Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

L’associazione “Ripensiamo il Centro Storico” e l’associazione Culturale Teatrale “Di Loreto - Liberati” di Castel Frentano, patrocinate dal Comune e dal FAI, sono liete di presentare il primo grande appuntamento con  l’Opera nel Borgo: “MADAMA BUTTERFLY”che andrà in scena domenica 6 agosto alle ore 21 in piazza Caporali a Castelfrentano.

Accogliendo a pieno la direttiva del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che ha proclamato 2017 “Anno dei Borghi d’Italia”, con la finalità di valorizzare il patrimonio artistico, culturale, naturale e umano di questi luoghi che rappresentano una componente determinante dell’offerta turistica del Paese, l’associazione ha pensato di portare nel cuore di Castelfrentano una fra le opere liriche più importanti. La Madama Butterfly di Giacomo Puccini una tragedia grandiosa che si snoda  in tre atti definita nello spartito e nel libretto "tragedia giapponese" e dedicata alla regina d'Italia Elena di Montenegro.

Castel Frentano paese di poco più di 4000 mila anime  che sorge sul crinale di una collina tra la Maiella e il mare Adriatico a pochi km da Guardiagrele e ancora meno dalla cittadina di Lanciano il cui centro storico confluisce in piazza Raffaele Caporali sulla quale si affaccia il teatro “Di Loreto - Liberati” e la Chiesa di Santo Stefano.

L’idea è di riqualificare e dar vita al centro storico attraverso l’arte e la cultura, portando ospiti eccellenti che ne siano veicoli autorevoli.

Ecco dunque l’opera lirica “MADAMA BUTTERFLY”, il cui cast internazionale vede cantanti, regia e direzione artistica di tutto pregio.

La scenografia curata nei dettagli e i costumi di sartoria teatrale (alcuni dei quali provenienti dalla Sicilia), potranno essere ammirati all’aperto, in una calda serata estiva. La tragedia giapponese vedrà un cast internazionale straordinario, regia e direzione musicale a cura di Isabella Crisante e Marco Moresco, costumi e scenografie curati ad arte.

Per l’occasione Piazza Caporali, punto focale del centro storico, accoglierà 400 posti numerati e assegnati secondo l’indicazione riportata sul biglietto.

Intervenuti alla conferenza stampa il sindaco di Castelfrentano Gabriele D’angelo, il presidente e il vice presidente dell’associazione “Ripensiamo al centro storico” Ivana Rulli e Aldo Angelucci, la regista Isabella Crisante e i protagonisti dell’opera Kiyooka Sakamoto (Butterfly Cho-Cho-San) e Aldo di Toro Pirkenton.

Un Cast internazionale, è stato ribadito stamane in conferenza stampa, con 10 attori protagonisti, 16 di secondo piano, un imponente coro che vede anche la presenta di cantanti locali e più di 50 persone che cureranno l’imponente apparato scenico.

Un progetto ambizioso che l’associazione sta curando da mesi e che è dedicato ai due amici, ai due soci fondatori del gruppo, Silvana e Luciano la coppia vittima della immane tragedia di Rigopiano dello scorso gennaio che hanno lasciato una grande vuoto in tutta la comunità ma allo stesso tempo la grande voglia di portare avanti un progetto da loro tanto amato.

 

Prevendita biglietti: 0872 56 600 - 339 340 4337

Costo del biglietto: 25,00 euro. Quattrocento i posti a sedere disponibili.(già quasi tutti esauriti)

Durante l’intervallo dell’opera, gli organizzatori offriranno agli spettatori il famoso Bocconotto castellino, dolce tipico locale le cui origini risalgono al 1700. In degustazione anche l’Elisir d’Abruzzo e altri prodotti di punta dell’azienda lancianese “Distilleria Jannamico M. & Figli”.

 

l Comune di Lanciano e l'Amministrazione Pupillo non hanno “sfrattato” alcuna manifestazione, tantomeno il Festival Adriatica Cabaret da anni ospitato nella Piazza d'Armi delle Torri Montanare.

Arriva puntuale la nota stampa del comune di Lanciano e dell'assessoreato alla cultura che dopo la conferenza stampa di ieri di presentazione di Adiatica proprio non sono d'accordo con le accuse mosse dal suo direttore artistico Ivaldo Rulli.

"Come noto all'intero paese Italia- silegge nel comunicato- enti pubblici e operatori dello spettacolo compresi, le direttive del Ministero dell'Interno dopo i gravi fatti di Torino si sono fatte più stringenti e particolarmente severe in tema di safety e security degli spettacoli pubblici: in particolare, si fa riferimento alla circolare in materia del Capo della Polizia Franco Gabrielli datata 7 giugno 2017 e a quella del Capo dipartimento dei Vigili del Fuoco che la recepisce del 19 giugno. L'ex candidato consigliere di Forza Italia e direttore artistico del Festival, dott. Ivaldo Rulli, con cui questa Amministrazione ha collaborato proficuamente in occasione delle Feste di Settembre 2011 confermando la nomina dalla precedente amministrazione di centrodestra, è stato prontamente informato e allertato dagli uffici competenti del Comune, come del resto tutte le altre associazioni che tradizionalmente organizzano eventi all'interno delle Torri Montanare. Al Festival Adriatica Cabaret, come all'Estate Musicale Frentana e a tutte le rassegne estive di cinema, teatro, spettacoli di vario genere è stata offerta in alternativa a Piazza D'Armi, che allo stato non può ospitare eventi con più di 100 persone salvo diverse disposizioni di apposita commissione grandi eventi, la suggestiva location di Largo dell'Appello che è stata dotata di un palco adeguato e di oltre 400 posti a sedere a 20 metri dalla solita e tradizionale location; una soluzione che tra l'altro garantisce la possibilità di tenere pressoché nello stesso luogo anche gli spettacoli a pagamento, come avviene per i prestigiosi concerti dell'Estate Musicale Frentana e come è avvenuto per le iniziative del Mastrogiurato dello scorso anno. Non solo: sono state offerte e messe a disposizione altre location, come Piazza Plebiscito - chiusa al traffico ovviamente, come avviene per qualsiasi evento che lì viene organizzato - lo Stadio comunale Guido Biondi, il campo sportivo Esposito sito all'interno del Parco Villa delle Rose, Piazza Pace. Le reali motivazioni del "trasloco" impropriamente definito sfratto a beneficio di una sterile polemica dal sapore post-elettorale, sono da ricercare dunque altrove: questa Amministrazione, per il tramite di questo Assessorato e degli uffici preposti, hanno più volte contattato la direzione del Festival, l'ultima volta il 20 luglio scorso giorno in cui siamo stati informati che tutto ormai era stato deciso per il trasferimento nella location di San Giovanni in Venere di Fossacesia.

Al Festival, c ontinua l'assessore Marusca Miscia, e al Comune di Fossacesia, che fa parte a pieno titolo del comprensorio Frentano di cui Lanciano è storicamente capoluogo, auguriamo le migliori fortune per la riuscita della manifestazione che continueremo a sostenere insieme a tutte le iniziative che fanno crescere il territorio culturalmente e artisticamente. Va però sottolineato, a scanso di equivoci, che la disponibilità ad accogliere l'evento era stata già manifestata dall'Amministrazione attraverso la pubblicazione della stessa all'interno del programma di Lanciano Estate 2017, senza indicazione specifica del luogo, come del resto è stato previsto anche per l'iniziativa organizzata dall'Associazione "Il Mastrogiurato", che sta lavorando in questi giorni di concerto con gli uffici e i tecnici per adeguare il luogo alle prescrizioni di safety e security poste dalle recenti circolari del Ministero dell'Interno.

La quarta settimana di LancianoEstate 2017 si apre domani martedì 1 agosto con due appuntamenti: alle 18 al Polo Museale Santo Spirito il Flic Festival Lanciano in Contemporanea propone “Acquerellando”, lezione-laboratorio sugli acquerelli per adulti, mentre alle 21 in Largo dell'Appello sarà la volta della seconda serata della rassegna dedicata al cinema muto “Suoni&Visioni”, con la proiezione de “Il Gabinetto del Dottor Caligari” di Robert Wiene (1920) e la colonna sonora live e inedita a cura di Mauro Campobasso (chitarre e live electronics) e Mauro Manzoni (sassofoni e live electronics). A seguire, alle ore 22, proiezione del film “La pazza gioia” di Paolo Virzì (2016). Dal cinema al teatro, sempre in Largo dell'Appello: mercoledì 2 agosto alle 21.30 appuntamento con lo spettacolo teatrale “Mary Poppins” dell'Associazione culturale Emeis. Sempre alle 21.30, al Polo Museale di Santo Spirito, proiezione di “Love is all. Piergiorgio Welby, Autoritratto”, per la regia di Francesco Andreotti e Livia Giunti (2015). Giovedì 3 agosto alle 17.30 laboratori d'acquerelli per bambini al Polo Museale, nell'ambito di Flic Festival Lanciano in Contemporanea. Dalle 19, via al quarto appuntamento con i Giovedì del Gusto e dello Shopping con la musica del Quartetto Alba lungo Corso Trento e Trieste, a cura della Scuola Civica Fenaroli di Lanciano. Alle 20.30, cena sotto le stelle lungo Corso Roma e Via dei Frentani, per l'occasione chiusa al traffico delle auto, con “Taste of Lanciano”: tema della quarta serata è #civuoleunfiore, con 11 ristoranti che proporranno menù a 15 euro per tutti i gusti e musica live sia a Corso Roma che in Via dei Frentani (consigliata la prenotazione). Alle 21.30 serata dedicata al karaoke nel Parco Diocleziano, a cura della Pro Loco Lanciano; alle 22 concerto in Piazza Plebiscito con la musica degli Alta Frequenza, a cura dell'associazione Lanciano Blues Festival. Venerdì 4 agosto alle 21.30 nell'ambito del Flic Festival Lanciano in Contemporanea, il Consorzio Matrix presenta il cortometraggio “Bianco e Nero”, di Vincenzo Scardapane e il libro “Il confine umano: vite in cerca di pace”, di Patrizia Angelozzi. Alle 21.30 nel Parco Diocleziano serata jazz con il duo Emanuela Di Benedetto (voce) e Giulio Gentile (piano), a cura della Pro Loco Lanciano. Sabato 5 e domenica 6 agosto torna il grande appuntamento con le bollicine di “Perlage 2017”, enogastronomia di qualità e cultura nella Lanciano antica, a cura di Lancianofiera. Domenica 6 agosto, alle ore 19, teatro all'aperto in Costa di Chieti 85 a “La Pecora Nera”, con i monologhi da“Lettura-riflessione interpretata” di Luigi Lunari e Stefano Benni, con Piera Spaziani e Dino Potenza dell'associazione Piccola Bottega dell'Arte.

 

 

 

Vola in Argentina lo spettacolo Tanos prodotto dal Teatro Stabile d’Abruzzo in collaborazione con la compagnia del Teatro del Sangro. Uno spettacolo che racconta senza giudizi né pregiudizi la storia degli italiani emigrati in Argentina negli anni ‘50.

La drammaturgia prevede l’utilizzo in scena di maschere che sono state realizzate dall’artista Stefano Perocco di Meduna e di burattini realizzati da Gaspare Nasuto e Brina Babini. Le musiche originali sono di Giovanni Sabella e le scene di Filippo Iezzi.

La tournée in Argentina è realizzata in collaborazione con Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, Consolato Generale d’Italia di Rosario, Comites Rosario, Associazione “Famiglia Abruzzese” di Rosario, Centro Abruzzese Marplatense di Mar del Plata, Circolo Ricreativo Abruzzese di Berazategui, la Società Italiana di San Lorenzo, Scuola italo-argentina “Edmondo De Amicis” di Rosario, Scuola italo-argentina “Dante Alighieri” di Rosario, Società Italiana di Casilda Associazione Marchigiana, Società Italiana di Galvez, Società Italiana di Canada de Gomez, Associazione Alcara Li Fusi di Rosario, Società Italiana di Paranà, che ospiteranno lo spettacolo dal 4 al 22 agosto 2017.

Tanos è una messa in scena realizzata nell’ambito del progetto “Sistema Cultura Abruzzo”, il modello di investimento sul territorio messo in campo dal Tsa, attività unanimemente apprezzata e riconosciuta che ha portato al recente Premio Cultura di Gestione, promosso da Federculture, Agis, Alleanza Cooperative Italiane Turismo e Beni Culturali e Forum del Terzo Settore assegnato per la “costruzione di un organico sistema teatrale regionale, quale essenziale investimento culturale, con il quale il Teatro Stabile d’Abruzzo ha fornito un contributo decisivo alla trasformazione della vita culturale abruzzese, facendo sì che il Teatro divenisse un'importante e non episodica componente della vita sociale, anche rispondendo ad esigenze espresse di narrazione, analisi ed elaborazione dei traumi subiti nei luoghi del cratere sismico”.

Gli attori portano sui palcoscenici argentini Domenico e Rosa, giovani sposi, che in famiglia sentono scoppiettare l’idioma abruzzese, idioma che tra i componenti del “clan“  rappresenta il mito dell’origine, il rifugio salvifico, l’identità riaffermata, mentre per loro, senza lavoro nel 1950 e pieni di ambizioni, significa solo emarginazione e disprezzo.

Inizia così l’avventura di una coppia che costruisce su di sé una visione dell’estero, dell’Argentina, come terra da conquistare. Conquistare il successo, un buon lavoro, costruirsi una casa e farla finita con l’Abruzzo.

Domenico con la famiglia in Argentina vive tutte le fasi della sua vita nel pieno di una forte contraddizione psicologica, in una specie di lunga crisi d’identità, indeciso tra la spinta all’integrazione piena e la difesa della propria radice autentica, rappresentata dal patrimonio di tradizioni dei genitori, di norma antiquati e fatalmente antagonisti rispetto alle ambizioni dei figli.  

Tanos è il racconto di un continuo sogno ad occhi aperti, e del sogno questo spettacolo conserva la struttura ambigua e sfuggente.

Un lavoro teatrale “alimentato” anche dalla scrittura di John Fante: una comicità trafelata e plateale, l’inquietudine visionaria e ispirata, l’attenzione profonda, eppure mai compiaciuta, al mondo degli ultimi- degli immigrati- e chiaramente la scoppiettante presenza dell’ambiente domestico, cioè etnico, come sempre nei romanzi di Fante descritto nel momento della sua implosione, del suo scardinamento a causa delle forze contrapposte che lo abitano, generazionali e culturali.

 

La musica protagonista assoluta, il 4 e 5 agosto prossimi, a Torricella Peligna (Ch), nella  “Doppia notte bianca”- "The double white night" d'Abruzzo. Saranno sedici, infatti, i gruppi che nella kermesse, denominata “ArteMusica&Gusto”, rassegna della Pro loco “Lelio Porreca”, si alterneranno tra chiese, vicoli e piazzette del centro storico. In tutti gli angoli del borgo, che si accenderà di colori e allestimenti suggestivi per due lunghe notti di divertimento, ci saranno band con mini concerti, in attesa dei big che, per il 4 agosto, saranno Enzo Avitabile e i Bottari di Portico e Marina Rei;  mentre il 5 agosto sul palco grande salirà Dolcenera. “Quarantotto ore di concerti – ribadisce il direttore artistico della kermesse, Gianfelice Presenza – che fonderanno ritmi di vari generi. Andremo dal pop al rock, dal funky al reagge, dal blues al metal e non mancheranno le cover band più conosciute del territorio. E poi mostre d'artigianato, di pittura e di fotografia, incontri d'arte, intrattenimenti, teatro, artisti di strada, sport e mercatini. A livello gastronomico verranno riproposte antiche ricette della cultura contadina: tra le novità la presenza di un ristorante all'aperto nel quale si potranno scoprire specialità tipiche del paese. In piazza Unità d’Italia poi si terrà il “Box&street party”, mix di spettacolo e sport, in cui si esibiranno allievi e campioni del Comitato Box Italiano.

Per la X edizione è stato anche realizzato un video, a cura del regista Massimiliano Brutti, che ha coinvolto diversi cittadini di Torricella, attori per un giorno. Il promo racconta di un turista che arriva in paese e si trova al centro di diverse situazioni in cui compare uno strano e misterioso simbolo X.

Per il X anno sarà allestito un angolo merchandising dove verranno vendute magliette e gadget che  riassumeranno gli eventi e gli artisti che hanno caratterizzato questi anni. “E' la maniera – viene fatto presente dagli organizzatori – per rammentare l’originalità di un'iniziativa che da sempre si autofinanzia. E che va avanti grazie all'impegno di tutto il paese. Centinaia i volontari che, con il proprio lavoro, danno un contributo indispensabile alla riuscita dell'evento, che ogni anno richiama 30-40mila visitatori”.

Ecco tutti i musicisti e gruppi di scena nella due notti di Torricella:

- MARINA REI
- ENZO AVITABILE e I BOTTARI DI PORTICO
- DOLCENERA
- DOMINIQUE LAS BASS &MJB
- ZARRAFOLK
- JANIS & THE HEAVY MACHINE
- DEJA VU
- TRANSUMANZA ARTISTICA
- POKER FACE
- BLUE'SPIRIT
- GREAT BASTARD
- I RAGAZZI DEL MURETTO
- THE BLACK BLOODY SABBAT
- NOT FOUND
- COVER METALLICA

 

Giovedì 27 luglio a Lanciano , nell’ambito della rassegna promossa dal Comune di Lanciano dei “Giovedì dello Shopping e del Gusto” - Taste of Lanciano, il brand nato per riunire le tradizioni, la cultura, l’enogastronomia e l’atmosfera di un centro storico fra i più belli del Centro Italia, propone “A cena sotto le stelle - Dress code: Bandiera Gialla”; un’unica tavolata ideale per collegare Corso Roma a Via dei Frentani passando per Piazza Plebiscito. Ciascun ristorante del centro storico partecipante all’iniziativa, infatti, collocherà dei tavoli all’aperto proponendo un menù ad un prezzo unico.

Dopo il grande successo di partecipazione della due prime serate con il tema "Total White", e "tutti con il cappello" per il prossimo appuntamento proponiamo un tema colorato, estivo ed elegante per degustare gli 11 menù proposti da altrettanti locali del centro storico al prezzo unico di 15 Euro: ci siamo ispirati ad una nota canzone degli anni '60 "bandiera gialla" e a tutto il movimento che in quagli anni ha creato una vera e propria rivoluzione culturale e di costume; il dress code stavolta sarà "Yellow/Vintage #BandieraGialla" con richiami alla moda sia di quegli anni che degli anni '70 e richiediamo che siano di colore giallo.

E' possibile prenotare direttamente presso i rispettivi ristoranti; l'elenco è disponibile dal sito www.tasteoflanciano.com o dalla pagina Facebook Taste of Lanciano.

La serata sarà inoltre caratterizzata da intrattenimenti musicali sia lungo Corso Trento e Trieste, Piazza Plebiscito, Corso Roma e Via dei Frentani, negozi aperti di sera e tante iniziative dalle 18 fino a tarda notte.

Alle 19 si esibirà lungo Corso Trento e Trieste il duo Alberto biondi (voce e percussioni) e Roberto Scandavini (chitarra), nel corso del concerto verrà presentato il cd "L'Italia dei baci di mezzanotte".

Alle 20.30 musica live in Via dei Frentani e Corso Roma

Alle 21.30 gran concerto finale in Piazza Plebiscito con Nduccio e la band Il Sentimento Agricolo.

I “Giovedì dello Shopping e del Gusto” proseguiranno ancora il 3 e il 10 agosto prossimi con altri temi e altri menù.

Per informazioni: 333-3169737 - www.tasteoflanciano.com

Domenica 23 luglio, alle ore 21.30, nella nuova cornice di largo dell’Appello (di fronte le Torri Montanare), torna l’appuntamento con le grandi orchestre per la stagione 2017 dell’Estate Musicale Frentana.

Sul palco i 50 ragazzi del Classic Ensemble Fenaroli (MIBACT PROJECT - Progetto territoriale 1° livello) preparati e diretti dal M° Paolo Angelucci proporranno musiche di Beethoven e Marquez. La formazione musicale è finalizzata all’apprendimento delle metodiche e delle tecniche di esecuzione concertistica conl’organizzazione dei concerti, con la possibilità per i giovani allievi di confrontarsi con il pubblico e interpretare repertori e composizioni di grandi autori.

Un progetto ministeriale che nasce proprio per dare opportunità concertistiche di musica d’assieme a giovanissimi allievi e occasioni per maturare e crescere professionalmente attraverso l’interazione con altri strumentisti mediante la formazione orchestrale e i concerti finali, anche con l’esecuzione di composizioni in prima assoluta, insieme alla trattazione di autori classici e contemporanei.

Due i botteghini aperti da un’ora prima del concerto. Uno in via Finamore (lato Cura Arcivescovile) e l’altro in via Paul Harris (lato Torri Montanare). Biglietteria online e prevendita su www.ciaotickets.com e da Venditti in corso Trento e Trieste a Lanciano. I bambini under 12 non pagano, posto unico 15 euro.

Come di consueto l’appuntamento sarà anticipato dal concerto dei docenti in programma per sabato 22 luglio, alle ore 21.30, nell’Auditorium Diocleziano. Posto unico 5 euro.

Domenico Mancini (Violino) Giuseppe Moffa (Chitarra e Fisarmonica) Guerino Taresco (Contrabbasso) è un n trio  composto    da violino, chitarra/fisarmonica e contrabbasso per un programma musicale che spazia dalla musica Tzigana e popolare dell’aria compresa tra Ungheria, Romania e Russia a quella della tradizione Klezmer (musica strumentale ebraica dell’europa dell’est) e Manouche (Gypsy Jazz).

“Taraf de Gadjo” sta ad indicare una formazione orchestrale tzigana (taraf) composta da musicisti non rom (gaggè). I “Taraf de Gadjo” cercano di trasmettere la libertà che questa musica emana, la forza coinvolgente di questi ritmi così accattivanti e travolgenti, pieni di pathos, di vitalità e passione e si esibiranno sabato a Lanciano venerdi 21 luglio alle ore 21, in largo san Giovanni a Lanciano.

Un programma il Klezme nel quale forme musicali presenti  sono per certi aspetti molto simili a quella degli Tzigani.

Il Klezmer è la musica popolare ebraica strumentale dell’est Europa; patrimonio e prerogativa di musicisti che per scelta o costrizione sono in continuo movimento: i klezmorim erano musicisti itineranti che portavano la musica secolare (vocale e strumentale) nei matrimoni e nelle feste. vi ritroviamo elementi tedeschi, magiari, boemi, bulgari, transilvani, turchi, greci, ucraini, oltre agli influssi della musica tzigana.

Motivo che accomuna tutta la musica dei Rom è quello dell’ improvvisazione; per questo motivo i “Taraf de Gadjo” si interessa a quella forma di Jazz, lo Swing Manouche o Gypsy Jazz, che nasce dall'incontro del Jazz americano degli Anni '30, dal Valzer Musette francese e dalla tradizione tzigana. Tutto questo impregnato da nomadismo zingaro e dalla contaminazione diretta delle musiche incontrate. Questa magica fusione è avvenuta come evoluzione personale e percorso naturale di alcuni musicisti Gitani e Manouches il cui caposcuola, da tutti riconosciuto, fu il leggendario Django Reinhardt, anch’egli Manouche.

 

Si inizia domani sera martedì 18 luglio alle ore 21.30 con il Teatro all'aperto nella cornice di Largo dell'Appello, nel centro storico di Lanciano: l'Assessorato alla Cultura propone la commedia dialettale dell'Associazione Culturale il Ponte “I due gemelli”, di Stefano Angelucci Marino, liberamente tratto da “I due gemelli veneziani” di Carlo Goldoni. Mercoledì 19 luglio appuntamento alle 22.30 davanti il Teatro Fenaroli con la musica del cantautore Amerigo Verardi, che si esibirà nell'ambito della sesta edizione della rassegna musicale “Outside of Theatre” organizzata dalla Caffetteria Fenaroli, in collaborazione con l'Associazione Amici di Lancianovecchia. Il secondo appuntamento con i Giovedì del Gusto e dello Shopping verrà aperto con il laboratorio ludico musicale “La fabbrica dei suoni” per bambini dai 5 ai 10 anni, nella Nuova Libreria Barbati (ingresso a pagamento 7 euro). A seguire, alle 18, spettacolo teatrale “Tarzan” a cura dell'Associazione Emeis. Alle 19, nell'ambito dei concerti organizzati dall'Assessorato alla Cultura in collaborazione con la Scuola Civica di Musica, si esibirà lungo Corso Trento e Trieste il duo Andrea Castelfranato (chitarra) e Manuela Francia (voce), per un viaggio nella musica pop italiana e internazionale. Alle 20.30 torna la lunga tavolata per la cena sotto le stelle tra Corso Roma e Via dei Frentani, che per l'occasione saranno chiuse al traffico delle auto e aperte alle persone che vorranno godere della bellezza del secondo centro storico più grande d'Abruzzo: dopo il total white di giovedì scorso, Taste of Lanciano proporrà il dress code #LeaveYourHatOn. Tutti con il cappello per assaporare gli 11 menù dei vari ristoranti proposti a 15 euro per l'occasione, con musica live di Caterina Calabrese e degli Alaria. Alle 21.30 la Pro Loco Lanciano organizza la serata karaoke anni 70-80 per le Sere d'estate al Parco Diocleziano. Alle 22 gran concerto finale in Piazza Plebiscito con la Memphis Blues Band, a cura dell'Associazione Lanciano Blues Festival.

Il fine settimana si aprirà con l'”Aloha party” in Corso Bandiera, con attrazioni per bambini e adulti, intrattenimento musicale e street food, negozi aperti, a cura dell'Associazione “Storico Corso Bandiera”: appuntamento venerdì e sabato a partire dalle ore 18. Venerdì alle 20.30, nel Polo Museale di Santo Spirito, appuntamento con il Premio Donna Bontà Città di Lanciano, organizzato dall'Associazione culturale “La Luna di Seb”. Alle 21 sarà la volta della gipsy jazz music dei “Taraf de Gadjo”, in Largo San Giovanni, mentre alle 21.30 nel Parco Diocleziano sarà il jazz del “CB Duo”, con Fabio Della Cuna al sax e Fabio D'Onofrio al piano, ad allietare la serata. Domenica 23 luglio alle ore 19, nel Teatro all'aperto in contrada Costa di Chieti 85, l'Associazione culturale “La Pecora Nera” presenta “I monologhi del mistero”, di Raffaella Di Donato, con la partecipazione di Carmine Di Donato. Domenica 23 inoltre, nel centralissimo Parco di Villa delle Rose di Lanciano, prenderà il via l'“Urban Sport Week”: street basket 3vs3, parkour, crossfit, hip hop, B&B bike and beer, a cura dell'Associazione ASD Iron Bikers Lanciano.

 

Gioielli, moda, bellezza, lusso, eleganza… Ma anche musica e spettacolo e, dalla mezzanotte in poi, una discoteca all’aperto per far ballare i tantissimi lancianesi che attendono l’Apertura delle Feste di Settembre 2017, con i fuochi pirotecnici alle 4 del mattino.

CERRONE, il noto brand di gioielleria con origini abruzzesi, in unione con i due prestigiosi partner VALAGRO e WALTER TOSTO, eccellenze imprenditoriali abruzzesi, organizzano un evento in partnership con il Comitato Feste di Settembre 2017 e con la collaborazione di vari imprenditori locali (tra cui D’Autilio, Tenerezze, Hair Fantasy, Antea Spose, ecc).

L’evento, intitolato “Passione 2017 – Abruzzo nel Cuore”, si svolgerà la sera del 13 settembre 2017 nella Piazza del Plebiscito di Lanciano in apertura delle Feste di Settembre 2017 in onore della SS Madonna del Ponte e Bambino, per cui gli stessi gioiellieri CERRONE realizzarono e donarono nel 2009 le corone in memoria e per volere di Elisabetta TORRIERO POMPA e Vincenzo CERRONE, i cari genitori delle stiliste gioielliere donatrici Debora e Tiziana CERRONE, coordinatrici della kermesse insieme ad Aldo Cacchioni.

“Vogliamo offrire un bel momento all’Abruzzo gravemente colpita dalle tante recenti tragedie”. Questo il senso dell’evento espresso da Nicola CERRONE, e qui la parte del titolo “Abruzzo nel Cuore”. Sentimenti ampiamente condivisi dai due partner VALAGRO e WALTER TOSTO, che assieme al brand CERRONE portano da sempre e con estremo orgoglio l’immagine della loro regione Abruzzo nel mondo intero.

Passione 2017 – Abruzzo nel Cuore” è una second edition del precedente evento “Passione 2007” che ha ospitato 10 anni fa a Lanciano l’anteprima mondiale della omonima collezione di gioielli CERRONE, indossati da splendide Top Model in una serata presentata da Adriana Volpe e con tanti prestigiosi ospiti.

La serata del 13 settembre 2017, in particolare, vedrà susseguirsi due momenti, aspettando l’apertura delle Feste di Settembre delle 4 del mattino con i fuochi pirotecnici.

La prima parte, dalle 21 a mezzanotte circa, ospiterà una sfilata-evento, con la presentazione della nuova collezione di gioielli CERRONE “Passione 2017”, uniti a vari premi internazionali dello stesso brand e alle creazioni degli altri partner coinvolti. La serata avrà momenti musicali con performance dei numerosi prestigiosi ospiti, tutti rigorosamente di origine o di adozione abruzzese (musicisti, cantanti, attori, showgirl, ecc.), e che allo stesso modo di CERRONE, VALAGRO e WALTER TOSTO, rappresentano l’orgoglio abruzzese nel mondo.

La seconda parte invece, dalla mezzanotte circa alle 4 del mattino, trasformerà la piazza in una grande e spettacolare pista da ballo – a cura del Dj Raffaele Jair - con ospiti di caratura nazionale, che rallegreranno gli spettatori nell’attesa dei fuochi pirotecnici che segneranno l’apertura delle Feste di Settembre 2017. Non mancheranno momenti enogastronomici  con specialità abruzzesi prodotti dai partner coinvolti.

  • Pagina 8