Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

LANCIANO - Verrebbe da dire: a mali estremi, estremi rimedi. Al Comune di Lanciano devono averla pensata così nell'approvare la delibera di giunta che incrementa il contributo all'Estate Musicale Frentana di altri 40mila euro. Il documento è stato pubblicato oggi sull'albo pretorio di Palazzo di Città e autorizza il prelievo - appunto di 40mila euro - dal fondo di riserva per finanziare l'associazione "Amici della Musica - Fedele Fenaroli", che da tempo versa in una situazione di difficoltà finanziaria. Un quadro che appena qualche giorno fa aveva portato alle dimissioni del direttore artistico Luigi Piovano, in polemica con la Regione che aveva escluso il sodalizio dai fondi assegnati nell'ultima variazione di bilancio, in cui erano stati invece finanziati il Mastrogiurato, la Fiera e la Deputazione teatrale del Fenaroli. Alle dimissioni di Piovano era seguito anche uno scontro politico tra il sindaco Mario Pupillo e il consigliere regionale del suo stesso partito Camillo D'Alessandro, che aveva comunque spiegato che i fondi per l'Estate Musicale sarebbero arrivati, ma che il percorso da seguire era diverso rispetto a quello seguito per gli altri enti cittadini. Il punto è che era a rischio la prosecuzione della stagione concertistica e dei seminari programmati. Di qui la decisione di autorizzare l'incremento del contributo (che ora dovrà essere comunicato al consiglio comunale), inizialmente fissato in 5mila euro.

LANCIANO - Per il sesto anno consecutivo tornano gli appuntamenti targati EMF per la Festa di Santa Cecilia. Dal 21 al 27 novembre, il teatro Fenaroli sarà animato, ogni mattina, dalla presenza delle scuole del territorio chiamate a partecipare ad eventi ed iniziative didattiche e, nel pomeriggio, dai tanti appassionati che vorranno godere degli spettacoli pensati ad hoc per questa festa.

Nel corso degli anni, sono stati circa 10 mila gli studenti che hanno partecipato ai vari concerti didattici, proiezioni ed eventi di produzione esclusiva. La finalità di questa iniziativa è quella di avvicinare i giovani alla cultura musicale ed artistica delle varie discipline dello spettacolo, attraverso la comprensione dei linguaggi non verbali, visivi e musicali, l’analisi dei contenuti delle opere, con la possibilità di partecipare direttamente; di cogliere il legame tra il patrimonio culturale musicale e l’ambiente storico in cui nasce; sviluppare un’educazione musicale e critica, creando la possibilità di realizzare collegamenti con le materie che vengono insegnate nelle scuole.

Matinée per le scuole

Si parte lunedì 21, con la proiezione del film musicale “Tutto può cambiare”, con Keira Knightley e Mark Ruffalo. Martedì 22 sarà la volta della lezione-concerto con il Quartetto delle Marche in una continua alternanza tra la parola “detta” e la parola “suonata”.

Mercoledì 23 novembre i ragazzi assisteranno alla pièce musico-teatrale “Beethoven era un bambino difficile” a cura di Daniele Ciccolini. Infine, venerdì 25 e sabato 26 andrà in scena un ridotto dell’opera di Gateano Donizetti in matinée per circoli didattici “L’Elisir d’Amore”, in collaborazione con Opera World.

Appuntamenti pomeridiani e serali

Martedì 22, alle 18, si parte con il concerto del Quartetto delle Marche. Mercoledì 23, alla stessa ora, andrà in scena “Beethoven era un bambino difficile” a cura di Daniele Ciccolini, uno straordinario racconto su una straordinaria figura, fuori dalle righe, sin dalla tenera età.

Ma il clou della settimana si raggiunge, senza dubbio, con le due repliche, venerdì 25 e sabato 26 novembre, alle ore 21, sempre al teatro Fenaroli, dell’opera lirica di Gateano Donizetti su libretto di Felice Romani, “L’elisir d’Amore”, in collaborazione con Opera World. Un allestimento particolare, moderno, dovuto anche alla conformazione dello stesso Fenaroli, per un’opera definita in partitura “melodramma giocoso”, in essa trova spazio anche l'elemento patetico, che raggiunge la punta più alta nel brano più noto, l’aria Una furtiva lagrima.

Biglietti in vendita sul circuito ciaotickets.com, da Venditti in corso Trento e Trieste e presso il botteghino del teatro Fenaroli aperto da un’ora prima degli spettacoli.

Si concluderà il 10 agosto, con il tradizionale concerto dell’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile “Fedele Fenaroli” nella piazza d’Armi delle Torri Montanare la parte estiva dell’Estate Musicale Frentana 2016. Ed a pochi giorni dalla chiusura del sipario, il presidente Omar Crocetti, insieme ai componenti del CdA (Antonio Spadano, Mariella Bomba, Elvira Giancristofaro, Franco Fanci e Franco Ruggieri) ha tenuto una conferenza stampa per fare il punto sulla questione fondi regionali e chiarire la posizione dell’Associazione Amici della Musica “Fedele Fenaroli” dopo settimane non facili. “Abbiamo iniziato la nostra stagione il 12 giugno scorso - ricorda Crocetti - ed i primi fondi che ci sono arrivati dalla Regione, sono i 20 mila euro per l’Estate Musicale Frentana, pervenuti alla nostra Associazione venerdì 29 luglio scorso. Per gli altri crediti accumulati con l’Ente Regionale siamo ancora in attesa, fiduciosi che l’iter burocratico necessario in questi casi possa presto dirsi concluso a darci una boccata d’ossigeno”. L’Associazione percepisce infatti fondi dal Ministero della Cultura per gli eventi concertistici, dal Comune di Lanciano per la gestione delle varie attività e dalla Regione per i pagamenti delle borse di studio e per l’attività di formazione e didattica, caratteristica principale dell’ente frentano. “Grazie anche al lavoro dell’Amministrazione Comunale e del sindaco Mario Pupillo e del vice sindaco Pino Valente - spiega il presidente Crocetti - siamo riusciti a far conoscere la nostra splendida realtà alla Regione Abruzzo. Per questo siamo convinti che la stessa Regione farà la sua parte dandoci i fondi promessi. E ringraziando ancora il sindaco Mario Pupillo per il lavoro che ha portato avanti insieme a noi per salvaguardare la nostra Associazione, - prosegue Crocetti - auspichiamo una sempre più fattiva collaborazione con l’Amministrazione Comunale e con il nuovo assessore alla cultura Maruscia Miscia”. Il presidente Crocetti coglie, inoltre, l’occasione per rispondere ad alcune critiche mosse nei giorni scorsi all’Associazione, al CdA ed alla direzione artistica. “Chi afferma che l’Estate Musicale Frentana non crea indotto ed è vittima di uno scollamento con la realtà evidentemente non sa di cosa parla. - chiarisce Crocetti - Noi rispondiamo con i fatti e con i dati dei report ministeriali sulle nostre attività. Negli ultimi 7 anni, sono stati pagati 180 mila euro di debiti ereditati dalla passata gestione, il CdA ha portato avanti l’istituzione lavorando con passione, competenza, spirito di abnegazione ed a titolo gratuito. La direzione artistica, nonostante le note difficoltà economiche, ha svolto un lavoro straordinario portando a Lanciano il meglio della musica classica mondiale (solo nell’ultimo anno sono state a Lanciano personalità del calibro di Bacalov, Shimono e Pappano) e didattica e formazione orchestrale sono tornate ad essere la vera prerogativa artistica di Lanciano offrendo una concreta opportunità di approfondimento ai tanti musici che sono approdati in città. Nonostante il nostro sia una settore di nicchia - sottolinea il presidente - abbiamo una media di spettatori elevata, riconosciuta dal Ministero. E se parliamo di didattica musicale e coinvolgimento delle scuole, - continua Crocetti - rispondo con i numeri: negli ultimi anni abbiamo portato al teatro Fenaroli 9800 studenti in occasione della Festa di Santa Cecilia. 11 premi ministeriali e 128 mila euro di fondi europei e nazionali negli ultimi 7 anni per nostre progettazione e fondi tutti investiti sul territorio parlando chiaro su illazioni di assistenzialismo e dipendenza dai fondi pubblici”. “L’Associazione “Amici della Musica” - conclude il presidente Omar Crocetti - resta il vero vanto della città di Lanciano, che porta in città centinaia di ragazzi e tiene alto il nome di Lanciano nel mondo. Auspichiamo pertanto di portare a termine la riforma culturale che vede questa istituzione protagonista, progettata in questi mesi con l’Amministrazione Comunale”.

Sarà la splendida cornice delle Torri Montanare a fare da sfondo ad un originale allestimento e riduzione de “La Traviata” in programma per sabato 9 luglio, alle ore 21.30, nell’ambito dell’Estate Musicale Frentana 2016. Una serata agile, moderna, nata dalla collaborazione con Opera World e dalla volontà dell’EMF di aprire all’opera e di farlo nella Piazza d’Armi delle Torri Montanare per contribuire a dare alla splendida location la giusta importanza che merita con un evento artistico di grande spessore. “La Traviata”, opera in tre atti di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave, basata su “La Signora delle Camelie”, opera teatrale di Alexandre Dumas figlio, per la prima volta andò in scena nel Teatro La Fenice di Venezia il 6 marzo 1853 ma, probabilmente a causa del soggetto allora considerato scabrosa, non si rivelò il successo che l’autore attendeva. Fu ripresa il 6 maggio dell'anno successivo a Venezia nel Teatro San Benedetto in una versione rielaborata e finalmente, diretta dal compositore, riscosse il meritato successo. A causa della critica alla società borghese, l'opera, nei teatri di Firenze, Bologna, Parma, Napoli e Roma, fu rimaneggiata dalla censura e messa in scena con alcuni pezzi totalmente stravolti. Sempre per sfuggire alla censura, l'opera dovette essere spostata come ambientazione cronologica dal XIX al XVIII secolo. Imma Iovine, Raffaele D’Ascanio, Andrea Carnevale, Annalisa Di Cicco, Giorgio Iacovelli, coadiuvati dalla concertazione e dalle note di Isabella Cristante e dalla narrazione di Domenico Stante, saranno gli interpreti dei personaggi principali supportati dall’accompagnamento del pianoforte, parte integrante della scena che, sfruttando la bellezza e la storicità della Piazza D’Armi delle Torri Montanare, vedrà il pubblico a stretto contatto con gli artisti, quasi a diventare parte integrante dell’originale rappresentazione operistica. E’ possibile acquistare i biglietti sulla piattaforma online ciaotickets.com e presso il botteghino, aperto da un’ora prima dello spettacolo, presso le Torri Montanare. L’evento è fuori abbonamento.