Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Torna in primo piano la complicata vicenda legata alla soppressione del Tribunale di Lanciano. A ribadire con forza l'importanza del ruolo che riveste per tutto il comprensorio è la presidente del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Lanciano Silvana Vassalli che in un comunicato sottolinea ancora una volta i requisiti e il grado di efficienza del Tribunale di Lanciano, non dopo aver apprezzato la ristrutturazione del Palazzo storico sede del Tribunale di Chieti che però, nonostante l'ampliamento, è difficile dire se sarà in grado di comprendere anche gli uffici giudiziari che sono presenti nei due da accorpare (Lanciano e Vasto) e nella sezione distaccata di Ortona. Senza considerare le tre procure, compresa quella di Chieti ospitata attualmente in un altro edificio. E comunque spiega la Vassalli “ciò che spinge l'Avvocatura Frentana ad insistere per la permanenza degli Uffici Giudiziari a Lanciano non è di certo legato ad un giudizio sugli edifici ma riguarda l' efficienza del servizio giustizia che ogni cittadino reclama. Il Tribunale di Lanciano è giudicato tra i migliori a livello nazionale - si legge nella nota – nel nostro territorio non vi sono state infiltrazioni di campo camorristico e mafioso perché da decenni prima le Forze dell'ordine, poi i Magistrati inquirenti e giudicanti presenti a Lanciano, hanno scongiurato il pericolo che anni fa si era manifestato”. Un rischio, quindi, che, come sostiene la Vassalli è stato scongiurato grazie proprio a un lavoro competente di grande professionalità portato avanti in sinergia. E insieme a qualche significativo dato storico la Presidente dell'Ordine degli Avvocati evidenzia il ruolo che ha assunto e conquistato nel corso degli anni. “Il Tribunale di Lanciano era già sede di Corte d'Appello nel 1700 ed è sicuramente il più antico del territorio provinciale. Oggi serve la zona industriale più importante del Centro Sud per la presenza della Sevel. In un periodo in cui tutti reclamano valutazioni e considerazioni in base al merito, il Tribunale di Lanciano merita più di ogni altro di essere premiato per la sua efficienza. Non da ultimo va considerato, al pari delle zone dell'alto Vastese, la difficoltà di collegamento delle zone interne con la città di Chieti”. E' una difesa sentita e appassionata quella della Vassalli che richiama l'attenzione e l'impegno concreto e risolutivo di quei politici che sedevano in Parlamento nel 2011, artefici di questo contestato accorpamento. Spetta a loro, dice, trovare la soluzione. “La battaglia di salvaguardia del Tribunale Frentano non è degli avvocati i quali, come ho sempre sostenuto, si sentono a casa propria in qualsiasi Tribunale ove entrano per difendere i diritti dei propri assistiti”. E' di un intero territorio.