Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Lanciano, 13 ottobre 2017 - Quattro Erasmus plus di alta formazione in Impreditorialità e aspetti dell'era Digitale 4.0 per giovani, insegnanti e imprenditori. L’Inapp, Istituto nazionale per le politiche pubbliche (ex Isfol), ha approvato i progetti nati a Lanciano da collaborazioni con diverse realtà imprenditoriali e associative quali Telemax, Il Pensiero e Il Girotondo, con la progettualità e il know-how di Connect Abruzzo: Vloggers, Mediatore museale, Children’s mission e Wb-tac.

 “I progetti riguardano la comunicazione digitale e le competenze imprenditoriali – spiega Giuseppina Bomba di Connect Abruzzo. Vloggers e Mediatore museale costituiscono una grande opportunità per 50 giovani abruzzesi, di età compresa tra i 18 e 30 anni, che vogliono imparare facendo stage retribuiti in Gran Bretagna e in Spagna, per un periodo che varia da 3 a 6 settimane.

“Tutti i progetti forniscono competenze imprenditoriali e sulla comunicazione per indirizzare le aziende e i giovani verso l’era della Generazione Y&Z (NET) - sottolinea inoltre Bomba - rispettando a pieno le competenze chiave della Strategia di Lisbona-Ue 2020, in particolare il problem solving e l’imprenditorialità”.

Vloggers si rivolge alla generazione Net – dichiara Leda D’Alonzo, direttore di Telemax – ed ha come obiettivo la formazione di una nuova figura professionale che utilizza come strumento base lo smartphone per realizzare video per il web marketing. È una novità assoluta per il panorama nazionale, che l’Inapp ha premiato con il massimo del punteggio”.

“Con il progetto del Mediatore museale – spiega Antonella Scampoli della cooperativa Il Pensiero – abbiamo già formato 24 giovani che hanno fatto esperienza all’estero, l’80 per cento ha ora un lavoro nel settore culturale e turistico”.

Children’s mission – spiega Fabrizio Rossi della cooperativa Il Girotondo - si occupa di formare docenti sulle competenze imprenditoriali e di gestione delle classi in maniera moderna e con l'inclusione delle diverse culture. In questi giorni sono a Lanciano insegnanti provenienti dai 7 Paesi partner: Lituania, Portogallo, Reunion Island, Francia, Irlanda, Turchia e Grecia”.

Wb-tac arte e cultura nella formazione imprenditoriale – spiega Giuseppina Bomba - coinvolge un gruppo di partecipanti da 5 nazioni diverse, al lavoro per definire una best practise con l’obiettivo di utilizzare arte e cultura nelle competenze imprenditoriali e nelle cosiddette soft skills, come ad esempio la comunicazione”.

È importante sottolineare, infine, che con gli Erasmus plus Vloggers e Mediatore museale i giovani acquisiscono competenze riconosciute a livello europeo, da inserire nel Cv. “Sono professioni innovative e richieste dal mercato - spiega Giuseppina Bomba, in qualità di coordinatore tecnico e ideatore dei progetti in collaborazione con le attività locali - partecipando ai corsi, i giovani ottengono riconoscimenti ECVET e EUROPASS validi in Ue”.

“Nell’anno in cui Erasmus celebra il trentennale – dichiara l’assessore alle Politiche Europee e Pari Opportunità, Dora Bendotti - è una soddisfazione vedere Lanciano protagonista con 4 progetti, due dei quali rivolti in particolare modo alla formazione di giovani con innovative figure professionali. Con progetti come questi – conclude l’assessore - i giovani potranno acquisire anche quelle competenze trasversali come l’autonomia, la responsabilità e l’abnegazione al lavoro fondamentali per il loro futuro professionale”.