Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

L’edizione 2018 del Premio Donna Bontà, riservato a donne frentane impegnate nella solidarietà, e Donna Più, per donne che si attivano a livello nazionale contro la violenza di genere, si è aperto con un graditissimo fuori programma. La presenza di una centenaria, Aurelia Bonaiuto Casalone, molto nota a Lanciano per aver insegnato per anni. La Casalone, che ha raccontato la sua vita con lucidità e ironia, è stata accolta da tutti con affetto ed il Sindaco Mario Pupillo le ha consegnato una targa. Il Premio Donna Bontà 2018 è stato assegnato a Giuseppina Rulli, una giovane di 33 anni di Lanciano, diventata disabile per un incidente a poche ore dalla nascita e che, nonostante il suo stato, si dedica, da sempre, agli altri. Oggi è tutor dell’Anffas. “Giovane donna forte e fragile che ha saputo trasformare le proprie difficoltà in doni preziosi da condividere con gli altri” questa la motivazione del Premio. Gremita la sala del Polo Museale. Presenti tutte le associazioni partner dell’Associazione La Luna di Seb, organizzatrice dell’evento patrocinato dal Comune di Lanciano,assessorato alla Cultura. Cri, Avo, Unitalsi, Agape, Percorsi, San Vincenzo De Paoli, I Colori dell’Iride, che hanno “raccontato” le proprie esperienze nel campo del volontariato e della solidarietà. Il Premio Donna Più 2018, è stato assegnato alla psicologa criminologa Susanna Loriga, per il suo impegno, in Italia ed all’estero, in difesa delle donne e contro la violenza intrafamiliare e di genere. La sezione Solidarietà e Territori, ha visto la presenza di donne presidenti di tre Pro Loco: Elisa Tano, Marilisa Laudadio, Teresa Ruggeri, rispettivamente delle Pro Loco di Val di Sangro Atessa, San Martino Sulla Marrucina, Fara San Martino. Di grande qualità l’intrattenimento musicale della serata con Play Station Adriano Ranieri Trio, un trio composto da tre fisarmonicisti. Giuseppina Rulli vince il Premio Donna Bontà 2018 A Susanna Loriga il Premio Donna Più 2018 Ad aprire la manifestazione una centenaria: Aurelia Casalone L’edizione 2018 del Premio Donna Bontà, riservato a donne frentane impegnate nella solidarietà, e Donna Più, per donne che si attivano a livello nazionale contro la violenza di genere, si è aperto con un graditissimo fuori programma. La presenza di una centenaria, Aurelia Bonaiuto Casalone, molto nota a Lanciano per aver insegnato per anni. La Casalone, che ha raccontato la sua vita con lucidità e ironia, è stata accolta da tutti con affetto ed il Sindaco Mario Pupillo le ha consegnato una targa. Il Premio Donna Bontà 2018 è stato assegnato a Giuseppina Rulli, una giovane di 33 anni di Lanciano, diventata disabile per un incidente a poche ore dalla nascita e che, nonostante il suo stato, si dedica, da sempre, agli altri. Oggi è tutor dell’Anffas. “Giovane donna forte e fragile che ha saputo trasformare le proprie difficoltà in doni preziosi da condividere con gli altri” questa la motivazione del Premio. Gremita la sala del Polo Museale. Presenti tutte le associazioni partner dell’Associazione La Luna di Seb, organizzatrice dell’evento patrocinato dal Comune di Lanciano,assessorato alla Cultura. Cri, Avo, Unitalsi, Agape, Percorsi, San Vincenzo De Paoli, I Colori dell’Iride, che hanno “raccontato” le proprie esperienze nel campo del volontariato e della solidarietà. Il Premio Donna Più 2018, è stato assegnato alla psicologa criminologa Susanna Loriga, per il suo impegno, in Italia ed all’estero, in difesa delle donne e contro la violenza intrafamiliare e di genere. La sezione Solidarietà e Territori, ha visto la presenza di donne presidenti di tre Pro Loco: Elisa Tano, Marilisa Laudadio, Teresa Ruggeri, rispettivamente delle Pro Loco di Val di Sangro Atessa, San Martino Sulla Marrucina, Fara San Martino. Di grande qualità l’intrattenimento musicale della serata con Play Station Adriano Ranieri Trio, un trio composto da tre fisarmonicisti.