Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Ore 14,30: Sono VIVI li tiriamo FUORI! E’ questo il grido di gioia dei vigili del fuoco che in tarda mattinata hanno ridato speranza a tutta Italia. Il Rigopiano ha creato al suo interno una “bolla” d’aria dei locali cucina. 8 supestiti, una donna, Adriana, è stata tirata fuori per prima, il vigile del fuoco con un gesto pieno di tenerezza le stringe la mano a voler dire “ora ci siamo noi non preoccuparti più di nulla” e poi un bambino; Gianfilippo,in tuta da sci celeste è in piedi sta bene…. Un miracolo si sta compiendo in questi minuti a Farindola, non sappiamo ancora l’identità dei superstiti e non sappiamo se si erano radunati tutti li. I bambini secondo le indiscrezioni sono tutti salvi, erano 4, ma nulla è stato ancora confermato.

Intanto tutto l’Abruzzo prega, tutta l’Italia è con il fiato sospeso la speranza che possano essere tutti vivi.

 

Ore 15,19:

Sono le persone vive tirate fuori dalle macerie dell'Hotel Rigopiano a Farindola. (Pescara) l bambini sarebbero tutti in salvo Gianfilippo, Ludovica , Edoardo e Samuel.

43 ore sotto le macerie , ma stamattina intorno alle 11 i vigili del fuoco hanno trovato sotto a un solaio, ancora vive, sei persone. Con le otto persone ritrovate sale a 10 il numero dei sopravvissuti, 3 il numero delle vittime fino a oggi recuperate dalle macerie e di 19 il numero dei dispersi. Le ricerche proseguono.

 

Ore 17,30:

Il soccorso alpino conferma che altri tre bambini stanno per essere tratti in salvo. Già pronte le ambulanze per trasportarli.

 

 

 

Sono tre i feriti che sono stati estratti dalle macerie in queste ultime ora da quello che resta dell’Hotel Rigopiano a Farindola (Pescara).

Dopo i primi due superstiti che erano stati soccorsi all'alba e un prima vittima, un uomo morto dell'apparente età di 40 anni, di poco fa il ritrovamento di 3 persone vive.

Ora si lavora con molta più speranza, i vivi ci sono, all’inizio si erano perse tutte le speranze. Al momento della slavina nella spa si trovavano una trentina di persone tra clienti e dipendenti.

In aggiornamento...

La principale criticità riguarda la coltre di neve che ostruisce la viabilità in diverse zone della regione. 
Ad essa si sommano altre problematiche di varia natura quali ghiaccio, emergenze varie e verifiche post sisma con tutti i riflessi che ne conseguono per il servizio. 
Nell’entroterra pescarese, la situazione è particolarmente complessa: a breve diffondiamo anche un video dei nostri operatori a Penne (PE) nel quale si può notare che proprio in quella zona, oltre alla neve, in questo momento si stanno concentrando tutti i soccorsi per la zona di Farindola.
Le situazioni più complesse, in questo momento, riguardano le località che abbracciano i comuni della montagna teramana, i comuni dell’alto pescarese, i comuni dell’Alta Valle dell’Aterno e i comuni dell’entroterra chietino.
In diverse zone della regione, Tua Spa sta supervisionando la circolazione attraverso auto perlustrative che precedono il passaggio dei mezzi.
Di seguito, si riporta il quadro generale aggiornato alle ore 10:30 dell’azienda regionale di trasporto abruzzese.
SITUAZIONE SERVIZI AUTOBUS
L’AQUILA
Servizi sospesi da Capitignano, Montereale, Rocca di Mezzo, Castel del Monte. Campotosto, Lucoli e Ville di Fano
TERAMO
Tutti i collegamenti fermi ad eccezione della Giulianova-Teramo e Teramo-Montorio
Regolari i servizi per Roma e L'Aquila
AVEZZANO
Servizi sospesi della linea Avezzano-L'Aquila via Rocca di Mezzo,  e sulle tratte Pescasseroli-Avezzano, Castel di Sangro-Pescasseroli, Lecce nei Marsi-Pescina-Avezzano.
Le corse Avezzano-Roma utilizzano l'ingresso autostradale di Avezzano in luogo di Magliano. 
Servizi sospesi per l'area di Tagliacozzo
GIULIANOVA
Servizi sospesi a Morro d’Oro. Chiusa la S.S. 81 da Piane di Morro fino ad Ascoli. Servizi limitati a S.Egidio.
SULMONA
Servizi sospesi da Secinaro per L'Aquila e Sulmona e per Campo di Giove. Servizi sospesi per le località di  Pettorano, Rocca Pia, Pescocostanzo, Pacentro, Acciano.
LANCIANO
Servizi sospesi sulla linea Pizzoferrato-Castel di Sangro, Villa Santa Maria-Castel di Sangro e la zona di Ateleta. Problemi per i servizi SEVEL da Pizzoferrato. Sospesi i servzi da Ateleta. I servizi da Palena sono attestati a Lettopalena
CHIETI
Riattivata la linea Chieti-Pescara, il percorso via Chieti Scalo viene garantito dalla linea 1 del servizio urbano. Fermi tutti i collegamenti da Guardiagrele e Arielli per Chieti.
PESCARA EXTRAURBANO
Linee sospese da Castilenti, Serramonacesca, Caramanico, Farindola, Arsita, Villa Celiera,  Peschiole. Corse ridotte da Scafa e Civitella. Per la linea Pescara-Città S.Angelo il capolinea è spostato al Campo Sportivo. La linea suburbana Penne Pescara non transita in località Caparrone. 
PESCARA URBANO
Linea 4 limitata a Colle Marino con il seguente percorso: Colle Marino-strada Pandolfi-Via di Sotto-inversione alla rotatoria di Colli Innamorati - via di Sotto - S.da Pandolfi - S.da Colle di Mezzo - Largo Madonna Terminal Bus. Linea 45: ….Colle Marino-S.da Pandolfi-rotatoria di intersezione con Via Di Sotto-S.da Pandolfi-S.da Colle di Mezzo-Largo Madonna….-Terminal bus. Linea 13 non transita per Via Raiale.
 
 SERVIZI FERROVIARI
Al momento regolari i servizi assicurati da Sangritana/Tua Spa. 
 
Tua Spa ha fornito la propria disponibilità per la messa a disposizione dei mezzi per le emergenze.
A L’Aquila, a causa delle scosse, è stato sgomberato l’edificio nel quale vengono assicurati i servizi di call-center e di biglietteria e, proprio per consentire le indispensabili verifiche da parte delle autorità preposte, tali servizi sono ridotti.                         
Ripristinata la funzionalità del call-center TUA SPA (800 762 622) attivo dalle 08:00 alle 20:00. Ci scusiamo per eventuali tempi di attesa piuttosto lunghi in quanto il call-center è continuamente occupato nel fornire le informazioni ai tantissimi utenti. Non è ancora tornata attiva la biglietteria a L'Aquila.

Sono ore di angoscia per l'Abruzzo e anche Castel Frentano la notte è trascorsa fra l'incertezza di non avere notizie di Luciano e Silvana i due castellini che si trovavano a Farindola nell'Hotel che ieri è stato investito da una slavina. Le prime notizie iniziano a trapelare ora, i soccorsi hanno cercato di arrivare sul posto su tutta la notte. Il soccorso alpino protezione  è riuscito ad arrivare sul posto con gli sci, parla di tanti feriti e di tre morti, ma al momento, le notizie continuano ad essere ancora frammentate. Luciano e Silvana sono conosciuti da tutti in paese perchè hanno un parrucchiere proprio lungo il corso. Aspettiamo tutti buone notizie e vi aggiorneremo appena possibile.

Di ora in ora si fa sempre più grave il problema dell'assenza della corrente elettrica in diverse contrade di Lanciano. Stando alle segnalazioni dei cittadini di Lanciano sono senza energia da oltre 40 ore le contrade di Nasuti, Serre, Camicie, Spaccarelli, Sant'Amato, Costa di Chieti, Santa Liberata, parte di Torre Marino e Santa Maria dei Mesi, Rizzacorno.

Il sindaco Pupillo ha ricevuto pola telefonata del Presidente Luciano D'Alfonso che mi gli ha garantito l'attivazione della Regione in merito alla  richiesta di ieri per la fornitura di gruppi elettrogeni utili a tamponare questa emergenza che colpisce migliaia di cittadini.

Enel ha comunicato questa mattina che i clienti disalimentati in provincia di Chieti sono circa 27.000 in 50 diversi comuni. A tempo debito bisognerà che Lanciano e l'Abruzzo intero, dichiara il sindaco, abbia una risposta precisa e puntuale dai responsabili della fornitura elettrica, da Enel e Terna in particolare: chiediamo spiegazioni su come sia possibile nel 2017 lasciare decine di migliaia di persone senza corrente elettrica per più di 40 ore, con temperature prossime allo zero d'inverno.

È una situazione non più sostenibile, con queste temperature. Il ringraziamento va  ai tecnici che stanno lavorando in questi condizioni difficili, a loro tutta la mia gratitudine e la mia stima, prosegue, ringrazio le Istituzioni e in particolare la Regione Abruzzo che sta lavorando senza sosta per assistere la popolazione in una situazione a dir poco emergenziale cui si sono aggiunte le scosse di terremoto delle 10,25 e 11,16 chiaramente avvertite anche a Lanciano.

 

Intorno alle 10,25  una forte scossa di terremoto si è aggiuto ad aggravare la gia pesante situazione che in queste ora sta vivendo l'Abruzzo, si parla di Magnitudo 5.3 e l'epicentro è stato individuato intorno alle zone gia colpite ad agosto.

Vi terremo aggiornati

Da Terna fanno sapere che intorno alle 3,40 di questa notte sono rientrate in servizio le linee dell'Alta Tensione nell'area del chietino e rialimentate le zone di Ortona e Miglianico. Il maltempo sta creando disagi tra Teramo e Villanova. I tecnici di Terna stanno lavorando per ripristinare il prima possibile le condizioni operative delle linee ad Alta Tensione. Per quanto riguarda il tratta tra Ortona e Lanciano dell’Autostrada A14, i tecnici di Terna proseguono i lavori per mettere in sicurezza la linea danneggiata e rimuovere il cavo elettrico dalla carreggiata.

 

Si iniziano a contare i danni dell'eccezionale nevicata che sta interessando l'intero comprensorio. Il tetto di una soffitta nel palazzo che ospita a pian terreno la banca popolora di Ancona è crollato molto probabilmente a causa del peso della neve. Per fortuna i proprietari dell'appartamneto non risiedono in città e non si registrano danni alle persone. Seguiranno ulteriori aggiornamenti.

“Siamo in piena emergenza. La nevicata eccezionale di ieri ha accumulato al suolo tra i 70 e gli 80 centimetri, a seconda delle zone: ma l'urgenza in queste ore è l'assenza di luce, gas e acqua in numerose contrade di Lanciano, con oltre 12.000 cittadini colpiti dai disservizi. Chiedo l'aiuto della Protezione Civile e della Regione Abruzzo il Sindaco Pupillo che in mattinata ha  inviato una nota puntuale sull'attuale emergenza neve al Prefetto di Chieti Antonio Corona e al Presidente della Regione Luciano D'Alfonso”, dichiara il Sindaco Mario Pupillo.

“Servono misure straordinarie, a tutela dell'incolumità pubblica e della sicurezza dei cittadini. Ho ordinato la chiusura di tutti gli uffici pubblici nel territorio di Lanciano anche per domani, in relazione agli avvisi della Protezione Civile Nazionale e del Centro Funzionale d'Abruzzo, che ha confermato l'allerta meteo per la Provincia di Chieti e precipitazioni a carattere nevoso fino a mercoledì con quantitativi abbondanti. Si segnala inoltre la possibilità di ghiaccio sulle strade per stanotte”, aggiunge Pupillo.

“Ho ordinato la sospensione delle attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado del territorio di Lanciano, compresi i nidi d'infanzia, fino a sabato 21 gennaio. Bisogna prestare massima attenzione agli accumuli di neve sui tetti e sugli alberi pericolanti. Abbiamo 14 contrade e alcune zone del centro città senza luce da oltre 24 ore per un traliccio caduto tra Vasto e San Salvo: Santa Maria dei Mesi, Torre Marino, Marcianese, via Santo Spirito, Camicie, Re di Coppe, Spaccarelli, Sant'Amato, Colle Campitelli, Nasuti, San Iorio, Madonna del Carmine, Costa di Chieti, Rizzacorno. Enel e Terna, che hanno la competenza in materia, ci dicono che stanno lavorando ma non sono in grado di garantirci un tempo preciso di ripristino. Abbiamo bisogno di gruppi elettrogeni per queste zone, di 5 lame e spargisale, 5 pale meccaniche con relativi operatori da aggiungere a quelli delle ditte incaricate in servizio da ieri mattina all'alba ininterrottamente e di 5 fuoristrada con relativo personale per assistenza socio sanitaria della popolazione gravemente colpita da questi disservizi”, aggiunge il Sindaco. “Per quanto riguarda l'acqua, la Sasi ci ha comunicato un duplice problema che sta lasciando gran parte della città e del comprensorio senz'approvvigionamento idrico: a Fara San Martino c'è un problema di natura elettrica, mentre in zona c'è una rottura grave di una condotta per cui saranno necessarie diverse ore di lavoro. A questo si aggiunge il problema di fornitura di metano in contrada Serroni e Torre Sansone”, segnala Pupillo.

“E' un evento assolutamente eccezionale e imprevedibile nelle modalità che sta mettendo in ginocchio Lanciano, siamo in un'emergenza che deve essere gestita a livello sovra comunale – conclude il Sindaco - non avendo garanzie sul ripristino di acqua e energia elettrica e alla luce delle previsioni che annunciano una situazione ancora grave fino a giovedì rivolgo il mio appello a Regione e Prefettura per un intervento tempestivo utile a fronteggiare questa emergenza”.

PESCARA: servizi sospesi da Spoltore, Moscufo  Città S.Angelo e Pianella. Non effettuata la prima corsa per Roma (3.50) e da Roma alle 7 per chiusura autostrada. Servizi ridotti per Chieti Scalo, Ortona, Cepagatti.


PESCARA URBANO
Linea 4 limitata a Colle Marino. Chiusa Via Marconi, servizi deviati su via D'Annunzio.                        

LANCIANO: Situazione particolarmente critica nella zona frentana. Collegamenti molto problematici tra la costa e il capoluogo frentano. In questo momento un bus TUA bloccato a Treglio zona incrocio (senza alcun passeggero a bordo) in attesa dell'intervento dei vigili del fuoco                        

PESCARA: collegamenti sospesi da Caramanico, Pietranico, Farindola, Arsita e Villa Celiera