Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Nel reparto di Malattie infettive dell’Ospedale di Chieti è ricoverata una studentessa universitaria fuori sede di 22 anni alla quale è stata diagnosticata una forma di meningite di cui i medici stanno accertando la natura. Finora, in ragione delle condizioni cliniche della paziente, che presenta un edema cerebrale, non è stato possibile prelevare il liquor cerebrospinale attraverso il quale si arriva a chiarire il tipo di meningite. Si sta, in alternativa, procedendo con un’emocoltura per cercare di identificare la natura del germe e la sua eventuale contagiosità.

La ragazza si è sentita male domenica mattina. I primi sintomi sono stati febbre e mal di testa. Stamattina le compagne di appartamento l’hanno trovata in uno stato di semi incoscienza e hanno chiamato il 118. I sanitari hanno subito diagnosticato la patologia.

E’ stato allertato il Servizio di epidemiologia igiene e sanità pubblica della Asl Lanciano Vasto Chieti che, a scopo precauzionale, ha già sottoposto a profilassi antibiotica una dozzina di persone che hanno avuto contatti più stretti con la paziente. In base ai risultati degli esami eseguiti in queste ore si deciderà se sia necessario ampliare il numero delle persone da sottoporre a trattamento antibiotico.

Nella serata di ieri, secondo quanto riferiscono i medici, le condizioni della ragazza erano in miglioramento.

 

Attività con finalità turistico ricreative, sociale, di ordine pubblico e protezione civile: queste le azioni che potranno svolgere gli operatori economici, gli Enti e le Associazioni che faranno richiesta per ottenere in comodato d’uso uno o più posti barca, ubicati presso il porto turistico di Marina del Sole di Fossacesia.

E’ stato infatti pubblicato nei giorni scorsi sul sito del Comune di Fossacesia www.fossacesia.gov l’Avviso Pubblico esplorativo per la ricerca di operatori economici, enti ed associazioni interessati ad ottenere in comodato d’uso, uno o più posti barca, fino ad un massimo di 10, in disponibilità del Comune di Fossacesia.

“L’obiettivo prioritario di questa iniziativa – dichiara il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio - è quello di favorire la nascita di attività di promozione turistica, come ad esempio l’organizzazione di giri in barca sulla Costa dei Trabocchi o verso le Isole Tremiti, scuole di vela, attività di vigilanza e controllo delle spiagge ed anche di attività a carattere sociale. Una iniziativa del genere può dare un buon impulso al turismo e comunque anche all’occupazione”.

Gli interessati dovranno far pervenire le loro richieste, compilate preferibilmente sull’apposito modulo scaricabile sul sito istituzionale dell’Ente, via pec all’indirizzo comune@pec.fossacesia.org entro il 16 Agosto 2017. Possono partecipare all’avviso tutti gli operatori economici, enti e associazioni che non si trovino in condizione di incapacità a contrarre con la Pubblica Amministrazione, tutti coloro che non si trovino in stato di fallimento, di liquidazione coatta e di concordato preventivo, e per i quali comunque non sussistano cause di decadenza, di sospensione o di divieto secondo la normativa vigente. Una volta ricevute le manifestazioni di interesse, le assegnazioni avverranno sulla base di progetti appositamente redatti, dai quali si dovrà evincere la congruità con le finalità di utilizzo previste dall’avviso e le precedenti esperienze maturate, e sulla base di criteri che saranno appositamente specificati nella lettera di invito che sarà trasmessa a seguito delle manifestazioni di interesse. Per info è possibile consultare il sito internet istituzionale www.fossacesia.gov oppure contattare il numero 0872/622235.

"Pronto Signora sono l'avvocato di suo figlio. E' stato coinvolto in un inicidente, porti in caserma tutti i soldi…”

Si è spacciato per avvocato e ha prima truffato una anziana signora  ad Archi , la quale è caduta nel tranello e, disperata per la sorte del proprio figlio, ha consegnato allo sconosciuto malvivente tutto ciò che aveva in casa, ovvero circa 600 euro in contanti e i gioielli di famiglia.

Visto il primo successo, l’uomo ha reiterato lo stesso raggiro in danno di un'altra anziana, questa volta a Tornareccio.

Questa volta,  però, la vittima, insospettita, ha avvertito il figlio che credeva in caserma sottoposto a fermo il quale, a sua volta, compreso quanto stava accadendo,  ha informato immediatamente  carabinieri  di Atessa, quelli veri,  che hanno immediatamente predisposto una fitta rete di servizi per intercettare il malvivente.

Vistosi scoperto e notata una pattuglia dei carabinieri il malvivente si e’ dato ad una precipitosa e pericolosa fuga a bordo della sua autovettura nel centro del paese del miele, guidando spericolatamente tra le strette vie paesane e mettendo in serio pericolo i cittadini presenti che assistevano increduli alla scena da film.

Subito inseguito dai Carabinieri della Compagnia di Atessa, l’uomo non  mostrava alcuna intenzione di fermarsi ed anzi accelerava l’andatura e teneva una guida fortemente pericolosa per i cittadini e per gli stessi militari dell’Arma che lo seguivano a breve distanza. Vista la necessità di interrompere la pericolosa situazione, uno dei militari ha esploso un colpo d’arma da fuoco verso le ruote del veicolo, costringendo  il malvivente  a fermarsi. L’uomo e’ stato così bloccato ed arrestato dai militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia atessana.

Con se aveva i soldi ed i gioielli poco prima sottratti all’anziana signora di Archi, che sono stati quindi recuperati e restituiti alla donna.

L’arrestato e’ Micallo Pasquale , di  42 anni,  napoletano, gia’ noto alle fore dell'ordine per precedenti vicende della stessa indole, il quale e’ stato tradotto agli arresti domiciliari su disposizione della Procura frentana, in attesa del giudizio.

L’arresto di oggi mostra l’elevatissima attenzione rivolta dall’Arma dei >Carabinieri a tale odioso fenomeno criminale che colpisce, sempre piu’ spesso, persone anziane e sole.

Costituisce, inoltre e con soddisfazione, l’efficacia delle molte campagne di sensibilizzazione nei confronti degli anziani periodicamente svolte in tutti i comuni dai Comandanti delle Stazioni Carabinieri sul territorio.

L’immediata segnalazione della signora di Tornareccio e del proprio figlio, ha consentito un intervento tempestivo, tanto da sorprendere il malvivente con le mani nel sacco.

ìE’ importante, quindi, la collaborazione istituzionale tra le forze dell’ordine, gli organi di stampa e quanti hanno la possibilità di divulgare il messaggio che renda possibile alle persone sole, anziane, di informare, in ogni caso dubbio, al piu’ presto i Carabinieri o le altre forze di polizia, di quanto sta accadendo.

Solo in tal modo si potrà arginare il fenomeno delle truffe ad anziani.

 

 

Bagno di folla ieri sera a Lanciano per l’atteso ritorno in città di Vittorio Sgarbi: il famoso critico d’arte e scrittore ferrarese ha infatti tenuto un’interessante ed appassionante “lectio magistralis” nell’ inedito scenario di Largo Dell’Appello nel quartiere antico di Civitanova.  Ad organizzare l’evento, inserito anche nel ricco cartellone de “La Notte del Parco” 2017  Nico Barone,  con il supporto di Confartigianato Impresa Chieti.  Al centro della lectio di Sgarbi  il nuovo libro “Dall’Ombra alla Luce: da Caravaggio a Tiepolo” quarto tomo della collana “Il Tesoro d’Italia” edito dalla casa editrice La Nave di Teseo.  A moderare la lectio il giovane studioso d’arte  Simone Cortese. Un lungo viaggio ed appassionante quello narrato da Sgarbi che ha fin da subito catturato l’attenzione dei presenti con un lungo intervento incentrato sullo “straordinario patrimonio storico ed artistico del nostro paese, che ci rende unici ed inarrivabili nel mondo”. Scendendo poi nel dettaglio e grazie alla proiezione delle immagini di alcune opere d’arte presenti nel libro, Sgarbi ha incentrato il proprio discorso sulle testimonianze artistiche del Barocco italiano, prendendo come inizio e fine le vicende umane e artistiche di due “grandi” come Caravaggio e Tiepolo.  Finita la lectio non sono mancati, autografi strette di mano e foto di rito per un personaggio che seppur discusso sa sempre come attirare l’attenzione degli ascoltatori.

Simone Cortese

L’ex assessore dell’amministrazione Paolini ed ora capogruppo di Forza Italia all’opposizione del comune di Lanciano Graziella di Campli lancia un duro attacco a come, a suo dire, la giunta Pupillo ha lasciato cadere nel degrado la villa comunale . Lo fa mostrando foto inequivocabili di un lento degrado che sta colpendo la zona anche ben prima dell’ormai famoso esperimento di apertura notturna. Già più volte vi abbiamo raccontato di quello che accade la notte all’interno della villa che si trasforma in terra di nessuno dove i balordi si divertono a danneggiare, oltre che a rendere invivibile il quartiere.

“ La villa comunale, dichiara la Di Campli,  e'  patrimonio storico  culturale  della nostra città. La sua rigenerazione  botanica  e strutturale dopo anni di  non godimento  della stessa  e'  costata ai Lancianesi  200.000. I lavori eseguiti all' epoca in cui rivestivo la carica di assessore all’ ambiente, si parla del 2006,  avevano garantito  grazie all’intervento di un architetto  botanico il reimpianto di specie  arboree risalenti ai tempi in cui la villa fu istituita, gli anni 20,  e di tante varietà  di rose  prima scomparse. Passaggi  pedonali belli e confortevoli  tante comode panchine disposte alla viennese  e una voliera capolavoro  delle fonderie viterbesi. Sistema di illuminazione  tutto nuovo  vasca   per pesci completamente  ristrutturata e statue all’ ingresso  restaurate da un noto restauratore  e ridonate alla città  nel loro antico splendore. Oggi solo degrado. L’ amministrazione  Pupillo   l’ ha  completamente  dimenticata, incalza l’ex assessore,  nessuno la sorveglia e ancora  una  volta i soldi dei cittadini  non vengono ben investiti e non vengono non rispettati. Panchine sdradicate statue distrutte  scritte sulle porte....”

Le immagini sono del resto eloquenti, certo potrà dire qualcuno sono passati 11 anni e l'usura in alcuni casi può fare i suoi danni ma, questi non sono i danni del tempo il quale ingiallisce , sbiadisce lascia crescere le erbacce ma di certo non vandalizza. Un custode forse non risolverebbe tutti i problemi ma sarebbe un deterrente utile a impedire che chiunque entri in un luogo che doverbbe essere di tutti e, soprattutto dei bambini, di sentirsi libero di fare ciò che vuole.

Osvaldo Di Rocco 59 anni di Lanciano, Andrea  Caldarone e Matteo Catenaro rispettivamente di 25 e 26 anni entrambi di Castellfrentano nella notte fra sabato e domenica si sono resi protagonisti di una rissa violentissima in un Bar di Castelfrentano.

Il locale che si trova nei pressi della rotonda dei Trastulli aveva organizzato una serata a tema “cubano” ma qualcosa deve essere andato storto. I tre infatti dalle parole sarebbero passati ai fatti e intorno alle 4 del mattino fra urla e botte da orbi e perfino l’utilizzo di un forcone probabilmente rinvenuto nei pressi del locale, se le sono date di santa ragione.

Per gli uomini dei Carabinieri intervenuti sul posto non è stato facile sedare la rissa e dopo averli portati al pronto soccorso per le prime cure i tre sono attualmente ai domiciliari con l’’accusa di rissa aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. I residenti della zona svegliata in piena notte raccontano di una scena da film, di una violenza incredibile che ha sconvolto tutti.

“L'attività della Sasi va avanti su varie direzioni, prosegue nei progetti relativi al sistema di depurazione e fognario, senza però trascurare gli interventi sulla rete idrica e sulle adduttrici, un impegno a 360 gradi con l'obiettivo di migliorare e rendere sempre più efficace ed efficiente il servizio”. Il Presidente della Sasi Gianfranco Basterebbe nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina nella sala della sede di viale Cappuccini a Lanciano, ha fatto il punto sulla situazione attuale, soffermandosi sulla serie di progetti, molti dei quali già completati, ed altri in via di ultimazione. Per un importo complessivo di 25 milioni di euro. All'incontro con i giornalisti insieme a Basterebbe, sono stati presenti l'architetto Aurelio Falconio, Pio D'Ippolito, responsabile del settore relativo alla depurazione e Paola Tosti componente del Cda della Sasi. Per una maggiore chiarezza il Presidente ha voluto consegnare alla stampa alcune schede dettagliate sui lavori finiti e quelli in corso, con i relativi importi. “Si tratta di interventi importanti, il progetto di 4 milioni di euro, per esempio, che è stato possibile grazie all'attivazione del Masterplan – ha precisato Basterebbe – è destinato a paesi che non avevano alcun impianto di depurazione. Sarà quindi colmato un vuoto e saranno risolti difficoltà e disagi.”. Sui problemi legati all'inquinamento e al funzionamento, corretto o meno, degli impianti, il Presidente ha tenuto a puntualizzare che “l'eventuale cattivo funzionamento di un depuratore non è l'unica fonte di inquinamento come spesso si crede. L'inquinamento delle acque dipende anche dall'assenza di sistemi specifici di smaltimento e di depurazione da parte di molti ristoratori che dovrebbero invece dotarsi di un disoriatore. I rifiuti prodotti devono essere smaltiti prima di finire nelle fogne altrimenti il rischio è l'ostruzione, e quando una fogna si chiude le conseguenze sono inevitabili e gli scarichi vanno direttamente al mare. Si comprende quindi come questo sia un problema serio che investe tutta la fascia costiera. Noi stiamo facendo la nostra parte ma è necessario che anche gli altri facciano la loro”. In effetti non si può parlare di ambiente, di tutela e salvaguardia del territorio senza distinguere ruoli e competenze. La Sasi si è sempre assunta le proprie responsabilità, ma non ci sta ad essere il parafulmine di tutti i problemi. “Quando spuntano i divieti di balneazione il dito è subito puntato contro di noi. Sul servizio di depurazione siamo fortemente impegnati. Dei 12 depuratori sotto sequestro, 8 sono tornati regolarmente a funzionare e ci stiamo adoperando per riportare gli altri a una condizione di normalità”. Nel corso della conferenza stampa è stato inoltre ricordato che tra gli obiettivi della Sasi c'è quello di migliorare lo stato qualitativo delle acque attraverso lo strumento del Masterplan. Per raggiungere i risultati stabiliti, gli interventi sono concentrati su tre assi principali, tre macroprogetti, rappresentati da altrettanti assi fluviali: il Foro, il Sangro e il Sinello. “L'attività della Sasi non si limita ai grandi progetti ma svolge quotidianamente una attenta e capillare opera di manutenzione, ci sono reti obsolete che necessitano di continui interventi e purtroppo spesso ci sono rotture che impongono riparazioni urgenti con la conseguente sospensione della fornitura idrica. Non vorremmo lasciare i cittadini senz'acqua e siamo consapevoli dei disagi che questo comporta, ma quando ci sono dei guasti non si può fare altrimenti. Trovo davvero pretestuose e strumentali le polemiche delle ultime settimane, come se decidessimo in maniera arbitraria di togliere l'acqua – ha rimarcato Basterebbe con l'intenzione di dissipare, una volta per tutte, dubbi e perplessità --.ci sono stati titoli in cui addirittura si parlava di “complotto idrico”, scomodando ripicche elettorali, creando un clima di sospetto e di confusione che non solo non giova alla società che presiedo ma soprattutto dà una visione distorta e non vera della realtà. Tutti i nostri progetti, l'intero programma di lavoro della Sasi ha come obiettivo prioritario il miglioramento dei servizi. La strada intrapresa va in questa direzione e continueremo con la convinzione di essere nel percorso giusto”. Non è mancato un appello ai cittadini, al loro senso civico e buon senso. “E' necessario fare un uso più attento dell'acqua potabile che non dovrebbe essere utilizzata per innaffiare campi e giardini, molte città hanno anche serbatoi inadeguati e questo rappresenta una ulteriore penalizzazione. Lavoriamo quotidianamente con il personale nostro e con 13 ditte, siamo consapevoli della fragilità della rete nella sua interezza, perciò è necessaria la collaborazione di tutti, Comuni e cittadini”.

 

I tecnici della Sasi sono impegnati in un intervento urgente di riparazione a causa di una rottura sulla condotta ex Bonifica in Contrada Saletti nel Comune di Atessa. Lavori che impongono la sospensione della fornitura idrica, domani 20 Giugno, dalle 8.00 alle 16.00 nei Comuni di Atessa (Contrada Saletti e Piazzano) e Paglieta (Contrada Piano la barca, Piano Saletti, Pronciarello Basso e Marraone). I tecnici assicurano che il servizio sarà ripristinato nel più breve tempo possibile.

 

L'Assessorato all'Ambiente avvisa la cittadinanza che la società Ecolan spa procederà alla seconda disinfestazione del territorio del Comune di Lanciano nei giorni del 20, 21 e 22 giugno dalle ore 23 alle ore 05.

“Le operazioni della seconda disinfestazione riguarderanno tutto il territorio comunale e si articoleranno in tre fasi, a seconda delle zone, esclusivamente durante le ore notturne: saranno inoltre annunciate, a partire da oggi, da altoparlanti mobili che passeranno nelle rispettive zone interessate. Come per la prima disinfestazione eseguita il 16, 17 e 18 maggio, si raccomanda alla Cittadinanza di chiudere le finestre e di evitare di tenere sui balconi alimenti, vestiti e quant’altro in uso alle persone durante le operazioni, per evitare contaminazioni e pericoli”, dichiara l'Assessore all'Ambiente Davide Caporale.

In caso di pioggia la disinfestazione verrà rinviata a data da destinarsi che verrà prontamente comunicata.

 

Di seguito gli itinerari delle operazioni nel dettaglio.

Itinerario 1 CENTRO - dalle 23 del 20 giugno alle 05 del mattino seguente:

Largo Dell’appello, Via Garibaldi, Via Santa Maria Maggiore, Via Cavour, Via Valera, Via Umberto I°, Piazza Malvò, Via Finamore, Via Silvio Spaventa, Corso Roma, Via Dei Tribunali, Via Fieramosca, Via Agorai, Via Dei Frentani, Via Dei Bastioni, Piazza Plebiscito, Piazza Garibaldi, Via Dell’asilo, Via Del Torrione, Terminal bus, Via Eraldo Miscia, Piazza Eraldo Miscia, Via Ferro Di Cavallo, Via L. De Crecchio, Corso Trento e Trieste, Via Degli Abruzzi, Corso Bandiera, Via Dalmazia, Viale Delle Rimembranze, Piazza Unità d’Italia (ex Piazza Della Vittoria), Via V. Veneto, Via Per Fossacesia, Via Milano, Via S. Francesco D’Assisi, Via Bergamo, Via Modena, Via Mancinello, Piazzale S. Antonio (fino all’Istituto Zooprofilattico) Via Del Verde, Via Osento, Via Aterno, Via Michele De Pasqua, Via Del Mancino, Via S. Spirito, Via I. Silone, Via Don Minzoni, Via Dino Ciriaci, Via Guido Rosato, Via Tinari, Via Dei Decorati, Via B. Maiella, Piazzale Cuonzo, Via Barrella, Via Martiri 6 Ottobre, Viale Cappuccini (fino alla rotonda di Marcianese), Viale Marconi, Via Petragnani, Via Galvani, Via Belvedere Strada sotto lo Stadio, Pozzo Bagnaro, Via Per Frisa, parcheggio via per Frisa “ascensore”, Via Genova, Via Del Mare, Via Vicenza, Via Marzabotto, Via Venezia, Via Alba, Via Della Pace (zona Cimitero), Via Santa Croce (zona Via Firenze – Via Bologna – zona ex orto botanico), Olmo Di Riccio, Via Napoli,Via Torino,Via Ortona, Via Panoramica.

 

Itinerario 2 CONTRADE - dalle 23 del 21 giugno alle 05 del mattino seguente

Santa Maria Dei Mesi, Candelora, S. Egidio, S. Liberata, S.Iorio, Nasuti, Madonna Del Carmine, Spaccarelli, Sant'Amato, Costa Di Chieti, Sabbioni, Santa Giusta, Torre Sansone, Villa Elce, Rizzacorno (compreso Località Carrieri), Fontanelle, Colle Campitelli, Villa Pasquini, Serre, Camice, S. Onofrio, Piccola Sicilia.

 

Itinerario 3 CONTRADE - dalle 23 del 22 giugno alle 05 del mattino seguente

Marcianese, Follani (compresa Zona Industriale), S. Nicolino, Torre Marino, Quartiere Santa Rita, Via per Treglio, Zona Artigianale, Villa Martelli (compreso Via San Sevino fino ai depuratori e zona canile), Villa Stanazzo, Villa Spoltore, Iconicella, Re Di Coppe, Colle Pizzuto, Villa Andreoli.

 

E’ tutto pronto per la terza edizione della Notte del Parco, organizzata dall’associazione Amici della Musica ed inserita all’interno della stagione 2017 dell’Estate Musicale Frentana. Sabato 24 e domenica 25 giugno, il Parco delle Arti Musicali diventerà centro nevralgico culturale di Lanciano con un insieme di eventi, concerti ed esibizioni che metteranno insieme arte, fotografia, enogastronomia, poesia e ovviamente musica per un’offerta culturale a 360 gradi davvero per tutti i gusti.

Si parte sabato 24, alle ore 18, nella sala di musica da camera Manlio del Parco delle Arti Musicali con una sezione dedicata a poesia e letteratura a cura di Antonio Spadano e Lisa La Pietra con letture di Marianna Della Penna, Giovanni Di Guglielmo, Vito Moretti, Diana Scutti e Dante Troilo.? Alle ore 19.30, nella Piazza d’Armi delle Torri Montanare, ci sarà il primo dei tre concerti in programma con l’esibizione della Corale Fedele Fenaroli diretta dal M° Giuseppe Rullo. Alle 21.30, si torna nel chiostro del Parco con il tradizionale Guitar Ensemble Fenaroli a cura di Orlando Volpe. Alle 23, di nuovo nella Piazza d’Armi, a suonare ci sarà il Saba Anglana Quintet con “The jazz world line”.

Si proseguirà domenica 25 giugno, alle ore 18, nella sala Manlio La Morgia, con l’ultimo dei Concerti del Parco prima della pausa estiva, con l’esibizione di Lisa La Pietra e Marco Ciccone. Alle 21, in largo dell’Appello (di fronte le Torri Montanare), sarà la volta della lectio magistralis di Vittorio Sgarbi invitato da Confartigianato Chieti che presenterà il suo libro “Da Caravaggio a Tiepolo, dall’ombra alla luce”. A seguire, nel chiostro del Parco delle Arti Musicali, dinner party esclusivo con il critico d’arte, con la possibilità di degustare finger food e buon vino ed ascoltare la musica dal vivo del Taraf de Gadjo.

Inoltre, sono diverse le collaborazioni con realtà ed associazioni frentane che animeranno l’evento. Sarà presente l’associazione Arena7 con le esposizioni degli artisti Carla Cerbaso, Daniela Giuliani, Davide Cruciata e Michele Montanaro in una piccola sezione dedicata a (Con)fusioni, la mostra dell’incompiuto. Ci faranno compagnia anche i fotografi dell’associazione Social Photography Street 6212 con degli shooting fotografici durante le esibizioni musicali. E in ultimo, ma non per importanza, ci sarà la Delegazione FAI di Lanciano con guide ad hoc alla scoperta del Parco delle Arti Musicali e delle Torri Montanare per vedere come si è passati dalle sbarre del carcere di Santa Giovina alla libertà ed alla gioia della musica.

L’ingresso a tutti gli appuntamenti della Notte del Parco è gratuita tranne che per il concerto di Saba Anglana; ma più che un mero biglietto, a soli 5 euro, ci piace considerarlo come un’offerta che la città può fare all’associazione Amici della Musica per sostenerla in questo momento di difficoltà.

Non mancherà una sezione dedicata all’enogastronomia con Taste of Lanciano. Taste of Lanciano è il primo passo di un percorso verso la creazione di un brand dell'enogastronomia lancianese. “Taste” come sapore, gusto, quindi il sapore di Lanciano, inteso come esperienza di cultura, tradizioni e gusto di una città antica. Un marchio che vuole riunire gli operatori della gastronomia per offrire/proporre il nostro territorio in occasione di eventi culturali come appunto La Notte del Parco, oppure per offrire la ristorazione diffusa nel centro storico in occasione di grandi eventi o pellegrinaggi.

Con Taste of Lanciano immergersi nell'atmosfera del centro storico sarà un'esperienza piacevolissima. Per La Notte del Parco sarà proposta dalle ore 18.30 alle ore 24.00 la degustazione dei vini della Cantina Colle Moro associati a finger food realizzati da alcuni ristoratori della città. La degustazione avrà il costo di 5 euro per due calici di vino e tre finger food.


Importante la sinergia con il Consorzio Le Vie del Commercio di Lanciano che offrirà ai possessori della Card la degustazione al costo ridotto di 2,50 euro. Inoltre i primi 50 possessori di Card che ne faranno richiesta avranno diritto all'ingresso gratuito al concerto di Saba Anglana Quintet. Per fruire di tali benefici la card dovrà essere esibita al desk del Consorzio presente il 24 giugno presso il Parco delle Arti Musicali.