Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Si è concluso con 1 arresto e 2 denunce per droga  e un centinaio di persone controllate, il servizio straordinario di controllo del territorio svolto dai Carabinieri della Compagnia di Lanciano. E’ questo infatti  il bilancio dell’attività di prevenzione sul territorio realizzata nella mattinata odierna  attraverso  il controllo di zone periferiche della città, solitamente frequentate da parte di soggetti di interesse operativo, e l’attuazione di vari posti di controllo  lungo le più importanti strade di collegamento, finalizzato a prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio (furti, truffe e rapine) e lo spaccio degli stupefacenti.

L’attività è stata indirizzata anche al controllo “a tappeto” di diversi soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale ed a quelle di prevenzione.  Il dispiegamento delle forze in campo, coordinato dal Capitano Vincenzo Orlando comandante della locale Compagnia, ha riguardato l’impiego di 12 Carabinieri a disposizione del Nucleo Operativo e Radiomobile, intervenuto con personale in borghese. Proprio quest’ultimo personale, coordinato dal Tenente Massimo CANALE, a conclusione  di specifici servizi di osservazione realizzati anche nei giorni precedenti,  effettuavano una perquisizione presso un’abitazione di Frisa, presso la quale erano stati notati strani movimenti di persone, abitata da una coppia di giovani del luogo.  All’atto dell’accesso da parte dei militari, la donna,  in casa da sola in quel momento, tentava di disfarsi di un involucro in plastica, gettandolo dalla finestra in un giardino sottostante, ma che veniva prontamente recuperato dai Carabinieri  anche con l’ausilio del cane antidroga, fatto opportunamente fatto intervenire dal Nucleo cinofili di Chieti, e che risultava contenere 20 grammi complessivi di stupefacente, Cocaina ed eroina,  già suddivisi in dosi.

La perquisizione permetteva inoltre di rinvenire un altro grammo di Hashish nascosto sotto la rete del letto, un bilancino di precisione, sostanza da taglio e vario materiale per il confezionamento delle dosi. Il tutto è stato sottoposto a sequestro e per Lanci Maurizia,  27enne, sono scattate le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti ed ora dovrà permanere in regime di arresti domiciliari presso la propria dimora in attesa del rito direttissimo.

Per lo stesso reato, nell’ambito della medesima operazione, è stato denunciato in stato di libertà un'altra persona, tale L.V., 50enne residente a Lanciano, nella cui abitazione i militari del NOR hanno trovato 5 grammi di eroina, anche questa suddivisa in dosi, che l’uomo aveva occultato in un vaso di fiori.  I controlli, altresì, hanno permesso l’individuazione di alcuni giovani, di età compresa tra i 20 ed i 30anni,  i quali, poiché trovati con modiche quantità di droga, sono stati segnalati alla competente Prefettura in qualità di assuntori. In corso ulteriori verifiche per meglio qualificare l’entità delle attività illecite individuate, nonché l’eventuale coinvolgimento di altri soggetti