Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Questa mattina il  personale del Commissariato di Polizia di Lanciano ha eseguito due arresti a seguito di lunghe indagini nell'ambiente dello spaccio di sostanze stupefacenti e delle estorsioni che un sodalizio familiare residente nel comune di Fossacesia aveva in atto su vittime del loro territorio.

In particolare è stato decapitato il vertice di una organizzazione che vedeva quali capi una coppia di coniugi di etnia rom, DRG di anni 32 e DRL di anni 37, di Fossacesia. Per arginare la loro attività illecita, il P.M. della Procura della Repubblica di Lanciano, dott.ssa Serena Rossi, ha richiesto ottenendo dal G.I.P. del Tribunale di Lanciano, dott. Massimo Canosa, la custodia cautelare. I Magistrati hanno cosi disposto, per la donna, la cui posizione è stata ritenuta più grave, la detenzione presso il carcere di Chieti e per il marito la misura cautelare degli arresti domiciliari