Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Un incentivo in più ad effettuare in maniera corretta la raccolta differenziata: questo lo scopo della distribuzione gratuita dei sacchetti biodegradabili dove conferire la frazione umido – organica. Il servizio, gestito dal Comune, sarà attivato a partire dal prossimo 20 giugno e consentirà infatti a tutti gli utenti di Fossacesia( residenti e .non), regolarmente iscritti nel ruolo Tari, di avere gratuitamente un Kit di sacchetti biodegradabili, semplicemente recandosi presso l’Ufficio Tributi, nelle giornate dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12. La raccolta differenziata a Fossacesia nell’ultimo periodo ,rispetto agli anni precedenti, ha avuto un importante incremento, passando dal 62,71 dell’anno 2013 al 71,24 del primo quadrimestre 2016.

A partire dal prossimo 15 giugno e fino al 31 aosto, tutti i giorni, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, su alcuni tratti del Lungomare di Fossacesia Marina, saranno riattivati i parcheggi a pagamento. Importanti le novità introdotte quest’anno, innanzitutto la gestione in proprio del servizio. L’Amministrazione Comunale ha deciso infatti, in via sperimentale, di riscuotere direttamente gli introiti, così da poter avere maggiori guadagni rispetto alle stagioni precedenti. Questo consentirà di utilizzare le maggiori entrate per migliorare le opere viarie, per abbattere le barriere architettoniche ancora presenti nella zona di Fossacesia Marina e per costruire un parco giochi al mare, dove attualmente non è presente. Altra novità importante è l’aumento delle aree destinate a parcheggio libero; la Giunta Comunale di Fossacesia, infatti, con apposita deliberazione, ha stabilito di aumentare gli spazi dove sarà possibile parcheggiare senza pagare la sosta. Nello specifico sarà delineata dalle strisce bianche tutta l’area che va dal ristorante Oltremare sino allo stabilimento La Sirenella. Rimangono libere inoltre le aree dell’ex tracciato ferroviario a sud della strada di accesso al lungomare (ex passaggio a livello), l’area dell’ex tracciato ferroviario dietro il nucleo sportivo Baya Verde e tutte le altre aree ovviamente delineate in bianco. A pagamento invece saranno l’area dell’ex tracciato ferroviario zona antistante la vecchia stazione posta a nord della strada di accesso al Lungomare ex passaggio a livello, il Lungomare dallo stabilimento La Sirenella sino all’incrocio di Fosso Palazzo, il parcheggio comunale posto sul lato nord del nucleo sportivo di Baya Verde ed il parcheggio a pettine antistante il nucleo sportivo stesso, tutti i parcheggi a pettine del lungomare (lato monte) e parte delle aree private reperite in comodato d’uso da destinarsi a parcheggi pubblici. Invariate sono rimaste le tariffe di pagamento: € 0,50 per la tariffa oraria, € 2,00 per la mezza giornata, € 3,00 per la giornata intera. Una importante novità invece per le tipologie di abbonamento: infatti è stato introdotto da quest’anno l’abbonamento stagionale per i non residenti al costo di € 70,00. Uguali allo scorso anno invece le altre tipologie: 1 gratuito per i residenti di Via Lungomare, € 25,00 invece per gli abbonamenti stagionali per i proprietari non residenti di immobili ad uso abitativo ubicati sul lungomare, per gli abbonamenti stagionali per ciascun titolare di attività commerciale o esercizio pubblico con sede in Via Lungomare e per gli abbonamenti stagionali dei residenti a Fossacesia. Per abbonamenti di 30 giorni consecutivi l’abbonamento sarà di € 40,00, mentre per quelli di 15 giorni consecutivi è di 25,00. Gli abbonamenti potranno essere richiesti all’Ufficio Tributi del Comune di Fossacesia, aperto tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 ed il martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle ore 16.30 alle ore 18.00. Poi, a partire dal 19 giugno, sarà possibile fare gli abbonamenti anche presso l’ufficio turistico sito sul Lungomare nei locali dello Stabilimento La Dea Del Mare, aperto, sino al 30 giugno, tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e per i mesi di luglio ed agosto dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.30 alle ore 19.30.

Due progetti per ristrutturare e riqualificare due luoghi dimenticati della città. Nell’ambito del programma promosso dal Governo nei giorni scorsi, , iniziativa nata per valorizzare l'immenso patrimonio culturale italiano in particolare quello abbandonato, attraverso il coinvolgimento dei cittadini, ha subito trovato la risposta e l'adesione convinta dell’Amministrazione Comunale, dei cittadini e delle associazioni di Fossacesia che hanno presentato due proposte con l'obiettivo, appunto, di recuperare due luoghi culturali significativi. La prima interessa il complesso monumentale di San Giovanni in Venere e nello specifico i locali sottostanti il portale della Luna dell’Abbazia, l’antica Fonte di Venere ed il belvedere di San Giovanni. “L’idea progettuale – si legge in una nota -  nasce dalla volontà di recuperare i tre luoghi abbandonati per poterne fare un percorso archeologico, artistico, paesaggistico ed architettonico di straordinaria bellezza, dove il turista possa avere l’opportunità di ammirare non solo l’Abbazia di San Giovanni in Venere, ma anche i beni archeologici rinvenuti nella zona, nonché lo straordinario paesaggio della costa dei trabocchi, andando così ad arricchire il Sistema Culturale di Fossacesia, attivo a partire dal mese di maggio scorso”. L’altra idea progettuale invece riguarda i locali della ex scuola media cittadina, un tempo convento delle suore passioniste, dove l’Amministrazione Comunale vorrebbe far nascere la "Fabbrica del Volontariato e della Partecipazione" ossia un luogo dove le numerose associazioni possano sviluppare progetti, idee ed iniziative utili per far crescere la partecipazione attiva dei cittadini , con particolare coinvolgimento dei giovani. “Questo progetto è stato – continua ancora il comunicato - condiviso con la Consulta delle Associazioni di Fossacesia, parte attiva e prioritaria del tessuto associazionistico cittadino. Ampia è stata la partecipazione dei cittadini che numerosissimi hanno inviato la mail al Governo, per sostenere i due progetti di recupero promossi dall’Amministrazione Comunale di Fossacesia, a dimostrazione che l’idea avuta sposa le aspettative della cittadinanza. “Auspichiamo che i progetti promossi possano ottenere i finanziamenti richiesti – dichiara il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – perché poter recuperare i locali sottostanti il portale della Luna dell'Abbazia di San Giovanni in Venere oppure la Fonte romana di Venere o il belvedere di San Giovanni o i locali della ex scuola media rappresenterebbe senza dubbio un valore aggiunto allo sviluppo culturale, turistico e del mondo dell’associazionismo cittadino”.

Farà tappa a Fossacesia la "Giornata nazionale dello Sport" organizzata dal Coni di Chieti in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, in programma domenica 29 maggio. Come sempre il programma sarà molto ricco e già dalla mattina animerà Piazza Fantini e il Palazzetto dello Sport. Alle ore 9.30 è previsto il ritrovo dei partecipanti che sfileranno per le vie del centro. Saranno numerose le esibizioni alle quali sarà possibile assistere all’ interno dell’impianto sportivo e nell’ area circostante come judo, kick boxing, tiro con l’arco, ginnastica e aerobica ritmica, danza sportiva, il ciclismo con la gimkana e i tornei giovanili di pallavolo, basket, calcio a 5. Inoltre, a impreziosire la giornata di sport, è in programma uno stage nazionale A.k.s. Italia organizzato dall’Accademia Karate Studio in collaborazione con l’Asd Skorpion Kickboxing club. Alle 13.00 è in programma il saluto del sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio e delle autorità e successivamente le premiazioni di atleti e società presenti.

Le analisi, condotte dall'Arta, sulle acque di balneazione a San Vito e Rocca San Giovanni confermano che i livelli di enterococchi ed escherichia coli sono di gran lunga inferiori ai limiti di legge e che quindi gli specchi di mare sono perfettamente balneabili. A pochi giorni dalle polemiche sulla mancata assegnazione delle Bandiere Blu da parte della Fee, l'Agenzia Regionale per la Tutela dell'Ambiente, ha pubblicato i risultati dei campioni prelevati il 17 maggio scorso. Il limite stabilito dalla legge per gli enterococchi è pari a 200 ogni 100 ml. Negli 4 punti di prelievo di San Vito i risultati sono stati 24 (Calata Turchino), inferiori a 4 (zona Molo Sud, lato sabbia), 10 (100 m nord foce Feltrino), 24 (50 m sud Fosso Cintioni). A Rocca, invece, nei 3 punti di prelievo i risultati sono stati inferiore a 1 (50 m nord foce San Biagio), inferiore a 4 (zona antistante km 484 Statale 16) e 65 (zona antistante km 482 Statale 16). Per quanto riguarda gli escherichia coli, il limite di legge è pari a 500 ogni 100 ml. A San Vito il livello ha toccato 87 (Calata Turchino), inferiori a 10 (zona Molo Sud, lato sabbia), inferiori a 10 (100 m nord foce Feltrino), 31 (50 m sud Fosso Cintioni). A Rocca, in tutti i punti, il livello è inferiore a 10. Per consentire un paragone ai nostri lettori, a Fossacesia (dove i punti di prelievo sono 3, come a Rocca), i livelli di escherichia coli vanno da 64 (zona antistante km 489 Statale 16), a 10 (75 m sud stazione Fossacesia), a inferiore 10 (800 m a nord foce fiume Sangro). Il livello degli enterococchi, invece, è 100 (zona antistante km 489 Statale 16), 22 (75 m sud stazione Fossacesia), e 10 (800 m a nord foce fiume Sangro).

I dati completi sono sul sito www.artaabruzzo.it

 

Il Consiglio Comunale di Fossacesia approva all’unanimità il decalogo del buon amministratore e con il Prefetto affronta il tema della sicurezza. Ospiti dell’assise il Prefetto di Chieti, Antonio Corona, il Comandante provinciale dei Carabinieri, Colonnello Luciano Calabrò, il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Ortona, Capitano Roberto Ragucci. Sono intervenuti inoltre l’europarlamentare Daniela Aiuto ed i Sindaci di Mozzagrogna, Tommaso Schips e Santa Maria Imbaro, Maria Giulia Di Nunzio. In platea gli studenti delle scuole medie di Fossacesia, Mozzagrogna /Santa Maria Imbaro, che, per l’occasione hanno potuto rivolgere una serie di domande al Prefetto. “Abbiamo voluto convocare il Consiglio Comunale in seduta aperta – dichiara il sindaco Enrico Di Giuseppantonio– per trattare il tema della sicurezza e della legalità di fronte a tutti i cittadini con il Prefetto Antonio Corona ed il Colonnello dei Carabinieri Luciano Calabrò, poiché siamo assolutamente consapevoli di quanto questo tema stia a cuore di tutti. Oggi il cittadino ha necessità di sentire vicine le Istituzioni, poiché questo è uno dei più importanti aspetti per fornire maggiore sicurezza e protezione”. Gli intervenuti, infatti, hanno assicurato il massimo impegno per garantire maggiore sicurezza su tutto il territorio, spronando in particolare i giovani affinchè ciascuno di loro dedichi il proprio impegno anche al rispetto delle istituzioni, della legalità e della giustizia. Il Consiglio Comunale, infine, ha approvato all’unanimità il documento proposto dal Sindaco, Enrico Di Giuseppantonio, “il decalogo del buon amministratore", con il quale si sottolineano i doveri morali che ciascun amministratore deve avere nei confronti della propria collettività: trasparenza, attenzione alle fasce deboli, impegno per il raggiungimento del benessere della collettività, onestà, spirito di collaborazione con le altre Istituzioni, taglio agli sperperi. Rispetto dei principi costituzionali, imparzialità, trasparenza dell’amministrazione, correttezza dei conti, etica politica: questi sono gli altri valori ispiratori del Decalogo.

Domani, martedì 17 maggio, alle ore 11, al Teatro Comunale "Nino Saraceni" di Fossacesia, il Consiglio Comunale di Fossacesia ospiterà il Prefetto di Chieti, Dott. Antonio Corona, che parteciperà alla seduta consigliare per affrontare i temi della sicurezza e della legalità nel territorio. Per l’occasione saranno presenti anche i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Fossacesia, in particolare delle Scuole Medie di Fossacesia capoluogo e di Mozzagrogna/Santa Maria Imbaro, che potranno apprendere gli insegnamenti forniti dal Prefetto in tema di legalità, nonché potranno assistere a come si svolge concretamente un Consiglio Comunale. Alla seduta del massimo Consesso cittadino sono stati invitati i sindaci di Mozzagrogna e Santa Maria Imbaro, Tommaso Schips e Maria Giulia Di Nunzio. “Si tratta di un’occasione importantissima questa che ci si presenta – commenta il sindaco Enrico Di Giuseppantonio – poiché, assieme al Prefetto ed ai rappresentanti del Corpo dei Carabinieri, affronteremo il tema della sicurezza e della legalità che è particolarmente a cuore di tutti i cittadini”. Il Consiglio Comunale, si svolgerà dapprima con l’intervento da parte del Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, che aprirà i lavori, per poi proseguire con il discorso da parte del Prefetto di Chieti, Antonio Corona. Come da regolamento , vi saranno gli interventi dei Consiglieri Comunali e per finire saranno presentati i lavori svolti in merito alla sicurezza da parte dei ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Fossacesia.
 

Al via “Fossacesia Cultura”, il Sistema Culturale di Fossacesia, ideato dall’Amministrazione Comunale Di Giuseppantonio per gestire in maniera coordinata i beni culturali cittadini. Braccio operativo del Sistema sarà il Teatro del Sangro, diretto da Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, una struttura che da oltre venti anni si distingue sul territorio per la qualità e la quantità delle manifestazioni ideate e realizzate e per le attività di valorizzazione culturale territoriale. “Si tratta di un progetto innovativo di gestione di tutti i Beni Culturali del territorio – esordisce Enrico Di Giuseppantonio, Sindaco di Fossacesia – con il quale abbiamo voluto mettere in rete, seguendo un unico filo conduttore, la Biblioteca Comunale, il Teatro, l’Archivio storico, il Parco dei Priori e l’infopoint, con il dichiarato obiettivo di far vivere queste strutture e non limitarle ad essere dei meri contenitori”. Il Sistema Culturale di Fossacesia, infatti, nasce con l’idea di dare vitalità agli spazi culturali del territorio, Biblioteca, Archivio storico, Parco dei Priori, Teatro Comunale ed Infopoint, avvalendosi dell’esperienza del Teatro del Sangro che si occuperà sia della gestione delle consuete attività tecnico/amministrative sia della realizzazione di specifici progetti che avranno l’obiettivo di animare il tessuto culturale cittadino. “Abbiamo pensato di realizzare un sistema unico di gestione delle strutture culturali di Fossacesia – dichiara Maria Vittoria Tozzi, Assessore alla Cultura di Fossacesia – per poter dare realmente una svolta alla cultura della Città, facendola divenire elemento di unione fra i cittadini e non solo, fra le diverse generazioni e punto di riferimento di tutto il tessuto culturale del territorio. Vogliamo infatti che la cultura torni ad avere un ruolo principale per il nostro paese. Vogliamo che tutti, cittadini e non, inizino a vedere il teatro, la biblioteca, il Parco dei Priori, l’Archivio Storico e l’infopointdi Fossacesia come dei luoghi nei quali poter scambiarsi idee, progettare iniziative, ritrovarsi per trascorrere del tempo insieme”. Molte le attività in programma che faranno vivere i luoghi della cultura di Fossacesia, dedicate ad adulti, bambini, cittadini e non, tutte gratuite e che saranno realizzate a cura del Teatro del Sangro di Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini: dai progetti lettura da svolgersi in Biblioteca, al progetto “BiblioApe” che vedrà la biblioteca spostarsi direttamente in spiaggia durante il periodo estivo a bordo di un’Ape Piaggio; poi ci saranno spettacoli teatrali per adulti e ragazzi che andranno ad animare il teatro comunale; ed ancora,all’interno del Parco dei Priori, concerti aperitivo, con musicisti professionisti locali e degustazione di prodotti tipici delle aziende del territorio, e spettacoli per bambini. Sempre all’interno del Parco dei Priori sarà anche allestito l’infopoint, un vero e proprio luogo in cui l’Amministrazione Comunale vuole mostrare, promuovere e valorizzare le bellezze artistiche, paesaggistiche e le peculiarità enogastronomiche del territorio, in sintonia con l’Abbazia di San Giovanni in Venere. Saranno inoltre realizzate proiezioni di film, sempre con ingresso gratuito per il pubblico, ed una rassegna cinematografica tematica su “Il Cinema e il mare”, in linea con l’impronta tipica di Fossacesia, Città Bandiera Blu da 14 anni. E poi ci sarà l’Archivio Storico che troverà nuova collocazione per divenire lo spazio della memoria della Città.Inoltre gli spazi potranno continuare ad ospitare molte altre iniziative che chiunque vorrà proporre all’Amministrazione Comunale. Centro operativo del sistema culturale di Fossacesia sarà il portale web interattivo www.fossacesiacultura.it,realizzato e curato sempre dal Teatro del Sangro. Sarà possibile inoltre rimanere costantemente aggiornati sulle attività culturali di Fossacesia iscrivendosi alla pagina facebook dedicata ed al servizio whatsApp, le cui istruzioni sono contenute nel sito stesso. “La messa in campo di questo sistema – concludono il Sindaco Di Giuseppantonio e l’Assessore Tozzi – vuole essere un modo per far vivere la città e tutte le realtà che ne fanno parte, dimostrando così che la cultura, se ben gestita, può realmente divenire elemento di unione fra il pubblico, il privato ed il mondo delle associazioni e del volontariato che dovranno essere parte attiva del nuovo Sistema Culturale di Fossacesia”.

Scadranno il 29 aprile le iscrizioni per partecipare ai laboratori di lettura e creatività organizzati dall’Amministrazione Comunale di Fossacesia. I progetti che si svolgeranno in biblioteca, anche grazie alla collaborazione dei volontari civici comunali, e che sono destinati esclusivamente ai bambini residenti frequentanti la V elementare, riguarderanno principalmente attività di lettura e creative, finalizzate a far crescere nei piccoli partecipanti l’amore per la carta stampata, la socializzazione, la condivisione di momenti di gioco in cui mettere in campo la fantasia. I moduli di iscrizione sono reperibili sul sito del comune di Fossacesia www.fossacesia.gov.it oppure presso l’ufficio dei servizi sociali, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.

Il referendum sulla durata delle concessioni degli impianti per l'estrazione degli idrocarburi non è valido. Il quorum, a livello nazionale, si è fermato intorno al 32 per cento, rendendo nulla la consultazione popolare, a cui hanno comunque partecipato circa 14 milioni di cittadini. L'unica regione italiana in cui il quorum è stato superato è stata la Basilicata con il 50.1. In tutte le altre, invece, questa soglia è rimasta ben lontana: basti pensare che l'altra regione con la più alta affluenza è stata la Puglia, con il 41 per cento. E l'Abruzzo? La nostra regione ha raggiunto poco più del 35 per cento, trainata dalla provincia di Chieti, dove ai seggi sono andati in 128mila, pari al 40.47 per cento. All'Aquila il dato si ferma al 31, a Pescara al 33 e a Teramo al 35.

Nei principali centri della provincia di Chieti (quelli con almeno 5 seggi elettorali), il quorum è stato raggiunto solo a Lanciano e a Fossacesia. Nel capoluogo frentano hanno votato 15327 elettori (su 28816 aventi diritto), pari al 53.16 per cento. A Fossacesia, invece, la percentuale ha raggiunto il 51.76. Appena sotto la soglia San Vito e Castel Frentano, entrambe intorno al 49 per cento.

Gli altri risultati: Atessa 40.75, Casoli 36.95, Chieti 37.46, Francavilla 40.72, Guardiagrele 38.91, Ortona 33.74, Paglieta 47.78, San Giovanni Teatino 38.62, San Salvo 38.21, Vasto 43.07

  • Pagina 7