Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

LANCIANO - Anche per l’anno scolastico in corso, il Comune di Lanciano concede abbonamenti a titolo semigratuito (con il contributo del 50 per cento delle spese a carico dell’ente) agli studenti che frequentano le Scuole Secondarie di Primo grado di Lanciano che necessitano di trasporto urbano o extraurbano su mezzi pubblici locali per il raggiungimento delle sedi scolastiche. Lo fa sapere l'assessore comunale Giacinto Verna. Il servizio è riservato agli studenti residenti a Lanciano, e il termine ultimo di presentazione delle richieste è fissato al 12 novembre prossimo. “Al di la degli aspetti tecnici e della semigratuità che abbiamo deciso di concedere anche quest'anno – sottolinea l’assessore Verna – quello che mi preme mettere in evidenza è che la scelta risponde soprattutto alla volontà di consolidare nei giovani la cultura dei mezzi pubblici. Si tratta di un altro provvedimento – conclude Verna – con il quale rafforziamo la nostra idea di smart city: meno auto, meno inquinamento, piste ciclabili e servizi ai cittadini per agevolarli al rispetto dell’ambiente e della nostra città”. La modulistica può essere richiesta direttamente nelle proprie scuole.
 

L’assessore alle Politiche della Casa, Giacinto Verna, rende noto che il Comune di Lanciano ha indetto un bando pubblico per l’assegnazione di alloggi di proprietà comunale per situazioni di emergenza abitativa. L’assegnazione in locazione semplice, ad uso temporaneo (massimo due anni), è destinata alle famiglie in condizioni socio-economiche disagiate. Il bando è destinato ai nuclei familiari che si trovano in stato di emergenza abitativa, secondo quanto previsto dall’articolo 3 del Regolamento per l’assegnazione di alloggi comunali. Gli assegnatari, in particolare, devono essere residenti nel Comune di Lanciano da almeno due anni e avere un reddito lordo annuo complessivo del nucleo familiare riferito al 2015 non superiore a 15.392,55 euro. Le domande possono essere presentate non oltre il 16 novembre presso l’ufficio URP del Comune o spedite a mezzo raccomandata. Per ulteriori informazioni, si può fare riferimento anche al sito web del Comune, www.comune.lanciano.chieti.it. “Con questo bando – commenta l’assessore Verna – abbiamo cercando di rispondere alle moltissime situazioni di emergenza abitativa che ci sono a Lanciano. Siamo consapevoli – continua Verna – che non riusciremo a risolvere completamente il problema case, ma si tratta comunque di un primo passo significativo, a cui affiancheremo altre iniziative. Il messaggio che vogliamo trasmettere è che, pur nelle tantissime difficoltà che viviamo, il Comune di Lanciano cerca di stare vicino ai suoi cittadini, e di intervenire, con i mezzi a sua disposizione, per risolvere le criticità maggiori. Un ringraziamento particolare – conclude l’assessore – va al dirigente e all'ufficio Politiche della casa per la collaborazione ricevuta”.

Aumento del numero degli iscritti, ma arredi scolastici e attrezzature vecchi e fatiscenti, in alcuni casi "pregiudizievoli per la sicurezza degli studenti". Sono questi i motivi che hanno spinto il Comune di Lanciano a "prelevare" quasi 25mila euro dal fondo di riserva di Palazzo di Città, e a destinarli all'acquisto di quanto è necessario per garantire l'attività didattica nei diversi plessi locali. Nei capitoli ordinari di bilancio, infatti, non c'erano somme sufficienti a procedere agli ordinativi. Di qui la scelta di utilizzare, su proposta dell'assessore alla pubblica istruzione Giacinto Verna, le risorse accantonate nel fondo di riserva.

Per qualcuno (gli allievi del liceo classico, dello scientifico e dell'artistico) la scuola è iniziata già giovedì, ma per la gran parte degli studenti lancianesi la prima campanella del nuovo anno scolastico suonerà domani, lunedì 12 settembre. E il neo assessore comunale alla pubblica istruzione Giacinto Verna, ha voluto inviare a ragazzi, docenti e personale scolastico, un messaggio di "buon lavoro". "Agli studenti che si apprestano a iniziare un nuovo anno scolastico – sottolinea Verna – auguro di affrontare gli studi con senso di responsabilità e impegno, mantenendo però la serenità e la leggerezza che alla loro età non deve mai mancare. Agli insegnanti, e in generale a tutto il personale scolastico – aggiunge l’assessore – auguro invece di affrontare il loro lavoro con tutta la competenza e sensibilità di cui sono capaci, consapevoli che il loro è probabilmente il lavoro più importante e delicato al mondo”.
Dopo il terremoto del 24 agosto sono state avviate una serie di verifiche sugli edifici scolastici cittadini, che non avrebbero evidenziato danni agli stabili. Sugli immobili, comunque, già all'indomani del terremoto dell'Aquila, sono stati programmati (e in parte già eseguiti) interventi di miglioramento sismico, per un investimento complessivo di oltre 2 milioni e mezzo di euro.

E’ stato pubblicato, sul sito del Comune di Lanciano, l’avviso pubblico per l'iscrizione ai nidi comunali per l'anno educativo 2016/2017. Il termine di scadenza delle domande per i due nidi “Il Sorriso” e “Arcobaleno” è fissato al 18 agosto prossimo. Lo rende noto il neo assessore a Scuola e Istruzione, Giacinto Verna. Il servizio è rivolto ai bambini di età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni, e sono 44 i posti disponibili nelle due strutture comunali (in tutto sono 80, ma 36 sono riservati ai piccoli che hanno già frequentato gli anni scorsi). La domanda di ammissione, da presentare sul modulo predisposto dal Comune, è disponibile sul sito www.comune.lanciano.chieti.it., e presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, negli orari di servizio (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30) e il martedì e giovedì dalle ore 16 alle ore 17.30. Le domande dovranno essere presentate direttamente all’Urp in municipio, o inviate via pec all’indirizzo  comune.lanciano.chieti.@legalmail.it . L’ammissione avverrà secondo apposite graduatorie (una per ciascun nido d’infanzia), distinte per tre fasce di età (3-12 mesi – 13-21 mesi e 22-36 mesi), formulate in ordine decrescente degli aventi diritto, secondo i criteri del Regolamento Comunale degli Asili Nido.  Le graduatorie saranno pubblicate sul sito web del Comune.?La retta mensile per la frequenza è determinata in base all’indicatore Isee del nucleo familiare.?Gli inserimenti delle nuove iscrizioni avverranno con gradualità anche in relazione ai tempi degli esiti di gara. I Nidi d’Infanzia saranno aperti dal primo settembre al mese di luglio 2017, salvo diverse disposizioni, con periodi di sospensione per Natale (due settimane) e Pasqua (una settimana) ed il servizio sarà articolato, di norma, dalle ore 7.45 alle ore 16.00. “Si tratta di un primo provvedimento – commenta soddisfatto l’assessore Verna – che ho ritenuto di pubblicare nel più breve tempo possibile, per dare alle famiglie lancianesi la possibilità di presentare per tempo le domande e, nel caso non fossero accolte, trovare soluzioni alternative. Nonostante l’imminente periodo di ferie – sottolinea Verna – l’assessorato, insieme agli uffici tecnici, sta cercando di mettere a punto una serie di provvedimenti per garantire il diritto all’istruzione a bambini e ragazzi di tutte le età, cercando al contempo di assicurare servizi efficienti alle famiglie. Nelle prossime settimane – conclude Verna – saranno annunciate altre importanti iniziative in questo ambito”.

Sono stati liquidati, dal Comune di Lanciano, i rimborsi per l'acquisto dei libri di testo per l'anno scolastico che si è appena concluso, in favore delle famiglie che ne avevano fatto richiesta e che sono state ammesse al bando sulla base dell'indice Isee. Lo fa sapere il neo assessore all'istruzione Giacinto Verna, che sottolinea come nei prossimi giorni saranno recapitati gli avvisi per ritirare le somme presso gli sportelli della banca tesoriera dell'ente.
 

Il riconfermato sindaco di Lanciano Mario Pupillo ha ufficializzato questa mattina le deleghe agli assessori della sua nuova giunta. Il primo cittadino ha tenuto per sè la delega ai Vigili Urbani. Vice sindaco è stato riconfermato Pino Valente (Progetto Lanciano), che si occuperà anche di Lavori Pubblici, Giardini e Parchi Pubblici, Bilancio e Finanze. A Pasquale Sasso (PD) vanno le deleghe all'Urbanistica, Decoro Urbano e Risorse Umane. A Davide Caporale (Lanciano Vale) quelle su Ambiente, Sport, Contrade e Quartieri, Tutela degli Animali. Francesca Caporale (Insieme a Sinistra) si occuperà di Mobilità, Commercio, Agricoltura, Lavoro e Digitalizzazione. Maruska Miscia (PD) sarà assessore a Cultura, Turismo, Grandi eventi e manifestazioni, Partecipazione e Trasparenza. Dora Bendotti (Lanciano in Comune) al Sociale, Giovani, Europa e Pari Opportunità. Giacinto Verna (Progetto Lanciano) a Scuola, istruzione e Casa. Una curiosità: l'età media nel Pupillo Bis è di 44 anni, mentre nella prima giunta era di 50 anni. Sono nuovi 3 assessori su 7.

Potrebbero arrivare nel giro di pochi mesi i fondi provinciali per realizzare la rotonda tra la Variante Frentana e i quartieri Olmo di Riccio e Torre Sansone di Lanciano. Lo annuncia Giacinto Verna, consigliere comunale di Progetto Lanciano e consigliere provinciale, che ha preso questo impegno dopo l'approvazione della delibera su risorse per circa un milione di euro riscontrate su numerosi mutui contratti per il finanziamento di lavori pubblici. Si tratta di investimenti che la Provincia intende destinare a opere pubbliche e viabilità$ su tutto il territorio. “Farò tutto il possibile – sostiene – e con l’appoggio di Pupillo cercheremo di concretizzare l’intervento a breve. Dovrebbero essere sufficienti poche centinaia di migliaia di euro – aggiunge Giacinto Verna – che serviranno a realizzare la rotonda tra via del Mare e Torre Sansone (all’imbocco della Variante Frentana, nel quartiere Olmo di Riccio) contribuendo a migliorare la viabilità e, soprattutto, aumentare la sicurezza dei cittadini”. La zona sarà a breve interessata anche dai lavori di realizzazione della pista ciclabile su via del Mare e via Panoramica, che comporterà modifiche alla viabilità, tra cui il senso unico in uscita dal centro città: “Proprio in quest’ottica – aggiunge il consigliere comunale e provinciale – abbiamo pensato di inserire la nuova rotonda, che faciliterà l’uscita da via Del Mare–Olmo di Riccio e, contemporaneamente, permetterà di mettere in sicurezza quell’area, che è spesso al centro di incidenti stradali causati dall’attuale non agevole ingresso nel quartiere. Contemporaneamente – aggiunge Verna – con la rotonda si incentiverebbe un maggior utilizzo della Variante Frentana per chi non deve fermarsi in centro, ma solo attraversarlo per raggiungere la parte opposta della città”. Al momento, la Delibera di Consiglio provinciale è stata già approvata e ha dato indirizzo al dirigente di settore di “redigere, entro questo mese, un programma di realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria e riparazione di strade ed edifici di proprietà? della Provincia, da finanziare mediante utilizzo delle economie accertate su mutui - nonché? operazioni analoghe di finanziamento - contratti per la realizzazione di opere pubbliche.

Il capogruppo consiliare di Progetto Lanciano, Giacinto Verna, insieme al consigliere Michele Ucci ha protocollato questa mattina formale richiesta al sindaco Mario Pupillo perché disponga apposito atto di giunta affinché nei prossimi appuntamenti elettorali vengano nominati scrutatori i cittadini che risultino disoccupati e inoccupati, oltre agli studenti. Verna, che nelle scorse settimane si era detto favorevole a un’iniziativa di questo tipo, ha dato seguito e concretezza alle sue intenzioni con una formale richiesta al Comune di Lanciano. "Credo sia una buona, anzi ottima idea – ha sottolineato l’esponente di Progetto Lanciano -  nominare gli scrutatori per le prossime elezioni scegliendoli tra i disoccupati e gli studenti. Le elezioni comunali sono 'strumento' per eccellenza della buona politica, e approfittare di questa occasione per dare un sostegno, anche piccolissimo, a chi ha bisogno è il minimo che possiamo fare". La richiesta, nello specifico, riguarda sia il referendum del 17 aprile prossimo che le elezioni amministrative di maggio/giugno. “Visto il particolare periodo di grave crisi socio-economica che ha investito il Paese, che ha generato disoccupazione e notevole difficoltà di investimento lavorativo – scrive Verna nella richiesta – riteniamo che si debba favorire l’accesso al ruolo di scrutatore a persone che a causa della perdita di lavoro o dell’impossibilità di trovare un impiego sono in condizioni di difficoltà; e che – continua il capogruppo di Progetto Lanciano – è opportuno, altresì, favorire l’accesso al ruolo di scrutatore anche agli studenti iscritti a scuole di istruzione secondaria o ad Università, al fine di favorire l’accesso ai giovani”. Da parte di Verna, infine, un invito ai cittadini a partecipare sempre alle consultazioni elettorali e, in generale - visto l’appuntamento di domenica 6 marzo con le Primarie di centrosinistra e liste civiche - a qualunque occasione in cui sia riservato loro il diritto/dovere di esprimere una preferenza: “Non dobbiamo dimenticare che le Elezioni, così come i Referendum e le Primarie, sono lo strumento di democrazia per eccellenza, che permette ai cittadini di scegliere quello che ritengono sia meglio per il loro futuro. Per questo è un’occasione da prendere al volo per fare la propria scelta. La mia scelta – conclude Verna – sarà per Pino Valente, un amico e un amministratore che ho la fortuna di conoscere da tanti anni, con il quale condivido da tempo l’impegno e il sogno di eleggere un sindaco che ami incondizionatamente Lanciano e i Lancianesi”

"Accogliamo con piacere e soddisfazione l'adesione di Antonio Di Naccio al nostro movimento, e vista la reazione inconsulta a questa notizia del capogruppo di Progetto Lanciano Giacinto Verna e del vice sindaco Pino Valente, non possiamo che essere ancora più contenti di questa scelta". Lo afferma Tonia Paolucci, candidato sindaco della lista civica Libertà in Azione. "La decisione di Di Naccio - spiega la Paolucci - è stata presa direttamente da lui, in totale autonomia, e ci è stata prospettata solo qualche giorno fa. Come è giusto che accada in un movimento di cui fanno parte persone, ho sottoposto questa ipotesi al resto del gruppo che sta lavorando al nostro progetto politico, che l'ha accolta senza riserve. Parlare dunque di un qualcosa che arriva da lontano, come lascia intendere Verna nelle sue dichiarazioni, è scorretto e conferma solamente quello che l'assessore sostiene da sempre: di essere stato cacciato per una congiura ordita da Valente e dalla sua cerchia ristretta". Tonia Paolucci replica anche alle dichiarazioni dei due esponenti di Progetto Lanciano, rilanciate per tutta la giornata di ieri sui loro profili social. "Sarebbe incoerente accogliere nella nostra squadra qualcuno che si è accorto in tempo di come viene gestita la macchina comunale dall'amministrazione uscente? - si chiede la candidata - A me sembra l'esatto contrario. Del resto è di dominio pubblico come da sempre Di Naccio sia stato isolato dal resto della giunta comunale: molti progetti, infatti, sono stati presentati alla città dall'assessore all'urbanistica e non da lui che era il titolare della delega ai lavori pubblici. Questa è coerenza? Ma soprattutto questo è rispetto delle persone? E non è neppure un mistero che Di Naccio abbia spesso dovuto lavorare da solo ai propri progetti, occupandosi autonomamente anche delle coperture finanziarie. Sono infine noti a tutti, e risultano dai verbali delle sedute del consiglio comunali, i miei rapporti con lui quando era assessore. Rapporti basati sul rispetto dei ruoli e della persona, concetti che sembrano sfuggire a Progetto Lanciano, che sta lanciando un linciaggio virtuale nei confronti di qualcuno che nel 2011 (ahimè) contribuì a farli eleggere al Comune".