Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

LANCIANO - Avrebbe molestato una ragazzina di 12 anni residente nel Frentano, figlia di una donna che aveva conosciuto su una chat. Con l'accusa di atti di libidine su minore, il tribunale collegiale di Lanciano ha condannato oggi a due anni e mezzo di reclusione, un 39enne di origine campana, ma residente a Vasto. L'uomo fu arrestato il 2 dicembre dello scorso anno con l'accusa di violenza sessuale, reato riqualificato nel corso del procedimento. Il pm aveva chiesto una condanna a 6 anni di reclusione. Il 39enne è stato anche condannato a risarcire la madre della ragazzina con una provvisionale di 10mila euro. I fatti risalgono all'agosto 2015. L'imputato, che ha sempre respinto le accuse, era stato condannato già nel 2013 per un'analoga vicenda accaduta a Vasto.