Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

L’Its Sistema Meccanica di Lanciano si attesta tra i primi in Italia con un punteggio di 80.07 e con un tasso di occupati sui diplomati pari a 96.2 per cento (a fronte di una media nazionale del 78.20), la metà con contratto a tempo indeterminato in comparti industriali coerenti con il corso svolto. E' quanto emerge dal documento, pubblicato dal ministero dell'istruzione, sulle attività, monitoraggio e valutazione dei percorsi Its. Uno studio curato dall’Indire (Istituto per la ricerca educativa), che, attraverso l’utilizzo di indicatori puntuali, mette sotto la lente d’ingrandimento le attività svolte dagli Istituti Tecnici Superiori in Italia. I corsi valutati sono stati 67, di questi solo 28, tra cui quelli dell’Its Sistema Meccanica di Lanciano, unico in Abruzzo, hanno raggiunto i più elevati standard di eccellenza in relazione al numero dei diplomati, alla qualità della formazione e agli esiti occupazionali. "Le buone performance del nostro Its - sottolinea Gilberto Candeloro, presidente della Fondazione - sono legate alla capacità di offrire percorsi di formazione, basati sull’alternanza scuola-lavoro, continuamente aggiornati con la stretta collaborazione delle imprese del territorio che progettano, insieme alle scuole tecniche e all’università, profili professionali innovativi in linea con le evoluzioni del mercato del lavoro. Purtroppo - ha aggiunto - questa realtà non è abbastanza conosciuta e molte famiglie non sfruttano appieno l’opportunità di avere una istituzione così prestigiosa in regione”. Il documento di monitoraggio e valutazione è fondamentale per gli Its, poiché consente alle Fondazioni il mantenimento dell’autorizzazione del riconoscimento del titolo di “Tecnico superiore” da parte del Ministero della Pubblica Istruzione e conferisce la possibilità di accedere al fondo nazionale degli Its attraverso un contributo economico riconosciuto come “premialità”. Nel frattempo, fino al prossimo 28 settembre, è ancora possibile iscriversi al corso Its di "tecnico superiore per l'automazione e i sistemi meccanotronici - tecnico per l'industria sostenibile".  Il corso è aperto a tutti i diplomati e completamente gratuito, è possibile scaricare modulo di domanda e bando dal sito internet www.innovazioneautomotive.eu.
 

Sono 60.000 i posti di lavoro che non riescono ad essere occupati in Italia per mancanza di competenze adeguate e si stima in 2 milioni di unità la richiesta di tecnici –intermedi (tecnici con buone competenze tecniche ma anche soft skills ben sviluppati) nei prossimi 10 anni da parte del sistema produttivo italiano (dati Unioncamere 2016).  Inoltre, i dati Cresa relativi al primo trimestre del 2016 dimostrano come il sistema manifatturiero abruzzese ed in particolare il comparto automotive manifesta importanti segnali di consolidamento della ripresa sia in termini di produzione che di fatturato, con una ricaduta positiva sull’occupazione. E’ con l’analisi di questi dati che si è aperto, oggi a Chieti, l’Open Day  “ITS Formazione per il lavoro: preparare i tecnici richiesti dalle aziende”, presso la Sala Cascella – Camera di Commercio di Chieti. Un appuntamento promosso dalla Fondazione Its Sistema Meccanica di Lanciano per fare il punto sullo ‘stato di salute’ del sistema Automotive, in particolar modo in Abruzzo, e per presentare le opportunità formative e occupazionali offerte proprio dagli ITS. Nel corso dell’incontro si è fatto riferimento ai recenti dati elaborati da Cresa, secondo i quali l’Abruzzo è tornato a crescere proprio grazie all’incidenza del manifatturiero, e più nello specifico dell’automotive, in particolare in provincia di Chieti. Dopo anni di ripetute contrazioni, infatti, l'occupazione aumenta dello 0,6%, con i segnali di consolidamento che arrivano, in particolare,  da produzione (+8,8%) e fatturato (+7,2%), mentre l'export fa registrare un balzo in avanti di 6,7 punti percentuali. La sfida del mondo del lavoro si riflette nella costante ricerca, da parte delle aziende, di nuove competenze tecniche e trasversali capaci di rispondere ai veloci cambiamenti imposti dal mercato. E’ a questa domanda di competenze che l’ITS Sistema Meccanica di Lanciano sta rispondendo in modo efficace grazie ad un sistema di funzionamento flessibile e qualificante, basato su una forte collaborazione con le imprese, attraverso la realizzazione di strumenti di empowerment della risorsa umana territoriale. Testimoni di questo successo sono i giovani diplomati e gli allievi dei corsi di specializzazione in meccanica-meccatronica, veri protagonisti dell’OPEN DAY, che attraverso l’ITS hanno trovato occupazione stabile, anche con contratti a tempo indeterminato, con percentuali di occupazione oltre l’80% (dati MIUR), con trend in crescita. Nel corso dell’Open Day, gli stessi diplomati hanno infatti testimoniato come l’ITS Sistema Meccanica, grazie al lavoro sinergico con aziende, università e scuole, riesce ad anticipare la richiesta di profili da parte delle aziende, tanto che spesso gli allievi ricevono offerte di lavoro ben prima della conclusione del percorso formativo.  I diplomati hanno trovato occupazione nelle più prestigiose aziende del territorio: Sevel, Fater, Denso, Isringhausen, IMM Hydraulics, Honda, solo per citarne alcune, ma anche fuori dall’Abruzzo, come FCA group. L’ITS si conferma, dunque, come un laboratorio unico e necessario per il sistema educativo terziario non-universitario che può e deve dare una risposta concreta alla disoccupazione giovanile. Lo certifica anche il MIUR che ha conferito, per il secondo anno consecutivo, il premio di “eccellenza” all’ITS Sistema Meccanica di Lanciano, per la qualità dei suoi corsi e per le performance di placement raggiunte. Nel corso dell’Open day, oltre alle testimonianze degli allievi dei corsi, si è svolta la tavola rotonda “ITS coalizione territoriale per la risorsa umana” che - dopo i saluti di Roberto Di Vincenzo, Presidente CCIAA - ha visto tra i protagonisti: Gilberto Candeloro – Presidente della Fondazione ITS; Marco Mari - Direttore Risorse umane DENSO Manufacturing Italia s.p.a.; Gianni Orecchioni – Dirigente, IIS De Giorgio-Da Vinci, Lanciano; Ernesto Pellecchia – Direttore Generale USR Abruzzo. Le conclusioni sono state affidate a Marinella Sclocco – Assessore Politiche Attive del Lavoro, Formazione ed Istruzione. L’Open Day è stato, infine, occasione per presentare il nuovo corso post-diploma di TECNICO SUPERIORE PER L'AUTOMAZIONE ED I SISTEMI MECCATRONICI – TECNICO per l’INDUSTRIA SOSTENIBILE 2016 (Le iscrizioni sono già aperte, Domanda e Bando possono essere scaricati dal sito internet www.innovazioneautomotive.eu, scadenza 30 luglio 2016). Quest’anno potranno fare domanda anche coloro che stanno per conseguire il diploma di scuola superiore, con obbligo di perfezionamento della domanda in fase di test. Il nuovo profilo professionale, frutto del lavoro di analisi dei fabbisogni di competenze realizzato da personale delle imprese (esperti in sviluppo risorse umane), del mondo della scuola, dell’università e della formazione, mira a formare “tecnici per l’industria sostenibile” elettivamente per i settori produttivi automotive, meccanica, automazione e meccatronica, con competenze specifiche rivolte alla sostenibilità ambientale e ad uso efficiente dell’energia. Il corso, completamente gratuito, sarà di durata biennale e formerà 25 “TECNICI SUPERIORI” che, attraverso 1000 ore di attività didattiche in aula, 800 ore di project-work presso aziende, insieme ad altre attività professionalizzanti (corsi di inglese tecnico in collaborazione con la Wayne State University di Detroit USA, project management, autoimprenditorialità, etc.), acquisiranno, alla fine del percorso, quelle competenze tecniche e trasversali ritenute indispensabili da aziende innovative ed automatizzate che operano nel mercato globalizzato. Inoltre, gli allievi ITS avranno la possibilità di professionalizzarsi all’estero usufruendo di borse di studio del Programma comunitario Erasmus Plus.

 

Sono 60mila i posti di lavoro che non riescono ad essere occupati in Italia per mancanza di competenze adeguate e si stima in 2 milioni di unità la richiesta di tecnici intermedi nei prossimi 10 anni da parte del sistema produttivo italiano (tecnici con buone competenze tecniche ma anche soft skills ben sviluppati) (dati Unioncamere 2016). La sfida del mondo del lavoro infatti si riflette nella costante ricerca da parte delle aziende di competenze tecniche e trasversali aggiornate e capaci di adeguarsi ai veloci cambiamenti del mercato. E’ a questa domanda di competenze che gli ITS stanno rispondendo in modo efficace grazie ad un sistema di funzionamento flessibile e qualificante attraverso la realizzazione di strumenti di empowerment della risorsa umana territoriale. Per fare il punto sulla tematica, e presentare il nuovo corso dell’ITS Sistema Meccanica di Lanciano è stato organizzato l’Open Day “ITS Formazione per il lavoro: preparare i tecnici richiesti dalle aziende” in programma giovedì 16 giugno  2016 - ore 10.30 presso la Sala Cascella – Camera di Commercio di Chieti (Piazza Gian Battista Vico, 3). Testimoni saranno i giovani diplomati e gli allievi dei corsi di specializzazione in meccanica-meccatronica, veri protagonisti dell’OPEN DAY, che attraverso l’ITS hanno trovato occupazione stabile, anche con contratti a tempo indeterminato, e con percentuali di occupazione oltre l’80% (dati MIUR), con trend in crescita. L’ITS si conferma un laboratorio unico e fondamentale per il sistema educativo terziario non-universitario che può e deve dare una risposta concreta alla disoccupazione giovanile. Nel corso dell’Open Day sarà presentato il nuovo corso post-diploma, gratuito, di TECNICO SUPERIORE PER L'AUTOMAZIONE ED I SISTEMI MECCATRONICI – TECNICO per l’INDUSTRIA SOSTENIBILE 2016

Anche quest’anno la Fondazione di Partecipazione Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy, Sistema Meccanica di Lanciano si conferma tra gli ITS “eccellenti” italiani. A comunicarlo è stato Gabriele Toccafondi, Sottosegretario all’Istruzione, che, in una conferenza organizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca a Roma, ha presentato i dati raccolti ed elaborati dall’Indire per l’anno 2015: “Gli ITS ci parlano con i loro numeri! Sono numeri che ci convincono che questa è la strada giusta per ricostruire il legame vincente tra istruzione, formazione, università e impresa". Su 67 percorsi valutati sono 28, tra questi, unico in Abruzzo, l’ITS Sistema Meccanica di Lanciano, quelli che hanno raggiunto i più elevati standard di eccellenza in relazione al numero dei diplomati e al loro esito nel mondo del lavoro. “I dati occupazionali riferiti alla valutazione premiale che abbiamo avuto – afferma Gilberto Candeloro, Presidente della Fondazione ITS di Lanciano - ad un anno dal conseguimento del titolo sono entusiasmanti: ben il 95% (media nazionale 81.1%) ha trovato un’occupazione, tutte coerenti con il titolo di studio conseguito”. “Questi risultati sono dovuti – aggiunge Candeloro – al grande lavoro di squadra fatto con i soci della fondazione e soprattutto alla fruttuosa collaborazione instaurata con le imprese che credono e hanno creduto, sin dalla sua istituzione, a questo nuovo approccio didattico/formativo di inserimento nel mercato del lavoro”. L’Its Sistema meccanica di Lanciano, unico in Abruzzo per questo ambito produttivo, è una scuola speciale di tecnologia che organizza corsi post diploma nell’ambito della meccanica-meccatronica, completamente gratuiti, promossi dal MIUR e dalla Regione, che nasce con l’obiettivo di formare giovani “super tecnici” da inserire efficacemente nel mondo del lavoro. Infatti, la formazione esclusiva di profili professionali richiesti e definiti direttamente con le aziende del settore insieme all’alto livello di formazione tecnica, ottenuto con l’utilizzo prevalente di docenti provenienti dalle imprese e con l’alternanza tra formazione in aula e formazione in azienda, sono tra gli ingredienti vincenti dei corsi ITS. Anche se ancora poco conosciute, le Fondazioni ITS rappresentano una delle nuove strade da percorrere per dare opportunità di lavoro ai nostri giovani e per arricchire le nostre imprese.