Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Sciopero degli straordinari nelle giornate del 9, 16 e 24 luglio alla Sevel di Atessa. Lo ha proclamato la Fiom-Cgil, che ha stabilito un'astensione dal lavoro per l'intero turno della durata di 8 ore. La protesta rientra nella vertenza che il sindacato sta portando avanti da mesi contro gli eccessivi carichi di lavoro cui, a detta della Fiom, sarebbero sottoposti i dipendenti della più grande azienda della regione, dove viene prodotto il furgone Ducato della Fiat e i suoi omologhi a marchio Peugeot e Citroen. Il boom del mercato dei veicoli commerciali "made in Abruzzo", infatti, ha spinto la direzione aziendale ad aumentare gli straordinari e a scaglionare le ferie estive, così da non interrompere la produzione. "La misura è colma - attacca il segretario generale della Fiom Davide Labbrozzi - le altre Organizzazione, con gli accordi sottoscritti, non possono più difendere gli interessi generali di chi lavora e soffre per produrre una ricchezza che finisce nelle tasche di pochi. La Fiom è con i lavoratori, la Fiom è per rilanciare un percorso di recupero della vita, ormai surclassata dalle logiche del profitto, la Fiom vuole continuare a stare con chi lavora  e cercherà con tutte le sue forze di ristabilire una condizione di rispetto vero per le lavoratrici e i lavoratori della Sevel".