Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Sono 247 le persone identificate e 204 le autovetture controllate dai carabinieri del Comando provinciale di Chieti, che ha disposto un servizio straordinario di controllo del territorio che si è svolto nei territori delle Compagnie Carabinieri di Lanciano, Atessa e Ortona nella giornata di ieri, dalle 16 alle ore 22, interessando tutta l’area frentana, la zona dell’atessano e il tratto di costa che si affaccia sulla provincia di Chieti. L’attività di contrasto all’illegalità svolta dagli uomini dell’Arma, principalmente nei confronti dei reati così detti “predatori”, che sempre più intaccano la percezione di sicurezza dei cittadini, ha visto impegnati 60 carabinieri e 30 mezzi, sia in uniforme che in abiti civili, che si sono avvalsi della collaborazione di unità cinofile. I controlli, che si ripeteranno periodicamente, hanno interessato anche i luoghi maggiormente frequentati dai giovani con particolare attenzione agli esercizi pubblici, 50 quelli controllati, dove sono state effettuate anche verifiche sul rispetto delle normative che disciplinano la vendita di sostanze alcoliche. Frequenti i passaggi delle auto dell’Arma anche nei pressi di fermate degli autobus e parchi pubblici. I controlli del territorio hanno inoltre permesso di rintracciare e trarre in arresto un 37enne originario della provincia di Pescara evaso dai domiciliari qualche giorno prima. L’uomo è stato riconosciuto dai militari dell’Arma mentre passeggiava a piedi nel centro abitato di Tollo. L’Autorità Giudiziaria, a seguito di questo episodio, ha disposto, nei suoi confronti, la revocato della detenzione domiciliare e la successiva traduzione presso la casa circondariale di Chieti.  L’operazione rientra in una più ampia strategia di controllo del territorio che i Carabinieri della provincia di Chieti stanno attuando al fine di garantire maggiore presenza e prossimità ai cittadini e che proseguirà nel futuro a tutela della sicurezza e della serenità civile.

Il tenente Marco Ruffini, 33 anni, originario di Sulmona, è il nuovo comandante della Compagnia carabinieri di Atessa. Ruffini, che subentra al capitano Di Lena, in passato ha lavorato al nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Ancona, dove ha partecipato a numerose attività d’indagine su spaccio di droga, reati contro la pubblica amministrazione e contro la persona. Ha frequentato la scuola militare “Teulie” di Milano. Successivamente è stato ammesso all’Accademia militare di Modena e alla Scuola Ufficiali dei carabinieri di Roma. E’ laureato in scienze strategiche e delle comunicazioni all’Università di Torino e in giurisprudenza all’Università di Roma-Tor Vergata.