Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto
 Eddy Merckx sul Blockhous

Il Giro d'Italia di ciclismo, edizione 2017, quella del centenario, vivrà proprio in Abruzzo, nella tappa di domenica 14 maggio, uno dei momenti clou dell'intera competizione.

Infatti, nel corso della nona tappa, la Montenero di Bisaccia-Blockhaus la carovana rosa tornerà, dopo circa cinquanta anni a percorrere la durissima salita di Roccamorice. Nel '67, un giovane Eddy Merckx si impose nella tappa che da Alba Adriatica condusse fino al traguardo di Lanciano. Era un ragazzo al secondo anno da professionista, che nelle corse di un giorno sembrava indomabile.

Questa volta, invece, il Blockhaus (l'arrivo è posto a 1665 metri di altitudine poichè il tratto finale non è raggiungibile), per la sesta volta nella storia scelto come punto di passaggio dagli organizzatori della "Rosa", sarà arrivo di tappa.

La tappa, quasi interamente abruzzese, è considerata una delle più prestigiose dell’edizione del Giro d’Italia 2017 – ha detto l’assessore allo sport Silvio Paolucci.

La tappa Montenero di Bisaccia-Blockhaus si disputerà domenica 14 maggio, portando i corridori dalla costa molisana, attraversata per circa 15 km, sulla Maiella, dopo 139 km, arrivando dalla costa a quota 1.674 slm.

La tappa abruzzese del Giro d'Italia attraverserà i comuni di S. Salvo (Chieti), Vasto (Chieti), S. Vito Chietino (Chieti), Ortona (Chieti), Francavilla al Mare (Chieti), Chieti, Scafa (Pescara), Manoppello (Pescara), Roccamorice (Pescara).Per quanto riguarda il percorso, i corridori, dopo la partenza dalla provincia di Campobasso, raggiungeranno la costa nei pressi di San Salvo, per poi proseguire in direzione Nord.
Giunti a Francavilla al Mare, i ciclisti “svolteranno” verso l’interno all’altezza del bivio per il fondovalle Alento, per iniziare la salita che li porterà fino al Passo della Maielletta o “Mamma Rosa“, dal versante di Roccamorice, attraversando la provincia (e la città) di Chieti e quella di Pescara.

https://www.facebook.com/GirodItaliaBlockhausAbruzzo/?fref=ts per aggiornarsi in tempo reale sulle iniziative e sulle curiosità legate alla tappa del 14 maggio. (REGFLASH)

Finisce 0 a 0 tra il Trigno Celenza e la Marcianese Lanciano. Partita senza gol, ma non senza emozioni, nonostante le due squadre non hanno più nulla da chiedere al torneo.

La gara, arbitrata da Monturano di Vasto, era valida per il recupero della seconda giornata di campionato. Da registrare una azione al 18° quando sono pericolosi gli ospiti che colpiscono il palo. Al 22° è il turno di Di Pardo il cui tiro non è però preciso, a l 31° è ancora la Marcianese Lanciano a farsi avanti con Ruffilli che sorprende la difesa dei padroni di casa e lancia Aielli ma il portiere ospite ci mette una pezza; le due squadre vanno a riposo.

Nella seconda frazione di gioco le squadre si affrontano a viso aperto ma le occasioni da gol scarseggiano; ci prova Di Pardo con un colpo di testa, ma il portiere devia in corner. Ci prova anche Marongiu, ma il suo tiro è debole. Il Trigno Celenza tenta il tutto per tutto per conquistare l'intera posta in palio con Antenucci nell'ultimo quarto d'ora, ma la conclusione non va. Poi non succede più nulla, arriva solo il triplice fischio finale del direttore di gara che decreta un punto a testa in un finale di stagione in cui Trigno Celenza e Marcianese Lanciano avrebbero volentieri ambito a molto di più. (G. Canc.)

 

La Marcianese Lanciano perde in casa contro il Guastameroli nell'ultima sfida casalinga di campionato per i frentani nel torneo in prima categoria.

Finisce 2-0 per gli ospiti grazie ad una doppietta di Iarlori, vero e proprio protagonista della sfida.

Il calciatore del Guastameroli, con la doppia marcatura ai danni della Marcianese, sale a quota otto nella classifica dei marcatori del torneo.

La gara, diretta da Jacopo Fabrizio della sezione arbitrale di Vasto, è stata comunque gradevole. Tra gli episodi che hanno contraddistinto la contesa, va segnalato anche un calcio di rigore concesso ai padroni di casa sul finire di prima frazione di gioco ma non realizzato.

Ora i rossoneri si preparano ad affrontare l'ultima sfida contro l'Ortona peraltro già promosso, rinviando i buoni propositi per salire di categoria al prossimo anno. (Giampiero Cancelli)

Grande giornata di sport all’Ippodromo Villa delle Rose di Lanciano con la trentaseiesima edizione della Coppa Speranze Fiat, manifestazione di corsa campestre riservata alle scuole medie inferiori della provincia di Chieti, organizzata dalla Sport Promotion di Formia, d’intesa con la SEVEL di Atessa ed in collaborazione con il Comune di Lanciano, la Regione Abruzzo, la Provincia di Chieti, la Federazione Italiana di Atletica Leggera e l’Ufficio Scolastico di Chieti. Nonostante la temperatura invernale e la pioggia si sono presentati al via oltre 1.100 alunni di 27 scuole, questo a dimostrazione del fatto di come la Coppa Speranze Fiat sia fortemente sentita e radicata nel territorio. Presenti il Sindaco di Lanciano Mario Pupillo, il direttore della Sevel, sponsor della manifestazione, Angelo Coppola, il Consigliere Regionale Fidal Abruzzo, Michele Giancristofaro, Giovanni Risi, Bper Lanciano, Elio Papponetti, organizzatore della gara.

Di seguito i primi cinque classificati individuali di ogni categoria. Per la classifica a squadre bisognerà attendere qualche giorno. Ricordiamo, infatti che ogni scuola per vincere la Supercoppa deve classificare quattro alunni per ogni categoria per un totale di ventiquattro alunni. La squadra campione in carica è la scuola media Umberto I di Lanciano. La premiazione, nel corso della quale verranno premiati i primi venti classificati di ogni categoria e i docenti di educazione fisica, si svolgerà invece nel mese di maggio alla SEVEL di Atessa alla presenza delle massime autorità.

Tutte le foto, il video ed i risultati completi saranno disponibili nei giorni prossimi sul sito www.atleticafiatformia.it

Questi i primi cinque classificati per ogni categoria:

I media femminile

1. Francesca Orfeo (Ciampoli Atessa) 3’00”5,2. Federica Tilli (Rossetti Vasto ) 3’32”8, 3. Rossella D’Amico (Ciampoli Atessa) 3’34”2, 4. Serena Nicolucci (I.C. Fossacesia) 3’34”6, 5. Serena Carafa (I.C. Fossacesia) 3’34”9.

II media femminile

1. Claudia Pasquale (Ciampoli Atessa) 3’21”1, 2. Sara D’Amario (I.C. Scerni) 3’22”9, 3. Claudia Palmitesta (Michetti Francavilla al Mare) 3’24”5, 4. Arlene Grazia (Umberto I Lanciano) 3’25”0, 5. Maria Letizia Lombardi (Umberto I Lanciano) 3’26”8.

III media femminile

1. Elide Di Marino (Umberto I Lanciano) 3’14”8, 2. Angelica Colonna (I.C. Castel Frentano) 3’17”1, Sandra Sigismondi (Mazzini Lanciano) 3’25”1, 4. Aurora Dragani (I.C. San Vito Chetino) 3’31”0, 5. Giada Menè (I.C. 2 Ortona) 3’34”3

I media maschile

1. Carlo Mariani (I.C. Ripa Teatina) 3’10!6, 2. Vincenzo Santella (Umberto I Lanciano) 3’11”1, 3. Sabin Matescu (Rossetti Vasto) 3’11”9, 4. Simone D’Orazio (De Petra Casoli) 3’12”0, 5. Paolo Micolucci (Umberto I Lanciano) 3’12”6

II media maschile

1. Tommaso D’Angelo (I.C. San Vito Chetino) 2’54”8, 2. Alfiero Piangerelli (Umberto I Lanciano) 2’55”8, 3. Mattia Macannuco (Ciampoli Atessa) 2’56”7, 4. Riccardo Di Lizio (I.C. Ripa Teatina) 2’57”3, 5. Davide Santone (Paolucci Vasto) 2’57”6

II media maschile

1. Mattia Chianti (Mazzini Lanciano) 2’43”2, 2. Michele Sciartilli (Umberto I Lanciano) 2’44”3, 3. Claudio Skura (Umberto I Lanciano) 2’53”5, 4. Alessandro Ricci (Umberto I Lanciano) 2’54”3, 5. Alessio Grilli (Mazzini Lanciano) 2’54”5

 

Sabato 22 aprile 2017, nell'ambito delle iniziative di promozione della tappa abruzzese del Giro d'Italia organizzate dal Comune di Fossacesia, presso la Scuola Media si terrà un incontro con gli studenti sulla vita del campione di ciclismo Alessandro Fantini. Parteciperanno il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio, il Vice Sindaco Paolo Sisti, il Dirigente Scolastico Silvino D'Ercole, Antonio Cimini e Mariano Fantini dell'Associazione Ciclistica Alessandro Fantini.

La tappa abruzzese del Giro d'Italia transiterà sul lungomare di Fossacesia Marina.

Tutto pronto per la trentaseiesima edizione della Coppa Speranze Fiat in programma venerdì 21 aprile all’ippodromo villa delle rose di lanciano, dove è stato allestito un percorso di mille metri. Al via millequattrocento alunni di ventisette scuole di quarantaquattro Comuni della provincia di Chieti. Appuntamento per tutti alle ore 9.30 con la partenza della prima media femminile, e poi assisteremo al susseguirsi delle varie batterie con la seconda e terza media femminile per terminare intorno alle ore 12.45 con le tre classi maschili. La squadra da battere, vincitrice dell’edizione 2016, e’ la scuola media Umberto I di Lanciano, che cercherà di confermare il titolo della Supercoppa, anche se il compito non si preannuncia facile alla luce di questa numerosissima partecipazione. La Coppa Speranze Fiat è organizzata dalla Sport Promotion di Formia in collaborazione con la direzione dello stabilimento Sevel di Atessa ed è patrocinata dal Comune di Lanciano, dalla provincia di Chieti, dalla Regione Abruzzo, dall’Ufficio Scolastico di Chieti e dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera.. Tutti i risultati, foto e video saranno disponibili sul sito www.atleticafiatformia.it

Torna a vincere il sanvitese Carlo Verì ,16 anni, categoria Juniores -73kg cinture nere. Al Pala Cornaro di Jesolo, dopo un leggero infortunio, si è riconfermato campione imponendosi in finale 18 a 6 e dominando per tutti e 3 i round contro l'atleta di casa. Carlo Verì quest'anno è tesserato presso l’A.S. TKD Chieti, del maestro Cristian de Luca ma si Allena presso l’Anxa Gym di Lanciano, diretta dai maestri Silvana Mancini ed Emiliano Negri che si conferma una squadra vincente nella formazione di nuovi campioni.

Si disputerà sabato la gara di spareggio tra Real Guardiagrele C5 e Sport Center Celano che incoronerà la vincitrice del campionato regionale di serie C1. E’ il terzo spareggio per la formazione di Mister Massimo Simigliani che da quattro anni guida, dopo una carriera ventennale in diverse formazioni italiane, la squadra di Guardiagrele che dalla c2 potrebbe approdare in serie B.

E’ notizia di poche ore fa che la compagine guardiese ha anche vinto il premio disciplina che contraddistingue tutto il gruppo per correttezza sul campo e fuori.

L’incontro si disputerà sull’impianto neutrale Serafini di Sulmona, dove si è svolto anche l'ultimo raduno della rappresentativa regionale Juniores calcio a 5.

Un confronto secco per guardiesi e celanesi che si giocheranno l'accesso diretto in serie B dopo aver dominato il massimo campionato regionale, arrivando al primo posto con 59 punti con 19 vittorie, 2 pareg-gi e 3 sconfitte. Miglior attacco è risultato essere quello del Real Guardiagrele con 111 realizzazioni e differenza reti +54, mentre la miglior difesa è quella dello Sport Center (41 gol subiti).

In campionato all’andata Celano portò a acsa il risulta imponendosi 2-1 mentre finì 0-0 in match di ritorno, disputata nemmeno un mese fa.

Le squadre di Simigliani e Di Domenico si sfideranno per la quarta volta durante la stagione 2016-2017, dopo essersi già affrontate anche nella semifinale di Coppa Italia, vinta 5-2 dai guardiesi che trionfarono nella competizione .

Appuntamento a Sulmona per la prossima e decisiva gara che avrà inizio alle ore 18,30.

 

Dopo due anni una bella realtà sta salendo agli onori della cronaca nazionale. La scherma made in Abruzzo i per la prima volta partirà da Pescara con atleti di età compresa fra i 7 e i 14 anni, per i prossimi campionati italiani che si terranno a Riccione dal 26 al 28 aprile.

Una squadra che cresce e cresce bene con atleti in erba che già dalle prime gare si sono messi in evidenza.

Parliamo di Giulio Gigante classe 2006 che dopo l'ottimo settimo posto nella prova nazionale di San Severo si conferma anche nei campionati regionali in grande forma con il suo secondo posto. Di Matteo Gian Paolo che si impone al primo posto dei campionati regionali battendo l'amico di squadra Gigante.

Nella stessa categoria ottimo esordio anche dell'atleta Filippo Pacifico che nella sua prima gara regionale conquista un prestigioso 5 posto ed ottima prova anche da parte di Federico Canalini che mantiene per il secondo anno il titolo regionale della sua categoria. Altro secondo posto ai campionati regionali per la squadra accademia Pescara che ha portato a casa con l’ atleta Giorgio Moretti nella categoria ragazzi il podio d’argento.

Esordio anche da parte del settore femminile dove Sofia Ricciuti conquista il terzo posto ai campionati regionali nella sua categoria .

Da non dimenticare Matteo Franceschini e Marco Maresca che rappresentano l'Accademia scherma Pescara nella categoria PRIME LAME.

Appuntamento importante per I’ accademia sarà il 9 aprile 2017 , dove i maestri Fabio Pascale e Nico Bonsanto , a cui va dato merito della crescita di tutti questi ragazzi, accompagneranno Malì Lo Giudice, Aldo Schiavone e Riccardo Cilli ai campionati regionali assoluti che si terranno a Sulmona . A questo evento si cimentera' anche lo stesso maestro Fabio Pascale che sicuramente contribuirà a dare ulteriore lustro all'accademia con la sua arte schermistica.

CASOLI - Giovanni Bloisi, il ciclista della Memoria di Varano Borghi (VA), dopo avere percorso l'Italia e l'Europa raggiungendone i Luoghi della Memoria, da quelli della Shoah a quelli delle Grandi guerre del Novecento, progetta adesso, insieme al Comitato per la Memoria di Sciesopoli Ebraica (1945-1948), di realizzare un viaggio che, attraverso altri luoghi legati alla persecuzione e alla rinascita degli ebrei dopo la Shoah, lo porterà dall'Italia in Israele, a Yad Vashem e fino a Tze'elim, il kibbutz realizzato dai Bambini di Selvino che erano stati ospitati nella ex colonia di Sciesopoli. A Sciesopoli di Selvino (BG), infatti, tra il 1945 e il 1948, 800 bambini ebrei, orfani, reduci dai campi di concentramento, devastati nel corpo e nello spirito, furono accolti e riportati alla vita, al sorriso, allo studio. Questo fu possibile grazie alla solidarietà e all'accoglienza espresse nei loro confronti dalle forze della democrazia e dell'antifascismo.

Questo nuovo viaggio di Giovanni Bloisi si snoda per 2360 chilometri in andata, più o meno altrettanti al ritorno, e per tre nazioni: Italia, Grecia e Israele. Partito il 19 marzo raggiungerà Yad Vashem, il sacrario della Shoah, a Gerusalemme, proprio nel giorno di Yom haShoah, che commemora la Shoah del popolo ebraico, il 24 aprile.

Una tappa al giorno, un luogo della memoria al giorno, un incontro al giorno per la testimonianza e la sensibilizzazione, tappa per tappa. Sono tappe di salvezza per gli ebrei (Tradate, Magenta, Milano, Selvino, Cremona, Reggio Emilia, Nonantola ...), di persecuzione (Milano, Fossoli, Modena, Ferrara ...), di Resistenza (Gattatico, Campegine, Ravenna, Alfonsine ...), di morte per strage, (Arcevia), di deportazione e concentramento (Colfiorito, Urbisaglia, Tossicìa, Casoli ...), luoghi riservati a ebrei, a operai, ad antifascisti, a omosessuali, a rom e sinti, a civili che non hanno voluto chinare il capo per conservare la dignità di fronte al lucido delirio del nazismo e del fascismo, del nazismo servitore obbediente e miserabile.

Luoghi della Memoria, evocativi del passato terribile, educatori alla storia del dolore e della sofferenza, maestri della coscienza dell'oggi, costruttori di umanità del domani. Luoghi spesso dimenticati, abbandonati, trasformati, o divenuti in alcuni casi oggetto della speculazione, in cui è stata cancellata la storia. Ma quei muri, quei terreni, quegli alberi hanno buona memoria e grandi generosità, e restituiscono, a chi li vuole ascoltare, storie di donne e di uomini, di bambini e di anziani, di esseri umani che hanno vissuto vite che avrebbero avuto diritto a essere migliori.

Tra il 1940 e il 1944 a Casoli venne istituito dal regime fascista un Campo di concentramento per internati ebrei stranieri. Il 27 gennaio scorso, giornata internazionale della commemorazione delle vittime dell’Olocausto, è nato il sito www.campocasoli.org, realizzato e curato da Giuseppe Lorentini e patrocinato dal Comune di Casoli. Il sito, in continuo aggiornamento, racchiude un archivio digitale molto dettagliato che comprende 4462 documenti contenuti nei 212 fascicoli conservati nell’Archivio Storico del Comune di Casoli, un’occasione per andare a riscoprire una pagina che ha segnato la storia non solo di Casoli, ma dell’intera regione Abruzzo, quella di un campo di internamento fascista, un progetto che permette di andare a fondo sull’istituzione e il funzionamento burocratico del campo, con le vicende umane degli internati.

L’Amministrazione Comunale e l’ANPI di Casoli, che da tempo promuovono iniziative congiunte a sostegno della memoria antifascista, in occasione della tappa casolana del TOUR BICI- MEMORIA, intendono commemorare dopo più di 70 anni, il ricordo delle persone internate e passate tra il 1940 e il 1942 nel Campo di concentramento di Casoli, dieci dei quali trovarono la morte nei campi di sterminio. A queste persone è restituita l’identità.

La tappa prevede, inoltre, l’incontro di Bloisi con gli studenti dell’Istituto “Algeri Marino” e della Scuola media “G. De Petra” di Casoli, che potranno conoscere la finalità dei suoi viaggi, per LUNEDÌ 03 APRILE 2017, PRESSO IL CINEMA TEATRO DI CASOLI DALLE 9,00 ALLE 11,00. L’evento che si sviluppa, da una collaborazione col Comitato Promotore per la Salvaguardia della Memoria di Sciesopoli Ebraica di Selvino (BG), vedrà la presenza delle autorità ed è aperto a tutti. In Israele Giovanni Bloisi sarà accolto nel kibbutz di Tze'elim, costruito per e da i Bambini di Selvino.

 

 

 

  • Pagina 3