Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Sono passati 10 anni dall'inizio dell'attività del Consorzio Cooperative Sociali SGS, una realtà radicata nel territorio abruzzese, attiva da sempre nell'erogazione di servizi socio-assistenziali e in linea con gli obiettivi inseguiti e centrati in questi anni, ha scelto di sottolineare una ricorrenza tanto importante con una tavola rotonda dedicata al confronto, largo e informato, sui temi e sulle esperienze maturate sino ad oggi. Ma non sarà solo il consuntivo d questi 10 anni di lavoro e di impegno sul territorio, si cercherà di dare risposte all'utenza esplorando modelli e tecnologie nuovi. La domanda sulla quale si concentrerà l'attenzione e l'intervento dei relatori sarà proprio “come le nuove tecnologie possono migliorare l'assistenza domiciliare, quali potrebbero essere i nuovi modelli”. Un argomento attuale, di grande interesse. «Sarà un’ importante occasione di confronto e riflessione comune grazie all’intervento di professionisti che lavorano nell’ambito del sociale e della sanità” spiegano dal Consorzio SGS. Il dialogo si aprirà illustrando il Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata nei comuni della ASL “Chieti-Lanciano-Vasto”– gestito dall’ATI costituita dal Consorzio SGS e il Consorzio Consol - e proseguirà affrontando le potenzialità dell’innovazione tecnologica nel settore dei servizi domiciliari. “Il futuro impone di interrogarci sul ruolo della tecnologia nel disegnare un nuovo modello di assistenza territoriale – sottolinea Maria Luigia Di Blasio, direttore generale del Consorzio - sulla possibilità di conciliare i servizi di cura alle persone con la sostenibilità economica, sulle misure necessarie per rendere più efficienti i percorsi di cura rafforzando nel contempo il sistema di tutela e protezione degli utenti che necessitano di assistenza. Interrogativi questi, fondamentali per pianificare politiche e servizi adeguati al nostro tempo”. Un approfondimento sarà dedicato a come migliorare la permanenza dei soggetti anziani e diversamente abili all’interno del proprio nucleo familiare e del contesto sociale di appartenenza. L’obiettivo è duplice: da un lato individuare strategie integrate e innovative per rispondere ai bisogni socio-sanitari emergenti e futuri, dall’altro rafforzare e intensificare la promozione e la tutela della salute delle persone in condizioni di fragilità. L’appuntamento è fissato per lunedì’ 19 dicembre 2016, presso il Ristorante “La Cascina” con un workshop a partire dalle 17.00 sino alle 19.30. Dalle 20,00 in poi Buffet e intrattenimento con Federico Perrotta