Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

LANCIANO - Si è conclusa ieri, domenica 27 novembre, la settimana della Festa di Santa Cecilia 2016, promossa dall’associazione Amici della Musica. Gli eventi dedicati alla Festa dedicata alla Santa patrona della musica e dei musicisti hanno visto quest’anno la partecipazione di circa duemila alunni delle scuole del territorio, dalle elementari alle superiori; un numero che inorgoglisce gli Amici delle Musica per aver contribuito ancora una volta ad avvicinare i più giovani alla cultura musicale ed artistica delle varie discipline dello spettacolo.

L’associazione Amici della Musica si conferma quindi come unica istituzione italiana a promuovere questo genere di iniziative, riuscendo a coinvolgere in progetti artistici e didattici e alla partecipazione attiva, più di 12 mila giovani dal 2010, per i vari eventi organizzati come le lezioni concerto, i progetti teatro e musica, i film e i documentari musicali, i concerti didattici e gli eventi di produzione esclusiva, esperienza unica in Italia, contemplando la missione formativa, che da 45 anni la contraddistingue nel suo operato didattico e artistico.

La settimana si è conclusa con le due splendide repliche dell’opera di Gaetano Donizetti “L’Elisir d’Amore” realizzata in collaborazione con Opera World e con il meraviglioso concerto di ieri sera, un omaggio musicale rivolto Gioacchino Rossini, uno dei più grandi compositori della storia della musica italiana, con la proiezione del film d’animazione “Omaggio a Rossini” di Giulio Gianini e Emanuele Luzzati (come in foto) e la colonna sonora eseguita dal vivo, a cura dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, in collaborazione con l’EMF.

La stagione EMF 2016 si concluderà con il concerto Gospel il prossimo 26 dicembre e con i tradizionali concerti di Capodanno, il 3 gennaio 2017. Ultimo appuntamento con i Concerti del Parco, invece, domenica 4 dicembre, alle ore 18, nella Sala Manlio La Morgia, con il concerto del Seminario di Canto Corale in ricordo del Maestro Aldo Marincola.

 

LANCIANO - Verrebbe da dire: a mali estremi, estremi rimedi. Al Comune di Lanciano devono averla pensata così nell'approvare la delibera di giunta che incrementa il contributo all'Estate Musicale Frentana di altri 40mila euro. Il documento è stato pubblicato oggi sull'albo pretorio di Palazzo di Città e autorizza il prelievo - appunto di 40mila euro - dal fondo di riserva per finanziare l'associazione "Amici della Musica - Fedele Fenaroli", che da tempo versa in una situazione di difficoltà finanziaria. Un quadro che appena qualche giorno fa aveva portato alle dimissioni del direttore artistico Luigi Piovano, in polemica con la Regione che aveva escluso il sodalizio dai fondi assegnati nell'ultima variazione di bilancio, in cui erano stati invece finanziati il Mastrogiurato, la Fiera e la Deputazione teatrale del Fenaroli. Alle dimissioni di Piovano era seguito anche uno scontro politico tra il sindaco Mario Pupillo e il consigliere regionale del suo stesso partito Camillo D'Alessandro, che aveva comunque spiegato che i fondi per l'Estate Musicale sarebbero arrivati, ma che il percorso da seguire era diverso rispetto a quello seguito per gli altri enti cittadini. Il punto è che era a rischio la prosecuzione della stagione concertistica e dei seminari programmati. Di qui la decisione di autorizzare l'incremento del contributo (che ora dovrà essere comunicato al consiglio comunale), inizialmente fissato in 5mila euro.

LANCIANO - Per il sesto anno consecutivo tornano gli appuntamenti targati EMF per la Festa di Santa Cecilia. Dal 21 al 27 novembre, il teatro Fenaroli sarà animato, ogni mattina, dalla presenza delle scuole del territorio chiamate a partecipare ad eventi ed iniziative didattiche e, nel pomeriggio, dai tanti appassionati che vorranno godere degli spettacoli pensati ad hoc per questa festa.

Nel corso degli anni, sono stati circa 10 mila gli studenti che hanno partecipato ai vari concerti didattici, proiezioni ed eventi di produzione esclusiva. La finalità di questa iniziativa è quella di avvicinare i giovani alla cultura musicale ed artistica delle varie discipline dello spettacolo, attraverso la comprensione dei linguaggi non verbali, visivi e musicali, l’analisi dei contenuti delle opere, con la possibilità di partecipare direttamente; di cogliere il legame tra il patrimonio culturale musicale e l’ambiente storico in cui nasce; sviluppare un’educazione musicale e critica, creando la possibilità di realizzare collegamenti con le materie che vengono insegnate nelle scuole.

Matinée per le scuole

Si parte lunedì 21, con la proiezione del film musicale “Tutto può cambiare”, con Keira Knightley e Mark Ruffalo. Martedì 22 sarà la volta della lezione-concerto con il Quartetto delle Marche in una continua alternanza tra la parola “detta” e la parola “suonata”.

Mercoledì 23 novembre i ragazzi assisteranno alla pièce musico-teatrale “Beethoven era un bambino difficile” a cura di Daniele Ciccolini. Infine, venerdì 25 e sabato 26 andrà in scena un ridotto dell’opera di Gateano Donizetti in matinée per circoli didattici “L’Elisir d’Amore”, in collaborazione con Opera World.

Appuntamenti pomeridiani e serali

Martedì 22, alle 18, si parte con il concerto del Quartetto delle Marche. Mercoledì 23, alla stessa ora, andrà in scena “Beethoven era un bambino difficile” a cura di Daniele Ciccolini, uno straordinario racconto su una straordinaria figura, fuori dalle righe, sin dalla tenera età.

Ma il clou della settimana si raggiunge, senza dubbio, con le due repliche, venerdì 25 e sabato 26 novembre, alle ore 21, sempre al teatro Fenaroli, dell’opera lirica di Gateano Donizetti su libretto di Felice Romani, “L’elisir d’Amore”, in collaborazione con Opera World. Un allestimento particolare, moderno, dovuto anche alla conformazione dello stesso Fenaroli, per un’opera definita in partitura “melodramma giocoso”, in essa trova spazio anche l'elemento patetico, che raggiunge la punta più alta nel brano più noto, l’aria Una furtiva lagrima.

Biglietti in vendita sul circuito ciaotickets.com, da Venditti in corso Trento e Trieste e presso il botteghino del teatro Fenaroli aperto da un’ora prima degli spettacoli.

Nuovo appuntamento con la stagione dell'Estate Musicale Frentana 2016, domenica 30 ottobre, alle ore 18, al teatro Fenaroli arrivano i Cameristi di Santa Cecilia per un appuntamento unico ed imperdibile.  L'Ensemble nasce dalla stima reciproca dei musicisti e dal desiderio comune di affrontare il repertorio da camera con l'affiatamento e l'intesa frutto del lavoro quotidiano in orchestra. L’Ensemble è composto principalmente da prime parti soliste dell'orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia: flauto, oboe e quintetto d'archi, considerate ormai da pubblico e critica tra i migliori musicisti italiani. Tutti i componenti svolgono un'intensa attività musicale chi come camerista, chi come solista o come docente; hanno tutti collaborato con le più importanti istituzioni musicali come l'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l' Orchestra del Lucerna Festival, l'Orchestra Mozart di Claudio Abbado o la Chamber Orchestra of Europe. Tutti sono impegnati nei progetti della Human Rights Orchestra. Botteghino aperto da un'ora prima dello spettacolo presso il Teatro Fenaroli. Posto unico: 15 euro.  Biglietteria online e prevendita su Ciaotickets e da Venditti.
 

Torna domenica 2 ottobre, alle ore 18, nel teatro Fenaroli di Lanciano, il tradizionale appuntamento con la rassegna dei grandi pianisti dedicata a Errico D’Amico con un nuovo straordinario interprete. Ospite dell’Associazione Amici della Musica, quest’anno, sarà il grande pianista Benedetto Lupo considerato dalla critica internazionale come uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione. Protagonista nelle istituzioni concertistiche e negli eventi pianistici mondiali più importanti e interprete che, per sensibilità e armonia esecutiva, ha impressionato il pubblico di tutto il mondo. Emf, ancora una volta, porta a Lanciano l’eccellenza della musica. Botteghino aperto da un'ora prima dello spettacolo presso il Teatro Fenaroli.

Posto unico: 15 Euro  -  Biglietteria online e prevendita su Ciao Tickets e da Venditti.

Si concluderà con tre grandi appuntamenti concertistici la stagione estiva dell’Estate Musicale Frentana 2016 a partire da martedì 9 agosto con il Faculty Concert Performance EMF 2016 nell’Auditorium Diocleziano, per proseguire il 10 agosto con il tradizionale concerto dell’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile “Fedele Fenaroli” nella piazza d’Armi delle Torri Montanare, concludendo poi la tre giorni di musica con il Gala esclusivo nell’Abbazia di San Giovanni in Venere giovedì 11 agosto.
Martedì 9 agosto - ore 21.30 - Auditorium Diocleziano - Il Faculty Concert Performance vedrà l’esecuzione del Sestetto per archi in re minore "Souvenir de Florence", op. 70, sestetto d'archi segnato per 2 violini, 2 viole, 2 violoncelli e composto nell'estate europea del 1890 di Pyotr Ilyich Tchaikovsky. I docenti EMF, con alla testa il direttore artistico Luigi Piovano, si cimenteranno in una composizione che Tchaikovsky dedicò al Petersburg Chamber Music Society St. dopo essene divenuto membro onorario. Il lavoro, nella tradizionale forma in quattro movimenti, è intitolato "Souvenir de Florence", perché il compositore aveva abbozzato uno dei temi principali del lavoro durante la visita a Firenze dove compose La dama di picche. Il lavoro fu poi rivisto nel dicembre 1891 prima di essere premiato nel 1892.
Mercoledì 10 agosto - ore 21.30 - Torri Montanare - L’evento concertistico di chiusura della parte estiva dell’Estate Musicale Frentana 2016 vedrà l’esecuzione della meravigliosa Sinfonia n. 6 in si minore, op. 74 “Patetica” ultima opera di Tchaikovsky, che supera tutte le altre ed è la perfetta relazione artistica delle insicurezze di un uomo, della sua debolezza, della fragilità nei rapporti umani. Nell’ultima sinfonia Tchaikovsky riesce a rendere eterne le sue lacrime, grazie ad armonie struggenti perfettamente rese nel costrutto sinfonico, del quale ormai era e resterà maestro indiscusso. Sul palco l’imponente organico dell’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile “Fedele Fenaroli”, preparato da docenti italiani e stranieri di fama internazionale e diretto dal Maestro Luigi Piovano, primo violoncello solista dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia e direttore artistico EMF.
Giovedì 11 agosto - ore 21.30 - San Giovanni in Venere - A chiudere questa tre giorni di musica, la serata di Gala nata da una collaborazione tra l’Associazione “Amici della Musica” ed il Comune di Fossacesia che vedrà protagonista, ancora una volta, l’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile diretta dal Maestro Luigi Piovano nella splendida cornice dell’Abbazia di San Giovanni in Venere. Saranno eseguite musiche di P.I. Tchaikovsky anticipate da una composizione in prima esecuzione assoluta, chiamata “Dove si trova il mare”, commissionata al compositore Germano Mazzocchetti e ispirata alla celebre frase tratta dal Trionfo della Morte di Gabriele D’Annunzio, “Il Respiro musicale che saliva dal mare…” titolo dell’evento concertistico stesso. In caso di condizioni meteo avverse, il concerto, gratuito, si svolgerà all’interno dell’Abbazia.
Martedì 9 agosto - Posto Unico: 5 euro. Botteghino aperto da un'ora prima dell'inizio del concerto, presso l'AUDITORIUM DIOCLEZIANO.
Mercoledì 10 agosto - Botteghino aperto da un'ora prima dello spettacolo presso le TORRI MONTANARE di Lanciano. Posto unico: 15 Euro - Biglietteria online e prevendita da Venditti (corso Trento e Trieste 137) e su http://www.ciaotickets.com/node/29748?mini=calendar/29748/2016-07
In caso di avverse condizioni meteo. vendita biglietti e concerto si terranno presso il Teatro Fenaroli di Lanciano.

Si concluderà il 10 agosto, con il tradizionale concerto dell’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile “Fedele Fenaroli” nella piazza d’Armi delle Torri Montanare la parte estiva dell’Estate Musicale Frentana 2016. Ed a pochi giorni dalla chiusura del sipario, il presidente Omar Crocetti, insieme ai componenti del CdA (Antonio Spadano, Mariella Bomba, Elvira Giancristofaro, Franco Fanci e Franco Ruggieri) ha tenuto una conferenza stampa per fare il punto sulla questione fondi regionali e chiarire la posizione dell’Associazione Amici della Musica “Fedele Fenaroli” dopo settimane non facili. “Abbiamo iniziato la nostra stagione il 12 giugno scorso - ricorda Crocetti - ed i primi fondi che ci sono arrivati dalla Regione, sono i 20 mila euro per l’Estate Musicale Frentana, pervenuti alla nostra Associazione venerdì 29 luglio scorso. Per gli altri crediti accumulati con l’Ente Regionale siamo ancora in attesa, fiduciosi che l’iter burocratico necessario in questi casi possa presto dirsi concluso a darci una boccata d’ossigeno”. L’Associazione percepisce infatti fondi dal Ministero della Cultura per gli eventi concertistici, dal Comune di Lanciano per la gestione delle varie attività e dalla Regione per i pagamenti delle borse di studio e per l’attività di formazione e didattica, caratteristica principale dell’ente frentano. “Grazie anche al lavoro dell’Amministrazione Comunale e del sindaco Mario Pupillo e del vice sindaco Pino Valente - spiega il presidente Crocetti - siamo riusciti a far conoscere la nostra splendida realtà alla Regione Abruzzo. Per questo siamo convinti che la stessa Regione farà la sua parte dandoci i fondi promessi. E ringraziando ancora il sindaco Mario Pupillo per il lavoro che ha portato avanti insieme a noi per salvaguardare la nostra Associazione, - prosegue Crocetti - auspichiamo una sempre più fattiva collaborazione con l’Amministrazione Comunale e con il nuovo assessore alla cultura Maruscia Miscia”. Il presidente Crocetti coglie, inoltre, l’occasione per rispondere ad alcune critiche mosse nei giorni scorsi all’Associazione, al CdA ed alla direzione artistica. “Chi afferma che l’Estate Musicale Frentana non crea indotto ed è vittima di uno scollamento con la realtà evidentemente non sa di cosa parla. - chiarisce Crocetti - Noi rispondiamo con i fatti e con i dati dei report ministeriali sulle nostre attività. Negli ultimi 7 anni, sono stati pagati 180 mila euro di debiti ereditati dalla passata gestione, il CdA ha portato avanti l’istituzione lavorando con passione, competenza, spirito di abnegazione ed a titolo gratuito. La direzione artistica, nonostante le note difficoltà economiche, ha svolto un lavoro straordinario portando a Lanciano il meglio della musica classica mondiale (solo nell’ultimo anno sono state a Lanciano personalità del calibro di Bacalov, Shimono e Pappano) e didattica e formazione orchestrale sono tornate ad essere la vera prerogativa artistica di Lanciano offrendo una concreta opportunità di approfondimento ai tanti musici che sono approdati in città. Nonostante il nostro sia una settore di nicchia - sottolinea il presidente - abbiamo una media di spettatori elevata, riconosciuta dal Ministero. E se parliamo di didattica musicale e coinvolgimento delle scuole, - continua Crocetti - rispondo con i numeri: negli ultimi anni abbiamo portato al teatro Fenaroli 9800 studenti in occasione della Festa di Santa Cecilia. 11 premi ministeriali e 128 mila euro di fondi europei e nazionali negli ultimi 7 anni per nostre progettazione e fondi tutti investiti sul territorio parlando chiaro su illazioni di assistenzialismo e dipendenza dai fondi pubblici”. “L’Associazione “Amici della Musica” - conclude il presidente Omar Crocetti - resta il vero vanto della città di Lanciano, che porta in città centinaia di ragazzi e tiene alto il nome di Lanciano nel mondo. Auspichiamo pertanto di portare a termine la riforma culturale che vede questa istituzione protagonista, progettata in questi mesi con l’Amministrazione Comunale”.

Stasera alle ore 21.30, nell’Auditorium Diocleziano di Lanciano il Final Concert dell’International Guitar Seminar 2016 Edition. L’obiettivo del Lanciano International Guitar Seminar è quello di promuovere la formazione chitarristica solistica e d’insieme. Docenti di fama internazionale svolgeranno lezioni individuali e collettive durante i giorni del seminario ed il concerto finale sarà un importante momento di confronto che chiuderà l’impegno didattico nel seminario. L’esperienza della musica d’insieme è indispensabile per la formazione completa di uno strumentista e riveste un valore particolare soprattutto per coloro che, per le peculiarità dello strumento e del repertorio, sono portati a dedicare la maggior parte del loro tempo all’attività solistica, com’è il caso dei chitarristi. Inoltre, la capacità di suonare in assieme e in diverse formazioni, si rivela cifra distintiva per entrare nell’attuale panorama lavorativo musicale.  Concerti Didattici - Posto Unico: 5 euro. Botteghino aperto da un'ora prima dell'inizio del concerto, presso l'Auditorium Diocleziano.

"Per la prima volta dopo 45 anni l’Estate Musicale Frentana è costretta a respingere 184 domande e a ridurre gli elementi dell’orchestra sinfonica per mancanza di fondi". A denunciare la situazione è il consigliere comunale di "Lanciano al Centro" Gabriele Di Bucchianico, che torna sulle difficoltà (ormai arcinote, quanto irrisolte) della prestigiosa istituzione cittadine, che ottenne un riconoscimento anche da Papa Giovanni Paolo II in occasione del Giubileo del 2000. "L'Estate Musicale Frentana - continua l'esponente dell'opposizione - nel solco di una tradizione musicale secolare, ha concorso alla formazione artistica dei musicisti, consentendo, sin dalla prima edizione dei Corsi Internazionali Estivi, a giovani provenienti da tutto il mondo di sviluppare lo studio teorico e pratico della musica mediante una formazione professionale guidata da docenti di chiara fama".Di Bucchianico punta l'indice contro quella che definisce la "strategia attendista" del Comune di Lanciano, "figlia delle riboliite promesse pre-elettorali fine a sé stesse, che stanno consentendo di assistere increduli alla lenta morte di una eccellenza della nostra città". Il rappresentante di Lanciano al Centro sottolinea che dai banchi della maggioranza c'è stato un consigliere che ha proposto un emendamento (approvato) che assegna altri 50mila euro alla cultura. "Un flebile tentativo di rattoppo - lo definiisce Di Bucchianico - posto sul tavolo dal solitario consigliere di maggioranza, anche se appare chiaro che assegnare forfettariamente e sommariamente, fondi alla 'cultura' ben sapendo che il problema dell'estate musicale non si risolve, significa nascondere ancora una volta la testa sotto la sabbia, rimandando  ad oltranza la questione senza porsi seriamente in una prospettiva risolutiva. Pertanto, dopo le tante promesse evidentemente rimaste tali, chiediamo all'amministrazione comunale di affrontare in maniera determinata questa situazione dirottando tutti i fondi disponibili a garanzia della sopravvivenza delle attività musicali estive".
 

Tecnicamente è un anticipo del 50 per cento del contributo annuale normalmente concesso. Praticamente, invece, è un'iniezione d'ossigeno, che consentirà all'associazione "Amici della Musica Fedele Fenaroli" di retribuire le borse di studio dei ragazzi (e i loro docenti) che partecipano ai corsi musicali estivi legati all'Estate Musicale Frentana. La giunta comunale ha deliberato l'erogazione di un contributo di 5mila euro agli Amici della Musica, dopo la lettera del presidente del sodalizio, Omar Crocetti, in cui si segnalava l'impellente necessità di far fronte ai pagamenti. "L’Associazione Amici della Musica - si legge nella motivazione della delibera - opera sul territorio comunale da oltre 45 anni, costituendo di fatto l’asse portante della storia e della cultura della città; l’annullamento della manifestazione provocherebbe di fatto la chiusura dell’istituzione e arrecherebbe un irrimediabile danno al patrimonio anche sociale, culturale e artistico del Comune di Lanciano, con ogni effetto, tra l’altro, sui risvolti economici e produttivi della città".