Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Nella serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Lanciano, nel corso di specifici  servizi finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio, hanno tratto in arresto, per  furto aggravato in flagranza, un minorenne di appena 14 anni,  di etnia serba, sorpreso a  rubare all’interno di un’abitazione sita nella zona tra Villa Martelli ed Iconicella. Il minore era stato notato da un vicino il quale, appena ha realizzato che si trattava di un ladro, ha avvertito il proprietario e contemporaneamente i Carabinieri. I militari, già impegnati nella zona, hanno raggiunto immediatamente il posto ed hanno subito fermato il ragazzino.  Gli immediati accertamenti hanno stabilito che il minorenne, forse in compagnia di altre due persone rimaste sconosciute,  si era introdotto nella casa  forzando la finestra della cucina e si era impossessato di dieci pacchetti di sigarette e di 4.000 Yuan cinesi, corrispondenti a circa 500 euro Italiani,  che gli venivano rinvenuti nelle tasche del giubbotto. Per M.G., di origine serba ma nato in Italia e domiciliato in un campo nomadi della Capitale,  è quindi scattato l’arresto in flagranza di reato ed è stato tradotto presso il centro di prima accoglienza dell’Aquila a disposizione della Procura della Repubblica per i minori. La refurtiva è stata tutta recuperata e restituita al legittimo proprietario, un cittadino cinese ma residente a Lanciano.