Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Tutto pronto per la trentaseiesima edizione della Coppa Speranze Fiat in programma venerdì 21 aprile all’ippodromo villa delle rose di lanciano, dove è stato allestito un percorso di mille metri. Al via millequattrocento alunni di ventisette scuole di quarantaquattro Comuni della provincia di Chieti. Appuntamento per tutti alle ore 9.30 con la partenza della prima media femminile, e poi assisteremo al susseguirsi delle varie batterie con la seconda e terza media femminile per terminare intorno alle ore 12.45 con le tre classi maschili. La squadra da battere, vincitrice dell’edizione 2016, e’ la scuola media Umberto I di Lanciano, che cercherà di confermare il titolo della Supercoppa, anche se il compito non si preannuncia facile alla luce di questa numerosissima partecipazione. La Coppa Speranze Fiat è organizzata dalla Sport Promotion di Formia in collaborazione con la direzione dello stabilimento Sevel di Atessa ed è patrocinata dal Comune di Lanciano, dalla provincia di Chieti, dalla Regione Abruzzo, dall’Ufficio Scolastico di Chieti e dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera.. Tutti i risultati, foto e video saranno disponibili sul sito www.atleticafiatformia.it

Torna a vincere il sanvitese Carlo Verì ,16 anni, categoria Juniores -73kg cinture nere. Al Pala Cornaro di Jesolo, dopo un leggero infortunio, si è riconfermato campione imponendosi in finale 18 a 6 e dominando per tutti e 3 i round contro l'atleta di casa. Carlo Verì quest'anno è tesserato presso l’A.S. TKD Chieti, del maestro Cristian de Luca ma si Allena presso l’Anxa Gym di Lanciano, diretta dai maestri Silvana Mancini ed Emiliano Negri che si conferma una squadra vincente nella formazione di nuovi campioni.

Si disputerà sabato la gara di spareggio tra Real Guardiagrele C5 e Sport Center Celano che incoronerà la vincitrice del campionato regionale di serie C1. E’ il terzo spareggio per la formazione di Mister Massimo Simigliani che da quattro anni guida, dopo una carriera ventennale in diverse formazioni italiane, la squadra di Guardiagrele che dalla c2 potrebbe approdare in serie B.

E’ notizia di poche ore fa che la compagine guardiese ha anche vinto il premio disciplina che contraddistingue tutto il gruppo per correttezza sul campo e fuori.

L’incontro si disputerà sull’impianto neutrale Serafini di Sulmona, dove si è svolto anche l'ultimo raduno della rappresentativa regionale Juniores calcio a 5.

Un confronto secco per guardiesi e celanesi che si giocheranno l'accesso diretto in serie B dopo aver dominato il massimo campionato regionale, arrivando al primo posto con 59 punti con 19 vittorie, 2 pareg-gi e 3 sconfitte. Miglior attacco è risultato essere quello del Real Guardiagrele con 111 realizzazioni e differenza reti +54, mentre la miglior difesa è quella dello Sport Center (41 gol subiti).

In campionato all’andata Celano portò a acsa il risulta imponendosi 2-1 mentre finì 0-0 in match di ritorno, disputata nemmeno un mese fa.

Le squadre di Simigliani e Di Domenico si sfideranno per la quarta volta durante la stagione 2016-2017, dopo essersi già affrontate anche nella semifinale di Coppa Italia, vinta 5-2 dai guardiesi che trionfarono nella competizione .

Appuntamento a Sulmona per la prossima e decisiva gara che avrà inizio alle ore 18,30.

 

Dopo due anni una bella realtà sta salendo agli onori della cronaca nazionale. La scherma made in Abruzzo i per la prima volta partirà da Pescara con atleti di età compresa fra i 7 e i 14 anni, per i prossimi campionati italiani che si terranno a Riccione dal 26 al 28 aprile.

Una squadra che cresce e cresce bene con atleti in erba che già dalle prime gare si sono messi in evidenza.

Parliamo di Giulio Gigante classe 2006 che dopo l'ottimo settimo posto nella prova nazionale di San Severo si conferma anche nei campionati regionali in grande forma con il suo secondo posto. Di Matteo Gian Paolo che si impone al primo posto dei campionati regionali battendo l'amico di squadra Gigante.

Nella stessa categoria ottimo esordio anche dell'atleta Filippo Pacifico che nella sua prima gara regionale conquista un prestigioso 5 posto ed ottima prova anche da parte di Federico Canalini che mantiene per il secondo anno il titolo regionale della sua categoria. Altro secondo posto ai campionati regionali per la squadra accademia Pescara che ha portato a casa con l’ atleta Giorgio Moretti nella categoria ragazzi il podio d’argento.

Esordio anche da parte del settore femminile dove Sofia Ricciuti conquista il terzo posto ai campionati regionali nella sua categoria .

Da non dimenticare Matteo Franceschini e Marco Maresca che rappresentano l'Accademia scherma Pescara nella categoria PRIME LAME.

Appuntamento importante per I’ accademia sarà il 9 aprile 2017 , dove i maestri Fabio Pascale e Nico Bonsanto , a cui va dato merito della crescita di tutti questi ragazzi, accompagneranno Malì Lo Giudice, Aldo Schiavone e Riccardo Cilli ai campionati regionali assoluti che si terranno a Sulmona . A questo evento si cimentera' anche lo stesso maestro Fabio Pascale che sicuramente contribuirà a dare ulteriore lustro all'accademia con la sua arte schermistica.

CASOLI - Giovanni Bloisi, il ciclista della Memoria di Varano Borghi (VA), dopo avere percorso l'Italia e l'Europa raggiungendone i Luoghi della Memoria, da quelli della Shoah a quelli delle Grandi guerre del Novecento, progetta adesso, insieme al Comitato per la Memoria di Sciesopoli Ebraica (1945-1948), di realizzare un viaggio che, attraverso altri luoghi legati alla persecuzione e alla rinascita degli ebrei dopo la Shoah, lo porterà dall'Italia in Israele, a Yad Vashem e fino a Tze'elim, il kibbutz realizzato dai Bambini di Selvino che erano stati ospitati nella ex colonia di Sciesopoli. A Sciesopoli di Selvino (BG), infatti, tra il 1945 e il 1948, 800 bambini ebrei, orfani, reduci dai campi di concentramento, devastati nel corpo e nello spirito, furono accolti e riportati alla vita, al sorriso, allo studio. Questo fu possibile grazie alla solidarietà e all'accoglienza espresse nei loro confronti dalle forze della democrazia e dell'antifascismo.

Questo nuovo viaggio di Giovanni Bloisi si snoda per 2360 chilometri in andata, più o meno altrettanti al ritorno, e per tre nazioni: Italia, Grecia e Israele. Partito il 19 marzo raggiungerà Yad Vashem, il sacrario della Shoah, a Gerusalemme, proprio nel giorno di Yom haShoah, che commemora la Shoah del popolo ebraico, il 24 aprile.

Una tappa al giorno, un luogo della memoria al giorno, un incontro al giorno per la testimonianza e la sensibilizzazione, tappa per tappa. Sono tappe di salvezza per gli ebrei (Tradate, Magenta, Milano, Selvino, Cremona, Reggio Emilia, Nonantola ...), di persecuzione (Milano, Fossoli, Modena, Ferrara ...), di Resistenza (Gattatico, Campegine, Ravenna, Alfonsine ...), di morte per strage, (Arcevia), di deportazione e concentramento (Colfiorito, Urbisaglia, Tossicìa, Casoli ...), luoghi riservati a ebrei, a operai, ad antifascisti, a omosessuali, a rom e sinti, a civili che non hanno voluto chinare il capo per conservare la dignità di fronte al lucido delirio del nazismo e del fascismo, del nazismo servitore obbediente e miserabile.

Luoghi della Memoria, evocativi del passato terribile, educatori alla storia del dolore e della sofferenza, maestri della coscienza dell'oggi, costruttori di umanità del domani. Luoghi spesso dimenticati, abbandonati, trasformati, o divenuti in alcuni casi oggetto della speculazione, in cui è stata cancellata la storia. Ma quei muri, quei terreni, quegli alberi hanno buona memoria e grandi generosità, e restituiscono, a chi li vuole ascoltare, storie di donne e di uomini, di bambini e di anziani, di esseri umani che hanno vissuto vite che avrebbero avuto diritto a essere migliori.

Tra il 1940 e il 1944 a Casoli venne istituito dal regime fascista un Campo di concentramento per internati ebrei stranieri. Il 27 gennaio scorso, giornata internazionale della commemorazione delle vittime dell’Olocausto, è nato il sito www.campocasoli.org, realizzato e curato da Giuseppe Lorentini e patrocinato dal Comune di Casoli. Il sito, in continuo aggiornamento, racchiude un archivio digitale molto dettagliato che comprende 4462 documenti contenuti nei 212 fascicoli conservati nell’Archivio Storico del Comune di Casoli, un’occasione per andare a riscoprire una pagina che ha segnato la storia non solo di Casoli, ma dell’intera regione Abruzzo, quella di un campo di internamento fascista, un progetto che permette di andare a fondo sull’istituzione e il funzionamento burocratico del campo, con le vicende umane degli internati.

L’Amministrazione Comunale e l’ANPI di Casoli, che da tempo promuovono iniziative congiunte a sostegno della memoria antifascista, in occasione della tappa casolana del TOUR BICI- MEMORIA, intendono commemorare dopo più di 70 anni, il ricordo delle persone internate e passate tra il 1940 e il 1942 nel Campo di concentramento di Casoli, dieci dei quali trovarono la morte nei campi di sterminio. A queste persone è restituita l’identità.

La tappa prevede, inoltre, l’incontro di Bloisi con gli studenti dell’Istituto “Algeri Marino” e della Scuola media “G. De Petra” di Casoli, che potranno conoscere la finalità dei suoi viaggi, per LUNEDÌ 03 APRILE 2017, PRESSO IL CINEMA TEATRO DI CASOLI DALLE 9,00 ALLE 11,00. L’evento che si sviluppa, da una collaborazione col Comitato Promotore per la Salvaguardia della Memoria di Sciesopoli Ebraica di Selvino (BG), vedrà la presenza delle autorità ed è aperto a tutti. In Israele Giovanni Bloisi sarà accolto nel kibbutz di Tze'elim, costruito per e da i Bambini di Selvino.

 

 

 

Ieri all’ ippodromo Capannelle di Roma vittoria della scuderia di Corinto con il cavallo Ollidor. Una vittoria soprattutto di Lanciano, ha dichiarato Nico Di Corinto allenatore della storica scuderia cittadina, visto che i cavalli si allenano all'ippodromo Villa delle Rose e si confrontano con purosangue  inglese che hanno la possibilità di lavorare in strutture di tutt’altro livello.

 Villa delle Rose
   Ollidor durante gli allenamenti al mare

 

La scuderia Di Corinto corre negli ippodromi di Roma e Napoli anche se qualche corsa non disdice di farla anche in impianti minori come Tagliacozzo e Corrridonia .

Un ringraziamento a tutto il team e al fantino vincitore di ieri Peppe  Ercegovic che ha eseguito gli ordini alla lettera, prosegue l’allenatore, lanciando Ollidor negli ultimi cento metri e tenendosi coperto  aspettando il momento migliore per la stoccata vincente.

I tanti appassionati di tennis di Orsogna e dei paesi vicini hanno ora un punto di riferimento e di incontro organizzato: nasce infatti il Circolo Tennis Orsogna, associazione sportiva dilettantistica che conta di affiliarsi entro l'anno alla Federazione italiana tennis. L'inaugurazione si terrà domenica prossima, 19 febbraio, dalle ore 11.30 alle 13.30 presso gli impianti sportivi di via Achille Rosica a Orsogna.

L'iniziativa è di un gruppo di appassionati che intende dare un'opportunità in più, soprattutto ai giovani, per praticare questa disciplina sportiva, valorizzando lo spirito di sano agonismo dilettantistico e riservando particolare attenzione ai diversamente abili.

Presidente del Circolo Tennis Orsogna sarà Corrado Pierantoni, vice presidente Giuseppe Dell'Osa, segretario Antonello Primavera, relazioni pubbliche Manuela Di Filippo, Web Pietro Angelucci, soci Vincenzo Dell'Osa, Fabio Auriti, Fausto Bucci, Giorgia Colarusso, Fabio Bucciarelli, Fabrizio Leone, Andrea Di Rico, Vincenzo Taraborrelli, Riccardo Di Rado, Marco Chiarini, Aldo Liberatoscioli.

A tutti i bambini presenti all'inaugurazione sarà consegnato un biglietto gratuito per partecipare all'estrazione di un premio.

 

La tappa abruzzese del Giro d’Italia 2017 potrà contare su un finanziamento di 1 milione 280mila euro dal Cipe (deliberazione n. 57 del 1° dicembre scorso) per lavori straordinari di messa in sicurezza e sistemazione delle strade interessate, oltre ad un supplemento di risorse pari a centomila euro stanziato dalla Regione per la segnaletica orizzontale e verticale. E’ quanto emerso questa mattina nel corso di un incontro svoltosi a Pescara tra il Presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso e il dirigente del settore Viabilità della Provincia di Pescara Paolo D’Incecco.

La corsa più famosa del ciclismo nazionale toccherà l’Abruzzo domenica 14 maggio: la tappa partirà da Montenero di Bisaccia (Molise), poi entrerà sul territorio regionale da San Salvo e percorrerà tutta la costa fino a Francavilla al mare, dove il tracciato svolterà all’interno passando per i Comuni di Chieti, Manoppello, Lettomanoppello, Scafa, San Valentino, Abbateggio, Roccamorice e infine il Block haus (1.674 metri slm) per complessivi 139 km.

“Coglieremo l’opportunità data dall’enorme visibilità del Giro d’Italia – ha commentato D’Alfonso – per mostrare le bellezze della nostra regione. Insedieremo una segnaletica stradale di qualità, che faccia riferimento ai luoghi-faro del territorio quali la basilica del Volto Santo a Manoppello e il giacimento turistico di Passolanciano”.

Ripercorre con dovizia di particolari, senza trascurare alcun dettaglio, l'attività sportiva e non solo, che il Circolo Tennis di Lanciano porta avanti da anni. Giancarlo Staniscia presidente del Circolo (è al quarto mandato) difende e sottolinea il ruolo di questa struttura sportiva, la prima in Abruzzo che si è dotata di un defibrillatore, grazie all'aiuto della Croce Rossa. Ma questo, a guardare i trofei che campeggiano nella sala e considerando che una delle 20 squadre che operano nei vari campionati regionali è in A2, non sembra essere l'unico primato. Una serie di riconoscimenti, infatti, ha caratterizzato l'attività sportiva del Circolo, balzato nelle ultime settimane agli onori della cronaca. Oggetto di polemiche e di commenti pesanti tanto che il presidente fa sapere di aver querelato chi si è abbandonato “senza conoscere e senza verificare a certe offensive considerazioni”. Al centro di una querelle o meglio di un esposto che ha portato la Guardia di Finanza ad acquisire dal Comune tutta la documentazione relativa alla convenzione “Comune-Circolo”. Proprio la convenzione sarebbe sotto la lente di ingrandimento delle Fiamma Gialle nonché di chi (non è dato sapere) ha scelto di agitare acque fin'ora tranquille. E continua a essere tranquillo e orgoglioso per il ruolo che il Circolo Tennis di Lanciano ha conquistato nel panorama sportivo nazionale, il presidente Staniscia: “L'obiettivo di questa conferenza stampa è quello di sgomberare il campo da una serie di equivoci e falsità, vogliamo che non ci sia un'immagine distorta di questo luogo che non è una sorta di nicchia per pochi eletti, qui tutti, anche i non soci, hanno la possibilità di giocare e di intrattenersi. Se il Comune ci darà ancora fiducia continueremo, non abbiamo timori di controlli perché è tutto in regola, alle parole abbiamo sempre preferito i fatti – dice- ed è con questi che vogliamo mettere a tacere le malelingue. Questa polemica getta un'ombra su una struttura che in tanti ci invidiano”. I due punti fondamentali contenuti nella convenzione sono il decoro e la diffusione dello sport. Punti che, ha rimarcato Staniscia, non solo sono stati rispettati ma ampliati. “Ci siamo anche occupati della manutenzione straordinaria, pavimentando una parte dell'edificio, abbiamo risolto il problema delle fogne, ci siamo occupati della custodia e abbiamo fatto tanto altro per rendere questo posto completo nei servizi e accogliente, c'è pure il bar. Insomma – ha aggiunto - in questi 22 anni di convenzione il Circolo ha creato un valore che può essere tradotto anche in termini economici, è l'unica struttura sportiva autogestita che funziona bene. Non riesco proprio a vedere le negatività paventate ma solo il lavoro, i sacrifici fatti e i risultati ottenuti sotto l'aspetto sportivo e sociale”. Il presidente ha tenuto inoltre a precisare che “non c'è scopo di lucro, per far giocare tutti abbiamo mantenuto la quota sociale a 180 euro, una cifra che consente di utilizzare tutto, dal campo alla palestra, dal bar alla sauna”.Va ricordato che il Circolo Tennis di Lanciano è il primo in Abruzzo per l'attività giovanile ed è tra i primi 20 in Italia. Da sottolineare anche l'efficacia dei corsi (160 i ragazzi) con maestri qualificati. “Avremmo fatto anche di più – ha concluso Staniscia – se avessimo avuto i campi coperti e la possibilità di lavorare a pieno ritmo. Sono comunque soddisfatto dei tanti risultati raggiunti”. E lascia intendere di non temere confronti, né altre decisioni e se dovesse esserci un bando, il Circolo parteciperà “con la forza degli obiettivi centrati, degli impegni rispettati e della serietà di programmi che mettono al centro non soltanto la struttura e lo sport, ma la città di Lanciano”.

Due mutui per un ammontare di 200.000 euro sono stati concessi al Comune di Lanciano dall'Istituto di Credito Sportivo. La somma sarà destinata al miglioramento degli impianti sportivi comunali, al “Palazzetto dello Sport” e al “Palamasciangelo”. Per quanto riguarda la prima struttura di via Rosato – si legge in una nota del Comune - si procederà alla manutenzione straordinaria del tetto, che presenta diverse problematiche di permeabilità. L'importo destinato all'intervento migliorativo è di 100.000 euro. Sul Palamasciangelo del quartiere Santa Rita si interverrà con una nuova copertura che mira a risolvere gli annosi problemi di infiltrazioni d'acqua che in passato hanno reso la struttura inutilizzabile per le società sportive cittadine che lì svolgevano le proprie attività. Anche in questo caso l'importo finanziato è di 100.000 euro. Entrambi i mutui sono stati concessi nell'ambito dell'iniziativa Anci-Ics “Sport Missione Comune”, con abbattimento totale dei tassi di interesse e restituzione dell'importo fissato in 15 anni. Del progetto e della direzione dei lavori per l'intervento del Palazzetto dello Sport è stato incaricato l'architetto Vincenzo Di Pasquale, mentre per il Palamasciangelo l'ingegnere Luca D'Orsogna Bucci. Il responsabile dei due procedimenti è l'architetto del Settore Lavori Pubblici, Aldo Carosella. “Contiamo di partire presto con l'iter burocratico dell'affidamento lavori, l'obiettivo è di avviarli entro la prossima primavera per risolvere finalmente problemi che vanno avanti da molti anni, grazie a questi due mutui a tasso zero”, dichiara l'Assessore ai Lavori Pubblici, Pino Valente. “Questi interventi sono un segno tangibile della nostra attenzione allo Sport e alle numerose società sportive di Lanciano, che ringraziamo per l'altissimo ruolo sociale che garantiscono al nostro territorio”, dichiara l'Assessore allo Sport, Davide Caporale. E il Sindaco Mario Pupillo si dice soddisfatto perché Lanciano nel 2017 sarà “un pullulare di cantieri, come Amministrazione stiamo facendo il massimo per dare risposte concrete alle esigenze dei cittadini e mantenere fede agli impegni assunti con loro in campagna elettorale”.

 

 

  • Pagina 5