Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto

L’assemblea dei soci dell’associazione Lanciano Rossonera, che si è riunita il fine settimana scorso mattina nell’ex Casa di conversazione ed ha eletto per acclamazione il nuovo direttivo.

Ne fanno parte Giancarlo Micolucci, già presidente del direttivo provvisorio, Pio Fiore Di Vincenzo, Francesco Di Lello, Luigi Toppeta, Enrico Ciannamea, Leonardo Di Florio, Gabriele Di Bucchianico, Mario Giancristofaro, Alessandro Flaminio, Luigi De Rosa e Cristian Bomba. Solo gli ultimi due sono le novità rispetto al precedente direttivo provvisorio. Il presidente Micolucci ha annunciato che la Marcianese, la squadra di Lanciano che milita in Prima Categoria e che ha sottoscritto un accordo di collaborazione con l’associazione, dalla prossima partita di campionato, salvo imprevisti, giocherà al Guido Biondi. Il sindaco Pupillo ha infatti confermato che nella riunione di venerdì scorso la giunta nelle prossime settimane Lanciano Rossonera completerà gli adempimenti burocratici e organizzativi per fare in modo che i rossoneri tornino a utilizzare l’impianto di viale Cappuccini.

Nel corso dell’assemblea è stata deliberata l’istituzione della figura del socio onorario, carica che sarà assegnata al sindaco di Lanciano in carica

 

LANCIANO - Domenica 11 dicembre, alle 8 in prima e alle 10 in seconda convocazione, nell’ex Casa di conversazione in piazza del Plebiscito a Lanciano, si riunisce l’assemblea dei soci dell’associazione Lanciano Rossonera: principale punto all’ordine del giorno è l’elezione del consiglio direttivo, che prenderà il posto di quello provvisorio insediatosi ad agosto al momento della costituzione dell’associazione.

Oltre al rinnovo delle cariche, all’ordine del giorno ci saranno anche la relazione del presidente sulla gestione e sull’attività del consiglio direttivo provvisorio, la relazione del tesoriere e l’istituzione della figura del socio onorario. L’elezione del direttivo sarà preceduta dall’approvazione del regolamento elettorale. Nell’occasione verranno inoltre consegnate le tessere di socio valide fino al 31 dicembre 2017 a quanti hanno già aderito all’associazione che ha come obiettivo la rinascita del calcio lancianese.
"Come da statuto - spiega il sodalizio, in una nota - chi non ha la possibilità di intervenire all’assemblea potrà essere rappresentato da un altro socio, e ogni socio potrà avere al massimo due deleghe. La delega può essere comunicata dal delegante entro le 18:00 di sabato 10 dicembre per posta elettronica, oppure dal delegato il giorno dell’assemblea con una dichiarazione sottoscritta in calce dal delegante".

Tutte le informazioni sull’associazione, compreso statuto e composizione del direttivo provvisorio, sono contenute nel sito www.lancianorossonera.it.

Il cartellone del Settembre Lancianese si arricchisce di un ulteriore appuntamento: con il patrocinio delle Feste e del Comune di Lanciano viene infatti organizzata in questi giorni la mostra «Le radici e le passione», un’esposizione di documenti storici e fotografici curata dall’associazione Lanciano Rossonera. La mostra sarà aperta, con ingresso libero, da martedì 13 a venerdì 16 settembre dalle 18:00 alle 21:00 nel Foyer del Fenaroli in via Sotto la Torre, la strada che collega piazza del Plebiscito a via dei Bastioni. Verranno esposti una serie di documenti d’archivio a partire dai primi anni ’20, come ad esempio i carteggi per le richieste di sovvenzioni all’amministrazione comunale, o del periodo bellico, come la corrispondenza con le autorità alleate per la derequisizione del campo di calcio. La parte fotografica riguarda invece per la maggior parte il Dopoguerra, e ripropone molte delle fotografie già esposte nel 2005 nel Palazzo degli Studi, in occasione di una mostra simile curata da Elena Geniola e Marcella Di Marco. Il materiale è disposto su otto pannelli ordinati cronologicamente, per ripercorrere con uno sguardo a volo d’uccello, ma in maniera ordinata, mezzo secolo di storia del calcio lancianese. Si comincia con la fondazione della Virtus Lanciano nel 1920 sino alle difficoltà di fine decennio, la crisi dei primi anni ’30 e la rinascita prima e dopo il conflitto sotto la guida dell’allenatore bolognese Giuseppe Baccilieri, fino a concludere con gli esaltanti campionati dei primi anni ’50. Per approfondire le vicende sportive del periodo, è stato prodotto un libricino intitolato «Breve storia del calcio lancianese nella prima metà del novecento», che sarà in distribuzione al Foyer in questi giorni. Nei giorni della mostra sarà inoltre possibile sottoscrivere il modulo di adesione all’associazione Lanciano Rossonera, che sabato scorso è stato presentata nel corso di un’assemblea pubblica alla sala Mazzini. Per conoscere meglio Lanciano Rossonera c’è il sito www.lancianorossonera.it; mentre per seguire l’associazione sui social sono attivi gli account Facebook Lanciano Rossonera, Twitter @LancianoRN e Instagram lancianorossonera.

L’assemblea dell’associazione Lanciano Rossonera, che si è svolta ieri sera nell’ex casa di conversazione a Lanciano, ha nominato il direttivo provvisorio composto da Giancarlo Micolucci (presidente), Pio Fiore Di Vincenzo (vicepresidente), Francesco Di Lello (segretario-tesoriere), Luigi Toppeta (portavoce), Andrea Rapino (addetto stampa e alle comunicazioni), Mario Pupillo, Enrico Ciannamea, Alessandro Flamminio, Gabriele Di Bucchianico, Mario Giancristofaro, Leonardo Di Florio e Pasquale Giovannelli. Questo direttivo provvisorio resterà in carica fino al 30 novembre, quando il nuovo sarà eletto dai soci. Lo scopo dell’associazione, il cui statuto può essere scaricato dal blog lancianorossonera.wordpress.com, è quello di ricostruire dal basso una società di calcio a Lanciano, che porti il nome della città e gli storici colori rossoneri. L’associazione ha stretto un accordo con la Marcianese, al momento prima squadra della città che milita nel campionato di Prima Categoria: la Marcianese, in base alle proprie necessità e richieste, riceverà il sostegno dell’associazione, e dalla prossima stagione cambierà denominazione in Lanciano 1920.