Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

LANCIANO. La Giunta Pupillo ha approvato mercoledì 10 ottobre, su proposta dell'Assessore al Bilancio Carlo Orecchioni, una variazione di bilancio da 150.000 euro. La somma proviene in gran parte dalla ridistribuzione degli utili tra gli enti soci, tra cui il Comune di Lanciano, della riserva straordinaria della società partecipata Anxam relativa agli anni 2014-2015 e pari a 130.000 euro. È stata inoltre ridotta di 20.000 euro la spesa su un debito fuori bilancio, per un totale complessivo di 150.000 euro: questa somma ha consentito all'Amministrazione di rifinanziare i capitoli delle spese definite “non necessarie” riducendo a circa 42.000 euro il non finanziato su quanto previsto nel bilancio di previsione 2018.  La variazione ha inoltre consentito di erogare un contributo di 20.000 euro a favore delle attività dell'Associazione Amici della Musica “Fedele Fenaroli”.

“In occasione del Consiglio comunale del 31 luglio scorso, - spiega Carlo Orecchioni, assessore al Bilancio - nel quale si deliberava l’assestamento di bilancio, si è proceduto al finanziamento dei debiti fuori bilancio che assommavano a 1.118.000 euro così suddivisi: 473.000 euro da sentenze, 538.000 euro a copertura integrale dei debiti derivati dalle nevicate del gennaio 2017 e 106.000 euro per prestazioni socio-sanitarie. Al netto delle somme previste sul capitolo relativo ai debiti fuori bilancio, del rimborso da parte della Regione Abruzzo per la nevicata del 2017, delle maggiori entrate e del prelievo parziale dal fondo di riserva, per un totale complessivo di 802.000 euro, la spesa corrente era stata ridotta, per quanto concerne esclusivamente le spese non obbligatorie, di 315.845 euro, a fronte di una spesa corrente che nel bilancio di previsione ammonta a 28.193.739 euro: una riduzione pari all'1,2% del totale. Con la variazione di bilancio, la somma di 315.845 euro è stata dimezzata; per quanto concerne la restante parte dei capitoli non integrati con la variazione, pari a 141.000 euro, non è stato necessario rifinanziarli poiché gli stessi avevano risorse sufficienti per terminare l'esercizio finanziario 2018. L’impegno preso in Consiglio Comunale è stato quello di reperire in tempi brevi le risorse per far ripartire e rifinanziare quei capitoli che temporaneamente erano stati sospesi: un impegno preso nei confronti dell’assise civica, ma soprattutto verso la città”.