Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, con l’Assessore alle Attività Produttive, Carla Di Biase, il Direttore Provinciale ed il Vice Direttore di Confartigianato, Daniele Giangiulli e Claudio Di Marzio, hanno presentato, questa mattina la settima edizione di Chocofestival che tornerà a svolgersi nel centro storico di Chieti nei giorni 20, 21 e 22 novembre 2015, grazie all’organizzazione di Confartigianato Imprese Chieti, il contributo del Comune di Chieti, della Camera di Commercio di Chieti e della Regione Abruzzo. Ricco il programma che si svilupperà nella tre giorni e tante le novità per l’edizione 2015 grazie ai 51 stand dislocati lungo Corso Marrucino e, quest’anno, anche in Piazza Valignani, con espositori provenienti da Gorizia, Lecco, Merate, Lecce, Cosenza, Napoli, Salerno, Avellino, Scalca e Campobasso; un concorso fotografico a tema, laboratori di cake design per bambini; visite guidate alla Chieti sotterranea (la Via Tecta e Ipogeo di Via dei Tintori), grazie alla collaborazione del Comune di Chieti e della Fondazione Carichieti; la partecipazione del campione del mondo di cioccolateria,Emanuele Forcone; coking show con lo chef Stefano De Iuliis; DJ Set e concerto, sabato sera, della Small Filters Band in Piazza Valignani; uno spettacolo concerto al Teatro Supercinema, domenica sera, de I Trilogy, presentato da Enrico Beruschi. Si parte  venerdì 20 novembre, alle ore 11.00, con l’apertura ufficiale degli stand, mentre alle 17.00, in piazza G. B. Vico, inizieranno le operazioni per la realizzazione di una scultura gigante in cioccolato. Alle 21.00, in Piazza Malta, la seconda edizione di “Lei pungente, lui deciso”, degustazioni di prodotti tipici del territorio accompagnate da vino novello grazie alla collaborazione dei locali della zona. Sabato  21 gli stand saranno visitabili già dalle ore 10.00.  Nella stessa giornata, dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 16.00 alle 18.00, presso la Bottega d’Arte della Camera di Commercio in piazza Vico, laboratori per bambini. Sempre dalle ore 16.00 alle 18.00, visite guidate alla Via Tecta e, dalle ore 17.00 alle 19.00, sarà possibile prenotare visite guidate all’interno dell’ipogeo di Via dei Tintori, in collaborazione con l’associazione Centro appenninico ricerche sotterranee (Cars). Alle ore 20.00, presso Palazzo Lepri, cena a tema sul cioccolato con lo chef Santino Strizzi. In Piazza Valignani, a partire dalle ore 19.30, DJ Set con Alessandro Cardellicchio e, a seguire, concerto della Small Filters Band. Domenica 22  gran finale con l’esibizione del campione del mondo di pasticceria, Emanuele Forcone, presso l’Expò Room della Camera di Commercio, in piazza G. B. Vico. Alle 18.30, nell’auditorium Supercinema, si alzerà il sipario sullo spettacolo-concerto in onore di S. Cecilia “Musica inCanto”, con I Trilogy e l’orchestra giovanile di fiati C. Monteverdi. Conduce l’attore Enrico Beruschi. Alla settima edizione del Chocofestival verrà abbinata la seconda edizione del concorso fotografico “Cogli l’attimo, è Chocofestival” aperto a tutti i visitatori della manifestazione chiamati ad immortalare immagini e colori dell’evento. «Desidero ringraziare Confartigianato per aver avuto la tenacia di portare avanti un evento – ha affermato il Sindaco Di Primio – che è un buon esempio di come, con l’aiuto ed il supporto tecnico del Comune, organizzare iniziative a beneficio dell’intera città. In tal senso, voglio ricordare l’esperienza positiva con i commercianti della parte bassa della città grazie ai quali sono state organizzate due edizioni della Notte Bianca con un indubbio successo. Da questo modo di intendere l’associazionismo nasce il Chocofestival, evento che ha risonanza oltre i confini della nostra regione. Durante le tre giornate di Chocofestival sono certo che a Chieti arriveranno tantissimi visitatori da fuori regione. In questo modo la promozione sarà stata fatta all’intera città.» «Il Comune si fa cabina di regia di iniziative che siano volano per la crescita del tessuto economico cittadino – ha affermato l’Assessore Carla Di Biase – ed è questo che intendo per inversione culturale. Vorrei lanciare un appello a tutti i commercianti di rimanere aperti oltre il consueto orario stabilito poichè il picco di visitatori si registrerà nella tarda serata. Il mio desiderio – ha aggiunto – è una calendarizzazione delle manifestazioni che possano per davvero essere motore per il rilancio dell’economia cittadina con il coordinamento del Comune. «Chocofestival –  ha affermato Daniele Giangiulli, direttore provinciale di Confartigianato -  è ormai un evento consolidato che, nonostante la penuria di risorse economiche, ha continuato a crescere. Lo testimoniano le migliaia di presenze in città. Confartigianato, ancora una volta, è scesa in campo concretamente per sostenere la categoria con una manifestazione che sicuramente contribuirà a movimentare la parte alta della città. Continueremo a farlo con altri eventi quali lo Street Food, il concerto di Paola Turci e un mercato natalizio allo Scalo, nella zona di S. Pio X».
 

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, questa mattina, presso la sede del Comune, con l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, il dirigente dell’Ufficio tecnico del Comune, i funzionari della Regione e della Provincia di Chieti, ha avuto una riunione con il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, per discutere dello stato di avanzamento dei lavori pubblici che il Comune di Chieti sta portando a compimento grazie all’ottenimento dei fondi comunitari POR FERS 2007-2013 (PISU e PIT). «Lavori già avviati – hanno commentato il Sindaco e l’Assessore Di Felice – che consegneremo ai cittadini entro alcune settimane e di cui abbiamo verificato con i vertici della Regione le procedure per permettere le giuste rendicontazioni entro il 31 dicembre. Con il presidente D’Alfonso, che ringraziamento per la sua presenza, abbiamo inaugurato un nuovo metodo di lavoro che è quello della verifica. Un procedimento operativo importante per i Comuni perché basato sul confronto immediato».  Nel corso del tavolo tecnico, il Sindaco Di Primio ha poi chiesto al Presidente D’Alfonso di affrontare alcuni problemi che attendono ancora una risposta o finanziamenti già stanziati da parte della Regione. In particolare si è discusso in generale, con la promessa da parte del Presidente di un successivo incontro con i tecnici regionali, degli investimenti di opere pubbliche di primaria importanza per il territorio – dissesto idrogeologico, interventi sismici e calamità naturali, ristrutturazione di edifici storici, riqualificazioni ed interventi sulla mobilità sostenibile -;  di erogazioni per attività sociali – fondi per cittadini non autosufficienti, fondi per inclusione e minori, ufficio di piano -; di attività urbanistiche – microzonazione sismica e classificazione acustica – di fondi per la cultura – contributo per Settimana Mozartiana 2014, Teatro Marrucino – ma soprattutto della bonifica e della messa in sicurezza della discarica abusiva di Colle Sant’Antonio e dei finanziamenti per la frana di Santa Maria Calvona. «Sulla scorta di un’indagine interna agli uffici comunali – ha commentato il Sindaco - ho chiesto ai miei tecnici quali fossero le partite creditorie ancora aperte con l'Amministrazione Regionale. È emerso come ci sia un numero notevole di iniziative messe in campo dal Comune di Chieti che oggi sono ancora in attesa di ricevere fondi già stanziati dalla Regione o, in alternativa, che aspettano una risposta circa la possibilità di essere finanziati e dunque realizzati. In particolare – ha evidenziato il Sindaco - i Settori che soffrono in maniera evidente tale situazione di incertezza, sono quello delle Opere Pubbliche - 1.700.000,00 € circa per dissesto idrogeologico (interventi Santa Maria Calvona–Fosso Canino, piazza Monsignor Venturi – via Modesto della Porta, Fosso Santa Chiara), 810.000,00 € per interventi sismici (edificio storico in via P.ssa di Piemonte), 600.000,00 € circa per le calamità del 4, 5, 6 marzo 2015, 2.500.000,00 € per recupero di edifici storici (recupero, riqualificazione, valorizzazione e messa in rete del complesso storico di Palazzo Massangioli ed ex sala Eden per il potenziamento dell’offerta turistico culturale), 365.000,00 € per PUC Piazza Carafa, 3.000.000,00 € per interventi sulla mobilità sostenibile), e quello delle Politiche Sociali - 230.000,00 € per la non autosufficienza, 47.000,00 € per l'inclusione, 230.000,00 € per il fondo sociale regionale 600.000,00 € per risorse statali ex 328/00, 32.000,00 € per l'ufficio di piano, 14.000,00 € per fondo minori -. Solo per questi due Settori dell'Ente, parliamo di oltre 10.100.000,00 € di valore di attività. A ciò vanno poi aggiunti, sul versante urbanistico, 6.400,00 € per lo studio di Microzonazione Sismica e 11.000,00 € per la Classificazione Acustica. Vi sono poi in ballo i fondi per la cultura. Relativamente all'annualità 2014, infatti, il Comune di Chieti è in attesa di vedersi erogato il contributo di 25.000,00 € per la Settimana Mozartiana e 60.000,00 € per l'attività del Teatro Marrucino di cui alla L.R. n. 40/2001. Di primaria importanza poi è il riuscire ad ottenere i finanziamenti per la bonifica e la messa in sicurezza della discarica abusiva in località Colle Sant’Antonio, andata a fuoco lo scorso 27 giugno. La presenza del presidente D’Alfonso a Chieti, con la sua struttura regionale – ha concluso il Sindaco - è un motivo di ulteriore stimolo per fare meglio».

Gli agenti della Questura di Chieti hanno avviato una serie di accertamenti sul ricovero di un 35enne di Castel Frentano, ricoverato in gravi condizioni al policlinico teatino per una sospetta overdose da cocaina. Sull'accaduto viene mantenuto il più stretto riserbo, ma dalle poche indiscrezioni trapelate, sembra che il giovane sia arrivato questa mattina nel nosocomio del capoluogo, trasferito dall'ospedale di Lanciano, dove era stato trasportato in seguito a un malore. Dai primi esami sarebbe emersa una sospetta overdose da stupefacenti, forse causata dalla rottura nello stomaco di alcuni involucri contenenti droga che sarebbero stati ingeriti dal 35enne, probabilmente per sfuggire a qualche controllo.