Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Ha raggirato 22 risparmiatori convincendoli ad affidargli i soldi, circa 320.000 euro, per investirli in operazioni finanziarie ma lui, quei soldi, li aveva raddrizzati sul suo conto per questo, ieri mattina il Giudice Andrea Belli del Tribunale di Lanciano ha condannato Fabrizio Silveri , 53 anni di Castelfrentano ma residente a Vasto, alla pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione, alla multa di 2000 euro oltre che al pagamento delle spese processuali e alla confisca di quanto già sequestrato.

Le indagine condotte dalla guardia di finanza della compagnia di Lanciano guidate dal capitano Francesco Dascanio hanno accertato come  Silveri, promotore finanziario in un istituto di credito di Lanciano, una volta ottenuti i soldi attraverso l’emissione di assegni bancari falsi li girava su conti correnti che le indagini hanno accertato essere suoi. Nei mesi che hanno preceduto il processo il Broker è stato radiato dall’ordine degli intermediari finanziari.
 

 L'avvocato Roberto Crognale

L’avvocato Roberto Crognale, difensore di alcuni dei  risparmiatori beffati,  dichiara che con questa sentenza il Tribunale di Lanciano ha espresso il principio di diritto secondo il quale l'imputato avrebbe dovuto adoperarsi per restituire le somme che i suoi clienti gli avevano affidato basandosi su una fiducia che era via via andata costruendosi in alcuni casi già dal 1985, anno in cui alcune delle odierni parti civili hanno iniziato ad affidare le somme di denaro al Silveri. Poichè tutto questo non è accaduto il Tribunale di Lanciano ha ritenuto bene di condannare l'imputato. Ora resta aperto il capitolo contro la Banca di Silveri per svolgere la sua attività di intermediatore finanziario. (C.Lab.)