Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

"La tua Voce Conta" continua a raccogliere tante segnalazioni. Abbiamo, proprio per questo,  deciso di raccontare una storia a settimana e questa che vi proponiamo oggi ha dell'incredibile. A scriverci è un pensionato residente in Via per Fossacesia e le foto che ci mostra ci hanno fatto pensare si trattasse di un fotomontaggio.

Vi ricordate del tetto in Eternit crollato lo scorso gennaio a Lanciano (Leggi quì). Grazie all'interessamento dell'assessore Davide Caporale ed ai proprietari dell'immobile, tutto l'amianto fu rimosso con grande gioia dei residenti. Tutto bene quel che finisce bene, direbbe qualcuno, ed invece no. Da 10 mesi la struttura è nel totale abbandono e dopo il tetto nessuno ha più tolto neanche uno spillo e il risultato è sotto gli occhi di tutti.

"Gentile direttore, le confesso che non sono io a scrivere ma è mio figlio che lo fa per me, ovviamente dietro mia dettatura. Vorrei subito arrivare al nocciolo della questione, senza girarci tanto intorno. Ha visto le foto che le abbiamo inviato? Riesce a capire a cosa ci si riferisce? Io abito in via per Fossacesia da più di 50 anni e sinceramente credevo di aver visto di tutto ed invece questa mi mancava proprio. Una volta da queste parte ci abitavano le persone per bene, ora abbiamo paura, anche in pieno giorno ad uscire di casa. Non sono un poliziotto ma gli spacciatori li riconosco anche io e le assicuro che ne sono davvero tanti (questo comunque non è il tema della mia protesta).

Ma torniamo alla foto. Si tratta della struttura in via Brescia crollato lo scorso anno il 17 gennaio sotto il peso della tremenda nevicata che ha colpito tutto l’Abruzzo. La fortuna volle che il peso della neve e l’acqua non permisero l’innalzamento delle polveri di amianto di cui era fatto il tetto. Una vera liberazione, finalmente il mostro di eternit era sparito. Lo smaltimento fu effettuato anche in tempi relativamente brevi, le dico la verità che io ero pessimista in tal senso. Da allora però l’ex struttura, che negli anni ha ospitano diverse attività commerciali, è rimasta li abbandonata. Le immagini parlano chiaro. Una gigantesca vasca da bagno piena d’acqua putrida è lo spettacolo che dobbiamo osservare tutti i giorni. I topi scorrazzano allegramente e gli insetti che ci ritroviamo dentro casa non accennano a diminuire neanche con l’arrivo del freddo. A ridosso dello scempio un cantiere di notevoli dimensioni sta innalzando una palazzina che dicono sarà molto bella, ma il mostro rimane sempre li e il degrado ci sta deprimendo sempre di più.

La scorsa settimana dei tecnici del comune hanno fatto delle fotografia, non credevano ai loro occhi, e so che l’assessore di competenza sta cercando di capire come risolvere il problema. Negli anni su questo lembo di terra se ne sono dette tante, l’eternit ci rassicuravano non era pericoloso per la salute, poi è crollato, ma ora? E’ mai possibile che al centro di Lanciano a due passi dall’ospedale si debba sopportare tutto questo? Io spero davvero che la situazione si possa risolvere anche perché ho il dubbio che quelle pareti fatiscenti non reggeranno alla pressione dell’acqua che andrà sempre più ad accumularsi durante l’inverno.

Su tutta la zona davvero ne potrei dire tante, sui parcheggi improvvisati, sulla totale assenza di controlli, sui marciapiedi invasi dalle deiezioni canine…sono tante le lettere che potrei scrivere ma per oggi credo che risolvere il problema appena esposto sia di primaria importanza, anche e soprattutto per la salute pubblica"