Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Una stagione indipendente. Anche per la stagione 2017/2018 il Teatro Studio di Lanciano, diretto da Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, si qualifica sempre di più nel territorio frentano come punto di riferimento del teatro e delle arti per le nuove generazioni. Scuola di Teatro, “Teatro Classico Contemporaneo” (la nuova stagione di teatro), “FrentArte” (spettacoli del territorio) e “Ragazzi a teatro stagione di teatro ragazzi”.

Teatro, eventi e i corsi settimanali della Scuola di Teatro (80 allievi per 8 corsi attivati). Così si presenta la undicesima stagione di attività teatrali e culturali del Teatro Studio di Lanciano. Una stagione indipendente, “coraggiosa” e “in bilico” in quanto prodotta, gestita e allestita da una compagnia che vive e lavora dentro il nuovo Teatro Studio appena inaugurato a Treglio in via Abbazia.

22 tra spettacoli ed eventi distribuiti in 3 distinti cartelloni –TEATRO CLASSICO CONTEMPORANEO, 11 spettacoli diversi per generi e stili ma tutti accomunati dalla capacità di rielaborare testi classici con linguaggi contemporanei, FRENTARTE 7 spettacoli/eventi con diverse produzioni del territorio e 4 spettacoli per una stagione di teatro ragazzi denominata RAGAZZI A TEATRO!  -, una programmazione che offre agli spettatori giovani e meno giovani le indicazioni necessarie a seguire i percorsi della scena contemporanea e delle produzioni artistiche del territorio, per poterne condividere aspirazioni e traguardi, anomalie e inquietudini.

Il Teatro Studio Lanciano è riuscito nuovamente a creare un cartellone di attività culturali attese con grande curiosità dal pubblico dell’intero comprensorio frentano. E il pubblico nel decimo anno di vita del TEATRO STUDIO c’è stato, ha apprezzato, si è divertito e ha risposto a tutti i nostri inviti con grande curiosità e passione.

Per la stagione TEATRO CLASSICO CONTEMPORANEO ospiteremo (tra gli altri) la commedia “La Banda” con Federico Perrotta, “Cyrano” di Rostand regia Roberto Galano del Teatro dei Limoni di Foggia, “I Corteggiatori – parole d’amore da Merini a Neruda” del duo pugliese CompagniaDeloi, “Il Cilindro” di Eduardo De Filippo regia Michele Di Mauro, “Il Tesoro dell’Abbazia” spettacolo di commedia dell’arte a cura di Giuliano Bonanni compagnia Mask di Udine. Proporremo “La Cantata dei Pastori” regia Stefano Angelucci Marino produzione Teatro Stabile d’Abruzzo e il lavoro più significativo di teatro contemporaneo realizzato in questi ultimi anni dal Teatro del Sangro, “Tanos”, nella versione in italiano e spagnolo portata in Argentina nel mese di agosto 2017. Novità assoluta della stagione sarà “Arturo lo chef in Sud America”, sequel teatrale del fortunatissimo “Arturo lo chef” che gira l’Italia dal 2004. Due appuntamenti originali in questa stagione per l’improvvisazione teatrale con lo spettacolo “Esercizi di Stile”. Divertimento assicurato. Infine il cartellone RAGAZZI A TEATRO! con gli spettacoli per bambini e famiglie, “Cenerentola” e “La Cantata dei Pastori” (produzioni rispettivamente del Teatro del Sangro e TSA) e “La vera storia del pifferaio di Hamelin” di e con Gaetano Tramontana SpazioTeatro di Reggio Calabria.

LANCIANO (4 ottobre 2017). Un bilancio molto positivo quello delle Feste di Settembre 2017, con un successo riconosciuto unanimemente al Comitato presieduto da Maurizio Trevisan, non soltanto da un punto di vista quantitativo, ma anche e soprattutto per la qualità e varietà del programma proposto.

 Oltre cinquanta eventi, dalla Fiera di Sant’Egidio ai concerti finali di Dodi Battaglia e Alex Britti in piazza Plebiscito (invasa da un vero e proprio fiume di gente), passando per le meravigliose Luminarie di Gianfranco Paulicelli, le quattro serate di fuochi pirotecnici, la Banda Città di Fossacesia “Tanino De Vincentiis” per la prima volta posizionata in Largo San Giovanni, la grande partecipazione, soprattutto di giovani e bambini, alla sfilata del Dono e la sempre emozionante Processione alla Madonna del Ponte.

 Ma, parlando di cifre, i numeri sono davvero straordinari. Sono state stimate più di 150mila le presenze durante le Feste di Settembre, considerando solo gli eventi principali: Fiera di Sant’Egidio (15mila), Dono (20mila), Apertura (20mila), UT New Trolls (15mila), Dodi Battaglia (35mila) e Alex Britti (50mila) che, considerato anche il bel tempo e il sabato, ha richiamato in città davvero un numero considerevole di persone. Numeri importanti non soltanto per le Feste di Settembre, ma perché hanno creato un indotto di straordinarie dimensioni, di cui hanno beneficiato tutti gli esercenti commerciali (bar, ristoranti, ambulanti, giostre, ecc.) e la città in generale. I conti sono presto fatti: se si ipotizza (ed è senz’altro un conto al ribasso) che ognuna di queste 150mila persone abbiano speso mediamente e complessivamente 10 euro in tutte queste serate, l’indotto per la città ammonta a un milione e mezzo di euro.

 Continuando sull’onda dei numeri, nel corso della conferenza stampa organizzata questa mattina per tracciare il bilancio delle Feste, il presidente Maurizio Trevisan ha anche reso noto costi e ricavi. Le spese per le Feste di Settembre 2017 ammontano a circa 170mila euro (proprio in questi giorni si sta ultimando il bilancio nel dettaglio), a fronte di entrate che raggiungono circa 165mila euro (100mila solo di sponsorizzazioni, il resto ottenuto tra Sant’Egidio, Giostre, Lotteria, Questua e il contributo dell’Amministrazione Comunale di 10mila euro).

 “Siamo riusciti pressoché a bilanciare entrate e uscite – ha dichiarato il presidente Maurizio Trevisan – con un lavoro straordinario e faticosissimo, soprattutto con gli sponsor privati che hanno risposto in maniera inaspettata. Molto più deludente, invece, la ‘risposta’ di alcuni commercianti del centro, soprattutto di chi beneficia direttamente delle centinaia di migliaia di persone presenti in città durante i giorni di Festa, nonché di alcuni ambulanti. Sono estremamente soddisfatto di come sono andate le Feste – aggiunge Trevisan – e un ringraziamento di cuore, a questo proposito, va fatto agli sponsor. Ringrazio l’Amministrazione comunale nella persona del Sindaco Mario Pupillo per la fiducia accordatami, gli Assessori Marusca Miscia e Francesca Caporale e i rispettivi uffici, che hanno lavorato con grande impegno per garantire la riuscita della manifestazione, che si è svolta senza intoppi e problemi particolari. L’augurio per il prossimo anno, se la mia candidatura dovesse essere riconfermata, è di riuscire, insieme al Comune, a superare qualche piccola criticità e sensibilizzare di più la città, per organizzare delle Feste non soltanto al livello di quelle di quest’anno, ma ancora più spettacolari!”.

 Anche da un punto di vista qualitativo, il bilancio delle Feste di Settembre 2017 è assolutamente positivo, come testimoniato dai tantissimi apprezzamenti dei Lancianesi, arrivati al Comitato Feste, all’amministrazione comunale e a tutto lo staff di lavoro, sia di persona che attraverso i canali social attivati.

Particolarmente apprezzata la meravigliosa Paratura, che ha ‘vestito’ corso Trento e Trieste e piazza Plebiscito di un mosaico di luci e colori meraviglioso. Di altissimo livello i 3 concerti proposti nelle serate clou: gli UT New Trolls, con la straordinaria presenza di Nico Di Palo; Dodi Battaglia, rimasto così incantato dalla nostra città da aver girato qui il live del suo tour (che a breve diventerà un cd e un dvd distribuito in tutta Europa); Alex Britti, che con la sua chitarra ha regalato ai 50mila presenti un concerto indimenticabile. E, ancora, la possibilità data ai diversamente abili di assistere ai concerti dalla Balconata dell’ex Casa di Conversazione, una testimonianza di civiltà a cui il Comitato Feste e l’Amministrazione comunale non potevano che rispondere con grande piacere.

 “Siamo molto soddisfatti dell'enorme successo registrato con le Feste di Settembre 2017 – ha sottolineato il sindaco Mario Pupillo - Un'edizione che passerà sicuramente alla storia per la quantità e la qualità delle proposte messe in campo. E' stato un successo riconosciuto all'unanimità che ha fatto bene a Lanciano, alla sua storia, alla sua tradizione e non da ultimo, alla sua economia: le Feste hanno generato un indotto, stimato al ribasso per prudenza, che parla di almeno 1,5 milioni di euro di movimento per l'intero cartellone. Siamo felici di aver fatto la scelta giusta a febbraio, con l'affidamento dell'incarico a Maurizio Trevisan: incarico che ovviamente confermiamo anche per la prossima edizione 2018 perché intendiamo migliorare il risultato di quest'anno, con il contributo di tutti, in primis quello del Comune che aumenteremo per dare ancora più forza e importanza a un evento che rende il nostro centro urbano meta di decine e decine di migliaia di persone. Un particolare ringraziamento a tutto il personale degli uffici comunali coinvolti nell'organizzazione delle Feste e alle Forze dell'Ordine che hanno permesso uno svolgimento delle Feste in totale sicurezza”.

 “La scelta precisa di puntare sulla musica e i grandi nomi – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Marusca Miscia - è stata vincente e non possiamo che essere soddisfatti di quanto realizzato. Va sottolineata l’attenzione di tutta l’amministrazione comunale, con il coinvolgimento diretto di alcuni consiglieri comunali, che hanno dato un grande apporto alle Feste, e l'approccio inclusivo della manifestazione, che si è evidenziato nella cura di certe attenzioni, come quelle nei confronti dei più deboli con la balconata della Casa di conversazione riservata ai diversamente abili per le tre serate clou”.

 

Sono infine stati resi noti anche i biglietti estratti della Lotteria delle Feste di Settembre, che vincono i dieci premi di consolazione messi in palio dal Comitato. I vincitori in possesso del biglietto vincente possono contattarci alla mail info@festesettembre.it per la consegna dei premi.

Questi gli abbinamenti.

Biglietto serie S, numero 10 – Buono da 20 euro a MD Discount

Biglietto serie AA, numero 9 – Buono da 20 euro a MD Discount

Biglietto serie D, numero 11 – Buono da 20 euro a MD Discount

Biglietto serie A, numero 22 – Buono carburante da 20 euro

Biglietto serie BB, numero 10 – Buono carburante da 20 euro

Biglietto serie BE, numero 14 – Buono da 20 euro Pizzeria Ruhental

Biglietto serie AI, numero 64 – Buono da 20 euro Pizzeria Ruhental

Biglietto serie G, numero 7 – Buono da 20 euro Pizzeria Ruhental

Biglietto serie Z, numero 75 – Buono per piega Parrucchieri Evos presso Thema Polycenter

Biglietto serie F, numero 57 – Buono per piega Parrucchieri Evos presso Thema Polycenter

 

L’azienda regionale di trasporti, sta infatti collaborando alla realizzazione del film di Giorgio Tirabassi “Il Grande Salto”.

 Tua Spa ha messo a disposizione alcuni mezzi della propria flotta per la realizzazione delle scene del lungometraggio.

 Le scene del film sono in corso di realizzazione proprio in questi giorni nelle location del centro cittadino a L’Aquila e lungo la strada statale 80 del Gran Sasso d’Italia.

 Il film, prodotto dalla Sunshine Production srl e diretto da Giorgio Tirabassi, vede come protagonisti, oltre al regista ed attore romano, anche Ricky MemphisRoberta MatteiPaola Tiziana Cruciani e Gianfelice Imparato, con la partecipazione, tra gli altri, di Marco GialliniValerio Mastandrea e Pasquale Petrolo.

 

Siamo soddisfatti del fatto che la valorizzazione di questo territorio, anche dal punto di vista cinematografico – ha dichiarato il direttore generale di Tua Spa, Giuseppe Alfonso Cassino – si unisca all’utilizzo del vettore pubblico per antonomasia dell’Abruzzo quale è Tua Spa”.

 

Il Teatro Studio di Lanciano da sabato 30 settembre si trasferisce a Treglio. I lavori di realizzazione del teatro sono stati ultimati, le attività teatrali e culturali possono finalmente partire. L’appuntamento è per sabato 30 settembre alle ore 18.00, per l’occasione “IN DUO ENSEMBLE – pianoforte e tenore” (M. Giovanni Sabella e M. Raffaele D’Ascanio) si esibirà proponendo romanze da salotto, arie d’opera e canzoni moderne.   

Dopo 10 anni il Teatro Studio, diretto da Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, si sposta da una struttura privata a un teatro pubblico. L'Amministrazione Comunale di Treglio sposa il progetto “Teatro Studio” per la crescita della cultura teatrale nel comprensorio frentano.

“Lanciano è una città-territorio – dichiarano Angelucci e Gesini del Teatro Studio-, la Frentania da sempre è il nostro vero interlocutore. Decine e decine di allievi-attori e di spettatori ci hanno frequentato (e ci frequentano) da San Vito, Fossacesia, Frisa, Castelfrentano, Treglio, Torricella Peligna, Atessa, Bomba, Canosa Sannita, Rocca San Giovanni, Villa Santa Maria e via dicendo.”

Il Comune di Treglio, guidato dal Sindaco Massimiliano Berghella, ha raccolto questa bella sfida ed ha guardato al di là del proprio naso. Il Teatro Studio di Lanciano nel 2017 ha tagliato il traguardo dei 10 anni di attività sul territorio frentano. 10 anni di teatro, scuola di teatro, eventi, musica, cinema, laboratori, produzioni. Fino ad oggi il Teatro Studio ha ospitato 250 spettacoli, la scuola di teatro ha coinvolto 850 persone e circa 25.000 spettatori hanno scelto il Teatro Studio a Santa Maria dei Mesi.

“Il Comune si fa mecenate e coglie, nel Teatro Studio, una opportunità di sviluppo culturale”: così il sindaco di Treglio, Massimiliano Berghella, nell'illustrare le ragioni per cui Comune di Treglio e Teatro Studio hanno stipulato una convenzione. “Sarà un teatro al servizio dell'intero  comprensorio, una iniziativa – sottolinea il sindaco – che nasce dalla necessità, dall'esigenza e dalla volontà di far restare il Teatro Studio, la cui validità è riconosciuta a livello regionale ma anche fuori dai confini dell'Abruzzo, su questo territorio. Per il quale rappresenta un volano di crescita, come lo è la cultura in genere”.

Durante l’inaugurazione sarà presentata la stagione teatrale 2017/2018 del Teatro Studio, trenta appuntamenti d'arte esclusivi divisi in quattro distinti cartelloni:
-TEATRO CLASSICO CONTEMPORANEO, dieci spettacoli;
-RAGAZZI A TEATRO, quattro spettacoli;
-FRENTARTE, sei spettacoli;
-EVENTI, dieci spettacoli/eventi.

Archi (Ch), 25 settembre 2017 – "Uno dei punti forti di Archi è il centro storico e ciò significa che in un modo o nell'altro va valorizzato. Abbiamo vari progetti e uno di questi è farlo riscoprire. Il nostro è un paese carico di storia e con queste rievocazioni cerchiamo di farla conoscere. I centri storici sono una risorsa e non un peso", con queste parole il sindaco Mario Troilo ha commentato la giornata di ieri intitolata “Un salto nel Medioevo” che ha visto la partecipazione di numerosi turisti alla scoperta del piccolo borgo autentico provenienti anche da fuori regione.

La seconda edizione della rievocazione storica, che rientra nella giornata nazionale dei Borghi Autentici d’Italia, è stata
organizzata dalla Protezione Civile di Archi, in collaborazione con l’associazione “Le Mazzemarielle”, il Complesso Bandistico Città di Archi e il patrocinio del Comune di Archi. "Nonostante il clima poco favorevole – spiegano gli organizzatori - rispetto all'anno scorso c'è stato un notevole incremento di pubblico. Questo significa che Archi si presta bene a questo tipo di evento e che  possiamo continuare a crederci”.

Tante le iniziative che si sono svolte durante la giornata: spettacoli fissi e itineranti, tra i quali lo spettacolo di bandiere a cura di degli “Sbandieratori e Musici di Lanciano” e il tiro con l’arco curato dagli “Armigeri e Balestrieri della Città di Bucchianico”, l’affascinante corteo medievale con dame  e cavalieri in costume, il pranzo medievale, lo spettacolo dei burattini e visite guidate alla scoperta dell’antico borgo medievale.

“Un ringraziamento particolare – aggiunge il sindaco Troilo – va a tutti gli organizzatori e a chi ha contribuito a realizzare la manifestazione. Siamo tutti soddisfatti per la perfetta riuscita dell’evento”.

Conclusa con grande successo la ventesima edizione di Sintonie High-End Video Exhibition, la rassegna nazionale di musica e alta fedeltà che si è tenuta questo fine settimana al Palacongressi di Rimini. Un riscontro più che positivo è stato espresso sia dagli espositori, circa quaranta, che dai numerosi appassionati del settore che sono giunti da tutto lo Stivale.

Hanno partecipato alla kermesse i più noti distributori dell’high-end a livello mondiale che hanno proposto le ultime tendenze in fatto di impianti di ultima generazione. E proprio in virtù dell’alta qualità di prodotti e marchi, molti i brand ambassador presenti nelle venticinque sale d’ascolto in rappresentanza delle case madri, primo tra tutti Dan D’Agostino.

“E’ stato davvero un grande evento con risultati oltre ogni nostra aspettativa – spiega Marco Angelucci, ideatore e organizzatore dell’iniziativa – il cambio di location di quest’anno è stato apprezzato da tutti, espositori e visitatori, quindi promosso a pieni voti”.

Affollate nelle due giornate di venerdì e sabato le sale d’ascolto (Audio Natali, Dml Audio, Hifight, Audio Point Italia, Pathos, Audio Graffiti, Angelucci Hi Fi, Audio Quality, Audio Plus,  Audio Reference, Audiogamma, Green Sounds, HiFi United, Albedo, Audia, Brinkmann, Master Sound, Marantz Italy, Norma Audio, TAD, Mondo Audio, UBIQ Audio, Suono e Comunicazione, Audio Gallery, Sound by Hari e Faber’s Cables, Hi-Fi Di Prinzio, Extrema Voice), pieni anche gli spazi dedicati al car audio e agli stand gastronomici che hanno rifocillato, con le eccellenze gastronomiche abruzzesi e romagnole, il numeroso pubblico.

Di grande qualità artistica il momento con il testimonial Fabio Concato che nella giornata di ieri ha presentato in anteprima assoluta, insieme a Paolo Di Sabatino, il vinile “Gigi” che è stato ascoltato sia nelle sale che in versione live voce e pianoforte. “Guardare Concato seduto tra il pubblico ascoltare, insieme ai suoi fan, il suo ultimo lavoro discografico, è stata un’esperienza indimenticabile”, racconta Marco Angelucci che aggiunge: “Quelle immagini, che porterò con me ancora per molto, sono la sintesi perfetta di Sintonie che è un evento che nasce proprio dall’idea del confronto tra musica dal vivo e musica riprodotta dall’impianto”.

Sintonie High-End Video Exhibition, organizzata dall’associazione Aspam con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, Comune di Rimini e Regione Abruzzo,  ribadisce, ancora una volta, la sua importanza a livello nazionale tra le manifestazioni di settore e si attesta, ancora di più con il successo della ventesima edizione, tra i punti di riferimento per distributori e appassionati.

“Siamo già all’opera per l’edizione 2018 – spiega l’ideatore Angelucci – edizione che amplieremo in termini di spazi e prodotti esponendo non solo i fiori all’occhiello dell’high-end ma anche impianti alla portata di tutti, rivolti ad un target più ampio, introducendo anche prodotti affini al mondo dell’alta fedeltà che potrebbero fungere da attrattiva per i più giovani”.

Sintonie dà appuntamento al 22 e 23 settembre 2018 sempre al Palacongressi di Rimini.

 

 

Recital pianistico per il nuovo appuntamento con i Concerti del Parco Musiche di Schubert, Ravel, Grieg e Gershwin nel concerto di domenica 24 settembre. Dopo la pausa estiva per la formazione orchestrale dell’Estate Musicale Frentana, torna l’appuntamento mensile con la rassegna dei Concerti del Parco, esibizioni collegate a seminari, conferenze, workshop, corsi, master class, stage e recording day, sempre a cura dell’associazione Amici della Musica - Fedele Fenaroli.

Ad esibirsi nella sala di musica da camera “Manlio La Morgia” del Parco delle Arti Musicali, domenica 24 settembre, alle ore 18, sarà il duo pianistico Argentieri/Notarnicola nel concerto del Contemporary Music Stage. Il duo proporrà musiche e composizioni di Schubert, Ravel, Grieg e Gershwin.

Questi corsi, con i concerti collegati, ampliano l'offerta formativa, didattica e musicale, a tutto l'anno accademico, per interrompersi solo nel periodo estivo e far posto proprio alla formazione orchestrale e i concerti collegati dell'Estate Musicale Frentana.

Posto unico 5 euro.

Si terrà il 22 e 23 settembre 2017 al Palacongressi di Rimini la ventesima edizione di Sintonie, la rassegna nazionale di alta fedeltà che negli ultimi anni si è attestata come la più riconosciuta iniziativa nel settore hi-fi in tutta Italia.

La kermesse, ideata e organizzata dall’associazione Aspam e che vanta in diciannove anni venticinquemila visitatori e i più prestigiosi espositori nazionali e internazionali del settore hi-end, si prepara quest’anno a fare un salto di qualità con una nuova location e nuovi spazi espositivi. L'evento ha anche il patrocinio della Regione Emilia Romagna e della Regione Abruzzo e vedrà la partecipazione dei più prestigiosi espositori nazionali e internazionali del settore high-end. Saranno allestite venti sale d’ascolto trattate acusticamente all’interno delle quali si potranno testare le anteprime più ricercate degli impianti di alta fedeltà esposti dai più noti distributori del settore, una scelta questa che ha sempre caratterizzato l’immagine dell’evento. Oltre alle sale d’ascolto, saranno allestiti spazi espositivi dedicati non solo all’audio ma anche al video, al car audio e a un’esclusiva esposizione di cuffie. Il tutto sarà completato da seminari e degustazioni enogastronomiche.

Grande novità del più noto evento di promozione dell’hi-fi in Italia è la scelta di organizzare la manifestazione a Rimini, città che gode di una posizione strategica a metà strada tra il Nord e il Sud Italia e inserita in una fitta rete di collegamenti, facilmente raggiungibile sia dall’Italia che dall’estero.

Poi la scelta del Palacongressi, un ambiente armonioso, elegante e curato nei minimi dettagli che si sposa perfettamente con l’esclusivo mondo dell’alta fedeltà.

Al pian terreno, in un’area ampia e luminosa, saranno allestiti sessanta eleganti spazi espositivi e non suonanti che accoglieranno i numerosi visitatori, mentre il primo piano sarà riservato all’allestimento di sistemi hi-fi in esclusive e spaziose sale d’ascolto trattate acusticamente dai migliori ingegneri del settore.

Sintonie sarà, come di consueto, l’occasione per tutti gli amanti del due canali di poter ascoltare e confrontare, grazie alle anteprime più ricercate dei prodotti hi-fi, la musica riprodotta, su vinile, cd e musica liquida. Per la prima volta sarà anche l’opportunità per gli appassionati del video e dell’home entertainment di poter vedere, ascoltare e toccare con mano le ultime novità sul mercato.

Sarà Fabio Concato l’ospite musicale di “Sintonie High-End Video Exhibition” il noto cantautore presenterà, insieme a Paolo Di Sabatino, “Gigi”, l’album uscito il mese scorso che contiene alcuni dei suoi più grandi successi arrangiati con sonorità vicine al jazz acustico.

Per festeggiare i miei quarant’anni di musica, scritta e cantata sempre con lo stesso amore e lo stesso piacere– spiega Concato – ho deciso di farmi un regalo: reinterpretare in chiave jazzistica alcune mie canzoni con l’aiuto di un grande pianista con cui suono e collaboro da qualche anno e sempre più piacevolmente, Paolo Di Sabatino, che ha curato gli arrangiamenti e che voglio ringraziare per la passione e la delicatezza con le quali si è avvicinato al repertorio”.

I due artisti saranno ospiti di Sintonie sabato 23 settembre alle 16.00, visiteranno la rassegna, ascolteranno insieme al pubblico il vinile “Gigi” e ne faranno ascoltare alcuni brani dal vivo, voce e pianoforte.

Una grande occasione per la ventesima edizione dell’evento nazionale di alta fedeltà e musica live, nato con l’intento di vedere, ascoltare e confrontare la musica e le immagini attraverso i più grandi brand audio e video nazionali e internazionali. http://sintoniehifi.it/

 

 

«Se è vero che le idee sopravvivono agli uomini, allora, prima tra tutte, è la Bellezza ad avere un posto in questo assurdo passaggio-di-testimone del quale ci rendiamo protagonisti durante il terreno e breve vivere insieme». Così Paola Bucci annuncia su Facebook l'evento che venerdì prossimo vedrà protagonista, in un recital solo piano, Maria Gabriella Castiglione, per ricordare, tra letture e musica,  Filippo Andreacola e il suo impegno istituzionale a servizio della cultura del territorio, durante gli anni di Assessorato alla Provincia di Chieti. Palazzo Conti Martucci, splendida cornice di architettura cinquecentesca a Canosa Sannita, sarà la location per la giusta... "Atmosphere" di venerdì 22 settembre. L'iniziativa è nata da Gabriella e Paola, durante una chiacchierata tra amiche, ma loro preferiscono dire che l'idea è dello stesso Filippo, il quale «ha voluto che ci incontrassimo per continuare a produrre e diffondere momenti di condivisione culturali del Bello e del Buono. Noi, in fondo, abbiamo solo accettato la sfida e, senza nasconderne l'orgoglio e l'emozione, ci proviamo partendo dalla sua terra, partendo da Canosa». Si prevede una scaletta di pezzi musicali di grande importanza, fatta di autori scelti, accompagnati da qualche lettura a tema e dal calore di amici che continuano a portare Filippo nella memoria del cuore.

Otto gruppi da Abruzzo e Molise con circa 170 componenti, hanno animato la seconda edizione del Festival della serenata città di Lanciano, al Teatro Fenaroli, con 3 ore di cori, danze e spettacoli folkloristici. Una festa che ha coinvolto partecipanti e pubblico al ritmo della saltarella abruzzese, col suono popolare degli organetti e delle fisarmoniche.

Si conferma nella seconda edizione del Festival, organizzato dall’associazione Culturale Dalila di Torre Sansone, in collaborazione con La luna di Seb,  il successo dell’iniziativa che porta in città centinaia di appassionati del genere folk, che sul palco avvicina anziani e giovani generazioni. La giuria, presieduta dal musicista Mimmo Spadano, chitarra e voce di Terre del Sud, ha premiato il gruppo teramano I Vivo Folk di Castellalto, primo classificato con la serenata “Famme nu segne” un trio che utilizza organetti, tamburelli e voci; al secondo posto si sono classificati i molisani della Polifonica Monforte di Campobasso, con “Ma mammete né vo’”; al terzo posto il Coro Folkloristico Cesare de Titta di Perano con il brano “Na serenata doce”.

"È stata una bella gara", il parere unanime della giuria, chiamata a esprimersi anche sui costumi e le coreografie, oltre che sulle voci, sulla strumentazione e sull’esecuzione musicale. “Nonostante la pioggia che anche quest’anno ci ha costretti a cambiare location all’ultimo momento, lo spettacolo offerto al pubblico e’ stato di grande rilievo e molto apprezzato” ha commentato Alessandro Cerrone, presidente dell’Associazione Dalila.

Questi i gruppi partecipanti: I giovani del Folk , Penne (Pescara),  Coro Francesco D’Urbano, Fara Filiorum Petri (Chieti),I Vivo Folk, Castellalto (Teramo),Coro Folcloristico Canosa Sannita (Chieti), Polifonica Monforte, Campobasso, Giovane Corale Cupellese – Cupello (Chieti), Coro Folk Cesare de Titta - Perano (Chieti),Quelli del Bufù – Guglionesi (Campobasso)

La giuria era composta da: Mimmo Spadano, autore e musicista, presidente della Giuria;  Giacinto Verna, Assessore e Vice-Sindaco Comune di Lanciano, Leda D’Alonzo, Direttore responsabile Telemax, Dino Potenza, Autore e regista teatrale, Nobile Scutti, del direttivo Ass. Fotoamatori Sangro-Aventino e attore di teatro,Deborah Pasquini, stilista, Mimmo Spadano, autore e musicista. Tra i gruppi partecipanti, ha suscitato tanta curiosità il molisano “Quelli del Bufù” di Guglionesi (Campobasso), con il piccolo Andrea di 5 anni perfettamente a proprio agio davanti al folto pubblico. Ma ragazzi giovanissimi erano presenti anche negli altri gruppi, impegnati a cantare e danzare  assieme alle persone più anziane alla riscoperta delle tradizioni popolari.

  • Pagina 6