Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Per cercare di riavvicinare il pubblico al grande schermo durante la stagione estiva, il CiakCity Cinema ha deciso di promuoreve una rassegna che raccoglie alcune delle migliori uscite cinematografiche internazionali di questa stagione.

I film saranno proiettati nelle sale climatizzate del CiakCity Polycenter (uscita A14 Lanciano) e tra i due spettacoli, in programma alle 18.30 e alle 21.00, sarà possibile approfittare dell’aperitivo a buffet da gustare all’ombra degli ombrelloni sulla terrazza del cinema!

Tutti i lunedì dal 3 al 31 luglio sarà proiettato un film che farà viaggiare lo spettatore con la fantasia attraverso 5 stati.

Si parte il 3 luglio dagli Stati Uniti con "Insospettabili sospetti" di Zach Braff con Morgan Freeman e Michael Caine; il 10 luglio sbarcheremo in Francia con "Parigi può attendere" di Eleanor Coppola con Diane Lane e Alec Baldwin; il 17 luglio si farà tappa in Serbia con On the Milky Road del grande Emir Kusturica con Monica Bellucci per proseguire il 24 luglio verso Israele con "Libere, disobbedienti, innamorate" di Maysaloun Hamoud; il nostro viaggio terminerà il 31 luglio in Italia con "The space between" di Ruth Borgobello con Flavio Parenti e Maeve Dermody.

 

ABBONAMENTO 5 FILM + APERITIVO: 25€

BIGLIETTO SINGOLO CON APERITIVO: 7,50€

BIGLIETTO SINGOLO: 4,50€

Sabato 10 Giugno 2017, alle ore 20,30, evento speciale al CiakCity Polycenter (Uscita A14 Lanciano), con la proiezione del film "I FIGLI DELLA NOTTE". Per l’occasione saranno ospiti per presentare il film il regista Andrea De Sica e lo sceneggiatore peranese Mariano Di Nardo. Porte aperte dalle 20.00 con l’aperitivo in compagnia degli ospiti, alle 20.30 ci sarà la presentazione del film e, dopo la proiezione, afretparty con il DjSet di Dj Baracca.

Andrea De Sica è un regista debuttante dall’ottimo albero genealogico. Il padre è il compianto compositore Manuel, lo zio è la star Christian, la mamma è la produttrice di quasi tutti i film di Ferzan Ozpetek, ovvero Tilde Corsi, il nonno è nientemeno che il grande maestro Vittorio De Sica. Con queste credenziali, arriva sul grande schermo il giovane Andrea con il suo “I figli della notte”, salutato più che positivamente dalla critica, presentato all’ultima edizione del Torino Film Festival. Ambientato in un collegio per rampolli benestanti, il film frutto di una co-produzione italo-belga, racconta di Giulio, 17enne di buona famiglia, catapultato nella rigida disciplina che non lascia scampo. Insieme ad Edoardo, amico diventato inseparabile, progetterà fughe notturne che certamente non saranno facili. Dunque, un nuovo De Sica sul set, a rappresentare la terza generazione. E chissà: se le premesse sono queste, il nipote Andrea pare destinato ad una gran bella carriera da regista.      

Mariano Di Nardo (classe 1979) è diplomato in sceneggiatura al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Nel 2006 ha vinto il Premio Solinas - Storie per il cinema col soggetto Wujj - La rivale.  Nel 2010 ha vinto il Premio Solinas – Storie per il cinema con L’uomo sulla strada. Nel 2013 ha collaborato come storyliner per la soap opera Centovetrine. Oltre a scrivere per il cinema collabora anche come autore per radio (Tre soldi Rai Radio 3) e televisione (Alta Infedeltà Real Time). Ha scritto il soggetto e la sceneggiatura del film di Andrea De Sica I figli della notte, unico film italiano in concorso al Torino Film Festival 2016. E' tra gli sceneggiatori della serie televisiva Questo nostro amore 80 in onda su Rai Uno nell’autunno prossimo. Nel 2018 è prevista l’uscita del film Il fattore T, scritto insieme al regista Francesco Costabi

LANCIANO - Godersi il film e conoscere il creatore della pellicola, gustandosi un buon aperitivo: questo il senso di “Apericinema con l’autore” che avrà inizio venerdì 4 Novembre dalle 19.30.  Si tratta di quattro eventi che si svolgeranno presso il multisala CiakCity di Lanciano ogni venerdì sera sino al 25 novembre prossimo.
Il primo appuntamento è d’eccezione con “Bozzetto non troppo” di Marco Bonfanti che sarà presente all’avvenimento. Si tratta del lungometraggio con cui si entra nel mondo di quello che viene riconosciuto come il maestro italiano dei film di animazione. Non è un caso che il cineasta autore, tra gli altri, di “West and Soda”, “Allegro non troppo”, “I sogni del signor Rossi”, Lunedì scorso è stato premiato per la sua splendida carriera al  “Lucca Comics”. Il docu-film è stato presentato fuori concorso alla 73^ edizione del Festival internazionale del cinema di Venezia.
Il secondo evento è in programma l’11 novembre con la proiezione di “La ragazza del mondo” che ha partecipato all’ultima edizione del Festival internazionale di Venezia in concorso nella categoria “Giornate degli autori”. La serata vedrà la presenza del regista Marco Danieli. Il film, che approfondisce le tematiche relative ai Testimoni di Geova, ha vinto il Premio Pasinetti per il miglior attore e per la migliore attrice.
La terza serata si svolgerà il 18 novembre con il film “Mancanza-Purgatorio” del regista abruzzese Stefano Odoardi che sarà presente insieme all’attrice italo-francese Angelique Cavallari. Quest’ultima è conosciuta per aver recitato in “Cado dalle nubi” di Checco Zalone e “Anni felici” di Daniele Lucchetti.
Infine “Apericinema con l’autore” si concluderà il 25 novembre con “La sindrome di Antonio” di Claudio Rossi Massimi che presenzierà all’evento. Si tratta del’opera prima del regista romano che scandaglia i malesseri esistenziali con toni lievi e spesso ironici.

 

Dal 13 ottobre al 24 novembre, tutti i giovedì, torna al cinema CiakCity di Lanciano la rassegna di cinema d'autore "Punti di vista", arrivata ormai alla sua undicesima edizione grazie alla collaborazione tra CiakCity Cinema e I Soliti Ignoti. Un?edizione ricca di titoli di spessore che non hanno avuto canali di diffusione nel nostro territorio, e caratterizzata da una new entry rispetto agli anni scorsi: ogni film sarà preceduto dalla proiezione di un cortometraggio, che aprirà le sette serate della rassegna.
Uno sguardo ai titoli: il primo è "Sole alto", frutto di una coproduzione tra Croazia, Slovenia e Serbia, che vede protagonista una coppia di bravissimi attori che interpretano tre diverse storie in tre episodi ambientati prima, durante e dopo la guerra che ha dissolto la ex-Jugoslavia. (“Premio della Giuria” a Cannes 2015 nella sezione “Un certain regard”)
A seguire "Anomalisa" di Charlie Kaufman, uno dei più apprezzati sceneggiatori in circolazione (Se mi lasci ti cancello, Il ladro di Orchidee), e regista di Synecdoche, New York, che con il suo secondo film, in programma Giovedì 20 Ottobre, ha vinto il “Gran Premio della Giuria” al Festival di Venezia 2015.
"Brooklyn", terzo titolo in calendario, racconta la storia di una giovane donna che vive nell?Irlanda degli anni „50 e che un giorno decide di emigrare negli Stati Uniti a causa delle difficoltà a trovare un lavoro. Candidato a tre Premi Oscar (“Miglior film”, “Miglior sceneggiatura non originale” a Nick Hornby e “Miglior attrice” a Saoirse Ronan), e vincitore del “Premio Bafta” 2016 (oscar britannici) come "Miglior film britannico", Brooklyn è un film drammatico e insieme romantico, semplice e insieme toccante.
Il 3 novembre la rassegna prosegue con "Il Clan", che narra la vera storia di una famiglia “non convenzionale” che sconvolse l?Argentina degli anni ?80 nella delicatissima fase di transizione dalla feroce dittatura militare ad una fragile democrazia. “Leone d?Argento” alla scorsa edizione della Mostra del Cinema di Venezia e “Premio Goya” (oscar spagnoli) per un film fresco, intrigante, ben scritto e ben diretto.
Toni più leggeri caratterizzano il film "Frantz", melò francese ambientato subito dopo la Grande Guerra, con un'impronta di noir arricchita dall'elegante malinconia del bianco e nero. Premio “Marcello Mastroianni” per Paula Beer come "Miglior attrice emergente".
I bravissimi Jake Gyllenhaal e Naomi Watts sono i protagonisti del penultimo titolo in programma, "Demolition", pellicola diretta da Jean-Marc Vallée, regista dell'acclamato Dallas Buyers Club, vincitore di ben 3 premi agli Oscar 2014.
In chiusura giovedì 24 novembre il film "Land of mine", pellicola intensa e toccante che narra un capitolo completamente sconosciuto della seconda guerra mondiale, e che rappresenterà la Danimarca per l'Oscar al “Miglior film straniero” 2017.
Orari 18,15 e 21,15. Prezzi 5,50 euro intero; 4 euro in abbonamento.

Con l'arrivo delle feste di settembre, riparte la nuova  stagione nella struttura del cinema di Lanciano circuito Ciakcity. La scelta della data, il 13 settembre, non è casuale: dopo il riuscito spettacolo di mezzanotte "Aspettando i fuochi" sperimentato lo scorso anno nella struttura di Rocca San Giovanni, quest'anno la gestione del cinema ha pensato di riaprire il Ciakcity Lanciano proprio con questo appuntamento. Il lieto evento sarà festeggiato con una "due giorni" di proiezioni a prezzi scontatissimi: 4€ il 13 settembre e solo 2€ il 14, spettacolo di mezzanotte compreso (il Ciakcity aderisce all'iniziativa nazionale Cinema2days). I film proposti puntano a soddisfare davvero tutti i palati: da "Escobar", basato sulla vita del più famoso narcotrafficante del mondo, passando per l'emozionante animazione per grandi e piccini candidata agli scorsi Oscar, "La canzone del mare", fino ad arrivare alla divertentissima storia vera dell'aspirante atleta olimpionico, "Eddie The Eagle". Dal 15 settembre si comincia con l'attesissimo documentario "The Beatles: Eight Days a Week" firmato dal premio Oscar Ron Howard. Sarà la prima volta che il Ciakcity di Lanciano sperimenterà una diretta satellitare, per collegarsi con il red carpet di Londra dove i protagonisti sfileranno per presentare il film. Non solo, il 23 settembre saranno i Rolling Stones a entrare in sala, con il concerto/documentario del loro primo, storico, concerto a L'Havana. Per gli amanti del teatro, dal 26 settembre verranno proiettati in diretta satellitare i dodici appuntamenti della stagione di uno dei più importanti palcoscenici al mondo, la Royal Opera House di Londra, che quest'anno propone ben sei balletti e sei opere che spaziano tra repertorio classico e contemporaneo. E ancora, il primo ottobre sarà la volta del primo di una serie di appuntamenti in compagnia dei protagonisti del mondo del cinema. Ospite del CiakCity, per presentare il suo ultimo lavoro "Porno & Libertà", sarà il regista lancianese Carmine Amoroso. Seguirà alla proiezione il Djset del Management del dolore post-operatorio.

Tutti i dettagli sono consultabili on line sul sito del cinema.

Quella del 2016 è stata per il Premio Cinematografico Palena un’edizione da record. Quattromila lavori fra cortometraggi, videoclip e animazioni giunti da 119 nazioni di tutti e cinque i continenti; migliaia di partecipanti a tutti gli eventi del festival e oltre 16mila 500 fedelissimi followers su Twitter che giornalmente entrano in contatto con lo staff dell’evento dedicato a Perry Como ed Ettore Maria Margadonna. Nella serata finale del Premio, che si è tenuta nel teatro di Palena, sono stati assegnati una serie di riconoscimenti:
Premio “Il Corto.eu” - miglior corto per il cortometraggio “Il Natale di Lia” a  Massimo Trognoni e Michele Giamundo
Premio “Regione Abruzzo” Ettore Maria Margadonna - migliore sceneggiatura originale per i cortometraggi “La Cura” di Andrea Andolina ex aequo con “ Horror Vaqui ” di Daniel Sanchez Chamorro;
Premio “Comune di Palena” Perry Como - migliore commento musicale per il cortometraggio
“Brothers” a Alexsandra Czenczek;
Premio “Camera Commercio di Chieti” - migliore regia per il cortometraggio “Missing” a Rachelle Henry;
Premio “Associazione Culturale Palenese “videoclip FlashSound” per il videoclip “Close Watch” di John Cale ad Abigail Portner;
Menzione speciale per il videoclip de “L’ultimo stupido” de Il Nero a Francesco Bravi;
Premio Miglior Animazione per il cortometraggio “Dona Ubenza “ a Juan Manuel Costa;
Premio menzione speciale all’animazione “Neila ” di Audrey Bellot, Laurene Desoutter, Amandine Fernandes, Ludivine Lahaeye, Lucas Langou, David Tabar, Guillaume Vezzoli, Eline Zhang;
Premio Attualità per il cortometraggio “Luigi e Vincenzo” a Giuseppe Bucci;
Premio ospite d’onore a Mauro John Capece e Corinna Coroneo;
Miglior attore per il cortometraggio “Me & Myself” a Lorenzo Acquaviva.
 

Dal 7 al 14 agosto Palena diventerà una piccola capitale del mondo del cinema e della musica. Si terrà nel paese abruzzese infatti la nona edizione del Premio Cinematografico Palena che in pochi anni ha saputo varcare i confini nazionali e divenire evento di pregio mondiale. Le cifre della manifestazione, come sempre organizzata dall’Associazione Culturale Palenese, parlano chiaro: quasi 4000 lavori pervenuti da 119 nazioni da tutti e cinque i continenti. E che dire poi dei tanti fans dislocati in ogni parte del mondo? Solo gli oltre 16000 followers su Twitter, uno dei più importanti social network, la dicono lunga sul pregio dell’iniziativa. “Un vero successo se si pensa che il paese conta circa 1500 abitanti”, commentano gli organizzatori. Tante le novità di quest’anno ad iniziare dal presidente della giuria che sarà l’attore hollywoodiano Randall Paul (già ospite nelle due precedenti edizioni) che dirigerà anche un workshop.  Durante la settimana è prevista anche l’inaugurazione di una sala monotematica su Ettore Maria Margadonna all’interno del Castello Ducale Sordello da Goito in cui si potranno ammirare, scritti originali, fotografie dei diversi personaggi del mondo del cinema che hanno raggiunto il successo grazie al grande soggettista e sceneggiatore, cimeli d’epoca e persino oggetti personali già di sua proprietà.  Come noto, le opere letterarie, giornalistiche ed economiche di Ettore Maria Margadonna hanno  rappresentato una pietra miliare per la critica e lo sviluppo dell’arte cinematografica. Sua infatti è la fortunata serie di “Pane amore e …”. E’ stato anche Presidente di Cinecittà (contribuendo allo sviluppo di questa importante realtà del cinema, potenziandone gli studi, i teatri e portando i principali  operatori economici americani e stranieri a girare diversi film a Roma) e segretario della Mostra Cinematografica di Venezia e grande amico e collaboratore dei più grandi attori e registi della sua epoca (Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Vittorio De Sica, Alberto Sordi, Federico Fellini ecc.) .  Ad Ettore Maria Margadonna da sempre è dedicato infatti il Premio, che ha anche un altro grande protagonista: Perry Como. Il famoso crooner statunitense era infatti originario di Palena (dove i suoi genitori erano nati) e non aveva mai dimenticato le proprie radici, tanto da dichiararle pubblicamente in diretta nazionale alla trasmissione televisiva “Il Musichiere” di Mario Riva. In tutta la sua carriera Perry Como ha venduto oltre cento milioni di dischi nel mondo e ottenuto riconoscimenti prestigiosi quali il Grammy Award alla carriera nel 2002 e il Long Island Music Hall of Fame nel 2006. Fra le altre novità di quest’anno sarà dato largo spazio ai videoclip musicali con serate dedicate alla categoria e con una monografica dedicata al famoso regista italiano Luca Lumaca. E non mancheranno ovviamente le proiezioni dei lavori selezionati dalla giuria di qualità, convegni a tema, ospiti di rilievo e presentazioni di libri. Le location del Premio Cinematografico Palena saranno come sempre il Castello Ducale Sordello da Goito,  il Teatro Comunale Aventino Ettore Maria Margadonna e gli angoli più caratteristici del centro storico di Palena. Il programma completo e dettagliato della rassegna sarà reso disponibile nei prossimi giorni. 

In collaborazione con il comitato “Mese della resistenza – memoria, identità, liberazione”, prende il via domani, giovedì 7 aprile, la rassegna “Memoria, identità, liberazione” organizzata dall’associazione “I soliti ignoti” e il cinema CiakCity. Tre appuntamenti e sei titoli che raccontano storie di resistenza di ieri e di oggi, per aiutare a comprendere le problematiche che affliggono il presente e le sfide che ci aspettano in futuro. Oltre alle proiezioni pomeridiane e serali, sono previsti anche tre matinée aperti agli istituti scolastici frentani volti ad avvicinare i ragazzi a queste tematiche, creando un momento di aggregazione e dibattito tra gli studenti dei diversi istituti. Le proiezioni si terranno tutte presso il cinema CiakCity di Lanciano in via Bellisario e il biglietto d'ingresso costa 5 euro. Di seguito il programma completo: 7 aprile ore 18.15 "Iqbal - bambini senza paura" di Michel Fuzellier e Babak Payami; ore 20.45 "L'ultima parola - la vera stora di Dalton Trumbo" di Jay Roach. Giovedì 14 aprile ore 18.15 "Una volta nella vita" di Marie-Castille Mention-Schaar; ore 20.45 "Dheepan - una nuova vita" di Jaques Audiard. Giovedì 21 aprile ore 18.15 "Malala" di Davis Guggenheim; ore 20.45 "This changes everything" di Avi Lewis.
 

Si è conclusa ieri con successo la sesta edizione di Retrogusto, la rassegna a cura della condotta Slow Food Lanciano che celebra l’intenso rapporto tra gastronomia e cinema attraverso i sapori e le tradizioni del territorio. Una formula, quella di veicolare messaggi importanti attraverso palcoscenici importanti come può essere quello del grande schermo, che nel tempo ha riscosso sempre maggiori apprezzamenti e che è diventata un appuntamento fisso e molto atteso della città. E la condotta Slow Food ha quindi potuto “osare” anche temi diversi, ma mai distanti rispetto a quelli dell’alimentazione buona, pulita e giusta. Ne è un esempio il film dell’ultima serata, Il sale della terra, capolavoro di Wim Wenders, candidato agli Oscar 2015 nella categoria “Miglior documentario”, che racconta l’intenso itinerario artistico e umano del fotografo Sebastiao Salgado che ha immortalato in scatti indimenticabili l’orrore e la meraviglia del Pianeta. Cibo dunque, non vuol dire solo gastronomia, arte culinaria, rispetto per le materie prime e della stagionalità e biodiversità dei prodotti, ma anche ecosistema, natura, rispetto della terra e dei suoi ritmi e abitanti. La sesta edizione di Retrogusto è stata caratterizzata anche da alcune novità, prima fra tutte il ritorno al cinema di Lanciano Ciakcity, grazie alla collaborazione con lo staff della catena Ciakcity che si è impegnato, con grande coraggio e determinazione, a riaprire dopo anni di inattività le quattro sale del cinema di Lanciano, restituendo alla città un luogo importante di cultura e intrattenimento. Un’altra novità è costituita anche nella collaborazione con l’associazione di ristoratori PerCorso Roma  che sta contribuendo a rendere più accogliente e dinamico uno dei luoghi più suggestivi di Lanciano, il quartiere Borgo con il suo caratteristico Corso Roma. La Bper dell’Emilia Romagna, da sempre attenta alla valorizzazione di realtà culturali ed eventi di prestigio del territorio, si è confermata un altro partner importante per la riuscita della manifestazione.  Una bella e nuova collaborazione è nata con lo staff di Terma Parrucchieri che ha deciso di partecipare a suo modo all’iniziativa apprezzata inizialmente come spettatori. A disposizione di fortunati partecipanti alla rassegna sono stati distribuiti buoni omaggio per una piega gratis oppure per il 50% di sconto su un taglio o un colore presso il locale in via Monsignor Tesauri (in piazza D’Amico, di fronte all’ufficio informazioni Time - Tourist Information Miracolo Eucaristico). Un bel modo di allargare la “famiglia” Retrogusto. Il resto l’hanno fatto i sette film in programmazione, i ristoratori e la Cantina Frentana che ha offerto in degustazione ottimi vini abbinati di volta in volta ai piatti presentati. Qualche numero: oltre mille bicchieri serviti, dieci ristoratori, una media di oltre cento spettatori a serata, sei film e un documentario, oltre 200 buoni sconto in omaggio. “E’ stata un’edizione intensa e molto apprezzata dal pubblico – commenta il fiduciario della condotta frentana, Michele Scutti – il che ci ha riempiti di orgoglio e di ulteriore slancio per le prossime iniziative in programma. Un sentito ringraziamento va a tutti i produttori e agli sponsor che hanno fatto sì che questa manifestazione avesse luogo. La passione, professionalità, umanità e amore per le materie prime di tutti i protagonisti del dopo serata hanno donato un significato ancora più intenso a Retrogusto”.

Quinto appuntamento domani sera al cinema CiakCity per “Retrogusto” la Rassegna targata Slow Food Lancianoche anche quest'anno sta registrando una nutrita affluenza di pubblico e notevoli consensi. Il binomio cinema e cibo ancora una volta si è rivelato vincente grazie alla scelta dei film tutti di qualità e alla presenza di ristoranti, pizzeria ed enoteca che preparano piatti speciali innaffiati dal vino della cantina Frentana. Domani sera in occasione della proiezione del docu-film “Focaccia Blues” saranno ospiti il regista Nico Cirasola insieme al figlio Luca, attore. Il film racconta, con un divertente stile narrativo, la vicenda realmente accaduta qualche anno fa in Puglia, quando ad Altamura fu inaugurato un gigantesco McDonald’s, costretto a scendere in competizione con il prodotto tipico del posto, la focaccia. La storia è raccontata direttamente dai simpatici abitanti del paese e dall’avventura del giornalista Onofrio Pepe, giunto negli Stati Uniti armato di decine di focacce per far conoscere agli americani la bontà di questo prodotto. Un film originale che punta alla promozione delle tipicità di un territorio e lo fa attraverso la voce, le storie di chi quel territorio lo vive e lo ama. Accanto ad attori meno conosciuti, ci sono i volti noti di artisti e non solo, tutti pugliesi che hanno scelto di condividere questa speciale esperienza. Nel cast Dante Marmone, Luca Cirasola, Tiziana Schiavarelli, Nichi Vendola, Renzo Arbore, Lino Banfi, Michele Placido e Onofrio Pepe. Dopo la proiezione si potrà degustare un piatto che si sposa perfettamente con il tema del film ed è opera della pizzeria “La Lanterna Verde” e dell’ “Enoteca Santa Lucia”, membri dell’associazione “PerCorsoRoma.