Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

"La scorsa notte, la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha votato il ripristino delle 12 miglia dalla costa per le trivellazioni petrolifere, in questo modo il progetto Ombrina mare è stato bloccato definitivamente". Lo sottolinea il Capogruppo di Sel in Consiglio regionale Mario Mazzocca. "L’ emendamento n 16.293 alla legge di stabilità 2016 - continua - inoltre prevede: l'eliminazione della dichiarazione di strategicità, indifferibilità e urgenza delle attività petrolifere; la cancellazione del vincolo preordinato all'esproprio della proprietà privata già a partire dalla ricerca degli idrocarburi; la limitazione delle attività di ricerca e di estrazione attraverso l'eliminazione delle proroghe; la garanzia della partecipazione degli enti territoriali ai procedimenti per il rilascio dei titoli. L’approvazione di questoemendamento dimostra da una parte la grande paura del Governo Renzi dei referendum contro le trivellazioni proposto da 10 Regioni; dall’altra parte c’è la vittoria dei cittadini abruzzesi e di chi nelle istituzioni ha proceduto imperterrito verso l'affermazione del modello di sviluppo sostenibile della nostra regione. Una vittoria dei nostri parlamentari, come Gianni Melilla, che si sono strenuamente battuti a Roma per affermare le ragioni dell'Abruzzo. Una vittoria costruita meticolosamente, passo dopo passo, dal "Manifesto di Termoli" del luglio scorso, fino alla coraggiosa scelta referendaria che noi, per primi, abbiamo sostenuto! Una vittoria di chi, nei giorni scorsi, si è attivamente speso per un futuro sostenibile nella recente Conferenza Onu di Parigi su Clima ed Energia. Una vittoria di chi, come noi, si è messo umilmente e spassionatamente al servizio dell'Abruzzo - conclude Mazzocca - come pure di tutti i comitati, i movimenti e le associazioni ambientaliste nonché del professor Enzo Di Salvatore che fin dall'inizio hanno lottato e contribuito in maniera determinante nella battaglia contro Ombrina e contro la petrolizzazione dell’Abruzzo".