Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

È arrivato questa mattina il parere della sovrintendenza, la pista di pattinaggio sul ghiaccio si farà. Abbiamo provveduto con le ordinanze di divieto di sosta, ha dichiarato l’assessore al commercio Francesca Caporale e la rimozione dei paletti vicino al monumento ai caduti in piazza Plebiscito e, ovviamente,  alla preparazione della concessione. Il permesso è stato concesso a chi ne aveva fatto richiesta e non alla Proloco che aveva invece imputato alla mancata concessione dei permessi della pista la sua rinuncia all’organizzazione delle attività natalizie.

Dopo il pagamento della tosap, concluse l’assessore, e il ritiro della concessione, mercoledì mattina iniziano le operazioni di montaggio.

Il programma prevede: da metà dicembre, tutti i giorni la PISTA DI PATTINAGGIO SUL GHIACCIO.

Giovedì 7 dicembre ore 18.45 accensione Albero di Natale LIGNUM VERBA in  Piazza Plebiscito, già fervono i preparativi.

Benerdì 8 dicembre  dalle 16.30 VETRINE IN MOVIMENTO ai  Portici Comunali

Venerdì 8 sab 9 dom 10 dalle 17LA MAGIA DEL NATALE Shopping Musica Streed Food in Corso Bandiera

Mercoledì 13 dalle 10  MERCATINO DI NATALE CON LE MANI Hobbysti e Artigiani nell’ area pedonale di Corso Trento e Trieste

Venerdì 15 e sabato 16 dalle ore 17 e sabato tutta la giornata  MERCATO SCOPERTO Agricoltura Biologica KM 0 Autoproduzione e Artigianato | via dei Frentani

Domenica 31 dicembre dalle ore 21.30 #31Lanciano CONCERTO DI CAPODANNO IN PIAZZA con il Management del Dolore Post-Operatorio - The Escorts - Dj Martina Derli 

Sono stati più di 1500 gli alunni delle scuole del territorio frentano che nella scorsa settimana, da lunedì 20 a sabato 25 novembre, hanno animato il teatro Fenaroli di Lanciano per la settima edizione della Festa di Santa Cecilia, organizzata dall’associazione “Amici della Musica”, per la stagione 2017 dell’Estate Musicale Frentana.

Dalle scuole elementari, fino a licei ed istituti professionali, i ragazzi hanno avuto l’opportunità di partecipare ad una coinvolgente lezione-concerto con i Symphoniae Ensemble alla scoperta del mondo di zampogne e cornamuse, assistere al suggestivo spettacolo dedicato alla figura di Maria Callas a cura dell’associazione culturale Il Ponte e visto il film documentario “La rete di Santini” in un teatro vestito come un elegante e raccolto cinema.

Ma il piatto forte di questa settimana dedicata a musica e teatro è la stata la messa in scena dell’opera Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini a cura di Opera World ed in collaborazione con gli studenti dell’istituto Palizzi di Lanciano che hanno curato scenografie, trucco e parrucco. Sei repliche mattutine per le scuole e due serali per il pubblico di appassionati hanno visto gli applausi scroscianti di un teatro Fenaroli pieno ed entusiasta per uno spettacolo che ha sapientemente saputo coniugare cantanti professionisti ad alunni divertiti.

“La settimana di Santa Cecilia resta per noi l’emblema dell’Estate Musicale Frentana perché mette al centro di tutto la didattica. - afferma il sovrintendente artistico Omar Crocetti - Ed il coinvolgimento degli studenti, sia come spettatori che come attori ne è la prova. La stagione EMF 2017, a firma della direzione artistica di Donato Renzetti, - prosegue Crocetti - ha ancor di più puntato sulla formazione, applicata ai progetti e gli eventi della festa di Santa Cecilia, aprendo in particolare ai laboratori didattici ed all’opera per una nuova forma di didattica musicale”.

Si è tenuta venerdì 24 al cinema CiakCity di Lanciano la prima del film #RESPECT, UNA QUESTIONE DI TIFO, il film sociale promossa dall’Inter Club di Lanciano, ideato dal  regista esordiente Antonio Primomo di Lanciano, con un cast di attori lancianesi anche loro alla prima esperienza. Grandissima l’ affluenza di pubblico . Grande la soddisfazione degli autori che non immaginavano un riscontro del genere  e che sono stati travolti dalle tantissimi richiesti di biglietti. Lo scopo sociale e la storia divertente hanno convinto i lancianesi e non solo.

L’Affluenza così massiccia alla prima mi inorgoglisce perché è stata premiata la genuinità del film e mi testimonia che il messaggio sociale che volevo trasmettere è arrivato chiaro e forte. E’ questo il commento del regista Antonio Primomo.

Tommaso Olivieri, classe 1990, di San Vito Chietino è stato uno dei protagonisti della finalissima del   reality dedicato a sfide di cucina in onda su Sky Uno,  Hell’s Kitchen.

Olivieri, che viene da una famiglia di ristoratori,  si è confrontato con Erika e Mohamed . Alla fine ad avere la meglio è stato proprio Mohamed che si è aggiudicato  un posto da executive chef (in uno dei ristoranti del JW Marriott Venice Resort Spa presso l’Isola delle Rose a Venezia).

Lo show è guidato da Carlo Cracco.

Con la Stagione di prosa 2017/2018 si è avviata la collaborazione tra il Teatro Comunale Fedele Fenaroli di Lanciano e l’ACS Abruzzo Circuito Spettacolo, circuito multidisciplinare abruzzese per la distribuzione dello spettacolo dal vivo, con l’obiettivo di unire le forze per una proposta culturale sempre attenta alle esigenze di un pubblico affezionato e competente come quello dello storico Teatro frentano. In programmaLE SERVE, di Jean Genet, con Anna Bonaiuto, Manuela Mandracchia, Vanessa Gravina; regia Giovanni Anfuso.

 “Uno straordinario esempio di continuo ribaltamento fra essere e apparire, fra immaginario e realtà”. Con queste parole Jean-Paul Sartre descriveva Le serve (Les bonnes) di Jean Genet, una delle sue opere più famose. Genet con il suo teatro ha indubbiamente rivoluzionato la forma stessa della tragedia moderna. Scritto nel 1947 ed ispirato ad un evento di cronaca che impressionò enormemente l’opinione pubblica francese, Le serve è considerato uno dei suoi capolavori, una perfetta macchina teatrale in cui il gioco del teatro nel teatro è svelato per mettere a nudo, in modo straordinario, la menzogna della scena, con una struttura che scava nel profondo. Claire e Solange, due serve smunte e androgine, vivono un rapporto di amore - odio con la loro padrona, la sontuosa Madame, che incarna tutti gli ideali perduti: eleganza, bellezza, successo.

Loro, brutte e sempre più arcigne, ogni sera, quando la padrona non c’è, si ritrovano ad allestire un ossessivo teatrino, una doppia vita in cui, come bimbe perverse, giocano “a fare Madame”. A turno, vestono i suoi abiti, la imitano e, alla fine del rito, la uccidono. Ma ben presto finzione e realtà, nelle loro menti schizofreniche, si sovrappongono. Terrorizzate dall’idea che l’amante di Madame, da loro denunciato con delle lettere anonime, sarà presto rilasciato e che la verità sarà scoperta, tentano, come estrema soluzione, di avvelenare la padrona con una tazza di tisana che Madame, nella sua svagata disattenzione, non berrà. Sarà invece Claire, sempre più sprofondata nella doppiezza della sua vita, ad ingerire la bevanda avvelenata offertale dalla sorella carnefice. Claire e Solange, vittime di una ingordigia metafisica nei confronti di Madame, simbolo di un potere assoluto da abbattere, disgustoso ed affascinante al contempo.

Claire e Solange incarnano alla perfezione un dualismo perpetuo, affondate o forse prigioniere nei ruoli violenti e speculari della “vittima” e del “carnefice”, della “criminale” e della “santa”. Facce di una stessa medaglia che coesistono in ciascuno di noi e che, spesso, si sovrappongono fino a confondersi.

 

Biglietti e abbonamenti in vendita presso il botteghino del teatro (16.30/19.30)

Treglio, 8 novembre 2017 – Presentata stamane alla sede della Pro Loco la ventesima edizione di “Borgo Rurale”, la più nota manifestazione abruzzese dedicata al vino novello, castagne e olio nuovo che si terrà a Treglio (Ch) sabato 11 e domenica 12 novembre. Alla presenza del sindaco Massimiliano Berghella, del presidente della Pro Loco Francesco Conserva e degli altri membri del direttivo dell’associazione, è stato illustrato il programma  di quest’anno.

Saranno circa venti le postazioni dedicate ai piatti tipici del territorio e undici al vino. Tra le antiche vie del borgo si potranno degustare pasta con fagioli, pancetta e zafferano, pennette ceci e baccalà, pizze e foje, maccarune a la trappitare, pancetta alla brace, arrosticini, frittata con salsicce, cif e ciaf, pizza fritta, pizza scima, pallotte cace e ove, castagne e ceci, crispelle e pizzelle. Il tutto accompagnato dai vini delle cantine Spinelli, Miglianico, Citra e Casal Thaulero, Madonna dei Miracoli, Eredi Legonziano e Colle Moro. Nello specifico saranno sette le postazioni dedicate al vino novello e al Montepulciano e una al Pecorino.

“Quindici quintali di castagne, due e mezzo di ceci, otto quintali di pancetta, cinque di salsiccia, seimila bottiglie di vino, sono soltanto alcuni numeri della ventesima edizione di Borgo Rurale – spiega il presidente della Pro Loco Francesco Conserva, associazione che si occupa dell’organizzazione dell’evento con il patrocinio del Comune di Treglio e della Regione Abruzzo – Il nostro obiettivo è quello di migliorarci ogni anno sempre di più e di rendere l’iniziativa sempre più appetibile ai visitatori che raggiungono Treglio anche da fuori regione”.  

Veneto, Lombardia, Campania e Marche, sono soltanto alcune delle regioni dalle quali provengono gli appassionati di Borgo Rurale che si sono già riservati un posto in prima fila.

“Venti anni di Borgo Rurale – ha sottolineato il sindaco Massimiliano Berghella - significa che questo paese si è contraddistinto con un format che promuove il territorio attraverso un’organizzazione a km 0, ovvero attraverso i piatti tipici della tradizione gastronomica locale preparati direttamente sul posto dalle nostre massaie”. “Mi piace definire questa manifestazione ‘November Fest’ proprio perché raccoglie la partecipazione, sempre più numerosa, di molte persone da fuori regione – ha aggiunto - Borgo rurale è diventato ormai vettore economico di promozione turistica e dei prodotti del territorio oltre che un modello per le altre manifestazioni abruzzesi. Se anni fa era l’unico evento del territorio adesso è l’evento più atteso del territorio”.

E sono ben 300 i tregliesi, su 1600 abitanti, che sabato e domenica lavoreranno agli stand enogastronomici, un dato importante che ribadisce la condivisione dell’evento da parte della comunità che ogni anno impiega le proprie forze con dedizione per la perfetta riuscita della manifestazione.

Il taglio del nastro di “Borgo Rurale” 2017 alla presenza di organizzatori e autorità avverrà sabato alle ore 18.00 in piazza S. Giorgio. Gli stand, in entrambe le serate, apriranno alle 17.00 e chiuderanno a mezzanotte e mezza.

Saranno allestiti, come di consueto, angoli riservati ai piatti gluten free, spazi dedicati alla musica dal vivo negli scorci più caratteristici del paese e il baby parking per i più piccoli.

Sarà inoltre attivo un servizio navetta per raggiungere più agevolmente il borgo con partenze da piazzale della Pietrosa (Lanciano), dal quartiere S. Rita (via Masciangelo, Lanciano) e dal Thema Policenter (Rocca S. Giovanni).

 

 

 

 

 

 

Penultimo appuntamento dell’anno con la rassegna dei Concerti del Parco 2017, domenica 5 novembre, alle ore 18, nella sala di musica da camera “Manlio La Morgia” del Parco delle Arti Musicali a Lanciano.

La data di novembre vedrà il concerto finale del seminario di canto corale, tenuto dal docente e direttore M° Giuseppe Rullo, con la partecipazione della pianista accompagnatrice e docenteStefania Appignanesi. 

Anche per la stagione 2017, il progetto didattico dell’Associazione “Amici della Musica” ha previsto questa rassegna, che affianca la più tradizionale formazione orchestrale nei mesi estivi con l’Estate Musicale Frentana, e che prevede una serie di concerti mensili, tutti collegati a seminari, conferenze, workshop, corsi, master class, stage e recording day. Questi corsi, con i concerti collegati, ampliano l'offerta formativa, didattica e musicale a tutto l'anno accademico insieme, appunto, all’Estate Musicale Frentana.

I biglietti per il posto unico sono fissati a 5 euro, i soci e gli abbonati assistono gratuitamente.

 

 

Presentata questa mattina la Stagione Teatrale 2017/2018 del Teatro Fenaroli di Lanciano; erano presenti alla conferenza stampa il sindaco Mario Pupillo, l’Assessore alla Cultura Marusca Miscia, Federico Fiorenza, Presidente ACS Abruzzo Circuito Spettacolo e Benedetto Zenone, Direttore Prosa e Teatro Ragazzi ACS Abruzzo Circuito Spettacolo.

Con la Stagione 2017/2018 si dà l’avvio alla collaborazione tra il Teatro Comunale Fedele Fenaroli di Lanciano e l’ACS Abruzzo Circuito Spettacolo, circuito multidisciplinare abruzzese per la distribuzione dello spettacolo dal vivo, con l’obiettivo di unire le forze per una proposta culturale sempre attenta alle esigenze di un pubblico affezionato e competente come quello dello storico Teatro.

Il ricco cartellone, frutto di un accurato lavoro di vaglio e selezione operato in stretta collaborazione con produzioni di grande qualità, titoli che sapranno coinvolgere il pubblico del Fenaroli, come tra gli altri Le ServeUna giornata particolareLe nostre donnee interpreti di grande rilievo tra cui Francesco Pannofino, Giulio Scarpati, Anna Bonaiuto, Umberto Orsini, Vinicio Marchionni e tanti altri per una stagione tutta da vivere.

Sarà riproposto inoltre il laboratorio di formazione teatrale rivolto agli studenti delle scuole superiori della città che prevede incontri con gli attori degli spettacoli di prosa.

Un’attività didattica che troverà il suo completamento nella produzione di recensioni da parte dei ragazzi che saranno pubblicate sul sito del Teatro Fenaroli.

Il Cartellone si arricchisce, come è ormai tradizione, delle rassegne di Teatro DialettaleTeatro della Memoria e Teatro Ragazzi per un’offerta complessiva di 28 spettacoli.

L’attività del Teatro Fenaroli di Lanciano da anni ormai si contraddistingue non solo per la qualità degli spettacoli di prosa selezionati dalla migliore offerta nazionale, ma soprattutto per lo straordinario dinamismo delle numerose associazioni culturali e dell’attività didattica degli istituti superiori.

Un esempio unico di produzione culturale che unita all’attività delle istituzioni musicali e alle numerose tradizioni e alla ricchezza storica della città, hanno indotto l’Amministrazione a candidare Lanciano quale capitale Italiana della Cultura per l’anno 2020.

Sarà potenziata l’attività di comunicazione via WEB e Social che già da anni pone il Teatro Fenaroli all’avanguardia fra le istituzioni teatrali abruzzesi e che registra ogni anno migliaia di followers e un interscambio continuo di informazioni e feedback con il pubblico.

Il servizio prevede inoltre la biglietteria on line sempre accessibile con possibilità di acquistare i biglietti per qualsiasi spettacolo della stagione di Prosa e Dialettale.

 Stagione Teatrale 2017/2018

RINNOVO ABBONAMENTI PROSA: 4 e 6 novembre 2017
VENDITA NUOVI ABBONAMENTI PROSA: dal 7 novembre 2017
VENDITA BIGLIETTI PROSA: dal 7 novembre 2017

RINNOVO ABBONAMENTI TEATRO DIALETTALE: 31 ottobre/2 novembre 2017
VENDITA NUOVI ABBONAMENTI DIALETTALE: 3, 4 e 5  novembre 2017
VENDITA BIGLIETTI DIALETTALE: dal 3 novembre 2017


Orario botteghino: dalle 16.30 alle 19.30 nei due giorni precedenti lo spettacolo (oltre al giorno della rappresentazione). Per gli spettacoli domenicali il botteghino sarà aperto a partire dalle 15.30.
BIGLIETTI ONLINE per spettacoli di prosa e dialettale SEMPRE DISPONIBILI su www.teatrofenaroli.it nei punti vendita autorizzati (elenco disponibile sul sito i-ticket.it) oppure scaricando la  APP “Abruzzo dal Vivo”.

In attesa di festeggiare nel 2018 i primi 35 anni di attività, l’Associazione Culturale “Il Ponte” propone, in anteprima lo spettacolo teatrale “Queste è lu tempe de mò”, in programma domenica 29 ottobre 2017 alle ore 17,30 presso il Teatro Fenaroli di Lanciano.

In realtà non si tratta di un nuovo lavoro teatrale, ma della ripresa della commedia dialettale di Leonello Marino con la quale l’Associazione inaugurò nel 1983 la propria attività.

“Questa idea – commenta Carmine Paolini, Presidente dell’Associazione Il Ponte – è stata proposta dal Consiglio Direttivo come un modo per celebrare la nostra storia che, proprio da questa commedia, ha avuto origine. Credo di non peccare di presunzione nell’affermare che Il Ponte può essere definita un’Associazione storica di Lanciano, non perché ha sulla carta 35 anni di vita, ma perché in questo periodo non ha mai fatto mancare, annualmente, la produzione di uno spettacolo teatrale, spaziando dal dialettale al sacro, dalla commedia alla tragedia, dal musical al recital. A ciò si sono aggiunti, sempre negli anni, importanti appuntamenti come il Presepe Vivente ed il Premio Nazionale Madonna del Ponte, Regina del Popolo Frentano”.

“Non posso nascondere – aggiunge Carmine Marino, direttore artistico de Il Ponte, nonché figlio dello scomparso autore della commedia – che la messa in scena di Queste è lu tempe de mò mi emoziona per il ricordo del mio papà, ma allo stesso tempo mi rallegra perché può essere oggi riproposto grazie ad uno splendido gruppo di amici che amano il teatro e, attraverso esso, formano una bella famiglia. Sarà certamente, come già nel 1983, uno spettacolo che coinvolgerà il pubblico per la sua genuina comicità che abbiamo lasciata immutata, pur avendo rivisitato il testo aggiornandolo dell’ambientazione”.

Ma cosa bolle in pentola per la celebrazione dei 35 anni di attività?

“Preferiamo non anticipare nulla – risponde il presidente Paolini – ma comunicare che ci sarà una “svolta” per la nostra Associazione il cui impegno l’ha portata ad essere invitata come protagonista in un più ampio progetto a livello nazionale dove, ovviamente, porteremo alto il nome della nostra città”.

La prevendita dei biglietti per lo spettacolo di domenica pomeriggio si effettua presso Partymania in Via Monte Grappa 11 a Lanciano.

 

 

 

 

 

 

 

Ancora un appuntamento con la rassegna concertistica dei Concerti del Parcodomenica 22 ottobre, alle 18, nella sala di musica da camera Manlio La Morgia del Parco delle Arti Musicali. Ad intrattenere il pubblico ci sarà il concerto finale del corso annuale di Perfezionamento Flautistico, tenuto dai Maestri Paolo Rossi e Nicola Campitelli con l'insostituibile collaborazione della Maestra Manuela Marcone.

I Concerti del Parco, a cura dell’Associazione “Amici della Musica”, anticipano e seguono la vera e propria formazione orchestrale dell’Estate Musicale Frentana,  e sono tutti collegati a seminari, conferenze, workshop, corsi, master class, stage e recording day. Questi corsi, con i concerti collegati, ampliano l'offerta formativa, didattica e musicale, a tutto l'anno accademico, per interrompersi solo nel periodo estivo per far posto, appunto, alla formazione orchestrale e i concerti collegati dell'Estate Musicale Frentana.

soci/abbonati hanno diritto ad entrare gratuitamente ed assistere ai Concerti del Parco. I biglietti per il posto unico sono fissati a 5 euro. Tutta la programmazione è disponibile sul sito ufficiale www.estatemusicalefrentana.it.

  • Pagina 4