Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

L’Emodinamica di Chieti si trasforma in set per un giorno e ospita una “live” trasmessa in diretta, via satellite, al Congresso nazionale di cardiologia interventistica, che si svolge a Milano dal 10 al 13 ottobre. Una scelta, operata dalla società scientifica, che premia l’expertise e la qualità del Servizio diretto da Nicola Maddestra, grazie al quale per la prima volta l’Abruzzo è protagonista di una sessione congressuale in presa diretta, rivolgendosi a una platea qualificata di circa 3.000 operatori.

Domani, giovedì 12 ottobre, dalle ore 8 alle 10.30, la troupe, con una regia mobile e quattro telecamere, trasmetterà tre casi trattati e commentati in diretta tra Chieti e il panel di esperti che da Milano seguirà i lavori: su pazienti maschi, affetti da lesioni aterosclerotiche coronariche intermedie, saranno eseguite procedure di “iFR”, ovvero valutazione funzionale della stenosi coronarica.

«Quella che presentiamo è un’evoluzione della coronarografia - spiega Maddestra - che, misurando il flusso del sangue, ci permette di verificare la necessità di trattare la placca e impiantare uno stent. E’ una metodica che potremmo definire di secondo livello, il cui utilizzo è importante nel momento in cui la valutazione angiografica si presenta di dubbia significatività e si rende necessario definire meglio l’entità di una lesione coronarica».

L’équipe che eseguirà le procedure è composta dallo stesso Maddestra, da Livio Giuliani e da Marco Zimarino, oltre a infermieri e tecnici.