Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

LANCIANO - Verrebbe da dire: a mali estremi, estremi rimedi. Al Comune di Lanciano devono averla pensata così nell'approvare la delibera di giunta che incrementa il contributo all'Estate Musicale Frentana di altri 40mila euro. Il documento è stato pubblicato oggi sull'albo pretorio di Palazzo di Città e autorizza il prelievo - appunto di 40mila euro - dal fondo di riserva per finanziare l'associazione "Amici della Musica - Fedele Fenaroli", che da tempo versa in una situazione di difficoltà finanziaria. Un quadro che appena qualche giorno fa aveva portato alle dimissioni del direttore artistico Luigi Piovano, in polemica con la Regione che aveva escluso il sodalizio dai fondi assegnati nell'ultima variazione di bilancio, in cui erano stati invece finanziati il Mastrogiurato, la Fiera e la Deputazione teatrale del Fenaroli. Alle dimissioni di Piovano era seguito anche uno scontro politico tra il sindaco Mario Pupillo e il consigliere regionale del suo stesso partito Camillo D'Alessandro, che aveva comunque spiegato che i fondi per l'Estate Musicale sarebbero arrivati, ma che il percorso da seguire era diverso rispetto a quello seguito per gli altri enti cittadini. Il punto è che era a rischio la prosecuzione della stagione concertistica e dei seminari programmati. Di qui la decisione di autorizzare l'incremento del contributo (che ora dovrà essere comunicato al consiglio comunale), inizialmente fissato in 5mila euro.

Anche quest’anno la Fondazione di Partecipazione Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy, Sistema Meccanica di Lanciano si conferma tra gli ITS “eccellenti” italiani. A comunicarlo è stato Gabriele Toccafondi, Sottosegretario all’Istruzione, che, in una conferenza organizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca a Roma, ha presentato i dati raccolti ed elaborati dall’Indire per l’anno 2015: “Gli ITS ci parlano con i loro numeri! Sono numeri che ci convincono che questa è la strada giusta per ricostruire il legame vincente tra istruzione, formazione, università e impresa". Su 67 percorsi valutati sono 28, tra questi, unico in Abruzzo, l’ITS Sistema Meccanica di Lanciano, quelli che hanno raggiunto i più elevati standard di eccellenza in relazione al numero dei diplomati e al loro esito nel mondo del lavoro. “I dati occupazionali riferiti alla valutazione premiale che abbiamo avuto – afferma Gilberto Candeloro, Presidente della Fondazione ITS di Lanciano - ad un anno dal conseguimento del titolo sono entusiasmanti: ben il 95% (media nazionale 81.1%) ha trovato un’occupazione, tutte coerenti con il titolo di studio conseguito”. “Questi risultati sono dovuti – aggiunge Candeloro – al grande lavoro di squadra fatto con i soci della fondazione e soprattutto alla fruttuosa collaborazione instaurata con le imprese che credono e hanno creduto, sin dalla sua istituzione, a questo nuovo approccio didattico/formativo di inserimento nel mercato del lavoro”. L’Its Sistema meccanica di Lanciano, unico in Abruzzo per questo ambito produttivo, è una scuola speciale di tecnologia che organizza corsi post diploma nell’ambito della meccanica-meccatronica, completamente gratuiti, promossi dal MIUR e dalla Regione, che nasce con l’obiettivo di formare giovani “super tecnici” da inserire efficacemente nel mondo del lavoro. Infatti, la formazione esclusiva di profili professionali richiesti e definiti direttamente con le aziende del settore insieme all’alto livello di formazione tecnica, ottenuto con l’utilizzo prevalente di docenti provenienti dalle imprese e con l’alternanza tra formazione in aula e formazione in azienda, sono tra gli ingredienti vincenti dei corsi ITS. Anche se ancora poco conosciute, le Fondazioni ITS rappresentano una delle nuove strade da percorrere per dare opportunità di lavoro ai nostri giovani e per arricchire le nostre imprese.