Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

ORTONA. Si chiama zombie, l’operazione della Guardia di Finanza di Ortona che ha scoperto una truffa ai danni dell’Inps.

L’operazione si è svolta con l’aiuto del consolato italiano a Vancouver (Canada) visto che l’autore della truffa è un uomo emigrato in Canada, ma originario del chietino, che viveva lì da tempo con i genitori. Alla morte della madre, l’uomo ha mancato di comunicare il decesso alle autorità consolari all’estero. La mancata comunicazione della morte, la donna infatti per le autorità italiane era viva, ha fatto in modo che il figlio continuasse a percepire la pensione della donna per altri due anni, visto che il libretto postale dove veniva versata, era cointestato con il suo unico figlio. Secondo le forze dell’ordine, la mancata comunicazione da parte dell’uomo non era una semplice dimenticanza.

L’appropriazione indebita del denaro è stata quindi segnalata all’autorità giudiziaria competente, oltre che all’Inps, che ha poi recuperato l’intera somma che era stata versata nei due anni precedenti.