Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Fasci Littori rimossi, questa volta senza proclami, dalla facciata del teatro Fedele Fenaroli. Una operazione durata alcuni mesi in attesa dell’ok della Sovrintendenza che ha stabilito, e questo era fuori dubbio, che non si trattava di elementi dal valore storico essendo stati messi li sul finire degli anni 90 dall’allora sindaco Fosco che ritenne giusto rimettere i simboli fascisti nel luogo dove la storia li aveva tolti dopo l’8 settembre 1943.

Uno smantellamento  che però non piace ai lancianesi che ritengono questo un fatto “superfluo” non degno di importanza. Una dimostrazione, per Nicola Tantimonaco coordinatore senior di Forza Italia del limite culturale (e la cultura per definizione dovrebbe essere di sinistra) e di quanta paura si circonda l'attuale sinistra lancianese e nazionale. L'ardua sentenza dei posteri è possibile solo quando si tramanda il patrimonio artistico   e culturale, il che è ben diverso dal difenderne l'eredità morale. Non è forse vero che ammiriamo le splendide statue della Roma imperiale senza celebrare la dittatura dei Cesari e le barbarie dei giochi gladiatori, incalza e come lui molti altri.  La storia italiana va dibattuta e non abbattuta, conclude.

               Il teatro negli anni 30

E poi invece dall’altra parte assistiamo a chi ricorda come Lanciana, città medaglia d’oro al valor militare, figlia dei suoi giovani martiri, non può tollerare che sulla faccia del teatro vi siano i simboli fascisti. Fasci, lo ripetiamo che nulla avevano di storico, ma che erano stati una volontà di una amministrazione di destra nel giorno della riapertura del teatro.

Intanto la discussione si anima, soprattutto sulle pagine dei social, e le castronerie storiche che si leggono sono davvero tante. Certo è che se non fosse stato per il gesto di Nicola Antonelli che con una “arrampicata” coprì i simboli, in quanti avrebbero saputo che erano proprio li a svettare in barba ad una legge, e questo per più di 20 anni, che vieta l’esposizione dei simboli del ventennio? (C.Lab.)