Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa di Antonello di Campli Finore che ci fa notare come fra  le diverse opere in via di realizzazione nel capoluogo frentano, si incontrano anche quelli di rifacimento dei marciapiedi in C.so Bandiera. Secondo Finore, responsabile cittadino dell’associazione  Ali, il gruppo politico e culturale che lo ha visto candidato alle scorse amministrative, a ben guardare il lavori si noterebbe qualcosa che davvero non va.

“Mi è capitato di passare di notte, scrive Di Campli Finore,  in via Discesa della posta, mi sono fermato, ho notato che come tutti i cantieri lancianesi non è in sicurezza, o meglio non è garantita né safety né security, evidentemente è una prerogativa dei Coordinatori della Sicurezza in fase di esecuzione.

Contemporaneamente ho fatto delle rapide riflessioni circa l’esecuzione e la validità dell’opera.

Lanciano, aldilà di quello che vogliono farci credere e dell’obiettivo da voler raggiungere, non è una città a misura di bambini ed anziani, un po' per l’aspetto geomorfologico che ne limita la realizzazione della mobilità lenta e sostenibile, un po' per la presenza diffusa di barriere architettoniche.

Salirà o scenderà qualcuno questi gradini nuovi in costruzione? Ha senso rifare nuovi marciapiedi facendo rimanere invariate quote delle alzate? Non una rampa, non uno scivolo. Senza neanche a dirlo lo scarso passaggio e passeggio sfavorisce il commercio.

Ma a questo punto mi chiedo, visto che si desidera ardentemente una green city, una smart city, ma non era meglio eliminare la fila di parcheggi, allargare un po' il marciapiede, cercare di eliminare le barriere architettoniche, rendere la strada solo di passaggio alle auto, e magari in alcuni periodi ed orari del giorno farla diventare isola pedonale?

L’Amministrazione continua a non capire che la svolta, per rendere la cittadina smart, si trova nella diminuzione delle auto parcheggiate in centro.

Mi hanno dato sempre fastidio i lavori fatti tanto per fare, o si fanno con un senso logico o non si fanno, perché aldilà dell’aspetto puramente estetico, saranno marciapiedi più carini rispetto agli attuali,  comunque rimangono di scarsa utilità, almeno da un certo punto in poi lungo C.so Bandiera".