Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

“Promozione turistica dal basso”. E’ questo che si propone di fare la nuova associazione Noi Costa dei Trabocchi, nata dall’omonimo gruppo Facebook che, in soli due anni, ha raccolto più di 51 mila iscritti.

“Il fine dell’associazione è la promozione del territorio, - commenta il presidente Ivano Fassiotti, già fondatore del gruppo Facebook - partendo dalla Costa dei Trabocchi ed utilizzandola anche come traino per l’entroterra”. Un progetto ambizioso, quindi, che punta ad attrarre il maggior numero di iscritti possibile e, sulla scia della fortunata community social, dare servizi e risposte ai turisti anche attraverso agevolazioni ed eventi.

“Presto pubblicheremo il calendario delle attività estive - spiega Fassiotti - in cui cercheremo di toccare alcuni dei trabocchi della nostra costa in eventi tra mare e terra, con musica e degustazioni, tutte legate al territorio. A breve sarà aperta anche la campagna di adesioni - prosegue - per diventare soci ed usufruire dei nostri servizi per turisti, aziende, associazioni, amministrazioni pubbliche e cittadini”. Ci sarà infatti la possibilità di diventare socio ordinario oppure sostenitore per avere bonus o agevolazioni per vivere al meglio la Costa dei Trabocchi.

Nelle prossime settimane sarà inoltre lanciato, sempre sui social, un concorso di idee per lo studio del logotipo, a cui tutti sono invitati a partecipare per contribuire insieme alla nascita e creazione di questa nuova importante realtà per la nostra terra e, perché no, portarsi a casa una sorpresa.

“Il gruppo Facebook Noi Costa dei Trabocchi ha già dato numerosi servizi ai turisti ed organizzato eventi. - sottolinea il presidente Fassiotti - Oggi l’associazione parte proprio da questa attività per strutturarsi in modo più serio e concreto ed avere anche la possibilità di attrarre fondi pubblici e attingere a finanziamenti europei. Non ci resta che invitare tutti ad iscriversi alla nostra associazione - conclude Ivano Fassiotti - soprattutto i Comuni della costa, che restano i principali attori e con cui ci impegneremo a fare da tramite anche con turisti e portatori di interesse”.