Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

Dal 1 novembre la Eco. Lan. S.p.A. inizierà la gestione del servizio di igiene urbana anche nel Comune di Atessa. Le comunità servite dalla nostra Società, partecipata da 53 Comuni del comprensorio, salgono, così, da 20 a 21, per un’utenza complessiva servita di circa 110 mila abitanti.

“Sono soddisfatto del voto quasi unanime del Consiglio Comunale dell’11 ottobre scorso, un voto che è frutto di uno stretto lavoro condiviso con l’attuale amministrazione ed in particolare con il Sindaco. L’intera comunità atessana ha grandi aspettative da questo cambio di gestione del servizio e per noi della Eco.Lan rappresenta una sfida importante; siamo orgogliosi di poter contribuire a rendere ancora più pulita e vivibile la citta di Atessa”, afferma il Presidente Ranieri.

Nelle prossime settimane avvieremo, insieme con l’Amministrazione comunale, una serie di momenti di comunicazione per illustrare le novità previste nel sistema di raccolta dei rifiuti e le buone pratiche della raccolta differenziata.

Dopo la fase di avvio, in cui si assicura la continuità con la precedente gestione, si passerà gradualmente alla fornitura dei nuovi calendari di raccolta e delle attrezzature. Nell’ottica di garantire un servizio efficiente in tempi rapidi, durante il periodo di transizione, il personale Eco.Lan. sarà presente sul territorio per effettuare sopralluoghi nei condomini e presso le utenze non domestiche, così da individuare le soluzioni più adeguate alle singole esigenze.

Era stata sottolineata con forza nei vari interventi anche nel corso della prima discussione in Consiglio che la scelta di affidare alla Ecolan il servizio della raccolta urbana dei rifiuti, era e resta una scelta politica dell'attuale maggioranza. Convinzione ribadita ieri in aula all'approvazione della delibera ed evidenziata pure in un comunicato siglato dal sindaco di Lanciano Mario Pupillo e dall'assessore alle politiche ambientali Davide Caporale. Dal 14 dicembre, dunque il servizio sarà affidato a una società interamente partecipata da enti pubblici quale è appunto la EcoLan, che gestisce direttamente anche la discarica di Cerratina e la raccolta urbana di altri 10 Comuni soci del comprensorio Frentano con eccellenti risultati. “Per Lanciano si tratta di un salto di qualità che permetterà di avere finalmente una città pulita e accogliente – si legge nella nota -. La delibera di ieri è stata preceduta dal cambiamento statutario della EcoLan votata all'unanimità dai 48 Comuni soci presenti nell'ultima assemblea, passaggio che ha permesso di aggiornare lo statuto alla normativa vigente particolarmente complessa e di di mettere al sicuro i Comuni soci da azioni di contrasto già poste in essere da privati del settore”. Il primo cittadino e l'assessore sottolineano la volontà dell'amministrazione a proseguire “il percorso virtuoso che ha determinato il cambiamento del cda oggi presieduto da Massimo Ranieri e un programma di revisione della spesa e organizzazione che oggi raccoglie il consenso dei Comuni soci”.  E ringraziano i “Consiglieri che hanno sostenuto, confermato e condiviso con il voto di ieri la nostra scelta di affidare alla EcoLan la raccolta urbana dei rifiuti del Comune di Lanciano, con le opportune correzioni che la legislazione di settore chiede”. Il servizio, attualmente, è ancora gestito dalla Camassambiente, società privata subentrata come noto alla Rieco. “Dal 14 dicembre potremo dare una risposta concreta e tangibile alle numerose segnalazioni che giungono quotidianamente dai cittadini sullo scarso livello di igiene urbana della città – continua il comunicato -  sia per la raccolta rifiuti che per la pulizia delle strade. L'Amministrazione ha fatto tutto quanto in suo potere per contrastare questo disservizio infliggendo numerose diffide e sanzioni alla Camassambiente per diverse decine di migliaia di euro a causa delle inadempienze opportunamente verificate anche con l'ausilio dei Vigili Urbani”.