciano in Contemporanea propone “Notte al Museo”, laboratorio per bambini e famiglie; in Largo dell'Appello terza puntata della rassegna inedita “Suoni e Visioni”, festival del cinema muto con musica dal vivo: alle 21 proiezione del film “La grande sparata” (The Strong Man) di Frank Capra con colonna sonora dal vivo di Walter Gaeta (pianoforte) e Carmine Ianieri (sassofoni). A seguire, alle 22, proiezione del film “Il diritto di contare”, di Theodore Melfi (Usa 2017).

Mercoledì 9 agosto alle ore 22.30 concerto dei “Polemica” davanti il Teatro Fenaroli nell'ambito della sesta edizione della rassegna musicale “Outside the Theatre” della Caffetteria Fenaroli, in collaborazione con l'Associazione Amici di Lancianovecchia. Giovedì 10 agosto appuntamento con il quinto Giovedì del Gusto e dello Shopping, la manifestazione giunta alla settima edizione e dedicata all'enogastronomia e al divertimento nel cuore di Lanciano: alle 20.30 Taste of Lanciano propone l'ultimo giovedì a cena sotto le stelle lungo Corso Roma e Via dei Frentani, tema della serata #HollywoodStars con dress code “La stella sei tu”, 11 menù a 15 euro nei ristoranti che aderiscono all'iniziativa. Consigliata la prenotazione. Alle 21 in Largo San Lorenzo, quartiere Lancianovecchio, serata musicale anni '60 con “I Pop's”; sempre alle 21 in Largo San Giovanni, kermesse di scacchi in piazza a cura dell'Associazione Scacchistica Frentana G.C. Polerio.

Alle 21.30 appuntamento in Largo dell'Appello con l'evento concertistico di chiusura della parte estiva dell’Estate Musicale Frentana 2017: un concerto straordinario nella notte di San Lorenzo dell'Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile "Fedele Fenaroli", con la partecipazione di giovani allievi provenienti da tutto il mondo preparati da docenti di fama internazionale, con la direzione del M° Giuseppe Ratti, uno dei più importanti e quotati direttori d’orchestra italiani. Musiche dalla Carmen di George Bizet e da Star Wars di John Williams. Alle 22 per gli amanti del blues concerto gratuito in Piazza Plebiscito di una delle icone mondiale del genere, il grande chitarrista statunitense Chris Cain, ospite del Lanciano Blues Festival 2017: Cain è considerato una vera e propria icona del Blues moderno, uno dei migliori interpreti del genere di tutti i tempi. Venerdì 11 agosto, dalle 19.30, nel piazzale dei Martiri 6 Ottobre “Notte...Chiara 2017” dell'Arciconfraternita Morte e Orazione San Filippo Neri, festeggiamenti in onore di Santa Chiara con degustazione di pizza fritta, arrosticini, birra e concerto della tribute band dei Pooh, “Parsifal”. Alle 21.30, il Flic Festival propone nel Polo Museale di Santo Spirito il film “Mancanza Purgatorio”, per la regia di Stefano Odoardi con Angelique Cavallari (2016). Saranno presenti il regista e il montatore Gianluca Stuard, ospite d'onore il critico cinematografico Adriano Aprà. Alle 21.30 serata live music al Parco Diocleziano, organizzata dalla Pro Loco Lanciano. Chiude la quinta settimana la seconda serata di “Notte...Chiara 2017”, con musica dal vivo dedicata ai successi degli anni 70-80-90.

 

 

L’Aquila, 01.08.2017. “Finalmente ci siamo. Esprimiamo la nostra piena soddisfazione per l’approvazione definitiva del progetto di legge n.373 che regola e determina i contributi regionali a favore dell’installazione di impianti di videosorveglianza nelle residenze per anziani, pubbliche e private, nelle strutture per i diversamene abili e nelle scuole dell’infanzia private accreditate”.

Questo il commento del Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri che, unitamente al consigliere Mauro Di Dalmazio e Mauro Febbo, ha proposto il provvedimento. Grazie a questa legge le strutture assistite e non per anziani (ovvero quelle che richiedono la presenza obbligatoria di personale medico ed infermieristico) e le scuole primarie pubbliche e private potranno accedere ad un fondo della regione Abruzzo per dotarsi di un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso, quale deterrente per evitare fenomeni di maltrattamento. 

Sicuramente la presenza di telecamere rappresenta un utile deterrente, ma anche una forma di controllo che permette di proteggere chi più ne ha bisogno e, al tempo stesso, di individuare in moto tempestivo chi si rende responsabile di tali atti. Compito della Regione, in questo caso, è quello di incentivare e sostenere, ovvero favorire, attraverso l’erogazione di contributi ad hoc, l’installazione dei sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso nelle strutture accreditate presenti sul territorio. Per l’erogazione dei contributi, la giunta regionale promuoverà appositi bandi ed entro 90 giorni dall’entrata in vigore della legge, dovrà stabilire i criteri per l’assegnazione dei fondi e dovrà individuare i documenti necessari per la presentazione della richiesta di assegnazione dei benefici. I fondi provengono da un nuovo capitolo del bilancio regionale – spiegano Sospiri, Di Dalmazio e Febbo - si tratta di 200 mila euro che sicuramente non saranno sufficienti per garantire la copertura di tutte le strutture. E’ solo un piccolo ma forte e significativo segnale per arginare e controllare un fenomeno presente. Per garantire l’intera copertura delle strutture in Abruzzo - conclude Sospiri - servirebbero almeno due milioni di euro e continueremo a lavorare per arrivare a questo importante obiettivo al fine di migliorare e garantire la sicurezza dei più deboli”.  

  • Pagina 2