Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Atessa (Ch), 31 maggio 2018 – Manca pochissimo alla quarta edizione dell’Holi Color Day, la festa più colorata d’Abruzzo organizzata dall’associazione LOL Asd con i patrocini di Regione Abruzzo e Comune di Atessa.

Ricchissimo programma e tanti ospiti per l’evento che si terrà come di consueto il 2 giugno allo stadio comunale di Montemarcone.

Si partirà alle ore 11.00 con Color All Runners Abruzzo, una corsa divertente nata per promuovere il benessere e la felicità.  

La giornata andrà avanti con la festa dei colori con giochi per adulti e bambini, aree per famiglie, aree passeggio e tanta musica e spettacolo con ospiti di tutto rispetto.

Ad allietare l’evento ci sarà, direttamente da radio m2o, Alex Nocera, dj e produttore musicale italiano, partecipa alla Love Parade di Berlino (2001) e da quindici anni si esibisce nei migliori club italiani. Specializzato anche come remixer con i remix di "Su di noi” di Pupo, di "Shake dat booty" di Little Louie Vega pres. Anane, di "Dance Ritual" di Cerrone vs Vega, firma inoltre remix per artisti internazionali come Axwell, Jerry Ropero, Bob Sinclar, Steve Angello, Camille Jones, John Dahlback, Eddie Amador, Guru Josh e Fedde Le Grand. Nel 2009 fonda in collaborazione con Maurizio Montanari e il duo Luca Belloni il progetto StarClubbers e con i brani "El Sonido Latino", "L'estate è magica" e "Little Talks", entra nelle classifiche italiane ed europee. Ad oggi Alex Nocera ha realizzato più di 300 produzioni e un centinaio di remix. Attualmente lavora per la radio italiana m2o dove si occupa del programma m2o in HD, la musica allo stato puro in alta definizione.

Altra attesissima ospite è Nausica, dj e producer, nota per la sua partecipazione al Modena Park di Vasco Rossi come dj set open act, inizia la sua carriera come modella e testimonial di famose campagne pubblicitarie e miss Playmate Mondiale. Ben presto viene attratta dalla consolle e matura, grazie alla sua grande conoscenza della musica, un sound caldo e ritmato con uno stile unico ed in costante evoluzione, sempre alla ricerca di nuovi suoni e tecnologie. Fa parte della line up ufficiale del Nameless Music Festival e del Molo Street Parade di Rimini. E’ stata dj-set ufficiale all’apertura del tour “The Ultimate Collection World Tour” 2016 di Anastacia e sarà per il secondo anno consecutivo ospite dell’Holi Color di Atessa.

All’Holi Color Day 2018 ci sarà anche Gil Sanders, vincitore del premio  miglior Remixer italiano al Dance Music Awards Italia 2015. Noto per la traccia Deep House nata dalla collaborazione con l’olandese Tom Ferro e la voce dell’australiano Sean Declase ‘Sound Of Silence’ che raggiunge 1.000.000 plays on Spotify, per il remix ufficiale per Brooks ‘Make Your Move’ rilasciato da 2-Dutch Records/ARMADA Music e per la collaborazione con Lex Martin e la voce di Aurelia ‘The Night’, che raggiunge le Charts di Spotify con più di 1.000.000 di plays. L’anno scorso esce il suo nuovo singolo ‘Paradise’ con la voce di Diana Miro su Blanco y Negro.

E poi ci sarà anche DJ Kim: la sua forza è quella di usare canzoni inascoltate per costruire uno stato di trance curioso per gli ascoltatori e assicurarsi che tornino con un senso di soddisfazione. Estremamente versatile, passa dal Bollywood alla Commercial Music, al Progressive House, Tech House, EDM.  Indian Desi, Bhangra, Punjabi e Commercial House sono decisamente la sua forza.

Ma altri dj si alterneranno sulla console dell’Holi Color Day dando vita a 12 ore consecutive di musica: Marco Scaia (“Heroes of Italy” all’Halle-B di Vienna nel 2011 insieme a Gigi D’Agostino e Gabry Ponte), Raffaele Jair, Luigi Fioravante, Luigi Cicchini, Carmine Iacobitti, Francesco Cicchini, Diego Cardone, Enrico D’Amico, Giovanni Angelucci, Luca Picciotti, Lorenzo Scutti, Bozzy Brò, Tommy Kroose e il giovanissimo Mark Storm, amante sfrenato della dance music, ideatore del programma radiofonico “In the Club” su Greenstage radio, format  presentato anche su Canale 5, è il più giovane produttore di tutti i tempi, presente peraltro su Hit Mania e nella “Intenational worldwide TOP 100 Charts” con David Getta, Bob Sinclar e altri noti producer.

Mentre i vj saranno oltre a Ginola Parini, Jacopo Abbonizio e Giovanni Annese, la cantante e vocalist Kristal, voce da oltre dieci anni dei migliori club di tutta Europa, artista dalla natura eclettica e versatile, non si è mai legata a nessun genere musicale, sviluppando così la cultura e la tecnica necessarie a integrarsi perfettamente all’interno di qualsiasi genere di dj set. In radio è autrice e voce femminile ufficiale dei jingle dello “Zoo di 105”; per l’etichetta discografica “DoNot Records” di Pippo Palmieri e Dj Spyne, è sia autrice che interprete dei singoli Pop italiani “Notte da Leoni" e “Pose da Tronista”; nel 2018 è autrice e interprete del nuovo singolo ufficiale di “Che fatica la vita da bomber” prodotto con Marco Scaia e Alex Nocera.

La musica sarà accompagnata da un’animazione proveniente dai più esclusivi club italiani.

A disposizione dei partecipanti ci saranno servizi navetta da Chieti (terminal bus), Pescara (stazione centrale), Francavilla al Mare (chiesa di Santa Liberata), Ortona (Stadio) San Salvo (terminal Padre Pio), Vasto (terminal bus), Lanciano (terminal bus), Guardiagrele (terminal bus), Orsogna (piazza), Casoli (piazza), Altino (chiesa), Selva di Altino (Bper banca) e Piane d’Archi (Point Cafè). Per informazioni è attivo il numero 3277907009.

Novità assoluta dell’evento di quest’anno è il Lancio Shine, le polveri color oro e argento che faranno brillare il gremito parterre dello stadio comunale di Montemarcone.

L’Holi Color Day allestirà un’ampia area dedicata ai più piccoli con gonfiabili, baby dance, ballon art e trucca bimbi a cura dei Creatori di Sorrisi e Smike Animazioni; inoltre i bambini sotto i 12 anni potranno entrare gratuitamente all’evento.

 

 

 

 

San Salvo, 29 maggio 2018 – Si terrà il 24, 25 e 26 agosto prossimi la quinta edizione di “Progetto Sud Festival”, evento rivelazione del Centro Sud Italia organizzato dall’Associazione Culturale “Progetto Sud” con il Comune di San Salvo ed Eventi e Servizi.  San Salvo Marina sarà anche quest’anno la protagonista dell’evento gratuito che, in soli quattro anni, si è ritagliato un posto di primo piano tra le manifestazioni musicali di calibro nazionale.

E’ stata presentata stamane in Comune la quinta edizione dell’evento che prevederà il seguente programma musicale:

- Venerdì 24 agosto: in apertura la patchanka orchestra del Salento Mistura Louca e a seguire i Planet Funk che da quasi venti anni rappresentano una delle realtà più importanti del panorama della musica elettronica e dance internazionale, grazie alla distintiva natura di “collettivo” e ai successi ottenuti in questi anni. I Planet hanno collaborato con ElisaEmmaGiuliano SangiorgiJovanottiPier CorteseRaiz e Claudia Pandolfi nonché con artisti internazionali come i Simple MindsCecilia ChaillyLuke Allen e tanti altri. Nel 2015 il singolo We-people è stato scelto per la campagna globale di Save the Children per combattere la mortalità infantile mentre nel 2017 i Planet Funk si sono esibiti in occasione del Concerto del Primo Maggio con Another Sunrise, Non Stop e Who Said (Stuck in the UK).

- Sabato 25 agosto: in apertura il cantautore folk/blues calabrese Santino Cardamone, e a seguire i Marlene Kuntz, gruppo alternative rock italiano che porterà a San Salvo il tour estivo “Due di me”, un doppio concerto composto da una parte acustica e una elettronica che si propone di interpretare un tema assai caro a cinema e letteratura nell'arco di tutto  il novecento, ovvero "il doppio". Nella prima parte della scaletta la band presenterà i pezzi tratti dagli album che hanno centrato o anche solo sfiorato questa dimensione. Nella seconda parte del concerto ci sarà spazio per i grandi successi dei Marlene, quelli più richiesti dai fan nei loro live.

-  Domenica 26 agosto: i Motolov d’Irpinia e a seguire Rocco Hunt, una giovane e affermata voce del rap italiano con uno stile del tutto personale che affonda saldamente le radici nel tessuto sociale e urbano da cui proviene, le case popolari della Zona Orientale di Salerno. Fin da piccolissimo la musica è la sua più grande passione e ben presto diventerà il suo strumento più efficace per trasmettere e cercare di realizzare i sogni e le speranze di un bambino di periferia: “A' music' è speranz” (La musica è speranza) come celebra nella sua prima autoproduzione targata 2010.

Collabora con Clementino, Federico Zampaglione, Eros Ramazzotti ed Enzo Avitabile; nel 2014 vince il 64° Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte con il brano “Nu juorno buono” (certificato platino) contenuto, insieme a “Vieni come me” (certificato oro), nell’album “’A verità” (certificato disco di platino); è tra gli autori del fortunatissimo singolo “Roma-Bangkok” di Baby K feat Giusy Ferreri che conquista 8 platini; nel 2017 partecipa al Concerto del Primo Maggio a Roma. A marzo 2018 viene scelto per essere uno dei 10 giudici della prima edizione di Sanremo Young. Lo scorso primo maggio Rai Cinema presenta agli Incontri internazionali di cinema di Sorrento “Arrivano i prof”, una commedia scolastica ispirata a "Les Profs" che vede Rocco sia come autore della tracklist che come protagonista al fianco di Ivan Silvestrini, Claudio Bisio, Lino Guanciale e Maurizio Nichetti.

“L’obiettivo - spiegano gli organizzatori Antonio Cane, Andrea Di Iorio e Daniele Manzone – è quello di crescere di anno in anno. L’edizione 2018 mostra un arricchimento dell’iniziativa sia a livello artistico che organizzativo. Tra le novità di quest’anno ci sarà un concorso fotografico dedicato alla promozione del territorio i cui dettagli verranno forniti prossimamente”.

 Ad accompagnare la ricca proposta musicale di “Progetto Sud Festival” ci saranno i gustosi piatti dello “Street Food d’aMare”, l’originale cibo da strada, organizzato in collaborazione con Circus Eventi, uno dei maggiori organizzatori di iniziative di street food in Italia.

“Il successo di Progetto Sud ha una sola chiave di lettura - ha sottolineato il sindaco Tiziana Magnacca in conferenza stampa - il gran lavoro e la capacità di coinvolgimento della città e delle attività commerciali per un evento che contribuisce ad arricchire l’offerta turistica di San Salvo. Progetto Sud è una grande iniziativa di promozione, di incontro di stili musicali e capacità di interpretare i gusti dei giovani”.

Per l’assessore alle Attività produttive e Turismo Tonino Marcello “è un appuntamento che consente di allungare la stagione estiva a San Salvo Marina senza che si debba pagare un biglietto per assistere alla tre serate, un evento che ci riempie di orgoglio per la formula scelta dagli organizzatori”.

 

 

 

 

Si aprirà ufficialmente venerdì 1° giugno, alle ore 18, nella Cattedrale della Madonna del Ponte di Lanciano, la stagione 2018 dell’Estate Musicale Frentana.

Ad inaugurare la stagione numero 47, la celebrazione ed il concerto in onore del bicentenario della morte di Fedele Fenaroli con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, diretta dal maestro Pasquale Veleno. Sono ben quattro i cori che si alterneranno sul palco della Cattedrale: il Coro della Virgola, la Corale Fenaroli, il coro Hippolito Sabino e Polymnos Ensemble, preparati e diretti al M° Giuseppe Rullo, con le musiche di Fenaroli, Haydn e Vivaldi.

Le celebrazioni e la musica proseguiranno giovedì 7 giugno, nel Parco delle Arti Musicali, dalle ore 17, con l’inaugurazione Filanxanum 2018, esposizione filatelica celebrativa del Bicentenario Fenaroliano e concerto del Trio “Le Cordes Antiques”, con le musiche di Fedele Fenaroli.

Sabato 16 giugno, in occasione della Notte del Parco, le celebrazioni si chiuderanno con una conferenza musicologica ed un concerto su “Fedele Fenaroli e la Scuola Napoletana”, a cura di Lisa La Pietra.

 

 “Un programma completo e variegato, pensato per accontentare tutti i gusti, nel segno della musica e del divertimento”.

E’ stato presentato in questi termini, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta stamattina alla Casa di Conversazione di Lanciano, il programma delle 4 giornate clou (13, 14, 15 e 16) delle Feste di Settembre 2018. Si era capito nei mesi scorsi che il nome grosso, il cantante di rilievo, come tradizione vuole per la sera del 16, fossa Massimo Ranieri e pensare si restasse a quei livelli era impensabile.

Presenti il Sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, l'Assessore alla Cultura Turismo e Grandi Eventi Marusca Miscia, il Presidente del Comitato Feste di Settembre Maurizio Trevisan e Danilo Daita, promotore di alcuni degli eventi. Alla conferenza stampa ha partecipato anche Gabriele Sbattella in arte L'Uomo Gatto (Da Sarabanda di Italia 1 e Caduta Libera Canale 5) che sarà tra i protagonisti della “Nottata”. 

 Questo il programma presentato.

 Giovedì 13 settembre

Il 13, aspettando l’Apertura, è in programma una vera e propria “maratona” di 420 minuti (che sarà anche in diretta tv e web) con il coordinamento di Danilo Daita, conduttore, cantante e artista poliedrico.  La serata non poteva che intitolarsi “La Nuttate 3.0” e vedrà il susseguirsi di molti eventi. Dalle 21, la 6^ Edizione di Diversa...Mente, Festival Nazionale per Artisti Diversamente Abili, con la partecipazione di Carlo Scalese (Gravina in Puglia), Fedez Perosino (Torino), Daniele Smalin (Ukraina - Roma), Francy Voice e la partecipazione straordinaria dell'Assessore alle pari opportunità del Comune di San Gregorio di Catania , Dott.ssa Roberta Mazzullo.

A seguire, dalle 22, Miss Lanciano 2018 con un cast artistico che comprende: Marco Boni, vincitore di “Prodigi 2017” su RAI 1; Gaia Di Giuseppe da “Ti lascio una canzone” di RAI 1; Laura Fantauzzo  finalista di Tour Music Festival 2017, Arianna Ulivi - Junior Eurovision Song Contest; Maurizio Pallotta finalista Area Sanremo 2017; Riccardo Pomponio, 2° classificato a Sanremo Jukebox; Anemamè da Sanremo Doc 2018; Angela Marrone da Sanremo Doc 2018; Giorgio Spinelli da Targa cantautorato Premio Dalla 2018 Esmeralda Pennisi da New Talent Sanremo Doc 2019 e “Alma gitana”, duo composto da chitarra e percussione di musica gitana.

Ospiti Claudio Alberto Francesconi (dal Cast di "Quelli che il...calcio" di RAI 2), Gabriele Sbattella in arte L'Uomo Gatto (Da Sarabanda di Italia 1 e Caduta Libera Canale 5) e Axx Donnel (leader dei Traks interpreti del famosissimo brano "The long train running").

Dalle 24.00 fino ai fuochi pirotecnici delle 4 del mattino, piazza Plebiscito si trasforma in una discoteca all’aperto con Damiano Di Mattia Resident Dj & United Dj's 90 - The Woman Dj 2019 - contest Dj al ‘femminile’. Animazione e co-conduzione con Italia Borzillo & Josephine Daita.

Non mancheranno anche spazi enogastronomici con i prodotti tipici del territorio.

 Venerdì 14 settembre

Atmosfere decisamente più rétro il 14 settembre con il Festival “Ragazzi di Strada” a cura di Danilo Daita e Sanremo d.o.c., con la partecipazione straordinaria di Mario Tessuto (“Lisa dagli occhi blu”) e molti altri ospiti, tra cui Giuliano dei Notturni (“Il ballo di Simone”), Gian Pieretti (“Pietre”), Enrico Maria Papes (“tema” I Giganti), Pietruccio Montalbetti (“Sognando la California” – I Dik Dik) e I Corvi (“Ragazzo di strada”).

 Sabato 15 settembre

Spazio di nuovo ai giovani il 15 settembre in piazza Plebiscito, con l’esibizione di Thomas Bocchimpani, che ha partecipato alla scorsa edizione di Amici di Maria de Filippi e sta attualmente girando l’Italia con il suo Thomas Live Tour 2018. Thomas, apprezzato soprattutto dai giovanissimi, è stato lanciato dalla seguitissima trasmissione di Maria de Filippi, a seguito della quale ha pubblicato il suo primo album, un mix di ritmi incalzanti, sonorità hip hop e R’n’B, ma anche alcune ballad intime e delicate.

 

Domenica 16 settembre

Super ospite il 16 settembre, come già annunciato qualche settimana fa, sarà Massimo Ranieri, tra i più conosciuti artisti a livello nazionale: non soltanto un cantante, ma anche attore, showman e intrattenitore. La sua esibizione sarà un’occasione quasi unica per piazza Plebiscito, visto che siamo abituati a vederlo più che altro nei teatri, in televisione o al cinema, anche nei ruoli di conduttore, attore o regista. E invece il 16 settembre a Lanciano regalerà uno spettacolo straordinario, “Sogno e son desto”, fatto di musica, canzoni e parole,

 

 

L’appuntamento del mese di maggio, domenica 6, alle ore 18, nella sala di musica da camera “Manlio La Morgia”, con "I Concerti del Parco" è come ormai da tradizione con il concerto del premio International EMF Young Musician 2018, arrivato alla quinta edizione, e rivolto ai giovani talenti tra gli allievi presenti a Lanciano per i corsi di formazione, i seminari e le varie iniziative didattiche dell'EMF, per incentivare e sostenere, con una borsa di studio, la formazione solistica e il progetto artistico proposto.

Ed è proprio dal riconoscimento del talento e dall’attenzione rivolta ai giovani e alle realtà associative, che il Rotary Club Lanciano, uno degli oltre 33mila Club del Rotary International, ha istituito questo premio per giovani e talentuosi musicisti, nell’ambito di una collaborazione con l'associazione "Amici della Musica" Fedele Fenaroli. Il premio ha cadenza annuale ed è consegnato con una cerimonia e un concerto del solista o del suo progetto artistico e musicale.

"Il Rotary, anche quest’anno, tiene fede all'impegno di sostenere i giovani talenti musicali espressi nell'ambito delle attività formative promosse dall'associazione Amici della musica. - commenta la presidente del Rotary Club Lanciano, Licia Caprara - È un appuntamento irrinunciabile, perché la valorizzazione dei giovani rappresenta una delle azioni centrali per la nostra organizzazione, impegnata a livello internazionale e locale in progetti finalizzati a offrire ai ragazzi opportunità di studio e qualificazione professionale.  Ma il premio è anche l'occasione per rinsaldare rapporti di collaborazione con l'Estate Musicale Frentana, una realtà di eccellenza che merita tutto il nostro sostegno “.

Tutti i Concerti Didattici sono con posto unico a 5 euro. Per i soci/abbonati, è anche possibile entrare gratuitamente e assistere a ‘I Concerti del Parco’ nella Sala di Musica da Camera "Manlio La Morgia", concerti legati all'attività didattica, che si svolgono con uno o più appuntamenti mensili, prima dell’inizio e dopo la tradizionale parte estiva concertistica e di formazione orchestrale annessa, dell’Estate Musicale Frentana. I biglietti per il posto unico sono fissati in euro 5. Tutta la programmazione de ‘I Concerti del Parco’ è disponibile sul sito ufficiale www.estatemusicalefrentana.it    

Quello che è andato in scena ieri sera al Fenaroli di Lanciano non è semplice teatro, per quanto il teatro possa esserlo. Sul palco del teatro cittadino si è reincarnata la storia recente di Lanciano. La città del Tabacco, le mitiche tabacchine, ieri sera erano li, qualcuno lo era davvero in primis la signora Iolanda ed altre sue amiche, con 50 anni di meno, con le canzoni della loro gioventù. Erano li con tutta la loro fragilità di ragazze ingenue alle quali veniva dato un grembiule celeste ed una cuffia. Lavorare, fra la muffa e la puzza, i vostri mariti sono a casa che vi aspettano. Qualcuno vi dirà anche che siete ”troppo libere” e voi invece vi emozionate per una sedia a sdraio che un parente americano vi ha donato per quei giorni di lotta. Avete tanti sensi di colpa: “chissà se quill a la casa tenne a magnà”, dice una. La lotta dovrà essere per tutte, le anziane, che l’ATI l’hanno creata e per le giovani che aspettano un figlio e sono qui a  dormire a terra con noi. E poi parlano i lavoratori moderni, quelli del 2018, quelli che ai quali le tabacchine credevano di aver dato un aiuto: “chissà quanto staranno bene i nostri nipoti fra 50 anni. Resistiamo lo facciamo per loro”….dicevano…..

E invece no, oggi il lavori non è un diritto, oggi si elemosina , si  studia, ci si specializza eppure si elemosina, COcOcO, partita iva, interinali, a progetto, cooperative e esodati………una giungla di nomi, di contratti, atipici, che poi che significa atipico, se lavoro e produco come chi un contratto normale lo ha perché io sarei atipico.

Lo spettacolo è la conclusione del progetto “Teatro di comunità”, un percorso di cittadinanza attiva che ha coinvolto più di 40 cittadini/e della città di Lanciano e che trova la sua origine nella Rivolta delle operaie dello stabilimento dell'Azienda Tabacchi Italiana.

L’evento, ideato dalla regista Eva Martelli insieme all’associazione L’altritalia ha visto la straordinaria partecipazione di Mario Giancristofaro giornalista, ed orgoglioso figlio di Tabacchine che, emozionato, ha letto un discorso dalla loggetta della Casa di Conversazione, dove alla fine la rappresentazione si sposta.

E, come gia accennato più su, le signore ex-tabacchine Iolanda Cardinelli, Lidia Nardone, Lidia Manzi. 

In scena Giovanna Azzarà, Dominique Berardozzi, Laura Di Teodoro, Beatrice Fosco, Milly Luna, Paola Mantini, Loredana Ricci, Antonella Scampoli, Piera Spaziani, Cristian Zullie la partecipazione di Ilaria Barbati, Alessandro Bianco, Rita Buccella, Marina Ciancetta, Paola Colacelli, Assunta Colacioppo, Francesca Colacioppo, Valeria Deriard, Thierno Diao, Dama Fadiga, Giovanni Di Guglielmo, Daniele Di Nenno, Enrico Di Nenno, Diana Ficco, Grazia Fioretti, Sara Galassi, Giorgio Gargarella, Claudia Lanci, Laura Masciotta, Vanessa Massimini, Daniele Moretti, Isabella Muscente, Chiara Pasquini, Claudio Piccirilli, Mattia Robertiello, Marisa Serafini, Paolo Sideri, Mattia Sigismondi, Maria Rosaria Tortella, Emanuele Zulli, Maria Zulli. (Clara Labrozzi)

  

Questa sera si replica alle 21.

 

Questa sera, giovedi’ 26 aprile e dpmani venerdi 27 alle ore 21 Gli Amici della Ribalta presentano la commedia teatrale di Aldo De Benedetti “Non Ti conosco più” per la regia di Luigi Marfisi che ha curato anche la trasposizione in dialetto lancianese.

Non ti conosco più è stato un film del 1936, diretto dal regista Nunzio Malasomma. Dalla stessa opera è stato tratto nel 1980 il film Non ti conosco più amore con Monica VittiJohnny Dorelli e Gigi Proietti.

Trama

Luisa è la bisbetica moglie dell'avvocato Paolo Malpieri, un giorno dopo una crisi di nervi non lo riconosce più. Il marito chiede aiuto al professor Spinelli e la moglie riconosce in lui il marito. Arriva una zia di Luisa che non conosce il marito e tenta di accasare la figlia Evelina all'avvocato presentato come amico di famiglia da Luisa. Il mattino seguente il dottore, parlando con la dattilografa, scopre che la crisi è avvenuta quando la moglie ha visto l'avvocato mentre baciava la ragazza. Luisa rivede la scena e, furiosa con il professore, propone a Paolo di fuggire assieme ma, prima, ha un chiarimento con il professore con il quale ha scambiato un bacio forse d'amore.

Nell’edizione “lancianese” dell’opera interpretata da Paola Caporale, Vincenzo Torosantucci, Anna De Sanctis, Luigi Marfisi, Lilia Giangregorio, Giulia Amaro Cieleste Ciarelli e Clara Labrozzi non mancheranno i colpi di scena e le risate per il pubblico, sempre numeroso nel seguire la compagnia che negli anni ha ricevuto tanti premi regionali e nazionali.

Gli Amici della Ribalta, prossimi al trentesimo anno di attività teatrale, curano da 15 anni anche la rassegna del teatro dialettale nazionale che si tiene al Teatro Fenaroli di Lanciano.

Un appuntamento da non perdere per trascorrere alcune ore di allegria in uno spettacolo adatto a tutta la famiglia.

I biglietti sono ancora diponibili sul circuito ciaotikets e nei rivenditori autorizzati menzionati nella locandina

 

Secondo appuntamento con la rassegna di teatro della memoria, incluso nel cartellone 2017/2018 del Teatro Fenaroli di Lanciano: sabato 14 alle 21.00 e domenica 15 aprile alle 17.30 presso l’Auditorium Diocleziano, l’Associazione Culturale “Il Ponte” e il Teatro Studio di Lanciano presentano T4, libero adattamento e regia di Carmine Marino da “Tiergartenstrasse 4” di Pietro Floridia; con Rossella Gesini e Carmine Marino.Ambientata negli anni ’40 ad Amburgo, questa storia dolcissima e tragica racconta l’incontro di due persone, George un giovane disabile mentale che vive coltivando fiori nell’assoluta innocenza di un rapporto di verità col mondo e Gertrud, l’infermiera nazista mandata a verificare le condizioni di George con il compito di sottoporlo al programma T4, il cosiddetto ‘Olocausto minore’ che prevedeva l’eliminazione dei disabili come vite ‘indegne di essere vissute’. L’incontro si trasforma a poco a poco in un’amicizia profonda ed in un legame di cura e di tenerezza che unirà i destini dei due fino alla fine. La scena si svolge su un duplice registro, la deposizione di Gertrud al tribunale delle forze alleate, dopo la fine della guerra e le vicende precedenti che scandiscono i momenti della storia.

Il testo di Pietro Floridia si rivela così un convincente meccanismo teatrale.

A prestare il volto al disabile mentale George, un uomo, come si ricorda nel primo interrogatorio, “che ha la mente di un bambino di 8-9 anni”, è Carmine Marino. Al suo fianco, Rossella Gesini è la signorina Gertrud, personaggio che cristallizzato nel ruolo dell’infermiera autoritaria, va man mano aprendosi alla realtà della vita che la porta ad essere prima di tutto donna ed amica.

 La parola tiergarten significa zoo: sarebbe il giardino (garten) degli animali (tier). Nel testo teatrale di Pietro Floridia, Tiergartenstrasse 4 è l’indirizzo della villa di Berlino che fu trasformata nel quartier generale dell'Aktion T4, il programma sull'eutanasia con cui i nazisti soppressero oltre duecentomila disabili. Che cos’è uno zoo se non un carcere in cui gli animali sono rinchiusi in gabbie? Pertanto il giardino si rivela una galera, il luogo di delizie un luogo di sofferenza, il paradiso un inferno. E quale metafora migliore per descrivere la condizione di diversità nella Germania nazista se non quella di un giardino con le sbarre? E quante sono le reali trasposizioni metaforiche di questo (non) giardino? Campi di concentramento, campi di sterminio,

campi di prigionia, ospedali. Sì, anche gli ospedali in cui veniva applicato il T4, il cosiddetto Olocausto minore, potevano diventare dei terribili giardini in cui nascondere (ed eliminare) la diversità. Ma dietro la parola tiergarten si può scorgere anche un’altra immagine, quella di un altro giardino: non più uno zoo, ma una serra, quella in cui George ha trascorso la propria esistenza di bambino emarginato, di figlio allontanato, di uomo abbandonato; la serra in cui ha imparato a conoscere i segreti della natura, la bellezza delle piante, il colore dei fiori, in cui ha messo da parte le paure per vivere una vita di totale spensieratezza. Ma, in fondo, anche in quella serra George era come un animale in gabbia, un giovane diverso tenuto a distanza dalla propria famiglia, nascosto nella serra durante le cene e i balli, nascosto agli amici e alla società perché al di fuori degli schemi codificati dell’onestà e dell’apparenza. Ma quella serra-prigione diventa per il protagonista un luogo di sogno, il luogo da cui rifuggire dalla noia, dalla solitudine, dalla disperazione, il luogo in cui trovare per la prima volta una propria identità, un proprio ruolo nel mondo, e un amico con cui parlare: il giglio Gunther.

Quando Gertrud, l’infermiera nazista incaricata di sottoporlo al T4, incontra George, il giardino-serra si scontra con il giardino-ospedale: l’ingenuità del ragazzo fa breccia nel cuore della donna, incapace di portare a termine la missione e decisa al tutto per tutto pur di mantenere in vita il seme della speranza. Il dramma diventa così un’avventura in grado di tenere lo spettatore con il fiato sospeso per poco più di un’ora, senza interruzione, senza uscite di scena, ma in un racconto ritmato e scandito tra l’interrogatorio dell’infermiera Gertrud alle forze alleate, dopo la fine della guerra, e le scene che rievocano la bella amicizia tra i due protagonisti.

 

Ingresso € 5,00 - Prenotazioni al 366.6689100

 

L’Associazione Culturale “Il Ponte” di Lanciano si è aggiudicato il premio quale “Migliore Compagnia” nell’ambito della IV edizione della Rassegna di Teatro Comico Dialettale "Drago d'Oro" di Atessa, per lo spettacolo “Queste è lu tempe de mò” di Leonello Marino.

La Giuria Tecnica, presieduta da Antonio Potere, Presidente Regionale della FITA Abruzzo (Federazione Italiana Teatro Amatori), si è così espressa nei confronti dello spettacolo de “Il Ponte”: “un impianto teatrale di grande armonia nel quale si rivelano una sorprendente consapevolezza e qualità espressive, offrendo uno spettacolo spumeggiante, condotto con abilità, il tutto come risultato di un lavoro corale degli interpreti dalla coinvolgente espressività che evidenzia come la Compagnia sia ben preparata ed affiatata”.

Oltre a questo massimo riconoscimento, l'Associazione "Il Ponte" è stata ulteriormente premiata nella persona di Francesco Angelucci al quale è stato assegnato il Premio “Antonio Marchetti” per la sua ecletticità attoriale evidenziata, in modo particolare, nell'interpretazione di don Casimire, il bizzarro parroco del paese.

“E’ davvero una grande soddisfazione per la nostra Associazione – evidenziano entusiasti il Presidente Carmine Paolini ed il Direttore Artistico Carmine Marino – due bellissimi riconoscimenti che rappresentano un bel regalo in occasione dei 35 anni di ininterrotta attività dell’Associazione”.

 

 

 

E’ Massimo Ranieri il super ospite delle Feste di Settembre 2018. Ad annunciarlo, questa mattina in conferenza stampa insieme al sindaco Mario Pupillo e all’Assessore alla Cultura Turismo e Grandi Eventi Marusca Miscia, è stato il presidente del comitato Feste di Settembre Maurizio Trevisan, riconfermato dopo il grande riscontro in termini di partecipazione e gradimento del programma allestito lo scorso anno.

E se già nel 2017 le feste patronali frentane, giunte alle 185^ edizione, si erano distinte per la qualità degli artisti presenti (UT New Trolls, Dodi Battaglia e Alex Britti), quest’anno l’annuncio del super ospite che si esibirà domenica 16 settembre in piazza Plebiscito è altrettanto ghiotto.

Massimo Ranieri è infatti tra i più conosciuti artisti a livello nazionale: non soltanto un cantante, ma anche attore, showman e intrattenitore. La sua esibizione sarà un’occasione quasi unica per piazza Plebiscito, visto che siamo abituati a vederlo più che altro nei teatri, in televisione o al cinema, anche nei ruoli di conduttore, attore o regista. E invece il 16 settembre a Lanciano regalerà uno spettacolo straordinario, fatto di musica, canzoni e parole.

“Sogno e son desto” è il nome del tour che l’artista sta portando in giro per il mondo: prima di Lanciano infatti si esibirà in tutta Italia, ma anche negli Stati Uniti, in Canada e Russia.

Scritto da Gualtiero Peirce e Massimo Ranieri lo spettacolo, dal titolo giocoso e provocatorio, non sarà dedicato ai vincitori e agli eroi, ma agli ultimi e ai sognatori: gli uomini e le donne cantati dalla musica di Raffaele Viviani e di Pino Daniele; o dal teatro di Eduardo De Filippo e Nino Taranto. Tra canzoni e monologhi non mancheranno i colpi di teatro: nel recital Ranieri andrà oltre il repertorio della canzone napoletana, interpretando brani dei più celebri cantautori italiani e internazionali: da Fabrizio De Andrè a Francesco Guccini, da Charles Aznavour a Violeta Parra.

Tra conferme e novità, nel corso della conferenza stampa di questa mattina sono stati fatti altri due annunci: le luminarie saranno realizzate, come lo scorso anno, dalla ditta di Paulicelli Gianfranco, mentre per quanto riguarda la Banda, il presidente Trevisan ha annunciato con grande soddisfazione la presenza della Banda Città di Lanciano.

 “Essere riuscito a portare Massimo Ranieri in piazza a Lanciano – è il commento entusiasta del presidente delle Feste di Settembre 2018, Maurizio Trevisan – è stato un traguardo straordinario. All’inizio sembrava un’impresa impossibile, ma poi ce l’abbiamo fatta. Con questo primo risultato rimettiamo in moto la macchina organizzativa delle Feste di Settembre 2018, che sarà composta da tantissimi altri eventi, che sveleremo nelle prossime settimane”.  

Altrettanto entusiasti il sindaco Mario Pupillo e l’assessore alla Cultura Turismo e Grandi Eventi Marusca Miscia.

 “Quella di Massimo Ranieri è una scelta di altissimo livello che consente di proseguire sulla strada intrapresa lo scorso anno: un deciso cambio di rotta verso la musica di qualità che ha reso le Feste di Settembre un appuntamento imperdibile per decine di migliaia di persone. Auspichiamo una grande partecipazione da parte della città e dei cittadini, le Feste sono di tutti e rappresentano l'appuntamento più atteso dell'anno dai Lancianesi e non solo. Come Amministrazione, con grande sforzo, abbiamo fatto e faremo la nostra parte: abbiamo riavvicinato, ma non pareggiato, la quota del contributo storico che il Comune assicurava alle Feste, il cui indotto in termini economici e sociali è sotto gli occhi di tutti. Ringraziamo il Presidente del Comitato Maurizio Trevisan con tutto il suo staff che hanno messo a segno questo autentico colpaccio per Lanciano con l'ingaggio del più grande uomo di spettacolo poliedrico italiano”.

 

  • Pagina 2