Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Cento litri di gasolio sono stati recuperati, ieri sera, dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ortona al termine di un inseguimento conclusosi sulla S.S.16, nei pressi di Contrada Santa Liberata, con l’arresto di una coppia di malviventi, lui 33enne e lei 25 enne, entrambi di Miglianico (CH).

I “Bonnie and Clyde” abruzzesi, già noti alle Forze dell’Ordine, poco prima avevano trafugato, dal serbatoio di un autobus della “TUA” parcheggiato in un deposito ubicato nei pressi della stazione ferroviaria di Ortona, l’ingente quantitativo di carburante opportunamente travasato all’interno di due taniche. L’arrivo inaspettato della gazzella dei Carabinieri ha però rovinato i programmi della coppia che ha provato a fuggire nel tentativo di farla franca. La presenza del furgone con a bordo i due malviventi non è passata inosservata ai militari dell’Arma che, da alcuni giorni, erano sulle tracce di un furgone simile nel modello e colore, segnalato da alcuni cittadini in occasione di un analogo furto di gasolio avvenuto nel Comune di Crecchio .  I due arresti operati dai militari dell’Arma rientrano, infatti, in una più ampia attività di controllo del territorio disposta dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Chieti in tutta l’area teatina al fine di contrastare i reati che maggiormente intaccano la serenità dei cittadini come i furti in abitazione, i furti in genere e le rapine. La coppia, su disposizione dell’A.G., ha trascorso la notte agli arresti domiciliari e, questa mattina, al termine dell’udienza avvenuta con rito direttissimo, il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto operato dai Carabinieri, ha rinviato la discussone alla data del 29 giugno 2017, disponendo che la donna tornasse in libertà in attesa di giudizio e gli arresti domiciliari per l’uomo.