Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

ATESSA. Un altro traguardo importante per lo stabilimento Sevel (Società Europea Veicoli Leggeri) di Atessa. E’ infatti uscito oggi dalle linee il veicolo numero 6.000.000, a darne conferma è il gruppo FCA tramite una nota inviata alla stampa. In dettaglio, si tratta di un Ducato Natural Power (passo medio e tetto alto) con livrea grigio alluminio ed equipaggiato con il propulsore a basso impatto ambientale 140 Natural Power con alimentazione a metano che eroga 136 CV di potenza e 350Nm di coppia massima ed è capace di prestazioni del tutto paragonabili ad un motore a gasolio e di un’autonomia a metano di 400 km.

 Il veicolo è stato acquistato da un cliente italiano per il trasporto persone, il sei milionesimo Ducato conferma l'indiscussa leadership di FCA nella vendita di veicoli a doppia alimentazione benzina/metano: basti pensare che, a livello europeo in oltre 20 anni, sono state immatricolate oltre 754mila tra vetture e veicoli commerciali. 

 Il Fiat Ducato nasce nel più grande stabilimento di veicoli commerciali leggeri d'Europa ovvero Sevel di Atessa, in Val di Sangro. Nel 1981 lo stabilimento Sevel occupava poco più di seicento persone, per una capacità produttiva di settanta veicoli al giorno. Oggi vi si producono circa 1.200 unità giornaliere in un eccezionale numero di configurazioni diverse: l'impianto è uno tra i più flessibili al mondo, per livello di specializzazione e organizzazione delle prestazioni di lavoro. È, inoltre, uno stabilimento "Silver" nel programma World Class Manufacturing che vede coinvolti più di 160 stabilimenti del Gruppo FCA ma anche altri fornitori e multinazionali. La certificazione "Silver" attesta elevati standard di efficienza, di organizzazione e coinvolgimento e di qualità. L'impianto occupa circa 6.400 addetti, che arrivano a 12.500 includendo i fornitori del distretto. L'età media è di circa 45 anni, e le donne sono più del 21 per cento. Ospita, al suo interno, un centro di eccellenza, la "Academy", dove vengono formate le risorse e dove i dipendenti ricevono un aggiornamento costante. In dettaglio, la "Academy" è il luogo in cui le persone si incontrano per migliorare la propria formazione e le proprie capacità di leadership, nonché per portare a termine simulazioni e creare innovazione; qui inoltre è possibile imparare le più moderne tecnologie del futuro che riguarderanno il business in aree diverse come la qualità, l'ergonomia e la gestione della complessità e il ritmo lavorativo.

 

FOSSACESIA. Si sbloccano, dopo diversi anni, i finanziamenti per la sistemazione di diverse strade nel territorio comunale di Fossacesia, con l’amministrazione comunale che comunica l’avvio della fase esecutiva dei lavori di manutenzione delle strade comunali a maggior transito e particolarmente gravate dal degrado del tappeto d’usura.

200mila euro il costo degli interventi previsti e che, salvo imprevisti dovrebbero essere ultimati in 45 giorni. L’inizio dei lavori, invece, è previsto per il prossimo 24 settembre. I fondi saranno reperiti tramite una contrazione di un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti.

Quattro i lotti previsti, ripartiti come segue:

I LOTTO: via Polidori, viale dei Pioppi, via Bonacci

II LOTTO: via delle Croci, via Vigna del Signore, via XIV Luglio, piazzale palestra I Maggio, via Cozzonello, via Fonte delle Cave (tratto a monte)

III LOTTO: via Fonte delle cave (lato a valle), via Levante, via Lungomare (tratto nord)

IV LOTTO: via Canaparo, via San Silvestro, via Radicandoli, via Colle Castagno, via Cupa Sant’Agnese. Per quanto riguarda Via Sangro e altre strade cittadine, la data degli interventi sarà comunicata successivamente.

Nel frattempo, la Provincia di Chieti, nel corso di un incontro che il sindaco Enrico Di Giuseppantonio ha avuto con il delegato alla Viabilità, Arturo Scopino ha inoltre reso noto finalmente che a breve inizieranno le operazioni di asfaltatura previsti sulla Lanciano-Fossacesia, per un importo di 97.000 euro. Sempre sulla medesima arteria, è previsto un altro intervento, con somme certe del Masterplan di complessivi 335.000 il cui progetto definitivo-esecutivo sarà pronto entro il corrente mese. Per quanto riguarda le strade di Fossacesia indicate più sopra, le stesse saranno oggetto di divieto di sosta permanente (per la settimana interessata) e chiusura al traffico temporaneo (dalle ore 07:00 alle ore 18:00 a seconda delle necessità e come indicato nella cartellonistica che sarà posizionata preventivamente ai lavori). “Si tratta di interventi che erano particolarmente attesi dai nostri cittadini e che rientravano nel nostro programma amministrativo. – ha dichiarato il sindaco Enrico Giuseppantonio - Sono lavori importanti sul fronte della manutenzione delle nostre strade, volti a superare le criticità rilevate, a dare maggiore sicurezza agli automobilisti e ai pedoni e rendere più agevole il flusso del traffico”. “Abbiamo dovuto attendere molti mesi ma alla fine possiamo procedere con i lavori. Sulla base delle vigenti norme, infatti, siamo riusciti a contrarre il mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti solo ora – precisa il Consigliere Comunale, DaniloPetragnani, con delega ai Lavori Pubblici-. Per alcune strade è previsto il rifacimento completo dell’asfaltatura per altre sarà solo parziale. Gran parte della viabilità cittadina potrà tornare così ad essere efficiente e sicura”.  

(Piergiorgio Di Rocco) 

 

LANCIANO. Non è un lavoro semplice, quello dell’assistente sociale. La prova, purtroppo, viene dall’episodio accaduto a Lanciano lo scorso 13 settembre quando un’operatrice è stata picchiata da un uomo che si trovava nei locali dell’assessorato per incontrare le due figlie che nel mentre stavano facendo merenda e che hanno assistito alla scena. Il fatto è solo l’ultimo di una serie tristemente lunga.

L’assessore alle politiche sociali, Dora Bendotti e Marinella Sclocco, assessore regionale al sociale hanno di comune accordo organizzato un incontro che si è svolto alla Casa di Conversazione a Lanciano per fare il punto della situazione. All’incontro hanno partecipato anche assessori di altri comuni ed assistenti sociali. “Questa è una riunione di ascolto – spiega Marinella Sclocco – fatta per capire se, insieme, possiamo coinvolgere le forze dell’ordine ed i sindaci per vedere cosa fare”. La Sclocco ha inoltre elencato i dati nazionali sulla situazione. Secondo l’indagine fatta dall’ordine degli assistenti sociali – consiglio nazionale, in Italia ci sono 40.000 assistenti iscritti all’albo, 20.000 sono state ascoltate telefonicamente per fare una stima. I numeri, nella loro freddezza, devono far riflettere: l’88% ha subito violenza verbale; il 61% ha assistito ad episodi di violenza ed il 35,8% ha dichiarato di aver paura per la propria incolumità e di quella dei propri cari a causa del lavoro che fanno. E ancora, solo l’11% afferma di non aver subito nessun episodio di violenza, sia fisica che verbale. Stessa cifra, l’11%, per chi ha subito danni materiali mentre sono 1.000 gli operatori sociali che hanno richiesto interventi medici di una certa importanza a seguito di aggressioni. Infine, il 49% ha affermato che non è state presa nessuna iniziativa concreta per sostenerlo a seguito della violenza subita.

“Bisogna agire subito – riprende l’assessore Sclocco – con iniziative realizzabili in poco tempo. Qui si parla di violenza sulle donne e violenza sul posto di lavoro e tutti devono sentirsi coinvolti e nessuno deve rimanere solo”.  “La vicinanza della Regione per noi è molto importante – afferma Dora Bendotti – abbiamo preferito non chiudere. Ci siamo presi una breve pausa per resettarci ma tutte le dipendenti erano al lavoro il giorno dopo. Una cosa mi sento di dire: ho letto alcuni commenti sotto agli articoli di giornale che raccontano quanto accaduto, è vergognoso e triste leggere quei commenti. Stiamo già iniziando a prendere iniziative, stiamo pensando ad una guardia giurata tramite istituto privato o ad un vigile urbano per controllare il nostro assessorato. Ad anno nuovo, nel bilancio, chiederemo di mettere un capitolo di spesa per la sicurezza per aumentarla ulteriormente con altre misure come telecamere di sicurezza e anche una migliore illuminazione, solo per dire alcune misure”.

A fine riunione è stato deciso, di comune accordo, di ricevere ulteriori suggerimenti per scrivere un documento con tutti gli interventi necessari. L’assessore Sclocco ha preso l’impegno di far recapitare la lettera all’Anci (Associazione nazionale comuni italiani), ai sindacati, ai comuni e al presidente dell’ordine degli assistenti sociali d’Abruzzo.

 

Piergiorgio Di Rocco

 

L'assessore regionale alle Politiche Sociali, Marinella Sclocco, ha indetto un incontro straordinario per domani, martedì 18 settembre 2018, alle ore 10:30, nei locali della ex Casa di conversazione – Comune di Lanciano, Piazza Plebiscito n. 59 dedicato al tema della protezione e della sicurezza dell’utenza, degli assistenti sociali e degli operatori del settore dei servizi sociali. 

Alla luce dei gravi fatti avvenuti giovedì scorso a Lanciano ed in particolare dell’aggressione subita da un’assistente sociale e un’impiegata del Comune di Lanciano; affinché siano affinate le misure di protezione e eliminato il rischio che episodi del genere possano accadere in futuro, all'incontro sono stati invitati tutti gli assessori al sociale del territorio abruzzese, il presidente dell'ANCI, il presidente dell'Ordine degli psicologi e il presidente dell'Ordine degli assistenti sociali. 

"Credo sia ormai urgente incontrarsi e confrontarsi sulla questione della tutela degli addetti ai lavori in ambito sociale -- scrive la Sclocco nella lettera di convocazione della riunione -- molto facciamo per le famiglie e molto altro ancora resta da fare, ma voglio impegnarmi con tutti ed in prima persona nel trovare una soluzione concreta per cercare di ridurre il pericolo di imbattersi nuovamente in gravissimi atti di violenza gratuita come quello avvenuto a Lanciano nei giorni scorsi. Durante l’incontro -- si legge ancora nella convocazione inviata dalla Sclocco -- affronteremo la questione della protezione e della tutela degli operatori del sociale in contesti ordinari, straordinari, protetti e in situazioni sensibili, cercando di delineare di concerto uno stato dell’arte relativo alle misure che funzionano in Abruzzo, quelle da potenziare e quelle da introdurre ex novo. Valuteremo le opportunità e i mezzi per poter lavorare in rete per realizzare ciò che è necessario fare per offrire 'solidarietà alla solidarietà'".

 Grandissima attesa in città, ma anche in tutta la regione e Italia, per l’esibizione di Massimo Ranieri, che con il suo show “Sogno e son desto 400 volte”, chiude il cartellone delle Feste di settembre. Lo spettacolo, gia? leggendario per lo straordinario successo registrato in tutta Italia e all’estero (di recente ha partecipato al Festival del Cinema di Mosca, oltre ad essersi esibito negli Stati Uniti, in Canada e in molti altro Paesi), approderà? il 16 settembre a piazza Plebiscito, unico concerto completamente gratuito (per il pubblico) dell’artista. Tra canzoni, aneddoti e colpi di teatro, Ranieri vestira? il triplice ruolo di cantante, attore e narratore per interpretare i suoi grandi successi musicali, proporre tutto il meglio del suo repertorio piu? amato, senza perdere di vista il gusto irrinunciabile della tradizione napoletana, gli omaggi ai grandi sognatori e i grandi classici del cantautorato italiano. Ad accompagnarlo, l'Orchestra formata da Max Rosati (chitarra), Flavio Mazzocchi (pianoforte), Pierpaolo Ranieri (basso), Luca Trolli (batteria), Donato Sensini (fiati), Stefano Indino (fisarmonica). Maestoso anche il palco montato in piazza Plebiscito, che sara? coperto, e avra? una dimensione di 14 x 12 metri, con torri laterali di 3 metri.

Prima del concerto la Solenne Processione Mariana (corteo aperto dalla Banda “Città di Lanciano”) in onore della Madonna del Ponte, in cui tutte le Parrocchie dell'arcidiocesi si stringono attorno alla statua della Vergine che esce tra le vie della città stretta nell’abbraccio di quanti la attendono lungo il suo cammino.

A conclusione dell’esibizione di Ranieri, a mezzanotte e mezza, i Fuochi pirotecnici acura di Pirotecnica Ortonese di Costanzo Carmine, Ortona (Ch).

 

Ma sono tanti altri gli appuntamenti del Settembre lancianese in programma il 16 settembre.

  • Ore 9.30-12.30- Museo Diocesano

“Abruzzo Contemporaneo – Luoghi d’arte 2018” - Mostra d’arte contemporanea – Artisti: Sandro Visca; Raul Rece; Giada Ciarcelluti

 

  • Ore 11 – Teatro Fenaroli

Matineé della Banda “Città di Lanciano”

 

  • Portici di corso Trento e Trieste

“Bbòmme, bbande e campàne, ècche Làngiane!” - Mostra fotografica a cura di Alex Marchesani

 

  • Foyer Fenaroli

Mostra di abiti dipinti a Mano “L’armonia dell’arte da indossare” - A cura dell’Associazione MirAlArte

 

  • Piazzale antistante l’ex Stazione ferroviaria

“Honda Village” - Honda Italia celebra i 70 anni della casa madre con l’esposizione di auto, moto, prodotti power e marine.

 

  • Ore 20 – Piazza Pace

Papillon… on the road - Cena gourmet con degustazioni a tema e accompagnamento musicale

 

Ore 20.45 – Teatro Fenaroli

  • Concerto della Banda “Città di Lanciano

Intorno alle 2 di questa mattina, in piena festa cittadina con centinaia di persone che giravano nelle strade, ennesimo furto con spaccata. Questa volta è toccato al Bar Elisa in via per Treglio a Lanciano, di fronte alla rotonda di Risparmio Casa.

Erano in quattro, tre sono scesi dalla macchina a volto coperto ed uno ha aspettato al volante. Decine i colpi inferti con un pesante martello alle vetrata del locale, i proprietari li hanno contati riguardando le immagini delle telecamere,  poi una volta dentro hanno arraffato sigarette e una vecchia macchinetta cambia monete.

I gratta e vinci Donato il proprietrio li aveva tolti preoccupato dell'ascalation di furti delle ultime settimane.(C.Lab.)

 

 

Miss Lanciano 2018 e la discoteca in piazza, fino ai fuochi d’artificio delle 4 del mattino, accedono la “Nottata” di Lanciano, da molti considerata la Notte Bianca più antica della storia.

Una Nottata ‘rivisitata’ tanto che Danilo Daita, ideatore dell’evento, l’ha chiamata “Nuttate 3.0 - Evolution” e che promette di diventare uno degli appuntamenti di punta del Settembre lancianese.

Si inizia alle 21.30 con Miss Lanciano 2018 , sfilata di moda con i negozianti di Lanciano che vedrà sfilare bambini, ragazzi e modelle con la partecipazione, in veste di madrina, della bellissima Mercedesz Henger. Tra una sfilata e l’altra saliranno sul palcoscenico giovani talenti musicali dei principali programmi televisivi di Rai e Mediaset. Dopo l’incoronazione di “Miss Lanciano 2018”, ci sarà l’esibizione di numerosi ospiti, tra i quali Ray Sugar Sandro, Gabriele Sbattella (in arte L’Uomo Gatto) e Axx Donnel, leader dei Traks interpreti del famosissimo brano “The long train running”. A seguire, discoteca in piazza fino ai fuochi pirotecnici delle 4 del mattino con animazione e co-conduzione Lia e Jojo – Dj Set Damiano Di Mattia e ospite Dj Gianluca De Tiberiis.

Alle 4 del mattino l’accensione della splendida paratura della ditta Paulicelli Gianfranco, i fuochi pirotecnici incendiati da Pirotecnica Siciliano Pierluigi, Vitulazio (Ce) e l’esibizione della Grande Banda “Fedele Fenaroli” Città di Lanciano. La banda tornerà ad esibirsi anche il 14, 15 e 16, con il matinèe alle ore 11 e la sera alle 20.45, sempre al teatro Fenaroli. Per quanto riguarda i fuochi d’artificio, che quest’anno si potranno ammirare anche dall’ex Ippodromo Villa delle Rose, le altre serate saranno incendiati da Pirotecnica De Carlo Martino, Gioia del Colle (Ba) (14 settembre), Pirotecnica Pace Costantino, Pratola Peligna (Aq) (15 settembre), e Pirotecnica Ortonese di Costanzo Carmine, Ortona (Ch) (16 settembre).

Tra gli altri appuntamenti del 13 settembre, l’inaugurazione dalle 18 di “Honda Village” Honda Italia celebra i 70 anni della casa madre con l’esposizione di auto, moto, prodotti power e marine (fino al 16 presso il piazzale dell’ex stazione ferroviaria); Papillon… on the road - Cena con degustazioni a tema e accompagnamento musicale (tutte le sere fino al 16 in piazza Pace); III Trofeo città di Lanciano – Cintura Anxanum - Riunione di pugilato olimpico AOB e professionistico PRO, dove si incontreranno pugili provenienti da diverse regioni italiane a cura di CREA BOXE ASD (Ore 21.30- Piazzale antistante l’ingresso dell’Ippodromo Villa delle Rose).

 

 

 

  “A sei anni di attività formativa i numeri confermano che l’ITS meccanica è il canale formativo dopo il diploma più collegato con il mondo del lavoro”. Con una punta di orgoglio, il Presidente della Fondazione ITS Sistema Meccanica di Lanciano (Ch) Gilberto Candeloro presenta i dati in occasione dell’incontro svoltosi a Lanciano nella sede dell’ITS, nella prestigiosa cornice di Palazzo degli Studi a Lanciano, alla presenza di  Mario Pupillo, sindaco di Lancianoe di rappresentanti di aziende del settore del territorio, tra cui Ing. Alessandro Donatelli (Honda Moto), Simone Di Maio (CTgroup) e Giuseppe Martini (Sangro Meccanica) e di giovani diplomati e studenti dell’ITS.

I dati presentati certificano come questo ITS di Lanciano sia tra i migliori in Italia nelle graduatorie emesse dal MIUR sia per la qualità della formazione e sia per il livello di occupazione raggiunto dopo il diploma. In piena quarta rivoluzione industriale, il semplice diploma di scuola superiore non garantisce più l’ingresso nel mondo produttivo se non attraverso un percorso di perfezionamento e approfondimento di alcune competenze richieste dal nuovo contesto reso molto più complesso ed esigente dal mondo globalizzato.

E’ un grande orgoglio per la nostra città - ha affermato Mario Pupillo - ospitare un’organizzazione così prestigiosa come questa, ancora poco conosciuta e sfruttata dai nostri ragazzi, che ha il merito di dare grande risalto all’importanza del lavoro e alla sua dignità per il bene delle nuove generazioni e di consolidare la collaborazione con il sistema produttivo locale”.

Ad oggi sono oltre 120 i giovani “super tecnici” diplomati dall’ITS e altri 25 sono in formazione; quest’anno si prevede l’ingresso di 60 nuovi allievi, “perché - aggiunge Candeloro - data la grande richiesta che abbiamo dalle aziende del settore e grazie ad un’intesa con SEVEL di Atessa, abbiamo deciso di raddoppiare il numero dei corsi”. Una realtà in forte espansione con un indice di placement, cioè di occupati ad un anno dal diploma, superiore al 92%, tra i più alti in Italia.

 “Questo è possibile- precisa Candeloro - grazie al grande lavoro di accreditamento che l’ITS si è guadagnato negli anni presso le aziende del settore che oggi bussano alle nostre porte per ‘accaparrarsi’ i ragazzi più bravi prima che finiscano il percorso di studi e naturalmente grazie alla qualità dell’offerta formativa erogata”.

Entrambi i nuovi corsi saranno totalmente gratuiti e formeranno "Tecnici superiori per l'Automazione ed i Sistemi meccatronici - Industria 4.0”. In accordo con le esigenze di competenze delle aziende del settore i corsi ITS saranno dedicati alla formazione di tecnici in linea con le tecnologie abilitanti di Industria 4.0, le competenze più richieste oggi dal mondo del lavoro. Big data analisys, stampa 3D, programmazione avanzata di PLC, automazione e robotica etc. sono solo alcuni dei temi oggetto di approfondimento dei corsi, oltre naturalmente alle materie più convenzionali (manutenzione, meccanica, disegno tecnico, inglese, etc.) e ai cosiddetti softskill (problem solving, team building, comunicazione, aggiornamento continuo), tutti requisiti irrinunciabili per entrare nel mondo del lavoro.

L’organizzazione della formazione è di tipo academy-duale: 1.000 ore in aula, anche con attività laboratoriali, e 800 di project work in azienda. Altra novità è che nella domanda di iscrizione sarà possibile indicare la preferenza per quanto riguarda il tirocinio: SEVEL, HONDA, DENSO, TIBERINA SANGRO, IMM HYDRAULICS, CT Group, TYCO ed altre, che già collaborano attivamente con la Fondazione ITS o aderenti al Polo di Innovazione Automotive e che operano su tutto il territorio regionale. L’iscrizione quest’anno potrà essere fatta anche on-line, dal sito www.innovazioneautomotive.eu (sezione ITS) compilando il form e allegando i documenti richiesti (termine del bando 22 settembre 2018); il numero dei partecipanti ai singoli corsi sarà aumentato, con classi di 25-30 allievi. Per i più bravi e volenterosi c’è poi la possibilità di conseguire anche la Laurea in Ingegneria con un percorso accelerato, grazie ad una convenzione siglata con UNINETTUNO, o con il riconoscimento di crediti per Università de l’Aquila.

 

 

E’ trascorso un anno dal mio insediamento alla guida dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo; un periodo intenso durante il quale ho imparato ad amare questa terra con la sua meravigliosa complessità. Sono ancora molte le sfide che la scuola di questo territorio propone e che giorno dopo giorno, ognuno, per le proprie competenze, è pronto ad affrontare con entusiasmo.

A voi cari ragazzi e ragazze porgo il mio più profondo augurio per un proficuo anno scolastico; un pensiero  speciale va ai più piccini che per la prima volta entreranno in una classe, ma non meno importante è l’inizio di questo anno scolastico per quegli  alunni che si troveranno al primo anno di un nuovo corso di studi.  A tutti auguro di intraprendere questo nuovo anno con impegno ed entusiasmo e di  essere  protagonisti consapevoli dei propri progetti di vita.

Nuova linfa alle nostre scuole  giungerà da più di 500 nuovi docenti immessi in ruolo a livello regionale: il mio auspicio è che in cattedra  non siedano solo insegnanti, ma  portatori di sogni. La scuola deve essere il  "luogo della democrazia" per antonomasia, dove imparare ad esercitare  diritti e doveri, coltivando i valori più alti, primo tra tutti quello della vita e del rispetto reciproco, anche attraverso il ricordo e la conoscenza.

E’ per questo che penso che in questa giornata sia doveroso per tutti noi ricordare che, nel settembre di  80 anni fa,  la magia del primo giorno di scuola fu negata ai bambini ebrei. Il 5 settembre 1938 fu firmato  il primo provvedimento approvato dal fascismo con il quale si escludevano dalle scuole tutti gli appartenenti alla "razza ebraica" e si aprì  la triste pagina delle leggi razziali.

   Fortunatamente oggi, il nostro Paese si pone invece all’avanguardia fra gli altri Stati Europei  nella costruzione di una scuola sempre più inclusiva che offra pari opportunità a tutti, consentendo ad ognuno di raggiungere “la sua parte centrale di sole e dignità”, capace di garantire una reale emancipazione culturale per i nostri studenti in collaborazione con le  famiglie impegnate  nel difficile mestiere di saper sostenere  le passioni ed  i talenti dei loro figli, in un patto di corresponsabilità educativa  dal quale non si  può prescindere.

Siano dunque gli insegnanti agenti di trasformazione e cambiamento attraverso un’azione responsabile, operando  in Istituzioni  scolastiche sempre più aperte  e capaci di dialogare con l’Europa, raggiungendo un’adeguata dimensione internazionale, così come stanno già  facendo tante scuole,   attraverso l’adesione a  programmi internazionali prestigiosi .

Una delle ulteriori sfide da affrontare nel breve termine è l’attenzione alle piccole scuole poste in località montane, in zone impervie e poco accessibili , attraverso l’attuazione di programmi specifici basati sull’utilizzo di metodologie didattiche innovative e di dotazioni tecnologiche e digitali , capaci di ridurre l’isolamento che le affligge e di consentire un utile e proficuo confronto anche virtuale con altre comunità educative.

   Come non  sottolineare, infine ,  il tema, già rammentato  dal ministro Marco Bussetti nelle sue  linee programmatiche, della necessità di interventi  “ sulle strutture scolastiche e sulle infrastrutture tecnologiche e di laboratorio. Il nostro Paese, purtroppo, è per le sue caratteristiche morfologiche particolarmente soggetto ad eventi sismici, che hanno segnato con violenza il nostro recente passato e la vita di troppi studenti”. Questo monito appare ancora più pregnante  in terra d’Abruzzo, tartassata da più di un sisma, dove ancora sono presenti i disagi e le difficoltà di tanti studenti e docenti , costretti in soluzioni logistiche   provvisorie che rendono più difficile l’esercizio del diritto allo studio.    

Esprimo in conclusione una sincera e profonda gratitudine nei confronti di tutti i funzionari e dirigenti degli ambiti territoriali che hanno reso possibile l’avvio di questo anno scolastico e di tutti  quegli operatori della scuola abruzzese -Dirigenti scolastici, Docenti e Personale Ata - che con passione quotidianamente lavorano per far sentire gli alunni veri protagonisti del proprio futuro.

Buon anno scolastico!

IL DIRETTORE GENERALE

                                                                                                                   Antonella Tozza

Circa 50 carri, in rappresentanza di moltissime contrade cittadine, e oltre 15mila persone hanno invaso questa mattina corso Trento e Trieste e piazza Plebiscito per la Sfilata del Dono alla Madonna del Ponte, che come ogni anno ricorre l’8 settembre (festa della Natività di Maria). Una gioiosa invasione di bambini, adulti e anziani, animali di ogni tipo e i tantissimi prodotti della terra, alcuni già pronti, altri preparati al momento sopra i carri magnificamente allestiti dai rappresentanti delle contrade che ogni anno, già da mesi prima la ricorrenza del Dono, si impegnano con tantissima passione per preparare il tutto al meglio ed offrire i ‘valori’ della propria terra alla Madonna del Ponte. Lanciano è stata invasa da una folla come non la si vedeva da tempo, in un centro cittadino chiuso alle auto ma che ha risposto benissimo alle nuove norme in misura di sicurezza e antiterrorismo, grazie al certosino lavoro messo a punto da amministrazione comunale e Comitato Feste, presieduto da Maurizio Trevisan.

Con la sfilata del Dono e la tradizionale vendita dei Donativi che dalle 19 saranno battuti all’asta in Piazza Plebiscito, dove sarà anche possibile degustarli grazie al posizionamento di tavoli e panche, entrano nel vivo i festeggiamenti del settembre lancianese, che vivranno le giornate clou dal 14 (festa patronale) al 16 settembre, con l’attesissimo concerto di Massimo Ranieri, preceduto il 15 da Thomas di Amici e Soul System e il 14 con il festival “Ragazzi di Strada”.

Tra i prossimi appuntamenti, domenica 9 settembre c’è “Pompieropoli”, organizzato dall'ANVVF Chieti (dalle 10 alle 22 a Viale delle Rose), attività ludiche ed educative per i bambini dai 3 ai 13 anni. Sempre per i bambini, ma lunedì e martedì 10 e 11 settembre, torna invece in piazza Plebiscito (dalle 16 alle 21) Ludobus “ScomBussolo – Giochi per Tutti”, un furgone carico di giochi in legno (della tradizione popolare, del mondo, d’equilibrio, di lancio, d’ingegno) che vengono messi a disposizione di bambini, ragazzi, adulti e famiglie per poter giocare. Sempre domenica alle 18 al Museo Diocesano inizia la rassegna “Abruzzo Contemporaneo – Luoghi d’arte 2018” con l’inaugurazione della mostra d’arte contemporanea – Artisti: Sandro Visca; Raul Rece; Giada Ciarcelluti, che proseguirà fino a fine settembre. Diversi gli appuntamenti musicali: domenica alle 18 al Teatro Fenaroli si esibirà il Coro Lirico d’Abruzzo in …Canto!, in un programma che spazia dal repertorio Operistico al repertorio dell’Operetta alla “cultura popolare” fino a quella Napoletana, con al Pianoforte il M° Fabio A. D’Orazio; sempre il 9 settembre, alle 21.30 in Piazza Plebiscito, “Paese della Musica” in concerto con l’Accademia Musicale fondata dal noto batterista Carlo Porfilio.  Per la sezione teatro, invece, domenica 10 alle 17.30 al Teatro Fenaroli, la Compagnia Teatrale dell’Istituto Penitenziario di Lanciano presenta “Il medico dei pazzi”, riduzione da Edoardo Scarpetta, regia di Carmine Marino (ingresso a offerta, il ricavato sarà destinato alla ristrutturazione del teatro “Il Piccolo Fenaroli” all’interno della Casa Circondariale di Lanciano).

Annullato invece, per sopraggiunti impegni familiari dell’artista, il concerto di Alexian Santino Spinelli previsto lunedì 10 settembre.

Infine, altra novità delle Feste di Settembre 2018, è l’allestimento in piazza Pace di “Papillon… on the road”, un’area ristorante finemente arredata (con tendoni, tovagliato e menu dedicati) che dal 9 (inaugurazione con cena di gala) al 16 settembre, proporrà tutte le sere, a partire dalle 20, le prelibatezze del territorio a cura del ristorante “Papillon” di Tornareccio e accompagnamento musicale (Per prenotazioni: Giovanni, tel. 3465370858).

  • Pagina 6