Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

LANCIANO - Verrebbe da dire: a mali estremi, estremi rimedi. Al Comune di Lanciano devono averla pensata così nell'approvare la delibera di giunta che incrementa il contributo all'Estate Musicale Frentana di altri 40mila euro. Il documento è stato pubblicato oggi sull'albo pretorio di Palazzo di Città e autorizza il prelievo - appunto di 40mila euro - dal fondo di riserva per finanziare l'associazione "Amici della Musica - Fedele Fenaroli", che da tempo versa in una situazione di difficoltà finanziaria. Un quadro che appena qualche giorno fa aveva portato alle dimissioni del direttore artistico Luigi Piovano, in polemica con la Regione che aveva escluso il sodalizio dai fondi assegnati nell'ultima variazione di bilancio, in cui erano stati invece finanziati il Mastrogiurato, la Fiera e la Deputazione teatrale del Fenaroli. Alle dimissioni di Piovano era seguito anche uno scontro politico tra il sindaco Mario Pupillo e il consigliere regionale del suo stesso partito Camillo D'Alessandro, che aveva comunque spiegato che i fondi per l'Estate Musicale sarebbero arrivati, ma che il percorso da seguire era diverso rispetto a quello seguito per gli altri enti cittadini. Il punto è che era a rischio la prosecuzione della stagione concertistica e dei seminari programmati. Di qui la decisione di autorizzare l'incremento del contributo (che ora dovrà essere comunicato al consiglio comunale), inizialmente fissato in 5mila euro.

Si concluderà il 10 agosto, con il tradizionale concerto dell’Orchestra Sinfonica Internazionale Giovanile “Fedele Fenaroli” nella piazza d’Armi delle Torri Montanare la parte estiva dell’Estate Musicale Frentana 2016. Ed a pochi giorni dalla chiusura del sipario, il presidente Omar Crocetti, insieme ai componenti del CdA (Antonio Spadano, Mariella Bomba, Elvira Giancristofaro, Franco Fanci e Franco Ruggieri) ha tenuto una conferenza stampa per fare il punto sulla questione fondi regionali e chiarire la posizione dell’Associazione Amici della Musica “Fedele Fenaroli” dopo settimane non facili. “Abbiamo iniziato la nostra stagione il 12 giugno scorso - ricorda Crocetti - ed i primi fondi che ci sono arrivati dalla Regione, sono i 20 mila euro per l’Estate Musicale Frentana, pervenuti alla nostra Associazione venerdì 29 luglio scorso. Per gli altri crediti accumulati con l’Ente Regionale siamo ancora in attesa, fiduciosi che l’iter burocratico necessario in questi casi possa presto dirsi concluso a darci una boccata d’ossigeno”. L’Associazione percepisce infatti fondi dal Ministero della Cultura per gli eventi concertistici, dal Comune di Lanciano per la gestione delle varie attività e dalla Regione per i pagamenti delle borse di studio e per l’attività di formazione e didattica, caratteristica principale dell’ente frentano. “Grazie anche al lavoro dell’Amministrazione Comunale e del sindaco Mario Pupillo e del vice sindaco Pino Valente - spiega il presidente Crocetti - siamo riusciti a far conoscere la nostra splendida realtà alla Regione Abruzzo. Per questo siamo convinti che la stessa Regione farà la sua parte dandoci i fondi promessi. E ringraziando ancora il sindaco Mario Pupillo per il lavoro che ha portato avanti insieme a noi per salvaguardare la nostra Associazione, - prosegue Crocetti - auspichiamo una sempre più fattiva collaborazione con l’Amministrazione Comunale e con il nuovo assessore alla cultura Maruscia Miscia”. Il presidente Crocetti coglie, inoltre, l’occasione per rispondere ad alcune critiche mosse nei giorni scorsi all’Associazione, al CdA ed alla direzione artistica. “Chi afferma che l’Estate Musicale Frentana non crea indotto ed è vittima di uno scollamento con la realtà evidentemente non sa di cosa parla. - chiarisce Crocetti - Noi rispondiamo con i fatti e con i dati dei report ministeriali sulle nostre attività. Negli ultimi 7 anni, sono stati pagati 180 mila euro di debiti ereditati dalla passata gestione, il CdA ha portato avanti l’istituzione lavorando con passione, competenza, spirito di abnegazione ed a titolo gratuito. La direzione artistica, nonostante le note difficoltà economiche, ha svolto un lavoro straordinario portando a Lanciano il meglio della musica classica mondiale (solo nell’ultimo anno sono state a Lanciano personalità del calibro di Bacalov, Shimono e Pappano) e didattica e formazione orchestrale sono tornate ad essere la vera prerogativa artistica di Lanciano offrendo una concreta opportunità di approfondimento ai tanti musici che sono approdati in città. Nonostante il nostro sia una settore di nicchia - sottolinea il presidente - abbiamo una media di spettatori elevata, riconosciuta dal Ministero. E se parliamo di didattica musicale e coinvolgimento delle scuole, - continua Crocetti - rispondo con i numeri: negli ultimi anni abbiamo portato al teatro Fenaroli 9800 studenti in occasione della Festa di Santa Cecilia. 11 premi ministeriali e 128 mila euro di fondi europei e nazionali negli ultimi 7 anni per nostre progettazione e fondi tutti investiti sul territorio parlando chiaro su illazioni di assistenzialismo e dipendenza dai fondi pubblici”. “L’Associazione “Amici della Musica” - conclude il presidente Omar Crocetti - resta il vero vanto della città di Lanciano, che porta in città centinaia di ragazzi e tiene alto il nome di Lanciano nel mondo. Auspichiamo pertanto di portare a termine la riforma culturale che vede questa istituzione protagonista, progettata in questi mesi con l’Amministrazione Comunale”.

"Per la prima volta dopo 45 anni l’Estate Musicale Frentana è costretta a respingere 184 domande e a ridurre gli elementi dell’orchestra sinfonica per mancanza di fondi". A denunciare la situazione è il consigliere comunale di "Lanciano al Centro" Gabriele Di Bucchianico, che torna sulle difficoltà (ormai arcinote, quanto irrisolte) della prestigiosa istituzione cittadine, che ottenne un riconoscimento anche da Papa Giovanni Paolo II in occasione del Giubileo del 2000. "L'Estate Musicale Frentana - continua l'esponente dell'opposizione - nel solco di una tradizione musicale secolare, ha concorso alla formazione artistica dei musicisti, consentendo, sin dalla prima edizione dei Corsi Internazionali Estivi, a giovani provenienti da tutto il mondo di sviluppare lo studio teorico e pratico della musica mediante una formazione professionale guidata da docenti di chiara fama".Di Bucchianico punta l'indice contro quella che definisce la "strategia attendista" del Comune di Lanciano, "figlia delle riboliite promesse pre-elettorali fine a sé stesse, che stanno consentendo di assistere increduli alla lenta morte di una eccellenza della nostra città". Il rappresentante di Lanciano al Centro sottolinea che dai banchi della maggioranza c'è stato un consigliere che ha proposto un emendamento (approvato) che assegna altri 50mila euro alla cultura. "Un flebile tentativo di rattoppo - lo definiisce Di Bucchianico - posto sul tavolo dal solitario consigliere di maggioranza, anche se appare chiaro che assegnare forfettariamente e sommariamente, fondi alla 'cultura' ben sapendo che il problema dell'estate musicale non si risolve, significa nascondere ancora una volta la testa sotto la sabbia, rimandando  ad oltranza la questione senza porsi seriamente in una prospettiva risolutiva. Pertanto, dopo le tante promesse evidentemente rimaste tali, chiediamo all'amministrazione comunale di affrontare in maniera determinata questa situazione dirottando tutti i fondi disponibili a garanzia della sopravvivenza delle attività musicali estive".
 

Tecnicamente è un anticipo del 50 per cento del contributo annuale normalmente concesso. Praticamente, invece, è un'iniezione d'ossigeno, che consentirà all'associazione "Amici della Musica Fedele Fenaroli" di retribuire le borse di studio dei ragazzi (e i loro docenti) che partecipano ai corsi musicali estivi legati all'Estate Musicale Frentana. La giunta comunale ha deliberato l'erogazione di un contributo di 5mila euro agli Amici della Musica, dopo la lettera del presidente del sodalizio, Omar Crocetti, in cui si segnalava l'impellente necessità di far fronte ai pagamenti. "L’Associazione Amici della Musica - si legge nella motivazione della delibera - opera sul territorio comunale da oltre 45 anni, costituendo di fatto l’asse portante della storia e della cultura della città; l’annullamento della manifestazione provocherebbe di fatto la chiusura dell’istituzione e arrecherebbe un irrimediabile danno al patrimonio anche sociale, culturale e artistico del Comune di Lanciano, con ogni effetto, tra l’altro, sui risvolti economici e produttivi della città".

Torna domenica 17 luglio, alle ore 21.30, nella piazza d’armi delle Torri Montanare l’appuntamento estivo con la formazione orchestrale dell’Estate Musicale Frentana con il concerto del Classic Ensemble Fenaroli con il maestro Paolo Angelucci. Per la stagione 2016, la formazione musicale del Classic Ensemble Fenaroli è finalizzata all’apprendimento delle metodiche e delle tecniche di esecuzione concertistica con l’organizzazione dei concerti che daranno la possibilità a giovani allievi di confrontarsi con il pubblico e interpretare repertori importanti e composizioni di grandi autori. Il progetto nasce proprio con la volontà di dare opportunità concertistiche di musica d’assieme a giovanissimi studenti e rispondere alle esigenze degli allievi di poter avere occasioni per maturare e crescere professionalmente attraverso l’interazione con altri strumentisti mediante la formazione orchestrale, anche con l’esecuzione di una composizione in prima assoluta, insieme alla trattazione di altri autori classici e contemporanei come Manookian, Elgar e Marquez. Come da tradizione, il concerto sarà anticipato dal Faculty Concert, sabato 16 luglio, alle ore 21.30, presso l’Auditorium Diocleziano con musiche di Mozart e Schumann, al violino Paolo Angelucci e al pianoforte Milena Belousova. Botteghino aperto da un'ora prima dello spettacolo presso le TORRI MONTANARE di Lanciano. Posto unico: 15 Euro  -  Biglietteria online e prevendita ciaotickets.com e Venditti.  -  Corso Trento e Trieste 137 - 66034 Lanciano -  0872.712983. In caso di avverse condizioni meteo  vendita biglietti e concerto si terranno presso il Teatro Fenaroli di Lanciano.

Sarà la splendida cornice delle Torri Montanare a fare da sfondo ad un originale allestimento e riduzione de “La Traviata” in programma per sabato 9 luglio, alle ore 21.30, nell’ambito dell’Estate Musicale Frentana 2016. Una serata agile, moderna, nata dalla collaborazione con Opera World e dalla volontà dell’EMF di aprire all’opera e di farlo nella Piazza d’Armi delle Torri Montanare per contribuire a dare alla splendida location la giusta importanza che merita con un evento artistico di grande spessore. “La Traviata”, opera in tre atti di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave, basata su “La Signora delle Camelie”, opera teatrale di Alexandre Dumas figlio, per la prima volta andò in scena nel Teatro La Fenice di Venezia il 6 marzo 1853 ma, probabilmente a causa del soggetto allora considerato scabrosa, non si rivelò il successo che l’autore attendeva. Fu ripresa il 6 maggio dell'anno successivo a Venezia nel Teatro San Benedetto in una versione rielaborata e finalmente, diretta dal compositore, riscosse il meritato successo. A causa della critica alla società borghese, l'opera, nei teatri di Firenze, Bologna, Parma, Napoli e Roma, fu rimaneggiata dalla censura e messa in scena con alcuni pezzi totalmente stravolti. Sempre per sfuggire alla censura, l'opera dovette essere spostata come ambientazione cronologica dal XIX al XVIII secolo. Imma Iovine, Raffaele D’Ascanio, Andrea Carnevale, Annalisa Di Cicco, Giorgio Iacovelli, coadiuvati dalla concertazione e dalle note di Isabella Cristante e dalla narrazione di Domenico Stante, saranno gli interpreti dei personaggi principali supportati dall’accompagnamento del pianoforte, parte integrante della scena che, sfruttando la bellezza e la storicità della Piazza D’Armi delle Torri Montanare, vedrà il pubblico a stretto contatto con gli artisti, quasi a diventare parte integrante dell’originale rappresentazione operistica. E’ possibile acquistare i biglietti sulla piattaforma online ciaotickets.com e presso il botteghino, aperto da un’ora prima dello spettacolo, presso le Torri Montanare. L’evento è fuori abbonamento.

Prende ufficialmente il via domenica 12 giugno, alle ore 21, nella piazza d’armi delle Torri Montanare, la stagione numero 45 dell’Estate Musicale Frentana organizzata dall’Associazione “Amici della Musica” Fedele Fenaroli. Nell’anno del centenario della morte di Francesco Paolo Tosti, l’evento concertistico che aprirà questa stagione, nato da una collaborazione tra Associazione “Amici della Musica” e ISA (Istituzione Sinfonica Abruzzese), vedrà l’Orchestra Sinfonica Abruzzese proporre un programma che darà spazio alle tante anime del compositore abruzzese, amatissimo ai suoi tempi e ancora oggi uno dei più eseguiti autori italiani nel mondo. Tosti pubblicò centinaia di canzoni e, interpretando il gusto del suo tempo, nobilitò il genere della romanza in italiano, diede impulso e forma al song inglese e alla chanson francese, così come alla canzone napoletana moderna con il suo stile limpido. A dirigere l’orchestra ci sarà il maestro Sesto Quatrini, mezzosoprano Monica Bacelli, tenore Aldo Di Toro e Coro Lirico d’Abruzzo. Posto unico 15 euro. Biglietti in vendita su ciaotickets.com e da un’ora prima del concerto, nel botteghino delle Torri Montanare. La stagione EMF, come da tradizione, sarà anticipata dalla celebrazione della Missa Brevis che quest’anno si terrà sabato 11 giugno, alle ore 18.30, nella chiesa di Santa Lucia.