Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Il riconfermato sindaco di Lanciano Mario Pupillo ha ufficializzato questa mattina le deleghe agli assessori della sua nuova giunta. Il primo cittadino ha tenuto per sè la delega ai Vigili Urbani. Vice sindaco è stato riconfermato Pino Valente (Progetto Lanciano), che si occuperà anche di Lavori Pubblici, Giardini e Parchi Pubblici, Bilancio e Finanze. A Pasquale Sasso (PD) vanno le deleghe all'Urbanistica, Decoro Urbano e Risorse Umane. A Davide Caporale (Lanciano Vale) quelle su Ambiente, Sport, Contrade e Quartieri, Tutela degli Animali. Francesca Caporale (Insieme a Sinistra) si occuperà di Mobilità, Commercio, Agricoltura, Lavoro e Digitalizzazione. Maruska Miscia (PD) sarà assessore a Cultura, Turismo, Grandi eventi e manifestazioni, Partecipazione e Trasparenza. Dora Bendotti (Lanciano in Comune) al Sociale, Giovani, Europa e Pari Opportunità. Giacinto Verna (Progetto Lanciano) a Scuola, istruzione e Casa. Una curiosità: l'età media nel Pupillo Bis è di 44 anni, mentre nella prima giunta era di 50 anni. Sono nuovi 3 assessori su 7.

Ancora fumata nera sulla composizione della nuova Giunta del riconfermato Sindaco Pupillo. A rincorrersi per ora sono solo le indiscrezioni, le voci di corridoio e quelle dei soliti bene informati alle quali si aggiungono puntuali e inevitabili le considerazioni dei cittadini, di chi si scopre improvvisamente stratega o politico di professione e dispensa idee e consigli. Così come accade nel calcio, dove tutti sono tecnici ed allenatori. In verità la definizione di un Esecutivo anche se, come il Sindaco Mario Pupillo, si è al secondo mandato, non è affatto semplice. Certo la situazione rispetto a 5 anni fa è totalmente diversa e dà al sindaco pieni poteri, ma questo non esclude naturalmente un dialogo e un confronto con tutte le liste e le forze della coalizione per arrivare a una decisione condivisa. Il percorso in questi casi non è mai facile e gli equilibri sempre molto delicati. Dalle ultime sussurrate e ufficiose notizie sembra che Leo Marongiu, rassegnerà le dimissioni da segretario cittadino del Partito Democratico e andrà ad occupare il posto alla presidenza del Consiglio Comunale. Per quanto riguarda gli assessori invece dovrebbe essere riconfermato all'Urbanistica Pasquale Sasso che con i suoi quasi 500 voti è risultato il più votato di tutta la coalizione di centrosinistra e movimenti civici. Una delega, forse al Bilancio, spetterebbe a Marusca Miscia, reduce da un significativo consenso elettorale, componente del direttivo nazionale del Pd e un grande impegno nell'associazionismo. Comunque tutti i candidati  hanno fatto un gran lavoro considerati i risultati (Pd primo partito in città) e di questo bisognerà tenere conto, a prescindere dai numeri che pure hanno il loro peso. La Giunta è bene ribadirlo dovrà essere composta da sette assessori più il sindaco e tre posti dovranno essere occupati da donne. Oltre a Marusca c'è la riconferma di Dora Bendotti, assessore uscente alle Politiche Sociali che potrebbe riprendere la stessa delega, ma non è escluso che le venga affidata un'altra. L'interrogativo resta sulla terza quota rosa e l'attenzione pare indirizzata alla lista “Insieme a Sinistra” dove spiccano Francesca Caporale (che si è candidata alle Primarie), coordinatrice cittadina di Sel e Patrizia Bomba espressione del movimento civico Insieme. Ma il più votato della lista è stato Piero Cotellessa, il cui impegno è noto a tutti e sono in tanti, dentro e fuori la lista,  a pensare che meriterebbe un riconoscimento. Insomma la questione non è né semplice, né scontata, anche se non è difficile prevedere che qualcuno dovrà fare un passo indietro. Due poltrone in Giunta vanno a Progetto Lanciano. Pino Valente, innegabile presenza sul territorio, appassionato nei suoi interventi e nelle sue battaglie, tornerà a ricoprire pure la carica di vice sindaco e un assessorato sembra sia destinato a Giacinto Verna, che ha ottenuto non solo un notevole consenso personale, ma anche le sezioni di Olmo Di Riccio - quartiere dove risiede e dove è presente con tante iniziative – hanno espresso una preferenza per Pupillo. Altra riconferma quella di Davide Caporale alle Politiche ambientali, settore dove ha operato con grande determinazione, stando sempre in prima linea, affrontando con il sostegno di movimenti e associazioni tante battaglie. Ricapitolando quindi la Giunta Pupillo Bis potrebbe essere questa: Pasquale Sasso e Marusca Miscia (Pd) Pino Valente e Giacinto Verna (Progetto Lanciano) Dora Bendotti (Lanciano in Comune) Francesca Caporale (Insieme a Sinistra) Davide Caporale (Lanciano Vale). (Pina De Felice)