Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Sono partiti in 400 ieri mattina da Fara San Martino dopo il saluto del Presidente Michele Aruffo e la benedizione di Don Emiliano Straccini alla volta del picco della Forchetta di Campo di Giove, per disputare la la 18esima Gran Fondo Ciclistica Fara San Martino - XVI Memorial Levino Tavani, organizzata dall’ASD Cicloclub Hotel Del Camerlengo di Fara San Martino e prova valida del Circuito Centroitalia Tour. Due i percorsi: quello di 98 km e quello 140 km. Sul percorso corto di km 98 e 1750 mt di dislivello hanno vinto Valentino Quintili Di Gionno (Francavilla) per i maschi e Isabella Iacovissi per le donne, il primo in meno di 3 ore e la Iacovissi in poco più di tre ore.  Sul percorso lungo di 140 km e 2250 mt di dislivello hanno vinto Stefano Borgese (Francavilla) per i maschi e Federica Figliola per le donne, il primo in poco più di 4 ore. La manifestazione, si è svolta nel territorio del Parco nazionale della Maiella, meta di appassionati dell’arrampicata e del trekking. attraversando le spettacolari gole di San Martino e ammirando l’Abbazia di San Martino in Valle, riportata alla luce nel 2004 dall’Amministrazione comunale dopo che era stato sepolto tempo addietro a seguito delle alluvioni. Dal punto di vista tecnico questa edizione ha previsto un tragitto rinnovato, che si è snodato tra valli panoramiche e boschi di faggi, tra centri storici e strade tortuose. Il percorso si è snodato quasi completamente nel cuore del territorio del Parco Nazionale della Majella, attraversando vere e proprie valli incantate toccando i centri di Fara San Martino, Lama dei Peligni, Palena, Campo di Giove, Cansano e Pescocostanzo, per poi riscendere nuovamente a Palena Lama e arrivare a Fara San Martino. Malgrado le condizioni delle strade attraversate, notoriamente carenti di manutenzione, non ci sono stati particolari problemi, anche perché tutti sono stati ampiamente avvisati. Nella terra della Pasta e dei famosi pastifici di Fara San Martino, De Cecco in primis, che hanno fatto conoscere Fara San Martino in tutto il mondo, e nel pieno del parco Nazionale della Maiella è stata offerta ai partecipanti la possibilità di godere paesaggi insoliti e spesso dimenticati, nei quali domina ancora una dimensione culturale e umana che ha conservato intatti i principi del rispetto della tradizione e degli ambienti. Le valli attraversate dalla gara, si presentano come vere e proprie "valli incantate" ricche al loro interno di spunti archeologici, centri storici perfettamente conservati, eremi di montagna e castelli medievali, grotte e laghi naturali, colline verdissime, fitte pinete e boschi secolari, il tutto ingentilito dalla genuina ospitalità degli abitanti, che non faranno mancare il loro solito e proverbiale calore.
 

 Ciclismo, seconda edizione del Trofeo Bar Piroma a Castel Frentano. L'appuntamento è per domenica prossima, 26 giugno. La manifestazione sportiva, in cui sarà assegnato il Memorial “Giovina Franceschini”, è organizzata dal Bar Piroma in collaborazione con l'Asd Ciclismo Giovanile “Albert” e con il patrocinio dell'amministrazione comunale di Castel Frentano. La gara è riservata agli Allievi Fci, atleti di 15 e 16 anni e primo e secondo anno tesserati Fci. Il ritrovo è previsto per le 14 presso il Bar Piroma, in via Pera e alle 16 ci sarà la partenza dei concorrenti che percorreranno Via Pera, Via Teofilo Patini, Via Trastulli, Strada comunale Madonna delle Grazie, Via degli Abruzzi, Via Moscardelli e la Statale 84 Frentana. Un circuito di circa 5 chilometri che sarà ripetuto 18 volte per complessivi 90 chilometri. “L'anno scorso – dice Pietro Di Giacomo, titolare del Bar Piroma – i partecipanti sono stati 90, con società arrivate da Abruzzo, Marche, Lazio, Puglia e Campania. Quest'anno, al momento, perché le adesioni potrebbero crescere, gli atleti iscritti sono 70, da Abruzzo, Lazio e Marche”. A premiare sarà anche il campione di ciclismo paralimpico Luca Pizzi.

Il Csks di Lanciano continua a fare incetta di premi internazionali. Nella quarta edizione del Campionato Europeo Shito Ryu Karate Federation, che si è svolto nella città slovacca di Novè Zàmky, i ragazzi del maestro Pietro Antonacci hanno conquistato i gradini più alti del podio, con 3 medaglie d’oro e una d’argento. Doppia medaglia d’oro per Alessio Di Lallo, che ha sbaragliato tutti i suoi avversari, sia nel kumite (combattimento) che nel Kata (forme), conquistando due meritatissime medaglie d’oro e laureandosi Campione europeo di Kata e Kumite nella classe Juniores (16-17 anni), impresa riuscita solo a lui. L’altro atleta di punta del Csks, Jonathan Chesi si è invece laureato Campione europeo di Kata individuale nella classe Senior (18-35 anni). Medaglia d’argento per Gabriele Farina, vice Campione europeo nella categoria Kumite Senior + 75kg.  Altri importanti piazzamenti: Francesco Lelli, atleta alle prime esperienze, quinto classificato nel Kumite individuale Cadetti (14-15 anni)  +62kg,  Lorenzo Rossi (10-11 anni) e e Lorenza Angelucci (10-11 anni) quinti classificati  nel Kata. “Mi ritrovo ancora una volta a scrivere la stessa frase: ‘Orgoglioso dei miei ragazzi’ – commenta Antonacci - ma d’altronde è quello che provo ogni qualvolta rientro da una competizione. La mia esperienza e conoscenza tecnica nel Karate mi permettono di allenarli e portali al massimo, ma è anche vero che tutto dipende da loro, perché senza l’impegno e la determinazione espressa negli allenamenti, nulla sarebbe possibile. Mi aspettavo un ottimo risultato ma addirittura quattro Titoli Europei!”. Lunedì 27 giugno, al Palazzetto dello Sport di Lanciano, durante gli esami di cintura ci saranno delle esibizioni e la presentazione dei neo campioni, che saranno premiati per i loro prestigiosi risultati.

Sarà una giornata all’insegna dello Sport quella di sabato 18 giugno. Ad animare la città di Lanciano torna la 4ª edizione della manifestazione sportiva “Notturna Lancianese” – Gara podistica nazionale di 8,2 km e Gara non competitiva di 4,1 km, insieme alla 2ª edizione di “LiberaMente”, passeggiata ludico motoria di 4,1 km. A promuovere le manifestazioni sportive, patrocinate dalla Regione Abruzzo e dal Comune di Lanciano, sono l’ASD Tribù Frentana e l’ASD Percorsi Abruzzo, in collaborazione con la Protezione Civile A.N.A Lanciano, Croce Arcobaleno, Angsa Abruzzo Onlus (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), l’ADIF (Associazione Diabetici Frentani), ANFASS Onlus, CSV Chieti (Centro di Servizio per il Volontariato), l’Associazione Culturale Frentana, CONI ITALIA e il Centro Regionale Abruzzo LIBERTAS. Il ritrovo è previsto alle ore 17.00, presso il Parco Piscine Le Gemelle 2.0, zona S. Rita, mentre le partenze per le rispettive gare avranno inizio alle ore 18.30 gare ragazzi, ore 20.00 notturna e passeggiata ludico motoria. Le competizioni saranno valevoli per l’assegnazione di punti per i Circuiti Corri l‘Abruzzo. A rallegrare l’atmosfera, all’interno della struttura, saranno le varie associazioni con canti, balli e animazioni. La serata si concluderà con un’abbondante pasta party e ricche premiazioni. Saranno assicurati il ristoro, l’assistenza medica e polizza assicurativa. Per partecipare alle gare è obbligatorio il possesso della tessera federale o di un Ente di Promozione Sportiva, nonchè dotarsi di un certificato medico.
Il termine ultimo per le iscrizioni alle gare è fissato per domani 16 giugno alle ore 24; c’è tempo, invece, fino a sabato, ore 19.30, per prendere parte alla passeggiata ludico motoria.
 
Info e iscrizioni a timingrun@gmail.com

La Bper CT Lanciano è salva. Dopo la vittoria di 7 giorni fa a Reggio Calabria i frentani bissano anche in casa il successo con un perentorio 3-1 e conquistano la salvezza in Serie A2. La finale playout sorride dunque alla formazione lancianese, che per centrare la salvezza davanti al proprio pubblico nella partita di ritorno avevano bisogno di soli 3 punti, avendo vinto all'andata 4-2 in trasferta. La sfida si decide ai singolari del mattino, iniziati con qualche ora di ritardo a causa della pioggia. Il primo punto lo porta a casa Sgrignoli con una partita al cardiopalma vinta al tie break del terzo set dopo 6 match point annullati dall'avversario: 16/61/76 il finale di un match giocato con grande intensità e davanti un pubblico caloroso e numeroso. Sconfitta per Di Giovanni, che cede 61/63 all'avversario meglio classificato. Vittoria invece per il numero 1 frentano, l'argentino Martinez, che chiude il match in poco più di un'ora in due set 61/75. Il punto decisivo lo conquista Enrico Burzi, tornato a disposizione dopo alcune partite ai box a causa di un fastidioso infortunio muscolare all'addome: il giocatore bolognese, ormai di casa a Lanciano, vince agevolmente in due set 64/64 e consegna alla BPER CT Lanciano il punto che vale un'altra stagione in Serie A2. La formazione frentana è scesa in campo con il lutto al braccio per lo storico segretario del Circolo, Leopoldo De Rentiis, scomparso 7 giorni fa. A lui, pilastro del Circolo, è dedicata questa salvezza. (Pier Paolo Di Nenno)

Tabellino CT Lanciano – CT Polimeni Reggio Calabria 3-1 (andata 4-2)
4) Sgrignoli b. Tarsia 2.8 16/61/76 (5)
3) Summaria 2.3 b. Di Giovanni 61/64
2) Burzi b. Grazioso 2.3 64/64
1) Martinez b. Cutuli 2.3 61/75

Il miracolo all'Arechi di Salerno non c'è stato: nel ritorno dei playout la Virtus ha perso 1 a 0 con i padroni di casa e, dopo 4 anni, torna in Lega Pro. Resta il rammarico per una retrocessione legata non a meriti sportivi della squadra, ma a continue penalizzazioni provocate da irregolarità amministrative commesse dalla società.

US SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Empereur, Tuia (42' st Colombo), Rossi (1' st Franco), Bernardini; Moro, Nalini, Odjer, Zito (20' st Gatto), Coda, Donnarumma. All. Menichini
VLANCIANO (4-3-3): Cragno; Salviato, Aquilanti, Amenta, Di Matteo; Rocca, Giandonato (14' st Turchi), Bacinovic (29' st Vitale); Marilungo, Bonazzoli (14' st Padovan), Di Francesco. All. Maragliulo
Arbitro: Pasqua di Tivoli (Di Iorio di Verbania - Liberti di Pisa; IV Uomo: Del Giovane (Albano L.) - Aureliano di Bologna, Chiffi di Padova)
Reti: 20' Coda
Note: ammoniti: Empereur; spettatori 25.051; recupero 0' pt+ 2' st

Mantova Banca 1896 per la competizione maschile, e Bcc Roma per quella femminile: sono i vincitori della quattordicesima edizione del Torneo Nazionale di Calcio a 5 del Credito Cooperativo, che si è svolto dal 2 al 5 giugno ad Atessa e Lanciano, organizzato da Iccrea Banca, l'istituto centrale che offre servizi finanziari e creditizi alle Bcc di tutta Italia, e dal suo Cral aziendale, e promosso da Bcc Sangro Teatina e Fedam, federazione delle Bcc abruzzesi e molisane, con il patrocinio di Federcasse, la federazione nazionale delle Bcc e del Comune di Atessa. Alle due squadre, che si sono imposte rispettivamente su Bcc Ravennate Imolese e Bcc Picena, si aggiungono altri due team che si sono aggiudicati il Trofeo del Sangro, competizione consolatoria riservata alle squadre uscite ai gironi eliminatori: Bcc Monte Pruno Credito Cooperativo di Roscigno e di Laurino, che si è imposta in finale su Bcc Ripatransone nel torneo maschile, e Bcc Romagna Est, che ha battuto sempre la Bcc Ripatransone in quello femminile. Per Mantova Banca 1896, un'ulteriore soddisfazione: parteciperà alla "Chiampions interbancaria" che si svolgerà a settembre in Slovenja, insieme alla Bcc Sinergia Verde, qualificatasi al terzo posto nel 2015. Grande soddisfazione la soddisfazione degli organizzatori e dei partecipanti. "Sono stati quattro giorni speciali - dicono Pier Giorgio Di Giacomo e Fabrizio Di Marco, presidente e direttore generale di Bcc Sangro Teatina - che hanno testimoniato ancora una volta la grande accoglienza della nostra banca al servizio di tutto il territorio, evidente nella grande capacità organizzativa e ideativa portata avanti in tanti mesi insieme agli amici di Iccrea. Siamo contenti che i due eventi FoodBall Le Piazzette del Gusto ad Atessa e DegustiAmo a Lanciano abbiano catturato il gradimento di tutti i partecipanti. Il nostro grazie va a quanti hanno collaborato alla riuscita di questo evento. In particolare alla cooperativa Gaia di Atessa e a Casartigiani di Lanciano, alle amministrazioni comunali e, soprattutto, alla squadra di Bcc Sangro Teatina, vero vanto del nostro istituto. E grazie infine agli organizzatori Maurizio Moretti e Vittoria Ialongo, veri e graditi amici: siamo certi di aver ben ripagato la fiducia che hanno riposto in noi". Per Maurizio Moretti e Vittoria Ialongo, di Iccrea e del Cral aziendale "è giudizio unanime dei partecipanti che sia stata la migliore edizione di sempre. In particolare la serata di Atessa e quella di Lanciano con il flashmob sono stati apprezzatissimi, per l'organizzazione e per aver fatto scoprire la bellezza di posti unici e di persone speciali. Grazie a tutti per questo risultato".

La formazione di serie A2 ha vinto a Reggio Calabria contro l'Asd Circolo Tennis Rocco Polimeni nella Finale Playout di andata, vinta per 4-2. "Questa vittoria è dedicata a Leopoldo, uomo buono e persona per bene, un pilastro insostituibile del CT Lanciano il cui contributo è stato determinante per raggiungere i successi che il Circolo coglie ogni giorno nelle sue tante attività, non solo nella Serie A2 - scrive il presidente del CT, Giancarlo Staniscia - ci stringiamo ai figli Luca e a Fernando, ai nipoti e ai parenti tutti in questo giorno di profonda tristezza per tutti noi. I funerali di Leopoldo De Rentiis, storico segretario del circolo, saranno celebrati domani alle 17 in Cattedrale".  
Tornando ai playout, il ritorno si disputerà domenica 12 giugno a Lanciano, a partire dalle ore 10. Il CT Lanciano è salvo se vince con qualsiasi risultato, se pareggia 3-3 o se perde 4-2 e vince il doppio di spareggio; retrocede se perde 4-2 e il doppio di spareggio e se perde 5-1 o 6-0.

Singolari
Sgrignoli b. Tarsia 2.8 63/61
Summaria 2.3 b. Di Giovanni 36/64/62
Grazioso 2.3 b. Burzi 62/46/62
Martinez b. Cutuli 06/64/62
Doppi
Di Giovanni-Martinez b. Grazioso Summaria 75/61
Burzi-Sgrignoli b. Cutuli Romeo 64/64

Adesso la battaglia si fa più complicata. La sconfitta della Virtus per 4 a 1 al Biondi contro la Salernitana, rende molto difficile per i rossoneri la lotta per non retrocedere in Lega Pro. Con il risultato dell'andata, infatti, mercoledì prossimo i campani potranno prendersela con molta tranquillità: a loro non serve più vincere o pareggiare, basta non perdere con più di 3 gol di scarto. Vale a dire che la Virtus, per passare il turno e rimanere in serie B, dovrà vincere con almeno 4 reti di differenza.

VIRTUS LANCIANO (4-3-2-1): Cragno; Salviato, Rigione, Amenta, Di Matteo; Rocca (21' st Turchi), Bacinovic, Vitale; Vastola (7' pt Aquilanti), Marilungo; Bonazzoli (27' st Padovan). All. Maragliulo
A disp: Casadei, Boldor, King,Di Filippo, Padovan, Di Nicola, Di Benedetto
SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Rossi, Empereur, Bernardini, Tuia; Nalini (31' st Gatto), Odjer, Pestrin, Zito; Coda, Donnarumma (38' st Moro). All. Menichini
A disp: Strakosha, Pollace, Franco, Colombo, Moro, Gatto, Ronaldo, Schiavi, Martiniello.
Arbitro: Manganiello  di Pinerolo (Bindoni di Venezia - Zappatore di Taranto; IV uomo Caliari di Legnago - Add 1 Saia di Palermo, Add 2 Sacchi di Macerata)
Reti: 9' pt Donnarumma, 16' pt Marilungo, 21' pt Zito, 36' st Gatto, 46' st Coda
Note: 44' pt allontanato il Ds della Salernitana Fabiani; ammoniti: Marilungo, Salviato, Donnarumma.

Questa mattina la Commissione Pubblici Spettacoli di Chieti, riunita a Lanciano, ha espresso parere favorevole per la nuova agibilità dello Stadio Comunale Guido Biondi, che come noto è stato oggetto di un intervento di riqualificazione del Settore Distinti finanziato dalla Regione Abruzzo per 300 mila euro.
Lo Stadio Comunale ha una nuova capienza di 5.544 spettatori: con l'intervento del nuovo Settore Distinti la struttura è stata definitivamente messa a norma per essere idonea ad ospitare gare organizzate dalla Lega di Serie B.
Per effetto dei lavori di adeguamento, il nuovo Settore Distinti sarà regolarmente aperto al pubblico per la partita di andata dei Play-Out di Serie B  “Virtus Lanciano – Salernitana”  in programma sabato 4 giugno alle ore 20.30.