Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Sarà proiettato giovedì 15 dicembre, alle ore 18, presso il Polo Museale di Lanciano, in via Santo Spirito, il film documentario dal titolo Sposi – Ieri e Oggi del regista abruzzese Dino Viani. La pellicola, promossa da Terre Immaginarie Film e realizzata grazie al sostegno dell'Associazione Culturale Amici di Rapino e alla partecipazione degli abitanti di Rapino, propone allo spettatore un suggestivo e poetico viaggio nel tempo, fatto di ricordi e testimonianze dirette, alla scoperta del rituale del matrimonio dal dopoguerra ad oggi. L'ingresso è libero. Come scrive l'autore:”Sposi è un film in cui si ride, si piange, soprattutto si riflette sul modo di stare insieme di ieri e di oggi. Un omaggio sincero, sentito, alle generazioni di uomini e donne che contro tutto e tutti hanno portato avanti la loro storia come impegno etico, morale, prima che sentimentale. Stare insieme, quindi, per senso di responsabilità, accoglienza dell'altro. Questo ed altro troverete in Sposi.” Dino Viani è un filmaker indipendente. Dal 2007 ha trasferito la sua attività a Berlino. Fittissima e ricca la sua bibliografia. Tra i fim più recenti ricordiamo: Mattino, Il Teatro in casa, Un sole di Mais, Paradise Piccirille, Lu Lope. Degni di nota sono: la sua partecipazione nel 2007 al Festival di San Pietroburgo che gli ha tributato una retrospettiva d'autore; sempre nel 2007 ha preso parte con i suoi lavori alla 52° Biennale di Venezia; il suo film Canto 6409 sul terremoto dell'Aquila, presente nel 2009 al 62° Festival del Cinema di Cannes-United States of America Pavillon e all' Amsterdam film Festival, è stato poi premiato al L'Aquila Film Festival.

L’edizione numero 10 del Villaggio di Babbo Natale di Castel Frentano che si è concluso ieri sera è stato un successo che andato anche oltre le più rosee aspettative.

La Proloco di Castel Frentano con il presidente Fernando Rosato non nascondo la grande soddisfazione di un risultato che ha visto la presenza di circa 60.000 persone affollare i vicoli del paese.

Due sere due pienoni, si legge nella bacheca Fb della proloco, con la necessità di modificare radicalmente il programma scegliendo dei gruppi di altissimo livello e soprattutto per la prima volta raddoppiato gli spettacoli portando l'evento da uno a due giorni. Stand di tutti i tipi, dagli sbandieratori e musici del Mastrogiurato ai laboratori di ballo. I risultati si sono visti e gli organizzatori hanno avuto ragione su tutto e soprattutto quando hanno visto i volti dei bambini incantati dagli spazi curati nel minimo dettaglio e , anche i genitori, hanno potuto godere di tante prelibatezze nelle spensieratezza di uno spazio pensato per la felicità dei propri figli. L’appuntamento è per il 6 gennaio con la festa della Befana che siamo certi sarà un grande successo così come lo è stato con Babbo Natale. Le cose se fatte bene e con dedizione riescono sempre bene.

Come ogni anno la Cooperativa Il Pensiero organizza per conto del Comune di Lanciano, eventi rivolti alle famiglie presso il Polo Museale, in occasione delle festività Natalizie. Senza problemi di parcheggip per i genitori e senza  temere il freddo per offrire ai vostri bambini delle proposte culturali interessanti dell'8 all'11 dicembre 2016, dalle ore 17,00 alle ore 20,00  scoprirete : “Il Piccolo Regno di Babbo Natale" una vera e propria Casa di Babbo Natale (con stanza da letto, ufficio postale e fabbrica di giocattoli).

E ancora mercatini tipici nel chiostro con produttori d’eccellenza del territorio, in collaborazione con la Bottega dal Viaggiatore Errante degustazioni, laboratori per bambini e letture a tema, proiezioni, giochi vari a tema natalizio.
 

INGRESSO LIBERO - LABORATORI E ATTIVITA' GRATUITI

 

Riprendono gli appuntamenti con il Festival del teatro dialettale Premio Maschera d'oro città di Lanciano che per il terzo appuntaneto ospiteranno "La speranze è l’uteme a murì”  una commedia divertente ma che  allo stesso tempo che propone temi e spunti di riflessione sempre attuali.

 


Il botteghino del Teatro sarà aperto due giorni prima di ogni spettacolo dalle ore 16.30 alle ore 19.30 e la domenica dello spettacolo dalle ore 15.30 fino ad inizio spettacolo.

Vendita online dei biglietti su www.teatrofenaroli.it per tutti gli spettacoli in cartellone.

 

Lanciano. E' stata festa grande ieri a Lanciano, un movimento e una vivacità contagiosi. Da tempo non si vedeva tanta gente in città, arrivata anche dalle località limitrofe, richiamata dalle iniziative messe in campo dagli operatori commerciali che quest'anno hanno scelto di mettere da parte i lamenti e di rimboccarsi le maniche. Tutti insieme, almeno così è stato per quelli di Corso Bandiera, l'obiettivo di riportare in centro potenziali acquirenti creando atmosfere natalizie con addobbi, Babbo Natale, renne vere, è stato centrato. Difficile pure camminare, ma il Natale non si respirava solo a Corso Bandiera, pure i commercianti di Corso Roma si sono attrezzati con musiche e canti natalizi, vestendo con i colori e le luci della festa più sentita dell'anno le vetrine dei negozi e non sono mancati lo street food e giochi per i più piccoli. Un coinvolgente e accattivante clima natalizio dal quale resta ancora stranamente esclusa la via principale e più frequentata della città, ovvero Corso Trento e Trieste, che pure era affollato di gente, ma senza una luce, senza un segno a indicare che il Natale è alle porte. Chissà, forse oggi, comunque in ritardo, cominceranno i preparativi del tradizionale albero in Piazza Plebiscito, certo è che ieri bastava scendere una scalinata o girare l'angolo per passare immediatamente da uno scenario di luci, di musica, di profumi invitanti a un altro, vivacizzato a fatica solo dalle vetrine e dalle tantissime persone che passeggiavano lungo il Corso. E molte si sono chieste, qualcuna anche ad alta voce, “ma le luci quest'anno a Natale ci saranno”?Proprio qualche giorno fa il sindaco Mario Pupillo ha rassicurato sugli addobbi natalizi rispondendo a una domanda precisa, una richiesta fatta anche in considerazione del balletto di critiche e commenti che si era scatenato in rete e che, in verità, non si è ancora placato, anzi a gettare benzina sul fuoco delle polemiche ci hanno pensato alcuni commercianti di Corso Roma lamentando l'assenza delle istituzioni alla loro iniziativa che, dicono, non è stata trattata dall'amministrazione con la stessa attenzione e riguardo usati per il Villaggio di Babbo Natale di Corso Bandiera. In ogni caso al di là di affermazioni e posizioni, più o meno strumentali, sulle quali si potrà anche fare chiarezza, va detto soprattutto ai commercianti di Corso Roma che più volte si sono fatti sentire lamentando criticità e disagi, che in tanti ieri hanno saputo dell'iniziativa, passando casualmente lungo il corso... chiuso alle auto. Lo stop al traffico è una questione sulla quale dovrebbero seriamente riflettere.

LANCIANO - Tra le cime innevate dei monti che delimitano il Parco Nazionale d'Abruzzo e della Majella puntualmente ogni anno, il 5 gennaio, Rivisondoli, nota località turistica al centro degli Altipiani Maggiori d'Abruzzo, si trasforma in un palcoscenico naturale per il "Presepe Vivente" più antico e conosciuto d'Italia.

La prima edizione è del 1951 e da allora la manifestazione religiosa, culturale e di costume di rilievo nazionale, unica nel suo genere cerca in tutta Italia i volti dei suoi personaggi.

Maria Laura Diano, 16 anni di Lanciano, sarà quest’anno l’Angelo dell’Annunciazione della 65esima edizione e per lei e la sua famiglia l’emozione è grande.

Della giovane VideoCittà aveva già raccontato la sua bravura in matematica, quando lo scorso anno arrivò fra i finalisti dei giochi matematici italiani. Ora un tassello in più per Maria Laura Diano, che frequenta il terzo anno del Liceo Scientifico Aeronautico di Corropoli dove si sta preparando per l'ingresso in Accademia Militare e dove vive durante la settimana nel college annesso al liceo. Un futuro impegnativo questo, in cui l’esperienza del Presepe di Rivisondoli arricchirà il bagaglio di esperienze formative per la vita.

 

LANCIANO - L'irrinunciabile cioccolato, una tentazione alla quale è difficile, quasi impossibile, resistere sarà il protagonista del Festival promosso e organizzato da Casartigiani dal 2 al 4 dicembre prossimi a Lanciano, lungo Corso Trento e Trieste. Dopo Agroalimenta con i suoi prodotti tipici, ancora un fine settimana da trascorrere guidati dal profumo unico e insostituibile del cioccolato che maestri artigiani trasformeranno in vere opere d'arte. Da guardare e da gustare. “La nostra associazione ha proprio l'obiettivo di valorizzare e promuovere il lavoro di tanti artigiani, che nonostante il periodo di crisi e di evidente difficoltà, continuano a impegnarsi con sacrificio, talento e creatività, noi vogliamo offrire occasioni valide, come il Festival del cioccolato, per far conoscere ulteriormente la loro attività”, ha detto Ombretta Mercurio presidente provinciale di Casartigiani. Si tratta di un week end tutto da scoprire poiché il cioccolato è sì il protagonista principale, ma ci sono altre iniziative messe in campo per cercare di soddisfare gusti ed esigenze diversi. C'è uno spazio dedicato ai bambini, una sfilata di moda, musica dal vivo con pizzica salentina e cori folkloristici e artisti da strada. Un grande e variegato spettacolo che fa da cornice al dolce per eccellenza. “Non si tratta solo di una esposizione, né della possibilità di vendere e acquistare, ma è soprattutto l'opportunità di vedere da vicino il risultato della fantasia e della bravura di tanti maestri artigiani, nelle loro mani il cioccolato si fa anche strumento o attrezzo per lavorare come forbici, ferri da stiro, scalpello e martello tanto per dirne alcuni – ha tenuto a precisare Dario Buccella consigliere nazionale e coordinatore regionale di Casartigiani – mi piace considerare questo evento un'occasione per immergersi nel bello e nel buono, con la moda, l'arte e la bontà del cioccolato”. Tanti cioccolatieri arriveranno da altre regioni. A precisarlo è il responsabile regionale eventi e commercio di Casartigiani Emanuele Trasmondi: “Abbiamo avuto anche il sì della Federazione italiana barman i cui rappresentanti prepareranno drink rigorosamente al cioccolato. Questo progetto che ha già avuto l'apprezzamento di molti operatori, sarà riproposto in altre città della Penisola”. Il taglio del nastro è previsto alle ore 11.00 venerdì 2 dicembre. “Si tratta di un evento che abbraccia diversi settori dal cioccolato alla musica, allo spettacolo e che per tre giorni movimenterà e animerà Corso Trento e Trieste – ha sottolineato l'assessora alle attività produttive Francesca Caporale – la presenza di tanti maestri artigiani è importante poiché è uno dei comparti che ha maggiormente risentito della crisi, che ne ha subito le conseguenze, è importante, quindi, creare iniziative come questa che mette in primo piano proprio il lavoro artigianale in tutte le sue espressioni. Noi cerchiamo di dare il nostro sostegno riconoscendo l'efficacia di questi progetti”.

Intanto fervono i preparativi in attesa che si alzi il sipario. Non resta che sperare nella clemenza del tempo.

 

LANCIANO - Dopo lo straordinario successo triennale e il consenso di critica e pubblico ottenuto con "Aggiungi un posto a tavola" (prima compagnia professionale ad aver ottenuto i diritti di rappresentazione da autori ed eredi al di fuori del Teatro Sistina di Roma), e la recente vittoria agli Italian Musical Award (Oscar Italiani del Musical) con Nunsense - Il musical delle suore  come miglior spettacolo “off” della stagione 2015-‘16, la Compagnia dell’Alba in co-produzione con il TSA Teatro Stabile d’Abruzzo, riprende in questa stagione con una nuova edizione lo spettacolo "Tutti insieme appassionatamente", già portato in scena nel 2012-‘13.

Ispirato al racconto autobiografico di Maria Augusta Trapp “The Trapp Family Singer”, il musical del 1959 con le musiche di Richard Rodgers, le liriche di Oscar Hammerstein II e il libretto di Howard Lindsay e Russel Crouse racconta la storia di Maria Rainer, scalmanata novizia che si ritrova improvvisata governante presso la famiglia del Capitano Von Trapp, vedovo con sette figli nell’Austria del 1938.

Una storia evergreen dal fascino un po’ retrò e dalle melodie indimenticabili, con la capacità di provocare forti emozioni, immortalata dal celeberrimo film con Julie Andrews.

Con la regia e le coreografie di Fabrizio Angelini, la direzione musicale di Gabriele de Guglielmo, e il ruolo di Maria interpretato da Carolina Ciampoli(acclamata Clementina in Aggiungi un posto a tavola), lo spettacolo interamente cantato dal vivo presenta un cast di 14 interpreti, più 17 giovanissimi selezionati all’interno di un numeroso gruppo che si alternano nei ruoli dei 7 ragazzi Von Trapp.

Tutti insieme Appassionatamente è una produzione della Compagnia dell’Alba, con la co-produzione del TSA Teatro Stabile d’Abruzzo. Patrocinato dal Comune di Ortona.

Lo spettacolo è presentato grazie ad uno speciale accordo della Compagnia con R&H Theatricals Company.

Biglietti e abbonamenti in vendita presso il botteghino del teatro (16.30/19.30)

 

 

LANCIANO - Giovedì primo dicembre prende il via "La prima stagione", rassegna teatrale e musicale dell'associazione "Teatro Possibile" di Lanciano, che proseguirà fino al 6 di aprile prossimo.
Gli spettacoli si terranno presso il teatro del centro creativo "Le Caltapie", luogo in cui l'associazione da un anno svolge, crea e ospita laboratori di teatro, musica e altre arti come la danza contemporanea. In appuntamento ci sono tre concerti, cinque spettacoli di teatro contemporaneo e quattro spettacoli per ragazzi. La scelta delle proposte è il risultato della ricerca di contributi originali, onesti, creativi che divertano e allo stesso tempo riflettano delle realtà attraverso immagini e suoni mai visti e mai sentiti.
Aprirà la rassegna giovedì primo dicembre il concerto di Paolo Angeli, artista internazionale che conclude in Italia il WorldTour passato per il Sud America, gli Stati Uniti, l'Europa e il Giappone.
Segue il 18 dicembre un concerto del duo voce e chitarra di Claudia D'Ulisse e Nicola Oliva; i due musicisti abruzzesi sono tra le più belle espressioni della chitarra e del canto nazionali. Il chitarrista (Laura Pausini, Ornella Vanoni, Fiorella Mannoia) terrà un workshop a numero chiuso nel pomeriggio.
Nel pieno delle festività natalizia, il 27 dicembre, ci sarà il concerto della PGM big band, con ingresso libero, per una serata conviviale nel giardino invernale de Le Caltapie.
Da gennaio è la volta della prosa.
Apre la sezione, giovedì 26 gennaio, "Teatro del paradosso e Arti e Spettacolo" con "No, storia di un rifiuto". Il secondo conflitto mondiale è un evento che pone delle domande ancora irrisolte e per trovarne le risposa allora bisogna aggiungere storie alla storia già scritta e sommare le esperienze.
Giovedì 9 febbraio "La Bottega del Teatro" di Caserta presenta "Giuseppina, una donna del sud". Giuseppina è una signora che ha vissuto quasi interamente il Novecento e che, nel racconto della propria esperienza, mostra un microcosmo che può diventare una dimensione simile a quella di tante altre persone, tante altre donne, che vivono un rapporto contrastato con il mondo a loro contemporaneo.
Nelle due date successive saranno in scena due produzioni del "Teatro Possibile".
Giovedì 23 febbraio la proposta è "Giulietta e Don Francesco", con l'adattamento dal Re Muore di Ionesco di Gabriele Tinari. La vicenda narra dei giochi di potere di una corte parassita passando attraverso il grottesco, il paradossale , umoristico e poetico.
Il 9 marzo invece è la volta dei "Monologhi della Vagina" con Vittoria Oliva, ispirato da cinque diversi monologhi di Eve Ensler, che trovano spazio nell'attualità, sfatando il timido e imbarazzante tabù del proferire la semplice parola vagina.
Giovedì 23 marzo "Essenzamateria " di Penne presenta "7 volte Anna", un racconto che si riflette attraverso tutti noi, la nostra società, le nostre convenzioni e i nostri obblighi giusti o sbagliati.
A concludere la stagione di prosa ci sarà il 6 aprile Paolo Maria Cristalli, premio De André alla poesia insieme al chitarrista Stefano di Matteo.
Lo spettacolo dal titolo "Parlato per l'inverno" è tratto dall'ultima opera dal poeta, struggente e intenso lavoro. Segnaliamo inoltre con orgoglio la presenza di una sezione dedicata interamente ai ragazzi nei pomeriggi del sabato.
I racconti del "Teatro Possibile" con "Mo racconto" e "La cicala e la formica".
"Il burattino Malandrino" presenta "Le avventure di pinocchio" mentre "Favole in valigia" propone "Il principe ranocchio".
Per prenotazioni, abbonamenti e altre informazioni rivolgersi ai canali di Teatro Possibile, alla pagina FB de Le Caltapie, oppure al centro Le Caltapie di Lanciano in via Santa Liberata 107/A.

LANCIANO - Si è conclusa ieri, domenica 27 novembre, la settimana della Festa di Santa Cecilia 2016, promossa dall’associazione Amici della Musica. Gli eventi dedicati alla Festa dedicata alla Santa patrona della musica e dei musicisti hanno visto quest’anno la partecipazione di circa duemila alunni delle scuole del territorio, dalle elementari alle superiori; un numero che inorgoglisce gli Amici delle Musica per aver contribuito ancora una volta ad avvicinare i più giovani alla cultura musicale ed artistica delle varie discipline dello spettacolo.

L’associazione Amici della Musica si conferma quindi come unica istituzione italiana a promuovere questo genere di iniziative, riuscendo a coinvolgere in progetti artistici e didattici e alla partecipazione attiva, più di 12 mila giovani dal 2010, per i vari eventi organizzati come le lezioni concerto, i progetti teatro e musica, i film e i documentari musicali, i concerti didattici e gli eventi di produzione esclusiva, esperienza unica in Italia, contemplando la missione formativa, che da 45 anni la contraddistingue nel suo operato didattico e artistico.

La settimana si è conclusa con le due splendide repliche dell’opera di Gaetano Donizetti “L’Elisir d’Amore” realizzata in collaborazione con Opera World e con il meraviglioso concerto di ieri sera, un omaggio musicale rivolto Gioacchino Rossini, uno dei più grandi compositori della storia della musica italiana, con la proiezione del film d’animazione “Omaggio a Rossini” di Giulio Gianini e Emanuele Luzzati (come in foto) e la colonna sonora eseguita dal vivo, a cura dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, in collaborazione con l’EMF.

La stagione EMF 2016 si concluderà con il concerto Gospel il prossimo 26 dicembre e con i tradizionali concerti di Capodanno, il 3 gennaio 2017. Ultimo appuntamento con i Concerti del Parco, invece, domenica 4 dicembre, alle ore 18, nella Sala Manlio La Morgia, con il concerto del Seminario di Canto Corale in ricordo del Maestro Aldo Marincola.