Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Una denuncia per guida in stato di ebbrezza alcolica ed una per furto aggravato.  E’ quanto scaturisce da una rinforzata attività di controllo del territorio  effettuata dai carabinieri della Compagnia di Lanciano, guidata dal Capitano Vincenzo Orlando,  che in questi ultimi giorni hanno vigilato sulle  strade di competenza al fine di  prevenire reati e condotte scorrette legate al consumo di alcol e stupefacenti. L’arco pomeridiano e serale  ha visto impegnate le pattuglie dell’Arma di Quadri, di Casoli e  del Nucleo Operativo di Lanciano, istituire posti di controllo lungo le principali vie di comunicazione ed ispezionare luoghi ritenuti a rischio per la commissione di reati. Nell’ambito di tali controlli,  a Castelfrentano, è stato denunciato  un ragazzo di Lanciano che guidando  in stato di ebbrezza alcolica perdeva il controllo del mezzo finendo la corsa su un’auto in sosta. Fortunatamente nessuna conseguenza fisica per T.R., operaio 35enne,   ma inevitabile la denuncia a suo carico, il ritiro della patente ed il sequestro dell’auto. A Fallo, invece, i militari della Stazione di Quadri, ispezionando una zona rurale ritenuta a rischio in relazione ai furti,   si accorgevano di un cavo elettrico che da un lampione dell’illuminazione pubblica terminava direttamente sul terrazzo di una vicina abitazione. Temendo un pericolo per l’incolumità di persone, i militari  approfondivano le verifiche accertando che il cavo in questione era stato collegato abusivamente ad un contatore e forniva energia elettrica all’abitazione di C.V. 40enne del posto a carico del quale è scattata quindi la denuncia per furto aggravato.

Nella zona di Casoli, i controlli hanno permesso ai militari della locale Stazione di individuare un gruppetto di giovanissimi, due dei quali, entrambi 18enni,  sono stati trovati in possesso di modica quantità di marijuana e per questo segnalati al Prefetto di Chieti quali assuntori.    Controlli mirati quindi quelli dei Carabinieri di Lanciano, finalizzato a garantire una sempre maggior sicurezza per i cittadini, attraverso un capillare monitoraggio delle principali arterie stradali nonché delle aree più isolate del comprensorio.